NBA – Miami ko a Boston, Howard spegne i Lakers

Pubblicato: febbraio 14, 2011 da Kevin Di Felice in NBA News, News

Storie tese a Boston fra Celtics e Heat

Miami ancora ko contro i Celtics.

Bene Magic e Trailblazers mentre Washington vince la sua prima gara esterna della stagione.

Vediamo com’è andata.

HEAT 82, CELTICS 85
Continua la maledizione degli Heat che perdono per la terza volta in stagione contro Boston. Rondo chiude in tripla doppia (11+10+10) mentre Pierce gioca una delle partita più brutte in carriera (1 pts, 0/10). Miami affonda nonostante i 46 punti del duo James-Bosh. Fatali un terzo quarto da 35 punti subiti e le 17 palle perse.

LAKERS 75, MAGIC 89
Un grande Dwight Howard forza la prima sconfitta dei Lakers in questo giro da Est. Il bottino del centro dei Magic è sostanzioso: 31 punti, 13 rimbalzi e 3 stoppate con il solo Richardson ad andare in doppia cifra (12 pts). Per i Lakers, 2/16 da 3 e 39% dal campo. Non bastano i 17 punti a testa per Bynum e Bryant.

WIZARDS 115, CAVALIERS 100
Dopo la festa contro i Clippers, Cleveland torna nella sua mediocrità e perde nettamente in casa contro una Washington trascinata dal duo Young-Wall. Per il primo 31 punti e 14/21 dal campo mentre il rookie piazza una doppia doppia da 19 punti e 14 assist per il primo successo esterno della stagione. Bisognava solo aspettare il viaggio a Cleveland…

TRAILBLAZERS 105, PISTONS 100
Successo esterno per Portland che sbanca Detroit con la solita grande prestazione di Lamarcus Aldridge capace di mettere a referto 36 punti con 12/17 dal campo. Bene anche Matthews (26 pts, 4/5 da 3) mentre i Pistons subiscono la 14a sconfitta casalinga della stagione nonostante una panchina da 57 punti.

CLIPPERS 93, RAPTORS 98
Doveva essere il momento della verità ed invece il viaggio ad Est dei Clippers si sta manifestando un vero disastro. Sconfitta anche a Toronto sotto i colpi di un ritrovato Andrea Bargnani che mette a segno una prova da 27 punti. Bene anche Ed Davis (13 pts, 14 rebs) mentre Griffin fa quel che può (21+15) in una squadra che tira il 41%.

NUGGETS 108, GRIZZLIES 116
Fanno sul serio i Memphis Grizzlies che timbrano la 30a vittoria stagione e sono ampiamente in gioco per una posto nei playoff. La vittoria sui Nuggets porta la firma di Rudy Gay (23 pts) e di Arthur che dalla panca porta 24 punti con 8/11 dal campo. Per Denver il solito Anthony (28 pts) ed una difesa che concede il 55% agli avversari.

KINGS 113, SUNS 108
Pesante ko per i Phoenix Suns che s’arrendono ai Sacramento Kings che dominano sotto canestro (51 rimbalzi, 19 offensivi) e colgono il 6° successo esterno della stagione. Buona gara di Evans (21 pts, 7 asts) mentre il duo Landry-Greene porta 39 punti dalla panchina. A nulla serve la prestazione di Nash (22 pts, 18 asts).

THUNDER 94, WARRIORS 100
Di fronte a Durant, i Warriors sfoggiano una grande prestazione e s’aggiudicano il match con un grande Stephen Curry autore di una prova da 23 punti, 13 assist e nessuna palla persa. Il mattatore è Ellis che scollina sopra i 30 (33 con 13/25) mentre per gli ospiti ci sono i 29 punti di Durant ed i 21 di Westbrook con le prime tre posizioni ad Ovest che si allontanano.

commenti
  1. 9region scrive:

    region rondo
    terza
    tripla
    doppia
    signoriii

  2. Giulio scrive:

    “MIAMI, abbiamo un problema”

  3. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    tre gare tra celtics e heat,tre vittorie celtics.
    certamente questa è stata la più equilibrata,ma era prevedibile visto che gli heat di oggi sono ben diversi da quelli visti ad inizio stagione.
    nelle precedenti due gare i celtics avevano allungato già nel primo tempo,qui hanno dovuto aspettare il terzo quarto.
    ma per l’ennesima volta gli heat hanno recuperato,stavolta per davvero hanno rischiato di vincere…

    questa è la miglior gara possibile per testimoniare una sfida tra una grande squadra e una squadra che vive di immense individualità.
    da una parte una squadra offensivamente equilibrata,dall’altra una squadra offensivamente che dipende da tre giocatori,due soprattutto…

    finalmente bosh gioca una buona gara contro kg,anche se lo stesso kg non è da meno.
    tripla doppia di rondo,un vero incubo per lebron,considerando le tre gare di quest’anno più l’intera serie dell’anno scorso.
    ogni volta lo deve veder,se non dominare,quasi…

    a proposito di dominare.
    vogliamo parlare della gara di howard contro i lakers?
    impressionante.
    ennesima dimostrazione dei suoi progressi tecnici,adesso fai fatica a marcarlo in qualsiasi situazione,statica,di movimento,fronte a canestro,spalle a canestro.
    gasol soprattutto è stato umiliato,cosa che ad esempio non era successo nelle finals 2009…

    altra conferma che questa squadra senza bynum perderebbe parecchio,perchè dei tre lunghi è l’unico che ha la fisicità del pivot.
    infatti proprio bynum ieri è stato l’unica nota positiva in casa gialloviola.
    per 3/4 ha tenuto testa ad howard,l’ha stoppato una volta,mentre in attacco ha prodotto molto.
    sempre mentalmente concentrato,cosa che qualche anno fa andava e veniva.
    addirittura è riuscito a tenere viva una palla dimostrando una reattività sorprendente in aspetti dove di solito lui si è sempre dimostrato abbastanza pigro.
    è uscito ingigantito dalle due prove con celtics e magic.
    questo dimostra che in una squadra con meno opzioni offensive e con meno concorrenza,potrebbe viaggiare a medie tipo 20+10.
    i lakers giustamente se lo terranno stretto,anche se anche ieri ha fatto tremare per l’ennesimo pericolo ricaduta al ginocchio…

    a toronto venderebbero la cn tower per affiancare bynum a bargnani.
    quindi apro l’argomento bargnani.
    finalmente si è ripreso,dopo alcune gare sottotono.
    nelle ultime tre ha fatto molto bene,in quest’ultima contro i clippers hanno anche vinto,con un ottimo secondo tempo del mago…

    riapro il discorso di ieri gallo vs bargnani per ribadire un concetto.
    quando dico che bisogna aspettare i 25 anni del gallo per giudicarli alla pari,lo faccio soprattutto per una questione di talento/potenziale,invece che per una questione di valore.
    perchè il valore si può confrontare anche oggi.
    anche il talento,però da questo punto di vista ci si fa ingannare dalla differenza di età.
    perchè quello che il mago faceva a 22 anni non era esattamente quello che riesce a fare oggi.
    ecco perchè dico di aspettare.
    anche perchè a 19 anni nessuno avrebbe preferito il talento 19enne del mago rispetto al talento 19enne del gallo,ma parlo di talento cestistico non di forza mentale,dove anche oggi non esiste confronto.
    lasciamo stare la scelta,perchè gallinari è stato scelto a 19 anni non a 20 come bargnani.
    sappiamo tutti che a quell’età un anno di differenza non è poco.
    gallinari pur dichiarandosi un anno prima è stato scelto al numero 6 in un draft molto più talentuoso,scelta altissima per un esterno europeo.
    ripeto,aspettiamo fra tre anni,poi vediamo che miglioramenti fisici e tecnici avrà fatto il gallo,solo allora potremmo paragonare alla pari i rispettivi talenti.
    oppure paragoniamo il bargnani 22enne col gallinari 22enne.
    davvero quel bargnani aveva più talento di questo gallinari?

  4. Big Shot Rob scrive:

    Quando rondo va in tripla doppia i celtics vincono stop!

  5. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    onestamente ieri gli heat sono sembrati tutt’altro che da buttare,hanno fatto una buona gara a boston contro i celtics,reggendo molto bene difensivamente,cosa che non gli riuscì nele precedenti due partite,ma ripeto,oggi sono altri heat.
    poi chiaramente i celtics hanno strameritato di vincere,ma gli heat confermano che li puoi piegare ma non spezzare..
    difficilmente un eventuale serie tra le due finirà prima della sesta gara.
    quindi non facciamoci ingannare dal 3-0 stagionale celtics.
    perchè i celtics sono molto più squadra degli heat,più forti nel complesso,ma non così molto più forti come il 3-0 stagionale potrebbe far pensare.
    per gli heat vale il discorso, che chiunque vorrà farli fuori,dovrà attraversare l’inferno di wade e lebron,poco ma sicuro…

  6. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    discorso che vale per gli heat,quindi ci metto la mano sul fuoco.
    cosa che non metto per gli spurs…

    perchè gli spurs o contro i lakers,o contro i celtics o contro gli heat,possono benissimo uscire schiacciati da quest’eventuali serie.
    sempre se ci dovessero arrivare,perchè per loro non sarà affatto scontato che riusciranno a superare l’eventuale thunder da secondo turno…

    mentre gli heat vinceranno o meno,sono pronto a scommettere che renderanno ogni serie un vero e proprio inferno…

  7. Giulio scrive:

    GALLO

    Ti quoto su Gallo/Bargnani

    Per quanto riguarda gli Heat il mio era un riferimento ai playoff…Sono d’accordo con quanto hai scritto, ma Miami contro Boston soffre c’è poco da fare, che poi abbia delle individualità che gli permettono di giocarsela comunque fino all’ultimo è verissimo…Ma questo può valere per una partita secca, non per una serie di playoff! Non puoi vincere secondo me, una serie di playoff contro questi Celtics, basando l’attacco su 2-3 giocatori

    LeBron, Wade e Bosh possono fare prestazioni monstre e comunque non riuscire a vincere…Ma in generale io trovo che contro questi Celtics puoi vincere una partita, due partite in questo modo, basando la squadra su 3 giocatori…Una serie non penso proprio…

    Quindi visto che le possibilità di titolo di Miami passano per Boston, e se vogliamo anche per Chicago (e Orlando?), ribadisco il mio: “Miami abbiamo un problema”

  8. lebowsky scrive:

    qualcuno sa dirmi se e dove si possono vedere le formazioni ( stile gazzeta x il calcio )delle partite della notte nba?giusto x scommettere sapendo chi va in campo

  9. bodiroga88 scrive:

    lebowsky

    Cosa vuol dire? I quintetti base si sanno, non vengono modificati ad ogni partita. Per quanto riguarda la rotazione, guarda i boxscore delle partite precedenti tenendo conto di eventuali squalifiche ed infortuni.

  10. lebowsky scrive:

    no infatti intendevo x infortuni dell’ultimo minuto o cose del genere

  11. Big Shot Rob scrive:

    Giulio

    Secondo me ti fossilizzi troppo sul fatto che l’attacco è basato su tre giocatori. Secondo me il limite di Miami non è tanto il fatto che il 70% dei punti li segnino i tre amigos ma che mancano di un vero e proprio sistema offensivo. Sono un continuo d’isolamenti che rende impossibile secondo me battere squadre come i celtics in una serie. Spoelstra ha fatto un grandissimo lavoro in difesa ma in attacco grosse differenze rispetto a mike brown non ne vedo

  12. Alfredo scrive:

    Io tutte ste polemiche sugli heat non le comprendo! stanno crescendo, hanno quei 3 che in un modo o nell’altro ti evitano sempre figuracce, insomma dargli 20 punti è quasi impossibile, perchè hanno talento tale da riuscire in pochi minuti a ricucire strappi anche in doppia cifra! i celtics sono perfetti per affrontarli, ma non possono abbassare il ritmo mentale mai, se lo fai, questi con il talento che hanno ti massacrano! io scommetto che i celtics vorrebbero averli contro nel primo turno di playoff piuttosto che in finale di conference, dove puoi essere già abbastanza stanco, perchè questi hanno un’energia fisica e una freschezza che sia celtici che lacustri, per quanto abbiano roster probabilmente più profondi ed equilibrati, non hanno! poi naturalmente la cattiveria, l’astuzia, l’esperienza in un’eventuale serie potrebbero risultare decisive, e gli heat in questo sono ancora un po’ dietro, pero’ occhio, per battere quattro volte quei 3 ci vuole tanta tanta energia, questi non molleranno mezzo centimetro anche se sotto di 15 con tre minuti da giocare

  13. alert70 scrive:

    BOS-MIA

    Terza di fila di Boston che fatica di più a domare Miami. Purtroppo per gli Heat devono solo ed esclusivamente tirare la carretta i tre mentre gli altri sono pagati per non tirare, Anthony su tutti. Joel che con palla in mano a due metri dal ferro ha visto un fantasma ridandola indietro ad un compagno! Non so se tornerà Haslem, ma se accadesse sarebbe un’addizione importante. A differenza del ipervalutato Miller, lui porterebbe difesa e punti. E in una sitiuazione del genere avere un 4° violino aiuterebbe gli Heat e non di poco. Sperimamo per il gioco che torni in tempo.

    ORL-LAL

    Motivati e non motivati. I motivati vincono. Serve a dare morale e continuare a credere nel progetto. I Lakers scioperano. Evidentemente arrivare 2i o 3i non gli cambia la vita. Mah.

    Washington vince la prima in trasferta, OKC inciampa a San Francisco, ci sta, mentre Blazers e Grizzlies si rincorrono a vicenda riducendo ancor più il gap che le separava dal trio Nuggets, Jazz e Hornets. Ora sono lì con il vento in poppa. Se questo è il trend vedremo delle gare di PO a partire da marzo tra queste squadre. Tifo sfacciatamente per i Grizzlies che senza Mayo stanno inanellando prestazioni notevoli.

    Kings
    Cousins va negli spogliatoi e si incazza come una iena con Greene reo di non aver dato la palla a lui su indicazione del mister nell’ultima azione della partita contro OKC. Viene coinvolto anche Evans colpevole di aver tirato da tre. I primi due vengono quasi alle mani e la franchigia decide di punire/multare DeMarcus tenendolo a casa. Questi vanno a Phoenix e vincono con un Greene sugli scudi!
    La storiella mi dice due cose: primo se Cousins viene imbrigliato e condotto sui binari giusti diventa il leader assoluto e un All Star, secondo a 19 anni si sente già pronto per prendersi i tiri che contano, fate voi.

    Raptors
    L’effetto Blake porta il sold out, neanche fosse arrivato Bryant, la gente si è alzata in piedi nel primo quarto quando ha visto profilarsi la schiacciata sull’alley-oop di Davis. Al di là del rookie gara divertente decisa nel finale da Olowowiztki con due canestrini niente male. Uno è la preghiera vista negli highlight, l’altra più importante ad un minuto dalla fine che ha sigillato la gara.

    Bravissimo Ed Davis che sta dimostrando di avere i galloni. Il ragazzo sta crescendo a dismisura, cattura rimbalzi, stoppa e non ha le mani di pietra. Nelle prime gare avevi la sensazione di vedere uno atletico buttato in campo tipo Andrè Jordan, mentre in realtà le qualità ci sono. Se continuerà a migliorare nella comprensione del gioco sarà veramente utile alla squadra. Non mi stupirei se lo affiancassero ad Andrea nel ruolo di centro tuttofare in grado di difendere e di mettere punti a referto. Tipo Boozer-Noah.

  14. ilmorsodelmamba scrive:

    bynum serve,ma anche ieri e’ uscito dolorante.io rischierei e porterei subito melo.ovvio che poi c e bisogno di 1altro C

  15. Alfredo scrive:

    Mamma mia che tristezza i cavs, i wizards quest’anno erano a 0 vittorie esterne, gli hanno dato quasi 20 punti! la corsa ai playoff ad ovest è un inferno assoluto, grizz ora sembrano in palla, probabilmente sarà una volata, non risolta prima della ultime 5 partite almeno per gli ultimi 3 posti

  16. alert70 scrive:

    Alfredo

    E’ una tristezza ma tant’è la stagione andrà così fino alla fine. 10 L e 1 W se gli và bene. Da notare che la striscia l’hanno interrotta con i Clippers che al solito si fanno riconoscere.

    Bynum
    Serve se sano. Il punto è lì. Se hai Melo disponibile che fai? Preferisci tenerti il duo Bynum-Artest oppure ti prendi Melo e ti arrangi con Smith e Ratliff? Io accumulerei talento e per quest’anno mi arrangerei con quello che ho che è tanto per poi puntare ad un lungo al minimo.

  17. tracymcgrady1 scrive:

    Dico la mia sui big match della notte scorsa:

    Celtics – Heat
    Match equilibrato tra le due vere big della Eastern, con i soliti fatti ricorrenti ad ogni sfida: LeBron incide ma viene comunque limitato dalla difesa dei verdi, idem Wade, Rondo che se va in tripla doppia porta la squadra alla vittoria, attacco C’s bilanciato eccetera eccetera. Solita musica insomma. Temo che in caso di incrocio nei playoff, andrà a finire esattamente come hanno detto i tre scontri diretti fin qui disputati dalle due franchigie, ovvero con la vittoria di Boston…
    Ah, ma quel ciccione di Big Baby non arriva neanche al canestro per schiacciare? Ma cosa ha combinato su quell’azione?!? :-D
    Sono rimasto sorpreso dalle botte che si sono dati, non mi pare ci sia molta amicizia tra grandi giocatori che cmq si conoscono molto bene: Garnett da una legnatona a Miller con un blocco, Wade si stizzisce e da una legnatona a Garnett a gioco fermo, Rondo si avvicina a sentire la discussione con gli arbitri e James lo allontana in malo modo e senza apparente motivo… Ragazzi, tra pochi giorni siete tutti insieme per l’All Star Game, speriamo non volino botte nello spogliatoio dell’East!!!

    Magic-Lakers
    Orlando gioca una bella partita di squadra, con i tiri che entrano in buona percentuale e con Howard che fa la differenza in positivo in attacco. Sinceramente i LAL erano determinati solo a tratti, ho visto continuità nella concentrazione e nella voglia dei soli Bynum e Odom. Ottima prova del centro dei gialloviola, darlo via per Melo sarebbe una sciocchezza colossale.
    Turkoglu in stile 2009, preciso nel tiro e disponibile a cercare i compagni. Positivo il rientro di Bass. Arenas delizioso nel dare via la palla ma poco altro. Anderson infallibile dalla distanza, mamma mia che tiratore!
    La novità principale è stata la palla ad Howard che arriva con regolarità anche nel quarto periodo e nei momenti clou del match, come aveva anticipato Van Gundy. Il coach è stato di parola. E sono d’accordo, se la tattica paga durante tutto il match, perchè non deve farlo alla fine? Ok i problemi ai liberi, ok i raddoppi che magari aumentano, ma per tutto il match l’attacco deve essere incentrato sulla pressione che Howard esercita sulla difesa avversaria con eventuali scarichi agli esterni in caso di difficoltà, il quarto quarto non può diventare un tiro al bersaglio dalla lunga con tutte le incognite del caso, soprattutto in post-season. Chiaro che nessuno chiede a Superman di segnare il canestro decisivo sulla sirena, per quello ci sono altri uomini, ma almeno per i 47 minuti precedenti deve essere lui il faro.
    Detto questo, se Orlando gioca sempre cosi da qui in avanti di sicuro le sconfitte diminuiranno e ai playoff saremo un grosso problema per tutti.
    Vediamo come va a finire…

  18. tracymcgrady1 scrive:

    lebowsky

    Quando decido di scommettere mi prendo una mezzoretta per leggermi tutte le preview delle partite della notte su NBA.com.
    Come dice Bodiroga i quintetti si conoscono, con le preview vieni a scoprire eventuali novità come infortuni, squalifiche e altro.

  19. procionide scrive:

    Dite bene, ottima prova del centro gialloviola, che però nel terzo quarto è andato a sedersi per problemi al ginocchio. Nel valutare se fare lo scambio, non si può ignorare il fatto che Bynum non è sano e non lo è mai stato.

  20. Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

    Dare via Bynum per Anthony ha senso se poi dai via altro per un bel lungo, sennò rimani così come sei.
    Ieri alla fine mi son visto i Lakers invece di studiare; erano meglio i titoli di credito…

  21. Ape10 scrive:

    Vorrei aggiungere a quanto già disquisito da Gallo e Giulio, che la vittoria di Boston è avvenuta senza un cambio di ruolo per Perkins, con Pierce fortemente influenzato (le percentuali al tiro ne sono una conseguenza, così come il fallo su Lebron a fine partita, così come la rimessa che ne è seguita) quindi con un quintetto effettivo che contava solo Allen, KG e Rondo tra le effettive “Star”, quindi un 3contro3 verso Miami, anche il minutaggio lo dimostra, Lebron-Wade-Bosh in campo per più di 40 min, mentre Boston ha solo Allen e Rondo con più di 40 min, Pierce e KG con meno.
    A parer mio, a Roster completo e disponibile per Coach Rivers, Boston non la batte nessuno!!! In nessuna serie di play-off, aggiungerei.

  22. Alfredo scrive:

    Alert
    io invece andrei così! cioè tu scambieresti bynum e artest per melo? voglio capire che dai bynum e poi cerchi un lungo da scambiare con artest, ma dare due giocatori forti per uno fortissimo ma sempre in scadenza è una follia! e poi ci sono tanti meccanismi e automatismi che non è detto che si riescano a perfezionare in tre mesi! resteranno così i lakers ed è un bello stare a mio avviso! sul discorso kings direi che cousins può anche diventare il leader ma deve stare attento e meritarsi il rispetto dei compagni, non ha lo status per pretendere l’ultimo tiro a tutti i costi, e seppure anche io gli riconosca tanto talento, i compagni ieri gli hanno dimostrato di saper fare anche senza di lui! metta la testa a posto e maturi, poi magari avrà l’ultimo tiro…

  23. Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

    I Kings hanno lasciato a casa Cousins e l’hanno pure multato. Quando l’ho visto mi è sembrato sinceramente una bestia, ma mi sà tanto che è un coglione

  24. iggy89 scrive:

    pensieri sparsi sulla notte:

    -nick young, assolutamente MIP di questa stagione, l’anno scorso non giocava quasi mai, quest’anno continua a segnare di maledetto, ok che di fronte aveva i cavs, ma è cresciuto a vista d’occhio come nessun altro;

    -nuggets si fanno recuperare 17 punti dai grizzlies.. sui grizzlies da quando non c’è mayo vincono e giocano che è un piacere, mayo ha talento e su questo non ci piove però lo scambierei subito per qualche buono giocatore, grizzlies comunque da playoff;

    -howard davvero dominante ieri coi lakers, in tutto e per tutto, senza bynum in campo non c’è verso di tenerlo e gasol che ha dimostrato tutti i suoi limiti difensivi;

    -detroit che perdono ancora, spiace perchè per me potevano puntare ai playoff, la squadra non è male, più che altro è kuester che mi convince zero, quest’anno oramai è andato, anche qua subito una trade che coinvolga hamilton non sarebbe male, magari per qualche buona scelta;

    -sacramento vince con dalembert sugli scudi (pazzesco!), cousins rimasto a casa dopo il litigio con greene. che cousins è forte non ci sono dubbi, potenzialmente diventerà tra i migliori nel ruolo, però la testa sembra confermare i problemi ad inizio draft, cioè sei appena entrato in nba e già hai problemi coi compagni?! mi lascia un po’ perplesso..

  25. Alfredo scrive:

    Postino: sto nick che ti ha affibbiato Brazz è una cosa improponibile, ma quanto dura sta punizione, fino ai playoff??

  26. iggy89 scrive:

    ah se la mia traduzione dall’inglese è giusta, mi pare che pierce abbia programmato una risonanza magnetica sul suo piede sinistro.. cioè non era semplicemente influenzato..

    http://basketball.realgm.com/wiretap/210907/Pierce_Plans_MRI_After_Poor_Shooting_Game

    tra le altre cose, ma rondo è deficiente?! perchè è andato là a spiare il timeout degli avversari? fossi stato negli arbitri gli avrei dato un bel tecnico, tutto ha un limite!

  27. kahuna scrive:

    dwyanewade32008

    il patetico sei te che sei talmente privo di contenuti che per avere un minimo di audienza dal forum inizi ad offendere…ovviamente non risponderò mai più a te perchè non mi abbasso a questi livelli

    i tuoi pareri sono talmente soggettivi e privi di fondamento che, guardacaso, i dati e i fatti ti smentiscono sempre

    il tuo ultimo post di ieri ti qualifica come un grandissimo deficente e qui chiudo

  28. Rafael scrive:

    partita vera se ce n’è una al Garden. Botte da orbi.
    Celtics ancora una volta troppo forti per una squadra che si affida troppo a isolamenti e giocate individuali.

    Lakers che prevedibilmente la “danno su”.
    Ammesso che un 7-0 era praticamente impossibile, in cui ne hai già vinte 4 e hai le ultime 2 a Charlotte e Cleveland era chiaro come il sole che arrivasse la L a Orlando.
    I Magic non sono un problema ora e non lo saranno in post season.
    Gasol aveva l’intensità di una sottiletta e nonostante tutto siamo rimasti in gara fino agli ultimi 12′..
    Sono molto ottimista. avevo pronosticato un 4-3 e venire via con un probabile 6-1 è sicuramente un dono del cielo e il segno che fisicamente stiamo bene. Manchiamo solo dove siamo sempre mancati. Di testa..

  29. Sl3v1n K3l3vr4 scrive:

    non è per ripetermi ma anche stanotte pessima gestione della gara da parte di scott brooks.
    non è per ripetermi ma collison non può essere il centro titolare nei minuti che contano. premesso che non ho simpatie neanche verso krstic, certo non ci vuole un genio a capire che “forse” solo ibaka potrebbe dare quella difesa che è mancata ad esempio stanotte contro i warriors. lee ha fatto quello che ha voluto in attacco, ha preso 19 rimbalzi e collison stava a guardare come una bella statuina….ed invece il congolese in panca! capisco il tutto se fosse stato gravato dai falli (che onestamente non me ne sarebbe fregato un piffero e l’avrei fatto giocare comunque) ma aveva solo 1 fallo a carico…..19 minuti contro i quasi 30 di collison!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! io credo che sto coach si sia rimbambito all’improvviso….non è possibile una porcheria del genere. o rinsavisce ed allena in maniera decente, prendendo le giuste decisioni oppure toglietelo a calci in culo da quella panca perchè ha iniziato a rompere le palle………………
    la cosa che più mi dispiace, togliendo gli spurs ovviamente, è che con tutti gli infortuni dei mavericks e considerata la svogliatezza in molte partite dei lakers, i thunder avrebbero potuto avere il secondo posto all’ovest in questo momento. non dico che valiamo il secondo posto, ma che avremmo potuto approfittare delle debacle degli avversari……invece grazie a chi siede in panchina si vede uno spettacolo orrido, con rotazioni insensate, giocatori molto utili che non vedono neanche il campo ed una gestione complessiva della squadra che lascia a dir poco stupefatti e meravigliati!!!!!!
    BROOKS HAI ROTTO LE PALLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE…..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  30. superlacustre scrive:

    se gli heat continuano a migliorarsi ed incontreranno in finale di conference i celtics sarà veramente una battaglia epica a tutto guadagno dello spettacolo..

  31. inyourweis scrive:

    Sl3v1n K3l3vr4

    Più che altro i Thunders dovrebbero spiegare come sono passati dall’avere una delle migliori difese della Lega nel 2010, ad una delle peggiori. E’ vero che i punti subiti sono un indicatore relativo, e vanno messi insieme al numero di possessi, certo è che però la differenza è evidente, e se ne è lamentato Brooks stesso a più riprese

    Sono d’accordo su Ibaka, è un giocatore che personalmente mi intriga da morire, ha 21 anni e migliora a vista d’occhio. O.C. nn ha secondo me reali chances di titolo per il 2011, forse potrebbero anche permettersi di dare all’africano quei 30 minuti a partita che torneranno utili magari già dal prox anno. E Collison deve essere solo un lungo da rotazione, nn il titolare nei minuti finali

    Sulle altre partite…

    D’accordo su Young come MIP 2011, il ragazzo da USC ha secondo me una varietà offensiva davvero superba. Fa solo quello, nel senso che come rimbalzista, difensore o passatore stiamo sotto zero, ma segnare lo sa fare alla grande, e se finalmente Wall inizia a rendere secondo potenziale, il back court della Capitale nn è affatto male

    Bella W Magic, a dire il vero pensavo avrebbero vinto i Lakers. Orlando in partita singola può battere chiunque, ma in una serie di 7, nn ci sono cazzi, questi contro Boston o Miami escono. Onore ad Howard che quest’anno è migliorato tantissimo in attacco, ma ritengo nn possa essere lui il go to guy della squadra, serve un giocatore come Melo o CP3, che abbia le caratteristiche tecniche e mentali per essere il leader. Cosa che DH12 nn ha

    Per il resto, mi chiedo cosa diavolo sia successo a Carter. I Suns comunque un ottavo posto lo possono conquistare, giochi con Nash, e segni meno di 10 punti a partita? Capisco un calo di motivazioni, ma cavolo mi sarei aspettato un minimo in più di professionalità ed impegno

  32. Mamba scrive:

    Rafael

    Non cantare vittoria troppo presto, a Charlotte ultimamente ci siam presi sempre delle bastonate, se vinciamo stanotte direi 6-1.

  33. dwyanewade32008 scrive:

    Giulio

    Hai totalmente frainteso,chi non capisse che io mi pongo in un certo modo di proposito è sicuramente un deficiente.
    Per prima cosa,io non tifo Miami,almeno non a discapito di Boston,una cosa del genere me l’avresti potuta dire contro i lakers,ma contro Boston che Miami vinca o perda mi è totalmente indifferente.
    Il mio giocatore preferito è Wade ma,a differenza di tanti in questo forum,non mi sono mai sperticato in lodi inutili,non lo ficco in mezzo in qualsiasi discorso e soprattutto,non lo tifo!!!
    Per quanto riguarda Bargnani,ho cominciato ad insultarvi in merito a questo discorso.
    Inizialmente,se ben ricordi,c’era chi era d’accordo con me,e addirittura dice che innalzo il livello tecnico del blog,e chi controbatteva,ma ahimè senza dare giustificazioni alle cose che scriveva.
    Il punto è che,io non credo che Bargnani sia un fenomeno,non mi piace Bargnani e dio mi fulmini se mi piacciono quelli come lui.
    Ma non sopporto e ripeto non sopporto questo inutile e fastidioso modo di sopravvalutare il Gallo.
    E’ qua che esco davvero di testa,non controargomento nemmeno più,perchè dopo che (a questo punto aggiungerei a parer mio) ho dimostrato e supportato con cifre e tesi tecniche la mia opinione,mi si è risposto in maniera pedestre dandomi statistiche idiote e ricordi di un jumper lontano nelle notti di un’estate italiana.
    Allora qua che devo fare? devo lasciare che la gente (tu in questo discorso ci stai a fare ben poco in quanto non eri in quel discorso) si crogioli nelle sue stesse minchiate?
    Devo cercare di farmi “smerdare” da due idioti della tastiera che scelgono uno sport da seguire tirando il dado e informandosi su wikipedia per commentare?

    I tuoi discorsi non sono infondati,si vede che non sei un cretino,ma ancora per questo ti sopporto ancora meno,perchè,per un motivo o per un altro,quando si parla di certi argomenti,salta fuori un’inobbiettività da tifoso sfegatato,che in un forum non ci sta a fare niente,perlomeno non in questo forum.

    Anche altri,totalmente avulsi da questo discorso,che non si lasciano prendere dalla conversazione,hanno sottolineato come le soventi critiche a Bargnani dopo buone partite,e le lodi o le ancor più fastidiose giustificazioni al Gallo dopo partite buone/di merda non ci stiano a far nulla.

    Il forum è a netta maggioranza Lakers? fanculo e siate obbiettivi
    Il forum è pieno di “tifosi” di Danilo? fanculo e siate obbiettivi

    Io preferisco esser saccente,e il mio livello di(passate il termine) incommentabilità e saccenza è stato direttamente proporzionale alla decadenza di questo forum,con nuove personalità totalmente fuori,e con dei reietti del vecchio forum che,a quanto pare,qua spadroneggiano.
    Il messaggio di questo commento è più che chiaro,ed è chiaro anche che molti di voi si sentiranno toccati, ma che,giustamente e da idioti patentati,negheranno anche a se stessi e tireranno avanti a troiate.

  34. Mamba scrive:

    Comunque per Bynum solo una botta, già con Charlotte parte in quintetto, pronto a stuprare l’incubo di tutti i tifosi gialloviola per almeno tre anni, K.Brown…;))))

    • Rafael scrive:

      un “probabile” 6-1 ho detto che sarebbe un dono del cielo.
      a charlotte ti dirò che avrei avuto più “paura” se avessimo vinto stanotte.
      invece sta brutta gara credo ci darà una piccola svegliata e in linea di massima credo che il 24 ci tenga in qualche modo a far bella figura (e magari vincere) stanotte.. chissà come mai..

  35. superlacustre scrive:

    discorso magic. vittoria meritata sui lak con uno straripante superman immarcabile dai pari ruolo presenti ad oggi in nba.. non sarà mai un leader, forse ma è anche attorniato da 2 giocatori veri e mezzo, jrich, jamero e il mezzo arenas francamente lontano parente di agent 0… per il resto il nulla o quasi. prova a mettergli accanto un tparker e un ginobili della situazione e poi vedrai come cambia la musica.. molto meglio i magic pre-trade, dove si andavi poco lontano ma così non vai da nessuna parte..

  36. iggy89 scrive:

    per me il più grosso difetto si scott brook e quello di non aver ancora inserito pienamente nel gioco un giocatore come harden che a me piace da morire.. poi son d’accordissimo anche che uno come ibaka merita più minuti.. senza dubbio..

    in your ways
    finalmente col tuo vecchio nome!
    su carter sono basito anche io credevo che andando ai suns 20 di media li avrebbe fatti tranquillamente, vuoi per il tipo di gioco che per la vicinanza di nash, invece non sta semplicemente giocando..ultime tre partite 6-6-7 contro warriors, jazz e kings, non proprio tre difese arcigne.. mah..

  37. Sl3v1n K3l3vr4 scrive:

    @weis

    io adoro collison…ma come uomo spogliatoio…..di più non riesco ad andare. è squallido pensare a lui in campo 30 minuti ed ibaka 10-15 minuti….!!
    su brooks: non sapevo di queste lamentele difensive, certo è che se non ci capisce una mazza lui che è il coach e li vede ogni giorno in allenamento non so chi dovrebbe capire questa cosa!!!!! anche ciò non è una cosa che gioca a favore di brooks, anzi perde punti agli occhi degli appassionati di basket (che capiscono del gioco ovviamente) e porta a riflessioni pure sul COY dell’anno passato (per me era di Skiles dei bucks, mentre a parti invertite il manager dell’anno anzichè finire a milwaukee doveva andare a sam presti!).

    poi il discorso che fai su ibaka e sulle reali potenzialità della squadra per il futuro (vicino e lontano) è STRAGIUSTO…..!!! non posso che essere d’accordo.

  38. calabrone66 scrive:

    scusatemi ragazzi,
    ho letto i vostri commenti e, come sempre, lì trovo tutti molto interessanti.Ma sul confronto Boston- Miami, non mi trovo d’accordo con qualcuno di voi.Ho letto che quella di ieri sera è stata una partita equilibrata.Tutto vero.Ho anche letto che a Miami, sono in tre a portare la carretta.Può darsi.Ma, nel giudicare l’ultimo confronto tra le due squadre, non si può non tener conto, che tale equilibrio è stato determinato, soprattutto , dal fatto che il roster dei Celtics sia ridotto veramente ai minimi termini.I Celtics hanno vinto la partita, soffrendo.Ma presentavano il peggior Pierce dell’ultimo decennio.Ieri sera P Square non l’avrebbe messa nemmeno nella vasca da bagno di Giampiero Galeazzi.Hanno sfoderato l’ennesima prova d’orgoglio, con la sorpresa Von Wafer,la difesa pazzesca di KG e un Rondo da capogiro.Tripla doppia e una spina costante nel fianco degli Heat.E’ vero..i verdi hanno rischiato di riaprire una partita che, grazie ad un terzo quarto da favola, avevano messo in tasca.Ma, complice un roster ridotto al lumicino, la spia della benzina alla fine era sul rosso fisso.Mi dispiace, ma credo che il 3-0 parziale con il quale conducono su Miami, non sia del tutto casuale.Boston è una squadra che, dall’inizio della stagione,si presenta con una media di 4 infortuni a partita.E se , in una sfida come quella di stanotte,entri in campo senza i due O’Neal, West, Robinson,Erden , Daniels e con un Pierce mezzo infortunato,non puoi pretendere di vincerla di 20.
    Credo che la partita di stanotte abbia dimostrato che i Celtics al completo, siano più forti.Almeno a livello di intensità agonistica e mentale e come gioco di squadra.
    Quest’anno, da più parti e direi, giustamente, viene esaltata la stagione degli Spurs.Ma la domanda che vorrei porvi è la seguente.Se San Antonio avesse subito la grandine di infortuni che hanno colpito i Celtics , sarebbe lì dov’è?..permettetemi di dubitarne.
    Le 39 vittorie di Boston,in considerazione di ciò che la sfiga ha riservato loro, durante la stagione, rappresentano un’impresa incredibile.
    Chiedo scusa per lo sfogo….e grazie per l’attenzione

    • Rafael scrive:

      permettimi di dirti che se metti a Roster gente come Shaq, West, Germano & co. non puoi poi lamentarti degli eventuali infortuni.
      Certo, st’anno siete stati particolarmente sfortunati, ma a Portland allora dovrebbe chiudere la baracca da un bel pezzo..

      Ieri sera i C’s hanno fatto una grandissima partita e nessuno lo mette in dubbio.
      Ma il tuo analizzare le singole prestazioni pecca un pò d’obiettività, perchè è vero che Pierce ha fatto una delle peggiori partite della sua carriera, ma il giorno in cui Davis e soprattutto Wafer ti ridaranno questo apporto suonami il citofono.
      E’ tutto estremamente relativo, solo che il continuo lamentarsi degli infortuni e guardare in casa altrui (vedi San Antonio, a cui si fa una colpa l’aver fatto 45 W senza grossi infortuni) è francamente fastidioso e inconcludente ai fini di una discussione costruttiva.

      senza rancore.

  39. tracymcgrady1 scrive:

    Non mi pare che Howard non sia il leader dei Magic. Chi lo è? Forse si tira indietro nei match importanti? Forse sparisce quando non deve? Mi pare che abbia trascinato la squadra sia contro Boston che contro LA, cosa c’è che non va?
    Sta migliorando in attacco, è un fattore in difesa, è sempre presente, chiama il pallone, dà riferimento ai compagni.
    Mi pare un discorso campato in aria tanto per dire qualcosa di negativo, come si è fatto spesso con Melo.
    Dal punto di vista tecnico invece è un altro discorso, come si è detto più volte manca un esterno in grado di prendere i tiri pesanti da fuori e nei momenti decisivi della partita, ma per il resto Howard E’ il leader di questa squadra senza ombra di dubbio.

  40. alert70 scrive:

    Alfredo

    Ho detto che scambierei Bynum-Artest per Melo visto la latitanza del bambinone “attratto” dagli infortuni. Per il ruolo di centro ho detto che per quest’anno potevano affidarsi al duo Ratliff-Smith per sostituirlo e che l’anno prossimo un centro al minimo lo potrebbero trovare. Oppure attraverso una trade con un Walton in scadenza…..

    Cousins

    Il ragazzo è un rompiballe cosmico, ma capisco la sua incazzatura, meno l’alterco, se il coach Westphal aveva chiaramente disegnato l’azione per lui con una ricezione in area. Rivedendola Greene poteva darla tranquillamente a DeMarcus ed è questo che ha fatto infuriare il bambino. Detto ciò non si giustifica, però mi piace che voglia essere protagonista a tutti i costi.

    Il rispetto se lo deve guadagnare, vero, come del resto Evans, Thompson e lo stesso Greene che più volte in passato hanno oltrepassato il limite. In una squadra del genere senza un santone è normale che un’accozzaglia di giovani talentuosi faccia casino. L’anno prossimo sono certo che il GM Petrie firmerà qualcuno d’esperienza per condurre il gruppo.

    Una nota: nessuno pensa a quanto valga l’assenza di Haslem negli Heat? Ragazzi questo è un animale da PO che non si tira indietro ed è stato la spalla destra di Wade dal 2006 in poi. Insomma Celtics favoriti ma attenti agli Heat al completo.

    Qualcuno sa se ritornerà e quando?

  41. Sl3v1n K3l3vr4 scrive:

    @ iggy

    infatti l’ho scritto: giocatori che il campo non lo vedono proprio (cook sempre in panca, aldrich mandato in d-league quando invece credo che sia allo stesso livello di collison ma con più margini di miglioramento visto che è un rookie di 22 anni e difensivamente a kansas ha mostrato di essere un mostro, al contrario del buon nick che latita in difesa), harden utilizzato con il contagocce (solo quando manca sefolosha lo si vede in campo per 30 e più minuti!!!!! una cosa veramente scandalosa viste le potenzialità del ragazzo)….il tutto ha un solo colpevole…l’allenatore!!!
    ripeto: o mette la testa a posto con idee giuste…oppure andasse a cagare!!!!!!!!!!!!!!!

  42. dwyanewade32008 scrive:

    alert

    Haslem fuori,Miller ai minimi in carriera.
    Ma c’era chi collegava il perdere un titolo all’assenza di Trevor Ariza….

    • alert70 scrive:

      Sai se è recuperabile? Perchè per quello che sapevo io era fuori definitivamente. Ovviamente se recuperasse al 50% sarebbe un’addizione notevole.

  43. alert70 scrive:

    Mamba

    K.Brown da pippa immane è diventato meno pippa. Non so se verrà stuprato da Bynum.

  44. tracymcgrady1 scrive:

    Molte volte vengono messe a confronto Boston e San Antonio. I Celtics sono considerati da quasi tutti la squadra più forte della lega, gli Spurs sono considerati da quasi tutti un fuoco di paglia o poco più.
    Io nn ci credo.
    Entrambe le squadre si fondano su tre gicoatori formidabili, su due ottimi allenatori e su una difesa arcigna. Presi singolarmente forse i tre di Boston sono più forti, e in generale il roster dei verdi è più completo con Rondo sicuramente più incisivo di un Jefferson, ma davvero non capisco come mai si metta spesso in discussione la stagione di SA.
    Io dico che gli Spurs, soprattutto col fattore campo a favore, saranno un problemone per chiunque. E a chi si chiede come sarebbero messi gli speroni con problemi fisici e infortuni rispondo come le ultime due stagioni, dove indubbiamente hanno fatto molta fatica a trovare una quadra atletica e tattica (vedi inserimento di Jefferson).
    Cosi come i Celtics nel 2009 uscirono al secondo turno senza Garnett.
    Ma oggi è tutta un’altra storia, entrambe le squadre sembrano ringiovanite e hanno trovato la continuità necessaria per puntare al titolo. E per me hanno entrambe grossissime chance di vincerlo, perchè sono team senza grossi punti deboli evidenti.
    Ed è grave per me sottovalutare tre personaggi che insieme hanno vinto tre titoli, non uno solo…

  45. Alfredo scrive:

    Alert
    Ci vorrebbe un nash per mettere d’accordo tutti i galletti che avete in squadra…!
    complimenti per cantù nonostante la sconfitta, te lo dissi che avreste distrutto avellino e fatto cagare sangue a siena, così è stato! certo è che siena se non perde senza jaric, mc calleb e con tanti mezzi infortunati, non vedo come possa perdere anche quest’anno lo scudetto, specie in serie di 5 e in finale 7 partite

    • alert70 scrive:

      Vero su Siena e Cantù. Va detto che nel piccolo anche i canturini avevano Marconato ai minimi e Markoishvili non in forma causa l’infortunio al piede. Ovviamente non c’è confronto con Siena che è una corazzata ma la finale scudetto non mi sembra impossibile. Vedo solo Milano per il roster che ha dare fastidio a Cantù, ma a livello di organizzazione di gioco è indietro anni luce dalle due finaliste di ieri.

      Nash

      Magari. Non so se verrebbe ma mi andrebbe più che bene un Billups. Tanto il play ci manca e sono certo che Petrie punterà a prendere un duo play-guardia + Perry dal draft? Troppa grazia? Se ci gira tutto, vale a dire la prima scelta assoluta, facciamo bingo. Poi saranno cavoli amari per gli altri.

      Brooks

      Non vedo le gare di OKC ma di certo Ibaka mi sembra più adatto di Collison. Aldrich è un mistero. Pensavo avessero fatto bingo invece oscilla tra D-League e leader delle cheerleader. O questo è indietro di brutto oppure Brooks proprio non lo “vede”. L’aspetto curioso è che non ha mai giocato. 54 minuti totali di cui gli ultimi 4 contro i Knicks il 22 dicembre. Boh.

  46. Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

    Alfredo

    Se ricordo bene i patti, dovrebbe durare fino alla fine dei playoff…

  47. Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

    dwyanewade32008

    Ti sbagli. Era all’assenza di Ariza e di Bynum, non proprio due coglioni qualsiasi…

    • Rafael scrive:

      aggiungo che se costruisci la squadra intasando il cap con 3 stelle, credo tu non abbia assolutamente il diritto di lamentarti se il tuo roster diventa inadeguato al primo infortunio.

      • Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

        Nessuno ha detto che infatti il problema sia il salary intasato. Ma se ti si rompono due titolari, il problema esiste eccome.
        Quando ai Celtics si ruppe Garnett nessuno si lamentò che stavano sopra il cap, questo però non cambiò che la squadra era menomata e quindi non competente

        • gatzu83 scrive:

          Mi sembra poi che nel 2009 il titolo l’abbiano vinto i lakers e l’unica differenza rispetto all’anno prima era proprio ariza!!!!!
          Come al solito si polemizza inutilmente……….

        • Rafael scrive:

          Per quanto mi piaccia Miller, dubito che sarebbe stato titolare. Più verosimilmente la prima opzione dal pino per 20-25 minuti di “Bombe”.
          L’importanza di Haslem non la metto assolutamente in dubbio, ma il mio discorso era un altro.

          Nel momento in cui decidi di “ricostruire” una squadra sai che tranne eccezioni&co. non potrai superare un certo limite.
          Hai quindi 2 possibilità:
          – cerchi di fare una squadra più equilibrata possibile attorno ad una (o due) stelle, come potevano essere wade e lo stesso Bosh con altri ottimi giocatori
          -provi a spezzare la lega formando i nuovi big three, consapevole che per creare il resto del roster avrai pochi spiccioli. quindi in caso di eventuali assenze ed infortuni la coperta sarà corta. sempre e comunque.
          Io approvo entrambe le scelte, ma se vai con la seconda, poi mi sembra quantomeno di dubbio gusto andare a “piangere miseria”.
          Gli infortuni sono stati, sono e saranno sempre parte del gioco, e la bravura del GM sta anche nel costruire un roster capace di sopperire alla sfortuna.
          Se poi vogliamo parlare di una pallacanestro ideale in cui nessuno si fa male e tutti giocano al meglio delle loro possibilità accendiamo la play e mettiamo 2k11.
          tutto qui.

          PS: Nel mondo dello sport quando non si vince si cerca in tutti i modi di trovare motivazioni che rendano l’inferiorità meno evidente. Non voglio paragonare le due cose, ma lo fecero i Lakers con bynum, cosi come i c’s con garnett cosi come lo hanno sempre fatto tutti da che mondo è mondo..

  48. michele scrive:

    “permettimi di dirti che se metti a Roster gente come Shaq, West, Germano & co. non puoi poi lamentarti degli eventuali infortuni.”

    rafael, poi mi spieghi perché uno dovrebbe aspettarsi un infortunio da delonte west che è relativamente giovane e non ha mai avuto problemi fisici seri…..per tua informazione, delonte si è rotto un polso in una brutta caduta dopo un lay up, una cosa assolutamente fortuita come fortuito è stato l’infortunio di daniels( anche se il tuo cavallo di battaglia è “il solito culo dei celtics”….). di come si era sfasciato il ginocchio perkins ne vogliamo parlare?anche quello un problema dovuto all’usura e alla vecchiaia…..

    Invece di guardare in casa di altri ringraziate il fatto di aver avuto un calendario RIDICOLO nei primi due mesi, in modo da non risentire troppo dell’assenza di Bynum (assenza tra l’altro dovuta al ritardo da lui deciso nell’operarsi per non perdere i mondiali in sud africa), e nonostante questo siete riusciti a perdere in casa contro milwaukee e indiana…..

    Portland personalmente la esalto da sempre come giangio ben sa, e anche i Bulls rimarco sempre che hanno un record splendido nonostante assenze pesanti e Rose anche per questo è l’MVP a mio parere.

    Ieri partita molto fisica, Miami mi sembra in crescita, con quei giocatori che ha possono recuperare e ribaltare ogni situazione, senza il libero sbagliato da Lebrick avrebbero vinto perché ai supplementari noi saremmo crollati. I favoriti per l’Est restano loro, anche se spero la terza sconfitta contro di noi faccia nascere qualche complesso di inferiorità ehehehe.

    • Rafael scrive:

      pardon, su West mi sono fatto condizionare dai problemi off-court.
      Nel discorso c’entrava poco o niente, cosi come c’entra poco o niente il tuo tirare in ballo i Lakers visto che:
      a) il sottoscritto non li aveva citati a termine di paragone
      b) avevo solo fatto presente come il trito e ri-trito “e ma noi siamo senza quello” avesse stancato e fosse più roba da calcio italiano che da NBA. spero che la mentalità di chi parla non sia la medesima, ma a giudicare dal come vengono ricondotte tutte le discussioni a un “guarda in casa tua che fate ridere” mi sorgono svariati dubbi..

      per il resto senza le polemiche inutili, vedo che la pensiamo allo stesso modo, indi passo e chiudo. love (kevin)

  49. calabrone66 scrive:

    Rafael

    Se hai letto bene ciò che ho scritto, non ho ascritto nessuna colpa a San Antonio per il fatto di avere 45 vittorie.Anzi, sono stato il primo a riconoscerne il valore e a fare i complimenti agli Spurs.Per quanto riguarda il fatto che, quando hai a Roster Shaq e Germano, aumentano le probabilità di infortunio, siamo d’accordo.Ma non siamo d’accordo quando gli infortuni colpiscono per 12 giornate Rondo,per tutto il campionato fin qui disputato West, quando uno come Daniels , in un normale contrasto di gioco, cade e resta a terra per un minuto rischiando la paralisi.Un pò di sfiga in tutto questo ci sarà oppure no?tu mi dici che dovrò citofonarti quando Davis e Von Wafer avranno un’altra serata con quelle cifre.Posso appoggiarti riguardo Wafer.Ma su Davis no.Cicciobello stà disputando un’ottima stagione, in cui viaggia , tranne qualche piccolo appannamento, regolarmente in doppia cifra.
    In ultimo, verrò anche a citofonarti e, spero che tu scenda per un caffè,quando PP tirerà fuori un’altra serata da 0/10 al tiro.Che mi sembra evento ancora più raro.E ripeto..lungi da me il fatto di guardare in casa altrui per denigrare.La stagione degli Spurs parla da sola.Ed è esaltante.
    Un ultima cosa.Non ci conosciamo e ti assicuro che ti sbagli quando dici che ho un modo di giudicare troppo partigiano.Se c’è uno che è ipercritico, quando i C’s giocano male, quell sono io.E non ti mancherà occasione per constatarlo.

    Ti saluto ..chiaramente senza rancore.Perchè dovrei portartene?Mi sembra che la nostra discussione si sia svolta lungo i binari della civiltà e della correttezza.

    Ciaooo

    • Rafael scrive:

      Dall’alto di non so quale conoscenza hai messo in dubbio il fatto che a parità di infortuni gli Spurs non avrebbero mai fatto una stagione del genere.
      A prescindere dal fatto che possa essere vero o meno, ammetti che si tratta di un ragionamento che oltre ad aver poco senso induce a pensare che a parti invertite avresti visto dei celtics da 45W e degli spurs in zona “lakers”.
      tutto qui. nessuna dietrologia. nessuna mancanza di rispetto.
      :)

  50. GiangioTheGlide scrive:

    Aldridge a me non sorprende più tanto per le sue prestazioni o per il suo talento, posso dire che lo conosco bene…
    Quello che mi sorprende è che si prende anche i tiri importanti nei momenti decisivi della partita, e li realizza pure!!!
    Oggi ennesima prova importante, e sicuramente Love vorrà dimostrare che il posto se l’è meritato, proprio contro LaMarcus (ma io ripeto, quello in più forse è proprio Duncan…); di questo mi interessa poco, quello che mi interessa è la vittoria dei Blazers, perché la lotta per l’ottavo posto è veramente dura, ma dura dura dura….
    Per me siamo ancora in 7 per 4 posti…

  51. calabrone66 scrive:

    Rafael

    Concludo dicendoti che, siccome mi hai velatamente accusato di faziosità e partigianeria, nel giudicare le prestazioni dei Celtics,anche io vorrei invitarti ad essere più obiettivo.Ed essendo tu, come dice Michele, un tifoso dei Lakers, dovresti essere altrettanto obiettivo.Ed ammettere che se, tra le squadre favorite, fino ad ora, c’è una delusione, questa è rappresentata proprio dai Lakers.I quali, non lamentando particolari infortuni, aldilà di qualche gara saltata da Bynum, e potendo godere di un calendario tutto sommato favorevole, stanno conducendo una stagione al di sotto delle aspettative.E con un bilancio, nelle sfide contro le contenders, ampiamente negativo.Ciò non toglie ,che io conservi il massimo rispetto per la franchigia gialloviola.Che al momento opportuno , sarà lì a dire la sua.Ne sono più che certo.

    Con immuatato affetto..ti Ri..saluto.

    Ciaooo

    • Rafael scrive:

      Vorrei capire mediante quale assunto se qualcuno è tifoso di una squadra in particolare in ogni suo commento deve esporre le sue idee e poi far presente che “oh, i miei però stan facendo cagare eh” anche se non c’entra assolutamente niente con il discorso.
      Io non ho mai accennato ai Lakers in nessuno dei post in merito e ho l’onestà intellettuale di dire che una stagione cosi mediocre era di difficile previsione (non tanto per i numeri, che dopo 2 titoli calano naturalmente insieme alle motivazioni) quanto per i modi in cui arrivano le sconfitte e a tratti anche le vittorie.

      Se qualcuno ti invita ad essere più obiettivo, ciò non significa che tu non lo sia, ne tanto meno che tu abbia il diritto di dire altrettanto solo perchè “punto sul vivo” senza aver avuto il benchè minimo materiale da analizzare. understand? :)

  52. brazzz56 scrive:

    personalmente a est vedo favoriti i celtici..credo che nei po non aver niente,ma proprio niente,sotto canestro,peserà tremendamente x gli heat..capitolo infortuni..tutti ne hanno,sfiga a parte,e i celtici ne han avuta parecchia,se hai in squadra un buon numero di ottuagenari o gente storicamente rotta come germano le possibilità statistiche aumentano.. anche x questo motivo direi che i verdi stan facndo una stafione splendida..zona po..a est tonnara dalla sesta in giù,se la giocano knicks,sixers,pacers,bobcats e basta direi..a ovest anche peggio..nugg,jazz,blaz,grizz e forse suns..mica male..i suns li vedo fuori,e se restasero a casina i jazz?un contraccolpo dopo l’addio di sloan è ampiamente possibile..

  53. inyourweis scrive:

    Gatzu

    Nel 2009 i Lakers nn hanno vinto perchè c’era Ariza, hanno vinto perchè giocavano contro i Magic. Fossero capitati contro i Celtics versione 2008, avrebbero perso. E comunque, se vogliamo stare a fare le pulci, Ariza nel 2008 tornò per la finale, anche se certamente nn al 100%. Ma se nn ricordo male, sia Rondo che Perkins furono anche loro ben lontani dal 100%, con KP che fu anche costretto a saltare gara 5

    Rafael

    Il cap intasato con 3 stelle è intasato perchè il proprietario degli Heat, pur nn essendo un senzatetto, nn può permettersi di andare 40 milioni oltre il cap, come invece capita ad un signore che ha fatto fortuna ad L.A. Inoltre, le 3 stelle prendono 15 milioni annui a capoccia, ovvero molto, ma molto meno del loro valore di mercato

    Kobe da solo prende quasi come LBJ e Wade assieme, mettici poi il contratto di Gasol, ed abbiamo il cap dei Clippers (a dire il vero noti tirchi), con due soli giocatori. Ovvio che gli Heat abbiano dovuto poi riempire il roster con giocatori disposti a prendere il minimo salariale, o comunque meno del loro valore di mercato, come Miller o Haslem

  54. sandrokan scrive:

    sulla sfida Bos-Mia non ho visto la partita e probabilmente non arrivo a vederla in questi giorni…ma qualcuno mi spiega da cosa è venuto fuori il 35-18 del terzo quarto… insomma dal tabbellino mi sa che la partita se la sono portati a casa li più o meno poi certo se a quest’ora miller la metteva dentro oggi i titoli erano tutti un’altra cosa…
    Cmq sono felicissimo che non ci sia stato nessuno che abbia detto ma che schema è ma perchè non hanno dato palla a James ecc ecc!!!!
    Ps ma qualcuno sa quando torna Eric gordon vorrei vedere un’altra possibilità di vittoria per i clippers!!!!

  55. alert70 scrive:

    Ha ragione brazzz

    I Celtics sono più forti e se arrivassero sani son dolori per tutti. La variabile impazzita Heat passa dal trio e dal contributo del team. E qui son dolori. Se Haslem tornasse allora la cronica debolezza nel pitturato la limiti e offensivamente hai uno che ha le palle per segnare, altrimenti si farà dura.

    Non so ma penso che ai Celtics “spaventi” di più gli Heat che i Magic. Nel senso che i tre “moschettieri” se solo un minimo supportati dagli altri possono crearti problemi mentre i Magic possono diventare seri solo se non vivono e muoiono di tiro dall’arco.
    I Bulls sono un animale strano: credo che senza una guardia facciano fatica anche se col roster completo daranno fastidio.

  56. Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

    Rafael

    Non c’ho capito un cazzo!!! Pensavo stessi parlando dei Lakers e invece mi sa che parlavi degli Heat!

  57. Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

    In your weis

    Scusa tanto, ma dov’è che avresti letto che il proprietario degli Heat non può permettersi di spendere 30 milioni sopra il cap? Anche fosse Buffet, ora come ora, non può semplicemente farlo. Ci vogliono anni per accumiulare quel cap; già l’anno prossimo arriveranno a quasi 70 se non di più

  58. Rafael scrive:

    Iyw

    si torna sempre li. non stiamo discutendo sul fatto che il salary sia una macchina ideata bene ma costruita male, bensi sul fatto che abbia dei termini da rispettare.
    I Lakers sono sopra la luxury e pagano. Ma non hanno costruito quella squadra a suon di milioni in un solo anno. Perchè NON SI PUO’.
    Questo è quello che voglio farti capire.
    Per avere quel roster i Lakers hanno impiegato anni.
    Gli Heat hanno giustamente tentato di essere competitivi fin da subito, ma partendo da sotto il cap non hanno la possibilità di superarlo immeditamente (sebbene poi col passare degli anni i 3 arriveranno anche loro a cifre stellari..) quindi scegliendo di dare 15 milioni ai big three (relativamente “pochi” son d’accordo, ma volere o volare cosi dovevan fare..) per gli altri son rimaste le briciole e una panchina corta è il risultato. dalle mie parti si dice “hai voluto la bicicletta?”
    ciò non toglie che gli heat nei prossimi anni arriveranno a pagare 70-80 milioni regolarmente e ad avere una squadra devastante che probabilmente dominerà la lega senza colpo ferire.

    • Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

      Questa del proprietario che è un pulciaro per me se l’è inventato. è il maggior azionista della Carnival Corporation, primo operatore al mondo nel settore delle crociere…

      • Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

        E per la cronaca il valore degli assets sta quasi a 30 miliardi…

        • Rafael scrive:

          vabbè ma era ovviamente una bagattata! lol

          • Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

            Ahahahahah! Esatto, una cosa del genere da Bagatta me la sarei aspettata

            • Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

              Tra parentesi Buss aveva comprato i Lakers vendendo delle palazzine. Ma questo oltre al palazzinaro che ha fatto nella vita? Io non ho trovato nulla

          • Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

            Tra parentesi ad un gioco on line ho beccato uno che si chiamava Rafael. Ho pensato subito a te

            • Rafael scrive:

              che carino! stasera mi porti a cena fuori? ahahahah XD

            • Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

              Stasera sarà un po’ difficile, domani mi fanno il culo a stelle e strisce. In serata però se vuoi ti offro qualcosa, ma non è che poi hai una “sorpresina” abbastanza sgradita? eheheheheh

  59. mircodiuboldo scrive:

    ciao a tutti!!!! due piccole riflessioni:
    – se howard mette pure ‘sti movimenti concludendo con la mano sinistra, allora siamo fritti tutti quanti…
    – che paura quando bynum si è visto zoppicare per il fastidio al ginocchio, aiuto, ho temuto per lui e per tutti i tifosi lakers, comunque melo deve starsene dov’è se la pedina di scambio è un sette piedi di 22 anni che fa di tutto a casa del centro più dominante della lega…
    – alla fine della partita, quando si era circa a 4-5 min dal termine, esattamente come contro boston, kobe ha sparacchiato contro il ferro e ha terminato le possibilità della sua squadra di rientrare… ok che se vuoi dare un segnale non aspetti gli ultimi 5 min, ma ‘sti lakers ci sono o ci fanno? secondo me ci fanno, continuo a dire che fino a che non li vedo fuori dai PO, questi sono i più vicini al titolo 2011… per ora fanno molti alti e bassi, ma fino alla fine io continuo a temerli moltissimo…
    – buona di boston, ottimo risultato nella striscia di partite più difficile della stagione, per ora @LAL, @SAC, vsDAL, vsORL, @CHA, vs LAL, vsMIA siamo 4-3, con anche la sconfitta a charlotte, direi buono, se togliamo cha e sac è un 3-2, non mi lamento…
    – washington vince la prima esterna della stagione, per la legge dei grandi numeri (ma neanche tanto, vero cavs…?). meglio tardi che mai…
    – complimenti (si, ancora una volta) a portland…
    chiudo dicendovi: forza juve!!!!!
    ciao a tutti!!!!!

  60. michele scrive:

    brazz io infatti gli infortuni degli o’neal non li considero, anzi germano non lo considero nemmeno un giocatore eheheh. però daniels, west, perkins sono tutti under 30 e hanno avuto pesanti infortuni per pura sfiga e questo mi fa rosicare parecchio, fermo restando che commento quelli delel altre squadre solo se gli altri fanno lo stesso coi celtics.

  61. gatzu83 scrive:

    inyourweis

    i lakers avevano batutto due volte su due nel 2009 i celtics, forse avrebbero perso ma di sicuro non sarebbe stato così scontato come l’ anno prima e l’unica differenza è stata ariza, quindi è inutile che stiamo a parlare del più e del meno, nel 2009 abbiamo meritato di vincere nel 2008 no, e non perchè ci mancavano bynum e ariza ma perchè non eravamo pronti, indipendentemente da chi avevamo o no.
    Se avessi letto tutta la conversazione ti saresti accorto che non era per recriminare di qualcosa ma per rispondere a chi come al solito tira fuori argomenti stucchevoli e passati a suo piacimento per attaccare in modo ingiustificato i lakers e i suoi tifosi, anche quando non ce nè assolutamente motivo

    Sul discorso del cap dei lakers ti hanno già risposto, io aggiungo solo che vedremo dal prossimo anno se gli heat non sforeranno, io dico che fra 2-3 anni saranno facilmente sugli 80M, poi vedremo e quest’anno non l’hanno fatto solo perchè non potevano e tu lo sai benissimo e lo dici solo per far polemiche inutili, perchè di questo si tratta!!! Non ti ho mai sentito far polemica perchè new york arrivava a 100M o perchè lo faceva dallas, sarà un caso???????????????

  62. alert70 scrive:

    Profezia: Finale NBA Spurs-Heat

    Lakers e Celtics eliminate dalle due sopracitate. Prevedo svuotamento del forum…..

    • hanzo90 scrive:

      Anche se C’s-Lakers è sempre la finale più affascinante (specialmente dopo l’anno scorso),vorrei vedere in finale quella che,probabilmente,potrebbe essere l’ultimo canto del cigno di due grandissime squadre…Quindi voto per C’s-Spurs

  63. gatzu83 scrive:

    Mie probabili finali

    45% celtics-lakers
    20% celtics-spurs
    20% lakers-miami
    10% spurs-miami
    5% altro

  64. mircodiuboldo scrive:

    vista adesso la spinta di wade su garnett a 7:28 del 3° quarto… dico solo che se la facevo io su wade mi davano 5 giornate di squalifica SICURO… vedremo come andrà a finire… poi è anche vero che ci ha un pò pensato la giustizia “divina” a dargli una slogatina alla caviglia, anche se è durato poco…
    PS: troppo forte rondo che va a origliare nel time-out degli heat… :-D :-D
    PS-2: ma quanto è grasso caracter? ciccio davis è grosso, ma questo è proprio un vitello…
    PS-3: il mio KG stava per fare una cagata sull’ultima rimessa, stavolta ci è andata bene…
    PS-4: sul libero decisivo di ciccio davis, evvai con lebron che entra in area per distrarlo… stronzo…
    PS-5: wade che restituisce, con l’ultimo tiro, un blocco più irregolare di quello di kg su (penso) von wafer, se entrava l’ultimo tiro di miller (MA COME CAZZO FAI A SBAGLIARLO?????) era da ANNULLARE, però vabbè……..

  65. mircodiuboldo scrive:

    mie finals:
    75% lakers-celtics
    15% spurs-celtics
    10% altre combinazioni (lakers-heat, spurs-heat, e tutte le altre…)

  66. mircodiuboldo scrive:

    PS-6: ma tra i cavs di quest’anno e i wizards di quest’anno ci sono veramente 15 punti? che ne pensano quelli che vedevano i cavs intorno al 10° posto ad est?
    PS-7: finalmente HANNO TOLTO DALLE PALLE (o per meglio dire dalle telecronache) bagatta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  67. michele scrive:

    “vista adesso la spinta di wade su garnett a 7:28 del 3° quarto… dico solo che se la facevo io su wade mi davano 5 giornate di squalifica SICURO…”

    guarda che qua tutti sono convinti che garnett sia un tagliagole e un simulatore, attento eheheh…..gli esempi di virtù sono fisher, artest, odom, barnes….

    “PS-5: wade che restituisce, con l’ultimo tiro, un blocco più irregolare di quello di kg su (penso) von wafer, se entrava l’ultimo tiro di miller (MA COME CAZZO FAI A SBAGLIARLO?????) era da ANNULLARE”

    dubito che l’avrebbero annullato. se invece un blocco cosi l’avesse fatto KGi, apriti cielo coi commenti delle tricoteuses lacustri eheheheh

    • valenba scrive:

      guarda michele..io non sono lacustre..anzi..e in quel particolare momento Wade ha messo solo la ciliegina sulla torta ad uno scambio di gentilezze tra le due squadre..blocco granitico (ehssi…proprio granitico) però pulitissimo di Z su Rondo..blocco granitico, ma anche un pò da figlio di p qual è in certe situazioni (vedi spalla che si abbassa) di KG su MIller e Wade che ha visto tutto non ci stà e fà un tagliafuori un pò energico..

  68. gatzu83 scrive:

    michele spero che tu la notte dorma senza fare incubi gialloviola, perchè potrebbe essere l’unico motivo di questo tuo astio nei loro confronti, oppure qualche tifoso gialloviola ti avrà rubato la ragazza, bho non so!!!!!!!!!!!!!!!

  69. michele scrive:

    Gatzu

    A me sembra che siano altri in questo forum ad avere gli incubi, ad esempio su Garnett: forse perchè hanno paura di trovarselo ai playoff non al 50% e mezzo zoppo come l’anno scorso…diversamente non si spiegano tutti i commenti da un po’ di tempo a questa parte. Commenti che, non potendo più sciorinare la leggenda del “KG è finito” che andava di moda l’anno scorso, adesso vertono su aspetti tipo simulazioni, provocazioni, fallacci etc etc…….ma guardassero prima in casa propria!

    Io sono solo un KG fan opposto ai KG haters…..

  70. bodiroga88 scrive:

    Ragazzi, da un lato Michele esagera, ne fa una questione di vita, però d’altra parte, io ricordo che nei playoff 2009 qualcuno aveva paragonato l’assenza di Kevin Garnett all’assenza di Jameer Nelson, eheh KG non è il mio giocatore preferito, però a volte si tende a sottovalutare il suo impatto.

  71. michele scrive:

    eheh bravo bodi

    sabato sera che dici, lo facciamo uno scherzetto all’Inter? io ci spero……

  72. inyourweis scrive:

    Gatzu

    Vedo che ti sei perso qualcosa. Se NY ha dei proprietari mongoloidi ed un GM che era una vergogna del basket, sono problemi loro. Cito i Lakers perchè a differenza dei Mavs o dei Knicks, loro hanno vinto 2 titoli. Ma non ho mai detto che il problema è solo loro, ho sempre detto che trovo scandaloso che ci sia una Lega un cui, dal ’98 in poi, alcune regole introdotte per dare maggiore flessibilità, hanno in realtà suddiviso la NBA in chi può spendere e chi no

    A me nn interessa che Buss sia uno generoso e l’owner degli Heat un pulciaro (magari potrebbe investire il triplo ma nn lo fa, alla Sterling), interessa che L.A. sia 40 milioni sopra il cap, ed a ruota molte altri team. Non mi interessa neanche che sia tutto regolare, lo sappiamo tutti che è regolare. Ma nn per questo rende la cosa più “onesta”

    Se tu spendi 20 milioni in più su base annua, vuol dire che hai i soldi per firmare un Odom ed un Artest in più, ovvero la differenza tra lottare per il titolo ed uscire al 2° turno. Se poi Cuban o Dolan sono incapaci a far fruttare i soldi investiti, questo nn cambia il fatto che, in una Lega che (teoricamente) fa delle “armi pari” un suo must, ci siano squadre di serie A e di serie B

    E questo l’ho scritto circa un migliaio di volte

  73. GiangioTheGlide scrive:

    Una domanda: ma in panchina, i Pistons, cosa hanno, un ammaestratore di carrelli per la spesa? Ieri ho visto la partita, naturalmente, e ha tenuto in panchina, per lungo tempo, e nei momenti topici, oltre che nel finale, sia T.Prince che TMac…che in più avevano giocato benissimo…
    Ringraziamo anche il loro allenatore se abbiamo vinto la partita…

    • alert70 scrive:

      Secondo me ci sono casini nel gruppo. Lì c’è gente che vuole andare via ma non riesce a farlo. Poi sono combattuti se lottare per i PO e uscire al 1° turno oppure lasciarsi andare e tentare la lottery. Vedi quello che stà accadendo a Hamilton. Lui sta bene ma si fa la panca. Se hai degli scontenti e demotivati come Prince-Hamilton e forse lo stesso Wallace non vai da nessuna parte.

      • GiangioTheGlide scrive:

        Si sicuramente ci sono casini,
        Hamilton ieri era in borghese in tribuna,
        ma ieri TMac e Prince stavano giocando benissimo, e non c’era motivo di tenerli tutto quel tempo in panchina.
        A meno che…

  74. worm 91 scrive:

    senza colpi di sfortuna ,tipo infortunii gravi credo che una finale lakers-celtics non ce la tpglie nessuno.

    io gli heat come dico da inizio stagione rischiano parecchio anche contro i “lavori in corso ” Magic .
    haslem onestamente servirebbe come il pane a miami ma non credo basterebbe troppo divario nel reparto con le altre contender .

    cmq sono curioso di vedere come gestiranno la pressione l’anno prossimo gli heat dopo che usciranno dai p.o. quest’anno da li potrebbero nascere fantasmi pericolosi altro che dinastia …

  75. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    io non scherzerei col fuoco.
    voglio dire,io fin dalla scelta di lebron,sono stato uno dei primi a dire che anche con lui gli heat sulla carta non sarebbero stati superiori a squadre come lakers e celtics.
    tutto questo mentre altri dicevano che con quella scelta la nba era chiusa o altre robe simili…

    tutti sappiamo che il limite di questa squadra è il non aver presenza sottocanestro,che paghi quando ti ritrovi davanti una potenza di fisicità come sono i celtics di oggi.
    però onestamente non me la sento di dire che la coppia wade-lebron ti può far vincere una singola gara ma non un intera serie contro squadre di quel livello.
    le serie possono girare da un momento all’altro,esattamente come le singole gare,basta poco per cambiarne l’inerzia,quindi se hai dalla tua una coppia del genere sei tranquillo,viceversa gli avversari devono sempre tremare…

    ieri bodiroga ha detto che in una serie è impossibile che non vinca quella che si è dimostrata la squadra più forte.
    io dico di no,l’esempio più clamoroso è la serie tra cavs e pistons del 2007.
    in quell’occasione non passò in finale a sfidare gli spurs la miglior squadra dell’est.
    tutti ci ricordiamo quella serie,tutti ci ricordiamo cosa fece lebron nel secondo tempo più supplementari della gara chiave di quella serie.
    ecco perchè dico di non sottovalutare una squadra che ha quel giocatore più un altro che in un altra serie è riuscito a fare simili miracoli…

    se devo scegliere una finale tra le due squadre più talentuose della lega,scelgo celtics-lakers.
    squadre non solo talentuose,ma anche concrete,perchè non fai a caso 3 finali consecutive se non ti esprimi al massimo.
    quello che hanno fatto i lakers,ma che avrebbero fatto anche i celtics se solo avessero potuto schierare kg ai playoff 2009.
    certo poi ci vuole anche un bel coraggio nel dire che con kg i celtics avrebbero sicuramente vinto quell’eventuale finale contro i lakers…

    però ripeto,non ci fossero gli heat,sarei abbastanza tranquillo nel poter affermare che anche quest’anno si vedrebbe l’ennesima finale tra le due squadre più vincenti della storia della lega.
    ma siccome gli heat sono vivi e vegeti,tutte queste certezze io non le ho.
    per me gli heat restano la squadra più imprevedibile dell’ultimo decennio nba…

  76. tifosoknicks scrive:

    mi dispiace che bynum non sia mai al 100%,ieri ha giocato quasi alla pari con howard,con gasol a marcare howard si è vista la differenza

  77. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    occhio ad una squadra che ha questo giocatore:

  78. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    ed oltre a quello,ha pure questo:

  79. Antonello scrive:

    Vittoria dei Celtics che ha dell’incredibile…
    Mezzo roster fuori…
    Fortunatamente la metà meno importante, ma si tratta pur sempre di mezzo roster.
    Pierce palesemente condizionato da problemi fisici.
    Questa squadra, in queste condizioni(con Pierce solo leggermente più sano), è arrivata al +15 contro i Lakers, e l’ha portata a casa contro gli Heat, nonostante, comprensibilmente, sia arrivata ancora una volta a corto di energie nell’ultimo quarto.
    Normalmente sono un tifoso pessimista, ma queste due partite mi hanno veramente impressionato.
    Se i Lakers sono quelli visti a L.A. e a Boston( e a meno di scambi truffa che certi tifosi di L.A., abituati allo scandalo Gasol, danno anche per possibili senza mettersi a sghignazzare, non si vede perchè dovrebbero cambiare), i Celtics non possono che essere ottimisti per il futuro.
    Se poi Sheed pensasse di fare un salto e portare un po’ di difesa in post…

  80. rookie scrive:

    gallo

    quindi a W sicuramente i Lakers?

  81. alert70 scrive:

    Salary cap

    Rifacendomi al discorso di IYW che condivido, dico che questo sistema penalizza ancor di più l’NBA perchè ci sono 30 squadre. Se fossero 26 anche la disparità di spesa tra proprietari che possono e/o non possono spendere si ridurrebbe. A prescindere da quale franchigie andrebbero eliminate ci sarebbe gioco forza una migliore distribuzione del talento.

    Quindi se per assurdo New Orleans-Minnie-Charlotte-Memphis fossero eliminate non avremmo delle squadre materasso anche se spendessero il giusto. E allora gente come Paul-Love-Beasley-Jackson-Wallace-Gay-Mayo….. sarebbero negli altri team alzando di conseguenza il tasso tecnico. Quindi che so i disastrati Kings si ritroverebbero un Paul e i Raptors avrebbero la coppia Gay-Wallace e via discorrendo. Non farebbero i PO ma almeno il livello del gioco salirebbe di conseguenza.

    Purtroppo 30 squadre e queste regole generano un mostro.

    Inoltre i mercati contano: Charlotte-NO-Sacramento-Minnie-Oklahoma City-Orlando-Portland-Cleveland-Milwaukee sono tutti mercati marginali dove la presenza di un campione genera soldi e interessi mentre la loro assenza crea il vuoto. Vuoto che non ci sarebbe mai a Philadelphia a New York a Chicago….inbsomma nelle grandi città.

    Tanto per capirci: Toronto fa cagare ma ieri c’erano 19800 tifosi. Quando va male ci sono 14/15 mila. A NO hanno venduto l’anima al diavolo per fare dei sold out e salvare la franchigia. Cazzarola se solo Toronto avesse Paul ci sarebbe la fila al botteghino.

    Cleveland vive di rendita per quanto riguarda gli spettatori ma dal punto di vista dei media è passata la festa e le apparizioni sulle reti nazionali latitano. Questo si è tradotto in minori introiti pubblicitari. Basterà il prossimo anno per vedere l’arena con 10/12 mila anzichè il pienone. E solo questione di tempo.

  82. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    rookie

    la logica direbbe così…

    ripeto,quoto sasipunk quando dice che un kobe in forma che ha come supporting cast gente come gasol,odom,bynum,artest,fisher e barnes non può non vincere l’ovest…

    kobe ad ovest,con il declino di duncan,è un animale da playoff unico,il secondo neanche si avvicina a lui…

    antonello

    beh,qualche preoccupazione quella sfida te la dovrebbe dare.
    su tutte,che senza toy allen,nonostante l’ottima difesa di ray allen,kobe fa molta più paura…

  83. inyourweis scrive:

    Non c’entra una mazza, ma dato che la stavo ascoltando…una canzone che mi fa venire troppa voglia di alzare le mani…

  84. Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98 scrive:

    la citai quando i Bulls presero la pick n°1 (oltre che quando Merryl Lynch stava per fà bancarotta).
    Ma preferisco le altre due dediche: King Nothing (canzone per cui sono stato messo in croce), ma soprattutto The Heretic Anthem per il buon Kobe da MJ

  85. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    sul salary cap il discorso è piuttosto complicato…

    i vari proprietari alla buss o alla cuban spendono quello che le regole gli consentono di fare.
    non fosse così,kobe non prenderebbe mai tutti quei soldi,a bynum non gli avrebbero mai offerto un simile contratto,per non parlare poi dei vari vujacic o walton…

    se metti un tetto limite,dove oltre non puoi andare,cambierebbe tutto,ma alla fine non avresti lo stesso un equilibrio,perchè mercati come los angeles,chicago o come new york attirano sempre di più i giocatori,per non parlare poi del fascino di giocare in franchigie storiche come lakers,sixers,bulls o celtics…

    la cosa vitale che rende un minimo di equilibrio in questa lega resta sempre il draft…

    poi non parlatemi di esempio nfl.
    io non conosco bene quel mondo,ma mi sembra che a football americano non si giochi in 5 vs 5.
    quindi inutile fare paragoni.
    perchè puoi copiare le loro regole salariali,ma poi se un kobe,un jordan o un lebron preferiranno sempre giocare in mercati/squadre importanti,non potrai mai permetterti di avere una lega equilibrata in uno sport dove si gioca 5 contro 5 e che quindi come tale il singolo fa molta più differenza che in altri sport a squadre…

    • valenba scrive:

      Si ok certi giocatori preferirebbero andare sempre in certe franchige…ma tanti altri anche no! E cmq riducendo l’elasticità del cap SICURAMENTE avresti molta meno concentrazione di oggi e molto più equilibrio.

      Gallo hai fatto un discorso da tifoso di una grande

    • big shot rob scrive:

      ma infatti gallo credo che nessuno dica che sbaglino i vari cuban o bass perchè non fanno niente d’irregolare ma che più che altro sono le regole sbagliate e credo che come ragionamento sia ampiamaente condivisbile. poi sul fatto che ci siano squadre con maggiore fascino e prestigio penso che nessuno possa farci niente. penso sia scontato che se un giocatore deve scegliere di andare a giocare ai lakers oppure ai bobcats a parità di condizioni economiche e tecniche andrà 99 volte su 100 ai LA. nessun regolamento può cancellare storia e prestigio. però effettivamente un cap rigido e un minor numero di squadre (24/25 sarebbe poi così male?) renderebbero la lega ancora più affascinante ed imprevedibile

  86. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    ci sono tante cose ingiuste in questa lega…

    effettivamente non è giusto che una squadra può permettersi di arrivare a spendere 90 milioni mentre altre neanche superano i 60…

    ma questo lo consentono le regole,magari poco intelligenti/sensate,ma è così…

    sono tante le cose poche sensate.
    ad esempio una squadra che viene esaltata giustamente da tutti per come ha saputo vincere per anni nonostante sia sempre riuscita a mantenere un certo equilibrio salariale,ovvero gli spurs,questa squadra è stata anche quella che più di tutte è uscita avvantaggiata da una regola sensata come la lotteria del draft,ma che sensata non sempre è se poi può permettersi di vincerla una squadra che solo causa infortuni ha avuto il diritto di poter ambire ad una prima scelta di importanza devastante.

    perchè una squadra che due anni prima ha vinto 60 gare poi può avere il diritto di poter avere la prima scelta?

    anche questa sarebbe una domanda da porsi se si vuole avere una lega equilibrata…

  87. inyourweis scrive:

    Gallo

    Questi ragionamenti hanno pochissimi riscontri nella realtà. I giocatori che sono davvero attirati dal grande mercato a priori, e che sacrificherebbero milioni di dollari solo per poter giocare a NY o L.A., si contano sulla punta delle dita. Al contrario, la storia insegna che i giocatori, di basso, medio o alto lignaggio conta poco, cercano quasi sempre la massimizzazione economica. In alternativa, decidono di guadagnare effettivamente meno, nel caso che siano parte di un progetto e di un ambiente ben preciso

    Negli ultimi anni, a braccio mi vengono in mente decine di esempi: Kidd che rimase ai Nets quando lo volevano altre 29 franchigie (alcune con spazio salariale), Joe J. rimasto agli Hawks, Ginobili/Parker che restano agli Spurs (quindi mercato piccolo) pur guadagnando almeno 4-5 milioni in meno su base annua, Sheed/Prince/Rip e Billups che fanno lo stesso ai Pistons, Posey che massimizza il titolo 2008 andando ad intascare miliardi agli Hornets (invece di rimanere a Boston), Boozer che va ai Jazz, e potrei continuare per una settimana

    Basta vedere l’improvviso cambio di opinioni di Melo, che col rischio del lock-out, ha improvvisamente riscoperto quanto sia pura l’aria del Colorado. I casi alla Payton/Malone, che rinunciarono ad una barca di soldi per giocare ai Lakers, sono mosche bianche, per lo più di veterani che dopo aver guadagnato come animali, vogliono un titolo a qualunque costo (vedi anche Sir Charles coi Rockets, in cui si accontentò di pochissimo).

    Il 99% delle stelle NBA ha un ego tale che solo l’idea di rinunciare a vagonate di soldi, magari per essere poi la terza o quarta opzione offensiva, li fa vomitare. Ed i giocatori di medio e basso cabotaggio cercano solo di fare più soldi possibili

    E non parliamo neanche del mercato pubblicitario che farebbe recuperare i soldi persi, per carità. Primo, perchè i giocatori che guadagnano almeno 10 milioni di dollari annui in sponsors, si contano sulla punta delle dita. Ma soprattutto…secondo te, attira più sponsor uno che ne fa 25 a partita (magari in un contesto perdente), o uno che ne fa 12-13 ai Knicks?

    Questa mi sembra una roba alla “no, con la moviola in campo nn cambierebbe niente”…no no, cambierebbe cazzo, col cap fisso cambierebbe di brutto

  88. Mamba scrive:

    Intanto Bryant stanotte forse non gioca

  89. valenba scrive:

    Si ma butti via un anno e oltretutto ti basi su di una “scommessa”..e se poi La tua prima scelta si rivela un Oden?? (perdonami Giangio..e povero Greg)

    Il Draft è molto complicato..ma si tratta cmq di prospetti con una miriade di incognite..la questione che certe squadre tirino di più è sacrosanta e non ci puoi fare niente..ma il fatto che alla fine della fiera una squadra spenda 50 ed un 90 è una porcata bella e buona.

  90. inyourweis scrive:

    Gli Spurs nn vinsero la lotteria perchè due anni prima ebbero 60W, ma perchè nel ’97 ne ebbero 21. Visto che Stern nn ha la palla di vetro, nè può dire “ah, tu ne hai vinte 20 solo perchè ti si è rotta mezza squadra”, mi dici come cazzo fai a discriminare tra caso e caso? Ma i Celtics che vinsero il titolo nel 1986 ed ebbero il 2° pick lo stesso anno? I Lakers con Worthy? I Magic che ebbero 2, dico 2 prime scelte consecutive?

    Quelle sono casualità, il cap nn ha nulla di casualità, ha delle regole, che andrebbero modificate in modo da rendere il tutto il più equilibrato possibile

  91. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    valenba

    ma infatti non ho detto che con una regola salariale diversa poi non avresti lo stesso più equilibrio…

    ho semplicemente detto che non avresti lo stesso un equilibrio tale che ti farebbe dire che una sacramento kings partirebbe alla pari con una los angeles lakers o con una new york knicks.
    questo è impossibile…

    poi ripeto,se vuoi avere una lega più equilibrata possibile allora devi fare in modo che ogni regola sia il più equilibrata possibile.
    ad esempio non puoi permettere che una squadra che per anni ti arriva ai playoff vincendo sempre tra le 55/60 partite,poi solo per un infortunio possa improvvisamente lottare alla pari per avere la prima scelta con squadre che magari per anni i playoff li hanno visti col binocolo…

    perchè nessuno sottolinea mai questo?…

    e come se i lakers quest’anno per sfiga avrebbero kobe e gasol contemporaneamente infortunati.
    quindi rischierebbero di passare ad essere momentaneamente una squadra da lottery invece che da titolo.
    quindi potrebbero avere anche la possibilità di prendersi la prima scelta,quindi di rinforzarsi ulteriormente,togliendo questa possibilità a squadre molto più deboli.
    ti sembra giusto?

  92. valenba scrive:

    Bhè..ti perdi secco un anno di Kobe e Gasol…e quindi perchè no?

  93. valenba scrive:

    E sicuramente la cosa sarebbe molto più casuale e molto meno “prevedibile”

  94. tifosoknicks scrive:

    gallo

    sul draft,per me non è nemmeno giusto vedere squadre che perdono di proposito per guadagnarsi una scelta

  95. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    “Bhè..ti perdi secco un anno di Kobe e Gasol…e quindi perchè no?”

    bella punizione se poi puoi aprire una dinastia come hanno fatto gli spurs…

    se per questo la punizione l’hai anche quando superi il tetto salariale,perchè sbaglio o paghi il doppio?

  96. inyourweis scrive:

    Gallo, il tuo arrampicarti sugli specchi per difendere l’indifendibile nn ti fa molto onore…gli Spurs hanno aperto una dinastia nn solo perchè hanno avuto TD come pick numero 1, ma soprattutto perchè hanno preso Parker alla 28, Manu alla 57, hanno valorizzato di volta in volta gente come Jackson, Bowen, Mohammed…da solo nn vinci una mazza, Kobe docet

    A voi onestissimi ed obbiettivissimi tifosi L.A. piace citare come il vostro front office abbia scoperto perle come Shannon Brown o Ariza, ma la verità è che senza i soldi per prendere Artest o rifirmare Odom stareste ancora a lamentarvi della solitudine di KB 24

  97. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    comunque potresti cambiare anche le regole del draft…

    tipo un esempio,una squadra che resta competitiva per parecchio tempo,almeno per qualche anno non dovrebbe avere la possibilità di poter sperare nella prima scelta…

    sul salary cap,sarebbe perfetto se ogni giocatore potrebbe essere valutato economicamente a seconda del suo reale valore.
    non farne una questione di perfezione,perchè è impossibile.
    però mettere un limite del tipo che un giocatore del calibro di kobe non può guadagnare più di 20 milioni e meno di 15.
    quindi ogni franchigia non dovrebbe avere la possibilità di poter firmare più di un giocatore a quelle cifre, e poi via di conseguenza.
    una specie di fantabasket o fantacalcio.
    questo non sarebbe male per l’equilibrio.
    ma è francamente un ipotesi irreale…

  98. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    inyourweis

    ma perchè metti in mezzo i lakers anche quando nessuno ha detto che sono stati “equilibrati” a livello salariale…

    io non mi sono mai permesso di dirlo.
    ho semplicemente detto che con altre regole,col cavolo che dai quel contratto a bynum,e lo stesso kobe si accontenterebbe di meno,perchè con un cap rigido nessuna squadra potrebbe permettersi di dare a kobe quasi 30 milioni a stagione…

    sugli spurs perchè devi sempre dare meriti a loro anche oltre quelli che giustamente i vari popovich e buford si sono meritati.
    la verità che se non hai duncan è molto più difficile convincere certi giocatori a firmare a così poco come hanno fatto loro per anni.
    la verità che con ginobili e parker hanno continuato a vincere,ma l’hanno pur sempre iniziato a fare grazie ad una situazione assurda che li ha visti primeggiare in un draft nonostante fossero una squadra top,questo solo causa infortunio.
    è bastato affiancare duncan a robinson per poter vincere già in due anni il titolo.
    anche questo non è giusto…

  99. alert70 scrive:

    Gallo

    Permettimi ma la tua disquisizione sul draft è proprio sbagliata. Se una squadra da 60 W si rompe e prende la prima è un caso su 100. Inoltre chi ti dice che la prima scelta è poi quella decisiva che ti cambia la vita? Nessuno, e del resto sono poche quelle che spostano per davvero. Quindi quella degli Spurs è stato un caso di culo spropositato perchè stai certo che alla scelta del numero magico tutte le certezze di prendere TD non c’erano.

    Fa più incazzare un salary com’è oggi che il draft che lo reputo giusto per come è fatto.

    Poi concordo con IYW sul discorso giocatori e mercati.

  100. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    alert70

    capita raramente,ma intanto può capitare e non è giusto che capiti…

    nessuno paragona per importanza le due cose,però anche questa cosa se si vuole una lega il più equilibrata possibile non dovrebbe capitare…

    poi non apriamo i discorsi che la prima scelta non è detto che ti capiti sempre quella decisiva.
    perchè allora si può dire che tu puoi dare ad un giocatore 20milioni all’anno senza che questo pi dimostri di guadagnarseli.
    quante volte è successo?

    comunque mi piacerebbe vedere se una situazione stile spurs 1997 ci fosse anche oggi,magari con lakers o celtics di mezzo.
    apriti cielo,quante polemiche…

  101. alert70 scrive:

    tifoso

    Il draft mi sembra sensato perchè non ti garantisce la prima scelta assoluta neanche se vinci 5 gare in RS. E poi se anche fosse quante prime e seconde scelte hanno cambiato la vita? Poche.

    Rimaniamo agli ultimi anni: Oden, Bargnani, K. Brown, Bogut, Ming, Martin, Olowokandi nessuno di loro ha stravolto il panorama cestistico. Il solo a vincere un anello è stato Duncan mentre James, Howard e Rose potrebbero farlo ma non ci sono ancora riusciti. Gli ultimi due sono potenziali fenomeni ancora in fase embrionale.

    Quindi tornando all’attualità ci sono in pole position i Cavs seguiti a ruota da Minnie, Kings, Wizard e Rapt. Sei proprio certo che i Cavs che stanno perdendo volontariamente si prenderanno la prima? No come può essere che Perry Jones si rompa o si riveli una mezza sega.

    O peggio va a finire ai Pistons che ti hanno vinto 27 gare invece delle 12/15 di altre.

    Gallo

    A proposito di squadre forti e draft: Miami con Beasley!

  102. alert70 scrive:

    Gallo

    L’ho già scritto ma l’esempio Heat dovrebbe farti capire che è solo un caso.

  103. GiangioTheGlide scrive:

    @Alert
    Secondo me su Portland ti sbagli: non sarà una citta enorme, non così importante, anche se ci girano parecchi film perché più economica,
    ma considera che a Portland c’è solo il Basket,
    NFL,MLB…non ci sono, quindi anche nei periodi bui la gente continuerebbe ad andare a vedere le partite

    • alert70 scrive:

      Credo che ti sbagli. Sacramento ha avuto sold out per anni, poi quando la squadra è calata nelle prestazioni ha visto svanire 5/6 mila tifosi. E lì non c’è nulla come a Portland. Ora fanno sold out quando vengono i Lakers. 5 anni fa ci sarebbe stato anche se veniva Cantù in amichevole.

      Per Portland sarà probabilmente lo stesso.

      Prendi Detroit: pienoni per anni ed ora si gioca nel deserto.

      • GiangioTheGlide scrive:

        Ricorda che Sacramento è in California…
        Che Seattle non c’è più…e a nord est c’è poco o niente…
        Bene o male Portland ha sempre avuto buone squadre che sono quasi sempre andata nei PO, e quindi del passato non si può parlare,
        ma credo che difficilmente la gente di Portland non abbia voglia di vedersi almeno un po’ di basket…

  104. big shot rob scrive:

    gallo
    però può anche succedere che se ne vada il lebron di turno e una squadra che vince la regular season per due anni di fila diventa l’ultima della lega con ampio margine. cioè andrebbero prese in considerazione tantissime situazioni limite

  105. alert70 scrive:

    Gallo

    E’ peggio una possibilità su 100 che capiti il caso Spurs o che i Lakers-Celtics-Heat-Mavs… possano spendere e spandere a piacimento potendo raccattare talento a grappoli?

  106. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    alert70

    ma cosa vuol dire questo?

    mi porti l’esempio degli heat con beasley…

    allora uno per il tuo discorso sul salary cap ti può far l’esempio dei knicks,che per anni erano i re del salary cap eppure hanno sempre viaggiato a livelli mediocri…

    oppure gli spurs al contrario,hanno sempre avuto un certo equilibrio salariale ma hanno vinto lo stesso…

    ripeto,una lega equilibrata non dovrebbe permettee che un duncan vada a finire negli spurs di robinson solo perchè quest’ultimo si è momentaneamente infortunato…

    così difficile ammetterlo?

    avreste ragione se io avessi detto che entrambe le cose hanno la stessa importanza.
    ma invece ho semplicemente detto che se si vuole una lega il più equilibrata possibile bisognerebbe evitare anche situazioni stile spurs 97.
    ma fosse per me non darei mai la possibilità a squadre tipo bulls 2008 o magic 93 di poter avere anche una sola possibilità di prima scelta al draft…

    • Rafael scrive:

      credo che parlino del fatto che il draft è pur sempre una “pesca”.
      puoi avere una buona o buonissima scelta, ma le possibilità che da esse escano fuori delle potenziali star non sono altamente imprevedibili..

      poi ovviamente io capisco il tuo discorso, ma cosi facendo una squadra che ha una stella a roster e un branco di pecoroni sarà costretta ad libitum a restare nel limbo per colpa di quel singolo giocatore..
      diciamo che ci sono cose che le regole non possono oggettivamente regolare, mentre ce ne sono altre su cui andrebbe focalizzata l’attenzione (come il numero eccessivo delle eccezioni e delle clausole, con cui di fatto si manda tutto a puttane..)

    • alert70 scrive:

      Scusami: mi dici chi si aspettava un TD così devastante? Quanti giocatori sono arrivati con premesse assurde per poi svanire?

      Dai, non puoi confrontare le due cose.

  107. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    alert70

    ma stai “aprendo” una polemica inutile…

    perchè qua nessuno ha detto di scegliere una cosa rispetto all’altra,oppure di paragonare per importanza in un concetto di maggior equilibrio entrambe le cose…

    semplicemente ho detto che anche quella situazione non dovrebbe capitare se si vuole avere più equilibrio,punto…

  108. bodiroga88 scrive:

    Una prima scelta assoluta, in qualsiasi draft, non ti da la certezza di essere competitivi per il titolo, ci sono altri fattori che determinano i successi di una squadra, firma dei giocatori giusti alle cifre giuste, trade azzeccate, allenatore vincente e perchè no scegliere bene anche al secondo giro.

    Negli ultimi 10-15 anni, il secondo giro del draft è stato pieno di sorprese:

    Manu Ginobili
    Carlos Boozer
    Monta Ellis
    Gilbert Arenas
    Stephen Jackson
    Michael Redd
    Rashard Lewis
    Mehmet Okur
    PJ Brown
    Mo Williams
    Nick Van Exel
    DeJuan Blair
    Paul Millsap
    Trevor Ariza
    Landry Fields

    Tanti di questi giocatori sono in grado di spostare in una squadra da titolo, Arenas è stato in lotta per l’MVP.
    Allora bisogna fare un pò di mea culpa, bisogna saper scegliere, perchè lo steal of the draft c’è sempre.
    Non ci dobbiamo lamentare, Buford in linea di massima ha sempre pescato bene, e San Antonio ha vinto almeno 2 titoli grazie a quelle prese.

  109. alert70 scrive:

    Gallo

    Non voglio fare polemica. Solo che la pesca miracolosa non la puoi prevedere, le attuali eccezioni al salary cap si. Tutto qui.

    Poi non sono uno che si scandalizza se Melo andasse ai Lakers, ai Bulls o ai Mavs. Le regole ci sono, punto.

  110. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    alert70

    continui,allora non vuoi capire…

    ma perchè parli di confrontare?

    poi comunque duncan lo sapeva chiunque che sarebbe diventato un fuoriclasse nba.
    lui,shaq,lebron e oden sono state le 4 prime scelte più scontate degli ultimi 20 anni.
    4 giocatori su cui nessuno ha mai avuto il minimo dubbio che potessero diventare delle stelle nba…

    oden per ora è andato male,ma è la prima volta nella storia nba che un giocatore così tanto pompato prima di un draft non è poi diventato una stella.
    anche se comunque può sempre fare in tempo…

  111. inyourweis scrive:

    Gallo

    “ripeto,una lega equilibrata non dovrebbe permettee che un duncan vada a finire negli spurs di robinson solo perchè quest’ultimo si è momentaneamente infortunato…”

    Allora, una Lega equilibrata nn dovrebbe neanche permettere, nn so, che KG si infortuni come nel 2009, bisognava azzoppare un Howard o un Kobe. Oppure, visto che la Lega deve essere equilibrata, nn dovrebbe permettere che una prima scelta si tramuti LiQwame Brown, ed un’altra in Duncan, dovrebbero essere tutte allo stesso livello

    Non so se ti rendi conto della differenza che c’è tra le regole e la casualità. Le prime devono mettere tutti sullo stesso piano, la seconda indirizza i destini in una direzione piuttosto che un’altra

    “ma invece ho semplicemente detto che se si vuole una lega il più equilibrata possibile bisognerebbe evitare anche situazioni stile spurs 97.
    ma fosse per me non darei mai la possibilità a squadre tipo bulls 2008 o magic 93 di poter avere anche una sola possibilità di prima scelta al draft…”

    Fino al 1985 mi pare l’ordine delle scelte era inverso al numero di W. Ma visto che c’erano squadre che perdevano apposta, molto più di oggi, si passò alla lotteria. La quale è stata nel corso degli anni modificata a più riprese, in modo da dare, di volta in volta, sempre maggiori possibilità alla squadra con più sconfitte, e cercare di non fare ottenere i primi 3 pick a squadre che erano rimaste fuori dai playoff per un soffio

    Ma visto che ci sono delle regole che rispondono alla teoria delle probabilità, e nn ai tuoi desideri, non esiste nessuna garanzia che le cose vadano in maniera lineare.
    Non conosco la tua geniale e rivoluzionaria idea per impedire che certe cose tipo Spurs ’97 succedano, forse vorresti squalificarli per un anno, solo perchè Robinson potè giocare 6 partite su 82, magari vorresti mettere una regola per cui, se vinci più di 50 partite, nn puoi avere la prima scelta per 10 anni. Sono sicuro che Stern aspetta con ansia una tua chiamata, per farsi illiminare dalle tue idee

    Per il momento, mi duole verificare che da circa un’ora ti stai umiliando da solo. Ma tu sei un tifoso obbiettivo, quindi ho torno io

  112. alert70 scrive:

    Non è una questione di confronto.
    Semplicemente è un’ingiustizia che trovo più tollerabile del salary cap attuale con le sue regole perchè si è trattato di un caso forse irripetibile. Tutto qui. In linea di principio non sbagli ma capisci benissimo che le possibilità che accada di nuovo sono remote.

  113. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    alert70

    lo ripeto per l’ultima volta…

    1)non ho mai paragonata per importanza le due cose…

    2)il caso spurs 97 capiterà 1 volta ogni 100,ma non dovrebbe poter capitare neanche quella sola volta.
    questo se si vuole avere una lega il più equilibrata possibile…

    troppo facile parlare oggi a distanza di 14 anni.
    ma vediamo se dovesse capitare di nuovo una situazione simile,vediamo se poi staranno tutti zitti…

    bodiroga

    ripeto,qui secondo me si tende a dare toppi meriti agli spurs anche quelli che non dovrebbero avere.
    ammetto che si sono gestisti splendidamente per anni,scegliendo alla grande al draft,firmando a poco ambiti free agent e valorizzando giocatori all’inizio semi-sconosciuti…

    però non esageriamo.
    perchè popovich può scandalizzarsi quanto vuole per la trade gasol,ma poi lui stesso va a “rubare” un richard jefferson ai bucks.
    lui stesso ha avuto la fortuna di avvantaggiarsi di quella situazione “robinson 97”.
    poi mi potete parlare di tutto quello che volete,ginobili,parker,horry,bowen,blair ecc.
    ma la realtà che senza duncan sarebbe stato tutto molto più difficile,anche nelle varie gestioni.
    perchè duncan oltre ad essere un fuoriclasse del parquet,è anche il perfetto uomo franchigia che chiunque vorrebbe avere nella propria squadra.
    mai una polemica,mai una richiesta esagerata,ma sempre un comportamente esemplare.
    avere un simile giocatore aiuta,per questo dico che voglio vedere il tanto esaltato buford fuori dalla gestione duncan…

    cavolo,ma perchè certi discorsi valgono per phil jackson e non valgono per un popovich o un buford?

  114. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    inyourweis

    quello che si umilia da solo sei tu che continui da anni a parlare sempre di salary cap assurdo solo per sminuire le vittorie di squadre come lakers o celtics…

    stessa cosa che fai quando parli dei titoli di phil jackson e non fai quando parli della fortuna degli spurs nell’aver avuto per anni una stella come duncan,perfetta in campo e nei comportamenti…

    ma tanto tu sei sempre quello che ieri ha messo in discussione il carattere di gallinari per una singola gara in cui ha messo a referto 7 punti.
    a proposito di umiliarsi da soli,ieri l’hai fatto alla grande…

    in più tu che ti ritieni semplice simpatizzante sei molto più di parte di molti di noi che si ritengono tifosi…

  115. bodiroga88 scrive:

    I miei provvedimenti per un NBA migliore:

    1) Salary Cup fisso senza eccezioni con una sola deroga, all’interno della stagione puoi firmare soltanto giocatori al minimo salariale per un massimo di 15 giorni in caso di infortuni;
    2) Il Draft dev’essere stilato in base a una classifica di rendimento delle ultime 5 stagioni, così si evita il fenomeno poco simpatico del “giocare a perdere”;
    3) Eliminare le sign and trade;
    4) Contratto garantito anche ai giocatori del secondo giro, ovviamente d’altra parte se un giocatore europeo si dichiara e viene scelto dev’essere obbligato a varcare l’oceano per almeno 2 anni. Per quanto riguarda l’eventuale clausola rescissoria (caso Rubio), paga l’NBA, ovviamente così si eliminano le situazioni poco simpatiche dei diritti rimasti tali per decenni (Bodiroga Kings) – (Gus Binelli Atlanta), oppure le trade basate su giocatori non ancora sbarcati nella lega (caso Marc Gasol);
    5) Ritornare alle vecchie regole sull’eleggibilità, i liceali e gli europei 18enni possono rendersi eleggibili al draft. L’età massima è 22 anni, ovvero al completamento del quadriennio universitario. Quindi per il prossimo draft 2011, i ragazzi dal 1989 al 1993 sono tutti eleggibili;
    6) 58 partite stagionali, ovvero ogni squadra gioca un’andata e un ritorno contro tutte le squadre, così da avere dei record veritieri e non influenzati dalla forza delle conference.
    7) Utilizzare il sistema 2-2-1-1-1 anche per la serie di finale NBA;
    8) Assegnare una W alle franchigie della Conference vincitrice dell’AllStarGame, e una L alle franchigie della Conference perdente, così facendo si spera di avere maggiore competizione e una partita vera;
    9) Per quanto riguarda il gioco: eliminare quel cazzo di semicerchio (la regola più stupida della storia del basket);
    10) Diminuire i timeout perchè una partita non deve durare 3 ore;
    11) Fischiare i passi, a costo di annullare l’highlight di giornata;
    12) Togliere la regola dei 3 secondi difensivi, o se preferite, legalizzare la zona, perchè ognuno ha il diritto di difendere come vuole.
    13) Eliminare i “falli della superstar”, il Dj MBenga della situazione dev’essere trattato come Kobe Bryant, gli arbitri che fanno cazzate vanno in DLeague.

    • dontrythis@home scrive:

      Considerazioni sparse:
      -la 1 potrebbero chiamarla la Blazer’ Rule :D
      -togliendo i 3 secondi chiudi troppo l’ area, ne andrebbe troppo della spettacolarità.
      -Allo stupido semicerchio ormai mi ci sono affezionato :)
      -58 partite stagionali non sono fattibili, tanti troppi milioncini in meno nelle casse delle franchige. Penso sia per assurdo più fattibile 2 o 3 squadre.
      -La W alla conference vincitrice mi pare carina come idea.
      -Di sicuro da rivedere le regole che permettono di scambiare giocatori non “attivi”

  116. inyourweis scrive:

    Dai Gallo, nn te la prendere. Lo so che ti urta terribilmente quello che ti ho detto, ma d’altronde se da circa due ore stai dicendo puttanate senza senso, arrampicandoti su di uno specchio sempre più ripido, la colpa è solo tua, nessuno ti aveva chiesto di aprire certi discorsi

    Insomma, sei di Parma, tifi per una squadra che ha come presidente Berlusconi, parli dei Lakers come se Buss fosse tuo padre e Kobe tuo fratello, e pretendi di essere credibile? Puoi darla a bere a qualcuno dei meno attenti del blog, ma per me sei un poveraccio. Tu intanto continua a pensare che a me freghi qualcosa di degli Spurs, io intanto esco, viaggio, conosco gente, addirittura scopo (ma solo ogni tanto). Tu invece rimani al paesello vai, a pensare che la vita siano i tomi inutili che scrivi sul Milan e sui Lakers, che stai bene lì

    PS: mi dispiace solo che questa discussione sia uscita alle 22, se la postavi alle 10 di mattina, con tutto il giorno davanti, ti avrebbero buttato addosso tanta di quella merda, che io al confronto sono il tuo migliore amico

    PS:ti risulta che io abbia mai tifato contro i Celtics? Si vede che nn mi leggi attentamente

  117. intowin scrive:

    Gallo e In Your Weis in un modo o nell’altro alla fine riescono sempre a scornarsi… haha bellissimo…

  118. gatzu83 scrive:

    inyourweis

    Verissimo che tu più volte hai detto che è il sistema che non ti piace, però se tu, michele e dwyanewade32008 ogni volta che parlate dei mali del mondo mettete in mezzo i lakers o i suoi tifosi anche quando questi non fanno e non dicono nulla capirai che in linea di massima per due o tre volte ti ignorano ma dopo un pò si stancano di essere messi in mezzo e ti rispondono.

    Sono convinto che se parli più in generale farai scoppiare molte meno polemiche e ti accorgerai molto meno della presenza dei tifosi lakers che indubbiamente ti stanno sulle palle!!!!!!!!!!

  119. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    “e tu spendi 20 milioni in più su base annua, vuol dire che hai i soldi per firmare un Odom ed un Artest in più, ovvero la differenza tra lottare per il titolo ed uscire al 2° turno.”

    che discorsi ridicoli.
    se prendi artest e odom oppure no hai la differenza nel lottare per il titolo contro altre squadre che superano come te il limite salariale…

    queste sono celtics,,magic,nuggets e via andare,ovvero le rivali principali dei lakers in questi ultimi anni…

    se non hai odom e artest,anche quelle squadre non avrebbero tutte quelle star,quindi gli stessi lakers potrebbero lo stesso lottare per vincere il titolo.
    oppure ti pensi che i lakers senza odom e artest non avrebbero più la possibilità di lottare per il titolo in una lega dalle regolari salariali rigide…

    purtroppo quello che non capisci o non vuoi capire,che con un cap rigido cambierebbe tutto.
    kobe non l’avresti mai firmato a tali cifre.
    allo stesso bynum non gli fai firmare un simile contratto solo perchè è una promessa…

    tutte le cifre verrebbero ridimensionate,ma alla fine pur con più equilibrio le varie lakers,bulls o knicks di turno comanderebbero lo stesso.
    perchè un kobe sarebbe sempre attratto da un grande mercato.
    idem i vari barnes o artest di turno preferirebbero sempre firmare contratti a cifre basse in squadre come i lakers,piuttosto che avere contratti più alti in altri contesti meno stimolanti…

    poi vabbè come al solito la metti sul personale.
    lo fai sempre per abbandonare le discussioni parlando della tua vita tanto furba che se fosse tale non la metteresti sempre in mezzo.
    troppo facile autoesaltarsi dietro una tastiera,ma forse te hai trovato l’unico modo della tua vita per farlo…

    peccato che qui si parla di basket,tu come al solito all’improvviso prendi altre strade per non essere umiliato.
    ti capisco.
    chi cambia discorso avrà le sue ragioni…

    poi con questa storia che tu sei simpatizzante a chi la vuoi dare a bere.
    quando parli di spurs e lebron sei il più fazioso di tutti,con la differenza che gli altri tifosi per esaltare le loro squadre non sempre gettano merda addosso alle altre come fai te…

    per chiudere,autoesaltati davanti ad una bella ragazza,non farlo qui dentro,perchè onestamente non interessa a nessuno.
    qui si parla di basket,quello sport dove tu spesso vai in difficoltà,tipo ieri,quando hai messo in discussione il carattere di un giocatore esaltato da tutti da quel punto di vista,aggrappandosi a discorsi del tipo roma ladrona o stronzate varie,roba da oggile comiche.
    poi sono il primo ad ammettere che spesso fai anche ridere,sia per come interpreti i tuoi commenti che sono spesso simpatici,ma anche per la tua incoerenza nel parlare di basket…

    “Insomma, sei di Parma, tifi per una squadra che ha come presidente Berlusconi, parli dei Lakers come se Buss fosse tuo padre e Kobe tuo fratello”

    eheh,così me le tiri fuori.
    tu allora quando parli dalla mattina alla sera per difendere lebron chi sembri?
    la sua donna che si porta a letto!

    dai almeno una volta devi essere coerente…

  120. inyourweis scrive:

    Gatzu

    Hai letto quello che c’è scritto nei posts sovrastanti, o hai deciso per partito preso che visto che il Gallo è dei Lakers ed io no, devi darmi contro?

    Io potrei anche aver augurato la morte a Kobe, ma purtroppo il discorso verteva su tutt’altra questione. Ovvero su quelle eresie scritte dal Gallo riguardo al draft, agli Spurs del ’97, al fatto che secondo lui il bisogna “punire” chi ha vinto troppe partite un anno e poi ottiene la prima scelta, ed un’altra serie di cagate che nn potrebbe controllare neanche il Divino. Dove tu abbia visto un mio accanimento contro i Lakers in tutto questo, visto che si facevano discorsi generali, me lo devi spiegare

    Ripeto, che tristezza, quanto mi manca Jamaal, lui era tifoso Lakers ed un con cui si poteva parlare. Voi invece state qui a fare comunella, per voi è importante essere pro-lakers, o contro, l’obiettività è un optional

    Puoi tranquillamente pensare quello che vuoi di me e dei miei posts, nn ho potere sulle opinioni della gente

  121. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    gatzu83

    lascialo stare,perchè lui è coerente ed obiettivo,perchè lui è quello che:

    ” intanto esco, viaggio, conosco gente, addirittura scopo (ma solo ogni tanto).”

    ragazzi,scusate ma non riesco a non rispondere a questa sua frase che il nostro amico ripete spesso per autoesaltarsi.
    sarò un peccatore,ma proprio non riesco.
    di solito non mi piace metterla sul personale,ma visto che ha iniziato lui…

    iyw

    dai su,continua a fare il figo tramite tastiera.
    a prescindere se sia vero o no quello che dici(di solito si dice cane che abbaia non morde) potresti raccontare meglio le tue “autocelebrazioni”.
    così fai capire che sei semplicemente uno che si può permettere di viaggiare con continuità per soddisfare certi bisogni che a casa sua non si può permettere…

    fai quello che ne hai voglia della tua vita,però non far pesare agli altri il fatto che tu ti puoi permettere economicamente di viaggiare con continuità,ma al tempo stesso non far pesare a te stesso il fatto che per aver soddisfazioni sentimentali/sessuali tu sia costretto ad agire come il nano che citi spesso tu…

    chiusa parentesi…

    adesso se mi faresti il favore di fare i pronostici delle gare della notte.
    anch’io muoio dalla voglia di vederli.
    sai non sono mica scontati e prevedibili,semplicemente basta andarsi a vedere le varie quote ed ecco trovati i tuoi pronostici.
    ma almeno una volta ogni tanto mettici una sorpresa,altrimenti cosa scommettono a fare gli altri?
    per non vincere niente?

    e tu big shot rob smettila di prenderlo in giro.
    lo fai sentire come quei maghi tarocchi che si vedono in tv,così contribuisci a gasarlo ancora di più.
    cioè,anche un non appassionato di basket è in grado di ripetere i suoi pronostici tanto sono scontati…

  122. gatzu83 scrive:

    IYW

    Guarda che io ti ho risposto al messaggio che hai scritto a me nel pomeriggio, il resto non mi interessa per nulla!!!
    Anzi in questo caso specifico ti do anche ragione, anch’io penso che il sistama lottery sia giusto e che gli spurs siano stati solamente fortunati ad avere gli infortuni giusti nell’anno giusto, hanno perso e di conseguenza hanno avuto la prima scelta!! nulla di strano!!

    La differenza fra me e te è solo che io argomento le mie idee senza insultare gli altri, tu come capita a volte a michele e sempre a dwyanewade32008 devi insultare le persone o criticare la loro vita enfatizzando la tua!!!
    Ti assicuro che mi rende felice la tua soddisfazione per la tua vita ma non lo trovo un motivo valido per smerdare quella degli altri, per di più senza conoscerli realmente, penso che i problemi nascano da questo e basta, il fatto che su un forum ci siano opinioni diverse è bello e stimolante( sai che noia altrimenti) che ci sia l’educazione pure!!!!!

  123. dwyanewade32008 scrive:

    gatzu

    Preciso,mai insultata la vita di nessuno,non mi permetterei.
    Mi limito ad insultare la mediocrità nello scrivere di basket,che,permettimi,è molto diverso.
    Parto dal presupposto che qua siano tutte persone rispettabili,si può criticare come qualcuno si esprima,le opinioni e le castronerie altrui,ma mai la vita di qualcuno,dato che non ci si conosce.

  124. […] NBA – Miami ko a Boston, Howard spegne i Lakers Miami ancora ko contro i Celtics. […]

  125. alert70 scrive:

    Bodiroga

    Mi trovi d’accordo su molti punti eccetto gli elegibili al draft, le partite e in parte l’ASG.

    1- Al draft credo che sarebbe saggio non far entrare dei 18enni ma gente di almeno 20 anni con due anni di esperienza al college o in europa. Questo darebbe tempo ai prospetti di maturare cestisticamente e mentalmente. La NCAA si rivaluterebbe ritornando ai vecchi tempi quando vedevi del talento puro giocare assieme per anni. Oggi giorno si vedono tanti prospetti indietro per potenziale e testa che perdono una o più stagioni senza giocare. Vedi Thabeet per intenderci.

    2- 58 partite sono poche al giorno d’oggi. Troppi soldi che andrebbero persi. Eliminerei le division che non hanno senso e qualificherei le migliori 16 squadre con la possibilità che una conference possa portare al massimo 10 squadre ai PO. In questo modo squadre con record vincenti non sarebbero penalizzate dalla conference. Gli accoppiamenti ai PO verrebbero fatti in base al record e non al seeding così potremmo evitare di assistere a finali senza senso come quella tra Spurs e Cavs. Il titolo della conference verrebbe assegnato alle due squadre con il record migliore alla fine della regular season.

    3- l’idea della W non è male oppure si potrebbe assegnare l’eventuale 7ma alla squadra della conference cha ha vinto la gara delle stelle come avviene per il baseball.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...