NFL – Sunday Night’s Divisional Playoff

Pubblicato: gennaio 17, 2011 da simonmp1 in NFL

Sanchez e Tomlinson esultano: prossimi avversari, gli Steelers!

Anche nelle partite di domenica, abbiamo assistito, nella AFC, alla terza riproposizione di una sfida interdivisionale, nel caso specifico tra due teams che, usiamo un eufemismo, non solo non si amano, ma neanche si rispettano in toto: Patriots-Jets infatti si presenta come partita “spicy”, molto “speziata”, oltre che ad altissimi livelli di testosterone, di intensità, si spera anche di grandi numeri.

Dall’altra parte, alle 19.00, in NFC, Chicago dovrà evitare un altro patatrac casalingo, come successo ad Atlanta. Certo, di fronte ci sarà una Seattle che vuole continuare nella propria favola.

Dunque, posta questa premessa, non ci resta che avvicinarci al terreno di gioco, e vediamo come si sono svolte le “singolar tenzoni”.

Seattle Seahawks – Chicago Bears 24-35

Innanzitutto, il risultato del tabellone potrebbe far credere che alla fine, questa è stata una partita tirata. Invece, sin dal primo quarto, si è subito intuito quale piega avrebbe facilmente preso la gara: sono bastati tre mete nel primo tempo a far comprendere che Chicago aveva più voglia, più grinta.

Infatti, prima Cutler per Olsen, poi Taylor con una facile corsa, e in chiusura di primo tempo, la prima corsa da Td di Cutler, danno a Chicago un solido vantaggio di 21 punti.

La ripresa continua sulla falsa riga della prima frazione, e vede Chicago, ancora con il più sorprendente e positivo Cutler della stagione, con una corsa da 9 yds, porta a 28 il punteggio per i Bears. Seattle fino al terzo quarto, fa solo “brutta” presenza di sè, fatto sta che segna solo 3 punti.

Nell’ultima frazione, forse Carrol riesce a risvegliare quel minimo di orgoglio rimasto, e ottiene una tardiva, ma pur sempre, una reazione: tre tds, 2 di Williams e l’ultimo di Stokeley, che portano lo score finale sul 24-35 per Chicago, che così, può, non solo continuare il suo viaggio, non solo ospitare il Championship, ma ha anche la possibilità di prendersi una pronta rivincita sugli arcirivali di Green Bay. Anche qui sarà la terza sfida in poche settimane.

Adesso però diamo una rapida scorsa alle prestazioni dei singoli.
Per i padroni di casa, ottima prova, di forza, di maturità, di freschezza mentale, del Qb Cutler: per lui un cartellino di tutto rispetto, 15/28, 274 yds, 2 Tds lanciati, cui vanno aggiunti 2 Tds su corsa.

Tra i suoi compagni, menzione d’onore per Taylor, un Td, su corsa, il positivissimo Olsen, 113 Yds, e un Td(il primo, che ha spezzato l’equilibrio); e infine, Davis, che ha praticamente chiuso i giochi. Dall’altra parte però, Hasselbeck non è stato da meno, solo che ha “predicato nel deserto”, nel senso che Seattle ha da subito manifestato un’inerzia molto evidente, quasi che avesse profuso tutte le energie rimaste nella gara dello scorso sabato contro i Saints.

Diciamo che ci può stare, tuttavia, in otto giorni, le energie in teoria, da un lato le recuperi, ma dall’altro, ti giungono dall’adrenalina e dalla voglia di giocare partite di questo tenore. Ad ogni modo, Hasselbeck non ha sfigurato: 26/46, 258 yds, 3 Tds.

Il suo “bersaglio” di serata, quando però, “la cicciona aveva già finito di cantare”, è stato il Wr Williams, che ha ricevuto due palloni-il secondo Td di serata è stato a dir poco rocambolesco: la palla era in pratica in mano a Tillman, ma il “destino” con la “c” ha voluto che Tillman, toccandola, inavvertitamente, la porgesse lemme lemme nelle mani del Williams.

Infine, il Td che chiude la gara è segnato da Stokley. Quindi, per Chicago, terza sfida con i Packers. Appuntamento dunque per domenica prossima, a partire dalle 21.00 circa ora italiana, sempre su EspnAmerica.

New York Jets – New England Patriots 28-21

Nella notte, al Gillette Stadium, è andato in scena “l’atto terzo” tra Jets e Patriots. Diciamolo, il pronostico, di tutti, tifosi, addetti ai lavori, appassionati, pendeva pesantemente a favore di Brady e soci, una squadra che nel terzo millennio ha scritto pagine storiche: tre anelli in quattro anni, una stagione, la 2007-con Super Bowl nel 2008, da 16-0 in regular season, anche se poi, non culminata con la vittoria finale; un dominio incontrastato nella East Division, e così andando avanti. In più, nel Divisional playoff, il record era di 7-5. Invece….

Invece, di fronte non avevano più una New York intimorita, incapace di mettere insieme un drive che si possa definire tale, che viene travolta 45-3, quasi senza accorgersene. Ok, forse Ryan ha trovato il giusto modo di spronare i suoi, mettendo su di sè tutta la pressione mediatica attraverso operazioni di comunicazione che rasentano la spacconeria.

Tuttavia, sin dal kick off si è capito che per New England non sarebbe stata un’altra passeggiata. Infatti, finalmente, Sanchez dimostra di poter essere un ottimo, non solo Qb, ma anche leader, e anche di un buon livello.

Per quanto riguarda il primo quarto, molto “gioco a centrocampo”, e New England che approfitta per mettersi subito sul tabellone, con un semplice calcio di Graham, quindi 3-0 Patriots. Nel secondo quarto, sinfonia Jets: prima Tomlinson, imbeccato da un preciso Td pass di Sanchez, e poi Edwards, di forza, e ancora su passaggio di Sanchez, portano a 14 i propri compagni. Mentre New England annaspa.

Dopo l’intervallo, New England ritorna in partita: grazie ad un drive di 8 giochi, per 80 yds, in 3:51 si porta alla linea di meta, e segna con Crumpler. Per portarsi a ridosso dei Jets, serve una conversione da due punti: detto fatto: palla direttamente a Morris, che con un balzo attraversa la end zone. 14-11 Jets, abbiamo una partita. “Ni”, perchè i Jets riprendono il filo della matassa, e prima con un’incredibile e spettacolare ricezione di Holmes sul filo dell’end zone e poi con un corsa-propiziata dal recuper dell’onside kick tentato dai Patriots, di Green, si portano a 28. New England, a parte il FG di Graham è frastornata.

Negli ultimi due minuti tenta però l’incredibile: Td di Branch, anche abbastanza facile; si va per l’onside kick, che però viene altrettanto facilmente ricoperto dai bianco-verdi di coach Ryan. Sanchez così si inginocchia e porge agli arcirivali il freddissimo piatto della rivincita.

Dopo i convenevoli a centro campo, sicuramente Ryan e i suoi ragazzi avranno degnamente festeggiato l’approdo ad un davvero insperato Conference Championship. Ma prima di pensare a Pittsburgh, vediamo come si sono comportati i giocatori in campo.

Per New England, una prova sottotono da parte di tutti, perchè??
Perchè i Jets hanno letteralmente e grandiosamente chiuso ogni varco possibile.

Brady ci ha tentato, ma non è valso a molto il suo sforzo: 29/45, 299 yds, 2 Tds, ma anche un dolorosissimo INT a suo carico. Del reparto d’attacco, Green-Ellis, Woodhead, Tate, Hernandez, si sono letti solo i nomi, per il resto, davvero troppo poco. Gli unici che sono riusciti a scardinare la difesa Jets sono stati Branch e Crumpler. Anche a livello di pass-rush, una delle migliori della lega, è arrivato pochissimo.

Di contro invece, Ryan è riuscito a caricare i suoi ragazzi più di una molla. Sanchez, a differenza di settimana scorsa, contribuisce all’upset: 16/25, 194 yds, 3 Tds. Inoltre, è stato ottimamente coadiuvato da Greene, autore dell’ultimo Td che ha chiuso la contesa; Tomlinson, che invece ha ricevuto il primo dei Td passes del numero 3 di NY.

E poi, i soliti Holmes e Edwards hanno posto la loro importante firma alla gara. Infine, da sottolineare in tutti i sensi, la prova della “prima linea”, nonchè della secondaria Jets: hanno infatti messo una pressione molto forte su Brady e compagni, e nel caso di Harris, hanno anche gioito per il “furto” di pallone a Brady. Dunque, anche in questo secondo turno, gli upsets non sono mancati: prima Green Bay, e questa notte New York.

A questo punto, la griglia dei Conference Championship è stilata: si comincia domenica prossima con la “Soldier Field battle” tra Packers e Bears: appuntamento alle 21.00 circa ora italiana, su EspnAmerica, broadcaster sarà la Fox. Mentre, dalle 24.30 circa, sempre su EspnAmerica, broadcaster la CBS, andrà in scena Jets – Steelers, per l’AFC Conference Championship.

commenti
  1. simonmp1 scrive:

    Due brevi commenti: posto che mi aspettavo un calo da Seattle, ma non di questo tipo, perchè Chicago sta dimostrando di essere una squadra tostissima-il coaching staff Smith-Martz-Tice sta facendo un egregio lavoro, la VERA sorpresa della notte è il fatto che…BRADY & BELICHICK VANNO A CASAAAAAA!!!!!!!! Ahahahahahahahahahahahahahahhahahahahahahah…Che sberla……Adesso però per i Jets, arriva la trasferta all’Heinz Field. Se hanno passato Foxboro, credo verrà fuori un’altra memorabile partita….A proposito, mi documenterò bene sulle sfide di domenica prossima…A presto, buona lettura, e buona giornata a tutti!!!

    • Lyer scrive:

      Aspetto con l’esito delle tue documentazioni…..belle partite ieri sera ma non i risultati…

      PS: tifoso Jets???

      • simonmp1 scrive:

        Ahahahahahahahah…Sì Lyer, sono tifoso Jets….No, scherzo, rimango e rimarrò sempre un Cowboy…Solo che NE mi sta…come dire…”sul piloro”…quindi, le poche volte che perde, mi ringalluzzisce…Buona giornata!!!

        • Lyer scrive:

          Chissà che delusione allora sarà per te vedere il SBnel tuo stadio….

          • simonmp1 scrive:

            Guarda, ti dirò, non sono poi così deluso…certo, avremmo fatto la storia….io però, sono cmque un appassionato di fi…scusa di football, e quindi la passione per questo meraviglioso sport sarà più forte. Infine, già in questi playoff ho fatto le 2.30 di notte davanti alla tv. Al Super Bowl non cambierà tanto la solfa…

  2. Marco scrive:

    Non sono d’accordissimo su sanchez: secondo me la partita l’ha più persa NE che vinta New York. basti pensare all’intercetto gratuito di Brady e al passaggio droppato da cumpler in end zone. E questi erano i primi 2 drive della partita… Detto questo, ovviamente non voglio togliere nulla a New York che ha ribaltato un pronostico sfavorevolissimo!

    E su sanchez: gli è andata bene, la secondaria dei pats ieri non c’era, e lui ha sbagliato cose che un qb che approda in finale di conference non dovrebbe fare. Molti passaggi ‘semplici’ erano sbagliati, ma nei momenti chiave vuoi perchè si dava una svegliata o perchè i ricevitori si mettevano in cattedra, ha fatto il suo, e pure molto bene. Restano però molti dubbi sul suo reale valore!

    • Millet scrive:

      @Marco:
      d’accordissimo con te per quanto riguarda Sanchez.
      A mio parere, guardando anche le statistiche, la differenza l’ha fatta la difesa di NY (es. 5 sack contro 0 di NE, e in generale più “solida”).
      E forse l’intercetto subìto a inizio partita da Brady (che ha poi fruttato solamente 3 punti a NY), è stato “doloroso” soprattutto dal punto di vista psicologico: ha tolto qualche sicurezza all’attacco di NE e dato molto coraggio ai Jets.
      Saluti e complimenti per il sito, continuate così!

  3. Brett scrive:

    Seconda sconfitta consecutiva casalinga per Brady nei PO. Premettendo che rimango solido sulle mie posizioni (confortato dai numeri e dalle statistiche), ovvero che giocare in casa (soprattutto i PO) aiuta e non poco, quest’anno si registra un incremento importante di vittorie in trasferta.
    Sanchez più lo guardo, più non mi piace. Ovvio, non è uno scarso.
    I Jets giocheranno il loro secondo Championship in 2 anni, ma a mio avviso non è il loro QB “IL” valore aggiunto.

  4. simonmp1 scrive:

    Mi permetto di rispondere “insieme” a Marco e a Brett: uno, Sanchez non è un fenomeno, è un ottimo giocatore; personalmente, ieri sera, nella serata giusta, è riuscito semplicemente a fare ciò che spesso non gli è riuscito: lanciare un Td pass-è o no un Quarterback??!! Poi, comprendo il tuo discorso Marco, però NY ha cmque “vinto due volte”: ha battuto NE, perchè mentalmente era più presente; e poi ha scacciato la scimmia del 45-3. @ Brett: in questi playoff si vince più fuori-scusa, non 6 felice x i Packers??!!! Ahahahahah…scherzo eh…Infine, Sanchez non è il “go to guy”, però adesso è chiamato al momento chiave della stagione, e anche della storia Jets: NON HANNO MAI VINTO UN CHAMPIONSHIP DELLA AFC…Sarebbe anche ora….Ecco, la mia gufata l’ho fatta….

  5. p-square scrive:

    I Jets hanno vinto la partita grazie ad una difesa perfetta.
    A questo punto con NE fuori faccio il tifo per GB che gioca veramente bene.

  6. valenba scrive:

    Io non sopporto Ryan…non ci posso fare niente..però questo upset me lo sentivo, la W è in tutto e per tutto della difesa dei Jets secondo me..
    Ora però son proprio curioso di vedere come se la giocheranno contro i miei Steelers, e spero proprio che si possa rispolverare il vecchio nomignolo di Blitzburg per domenica..

  7. gerki scrive:

    Capitolo Bears-Seahawks: che dire? Seattle fuori partita già dopo si e no 20 minuti….gara a senso unico, come avevo previsto l’entusiasmo in quel di Seattle è stato gestito male…..
    Capitolo Patriots-Jets: da tifoso Dolphins dovrei odiare entrambe, ma in realtà odio solo i Patriots, forse perchè vincono un pò troppo spesso per i miei gusti (probalbimente la mia è tutta invidia), e così ho goduto da matti! Difesa Jets super, Revis e Cromartie spettacolari, buona serata per Sanchez (ma troppi errori su passaggi facili! Il ragazzo deve ancora crescere….)NE invece, dopo un buon inizio si è spenta progressivamente, e ha commesso errori insoliti (vedi errore sul punt fake, della serie: a fare i furbi a tutti costi a volte le prendi…)

  8. finch scrive:

    Big Ben Roethlisberger si appresta a vincere il suo terzo anello….gli avversari sono tutti poco credibili, i patriots non sanno più vincere ai playoff? va considerato che a parte Brady e Belicik della “dinastia” non è rimasto + nulla, la squadra è molto giovane e con poca esperienza…mi è sembrato di vedere la copia della sonfitta dell’anno scorso contro baltimora…

  9. atorre scrive:

    Che colpo Jets.
    Statistica di NE: possesso per 35 minuti, 70 snap, il qb che lancia ben 45 volte.
    Hai PERSO. A mio avviso il super sconfitto è Brady. Un vincente ma senza fantasia, o qb da sistema, fermato il sistema, fermato tutto.

    La settimana scorsa avevano distrutto Manning perchè aveva perso (all’ultimo secondo), ma se a lui gli lasci lanciare 45 volte…..ti affossa.

    Su Chicago, no comment. Troppo disparità tra le parti.

  10. il profeta8 scrive:

    Ciao a tutti,vi volevo chiedere ma quanto è favoloso questo gioco?
    Ho visto tutte e 4 le sfide e quella che mi ha impressionato di più sono stati gli Steelers che passeranno gli anni ma hanno ancora la migliore difesa dell ‘Nfl,quindi li vedo favoriti…..un saluto a tutti gli appassionati e forza Titans….

  11. il profeta8 scrive:

    Ciao a tutti e buon football….
    Ho visto tutte e 4 le partite e quella che mi ha emozionato di più è stata sicuramente Steelers-Ravens,penso che come diceva il saggio gli attacchi vendono biglietti e le difese vincono gli anelli,spero che gli Steelers di Big-ben e la super difesa(mostruoso Harrison 3.0 sacks e 7 tackle) possano vincere un altro anello,e vista la sconfitta di New England penso sia più di una speranza ……
    un saluto a tutti e forza Titans!!!

  12. Brett scrive:

    Brady QB vincente ma di sistema? Fondamentalmente d’accordo.

  13. andre scrive:

    Da tifoso di Phila dico solo che tifare “contro” qualcuno o qualcosa è una delle manifestazioni meno sportive che esistano …lasciatelo fare ai tifosi di calcio please, che son tutte brutte figure risparmiate. I Pats sono fuori contro il pronostico e soprattuto contro gli odiatissimi Jets? vista la partita di ieri sera ci sta….ma il demerito principale è loro, hanno giocato una partita infarcita di errori difensivi e con una linea d’attacco che ha permesso di tutto e di più contro il povero “sistemista” (5 sacks…..).resta il fatto che con loro se ne va dai playoffs l’ultima squadra in grado di giocare un attacco stellare anche senza stelle, tranne una…il “sistemista” appunto. Poi bisognerebbe rispolverare un attimo le statistiche degli ulti dieci anni e vedere cosa ha combinato Brady, e poi magari ci si ripensa prima di non ammettere che, indipendentemente da ieri sera, è e resta un giocatore straordinario e punto (magari troppo “bello”, troppo goodguy, troppo talentuoso per essere simpatico, ma che talento…). Cmq…tanti cari auguri a Sanchez contro la difesa dei metallurgici….considerato che il suo rendimento va su e giù come l’ascensore di un bordello (ed è per questo che non sarà mai un fenomeno, bravuccio, a mala pena) mi sa che Polamalu & Friends si divertiranno al Championship….

    • Lyer scrive:

      Quoto in pieno….e non sono tifoso Pats…ma da Brady solo applausi posso tributare…a noi Cardinals un sistemista ci servirebbe..e magari potremmo goderci anche Giselle…

  14. arturo scrive:

    salve a tutti!rispetto per tutte le vostre opinioni,un giocatore puo’ piacere o non in fondo il mondo e’ vario xk ci sono mille punti di vista!riguardo la partita di NY-NE sono rimasto sorpreso di come l’attacco dei patriots impiegasse tutti i 40 sec per la ripresa dell’azione nonostante fosse sotto nel punteggio di 2 segnature!forse la troppa sicurezza cmq mi e’ sembrato molto strano!da sottolineare anche diversi drop decisivi dei WR di NE che hanno limitato e non poco il gioco di attacco(anche troppe corse risultate improducenti)!cmq di norma chi vince nel football merita rispetto xk niente e’ regalato………

  15. andrea scrive:

    ciao a tutti , a mente fredda e lucida visto le nottate posso dire che green bay hanno tutto dalla loro parte per vincere ,e da quando sono arrivati ai playoff che lo dico ,il secondo touchdown dei falcons avrebbe steso molte squadre loro no , hanno calma di una squadra che sa che può rimontare e nel football vuol dire molto ,ora sotto con i pur meritevoli bears per una finale storica ,brett ha detto di volerli vedere nel gelo di chicago , ma anche a green bay c e , vedremo se i bears hanno giocato o fatto diciamo finta nell ultima giornata ,auguri a tutte due anche se tifo packers. dall altra parte pittsburgh come sempre ,sono la squadra con più possibilità di vittoria in un eventuale superbowl grazie alla loro esperienza per partite secche cariche di tensioni e i jets meritevoli di giocarsi il championship visto gli ultimi 2 anni auguri anche a loro e alle prossime nottate ciao

  16. Max scrive:

    Ciao a tutti, forse non tutti se lo ricordano, ma i Jets hanno battuto 2 volte New England quest’anno. Sono convinto anch’io che ieri sera hanno vinto a sorpresa, ma questa è una grande squadra, il loro limite è Sanchez (sbaglia ancora troppi lanci). Mettete il “sistemista” (rispetto tutte le opinioni, ma uno che vince 3 superbowl in 4 anni non puo’ essere messo in discussione) al posto di Sanchez e viceversa e i Jets vincono il SB, sicuro.

  17. Cero75 scrive:

    Jets, cuginoni che colpaccio!!! me lo sentivo però, a NE hanno cambiato troppo, forse che il Maestro è troppo sicuro di se? Ed i Jets hanno il vento in poppa e soprattutto gli gira tutto bene. Secondo me per gli Steelers non sarà facile anche perchè li ho visti annaspare con Baltimore, in fin dei conti. Chicago, passeggiata ovvio, ma la sfida con GB ha tutto un altro sapore! di antico!

  18. Brett scrive:

    Motivo subito su Brady, spero in maniera sintetica. Il football, e sfido a negare quello che sto per sostenere, è uno sport in cui è IMPOSSIBILE che un solo giocatore possa influenzare le sorti di una intera franchigia, intendo che non si può vincere da soli: ovviamente avere un franchise-QB aiuta ad assicurare stabilità e può facilitare il raggiungimento del successo, ma non basta. Favre, Manning, Marino hanno vinto insieme meno SB di Brady, giusto? Eppure non sono (sono stati) “signal-callers” scarsi direi, anzi sono i primi 3 di quasi tutte le statistiche che un QB può registrare.
    Bill Belichick è un fenomeno. E’ lo Zen Master (Phil Jackson) della NFL a mio avviso. Anzi, Belichick ha anche larghissime competenze manageriali, e nella sua lunghissima permanenza ai Pats ha scaricato (trades e/o cuts) chiunque. Quando dico chiunque intendo chiunque, giocatori fortissimi non propriamente a fine carriera (se volete comincio l’elenco, ma penso che li abbiate ben in mente). Nonostante questo approccio (tutti utili, nessuno, ma proprio nessuno indispensabile) questo è il suo score dal 2001: ’01 11-5 SB Champion; ’02 9-7 (ahi ahi); ’03 14-2 SB Champion; ’04 14-2 SB Champion; ’05 10-6 Divisional; ’06 12-4 AFC Championship; ’07 16-0 SB; ’10 14-2 Divisional.

    Ho saltato il 2008: con Matt Cassel QB per 16 settimane i Patriots hanno chiuso 11-5 mancando i PO per il noto meccanismo NFL (i Chargers 8-8 fecero i PO).
    Ho saltato il 2009: con Brady rientrante e ben lontano dall’essere quello dei 50 TDs i Patriots hanno chiuso 10-6 (vincendo la AFC East) uscendo dai PO al Wild Card.

    I Patriots sono una macchina perfetta. Il SISTEMA PATRIOTS (sul campo e in ufficio) funziona alla perfezione. Brady è un gran giocatore, un vincente, un futuro Hall of Famer, di “SISTEMA” (come lo è stato Troy Aikman). Ovviamente è il mio parere.

    • Lyer scrive:

      Il mio “motiva” era ben lungi dall’essere una critica…sia chiaro…solo un modo per parlare un po e creare una discussione….

    • Brett scrive:

      Certo, non preoccuparti, avevo capito in che modo intendevi.

      • Lyer scrive:

        Anche perchè non è da tanti anni che seguo purtroppo..e quindi è un mio modo per apprendere sempre + cose e + in fretta…e ho iniziato proprio con le gesta di TB..

    • simonmp1 scrive:

      Brett, mi permetto di farti i miei più vivi complimenti!!!!! Io personalmente, non avrei potuto trovare parole più chiare, concise, precise, per esprimere cotanto pensiero. 6 davvero un ottimo commentatore. Buona giornata!!!!

  19. Brett scrive:

    Scusate, sia ben chiaro: non sto sostenendo che i Patriots senza Brady avrebbero comunque vinto sicuramente 3 SB.

  20. baldo scrive:

    Per dare l’idea della forza della difesa dei Jets basta rivedere diverse azioni dove Brady cercava disperatamente, per diversi secondi, un uomo libero e non lo trovava! Sul valore di Sanchez pesa l’abilità di Holmes (altra ricezione stile “SB”) e di Tomlinson

  21. valenba scrive:

    Se Pittsburgh riesce a mettere le mani su Sanchez con continuità nel primo quarto inizieranno ad emergere tutti i limiti del QB dei Jets e la partita prenderà una piega molto favorevole ai miei Steelers. I Jets hanno una squadra stellare…ma il punto debole stà proprio nel ruolo più decisivo del footbal..e a quel punto o Tomlinson ti piazza la partita stellare contro una delle migliori difese su corsa degli ultimi 15 anni oppure si fa buia.

  22. stefano cecio francese scrive:

    povera la mia seattle e povero Mr Hasselbeck, una volta tanto che non combina boiate i ricevitori come al solito nei PO e forse più del solito droppano una marea di palloni. In più se hai la possibilità di intercettare e non lo fai….
    Brava Chicago, io non sarei così severo con Cutler come ho visto sono stati molto severi in queste due stagioni i tifosi di Chicago….c’è chi è stato peggio: Denver con Orton

  23. Max scrive:

    @Brett,
    rispetto la tua opinione, ma qb di sistema per Tom Brady è, a mio parere riduttivo.
    Concordo che un giocatore solo non può far vincere una squadra, ma ogni sistema funziona in virtu’ di certi giocatori. Mi spiego meglio, sono giocatori come Brady, Favre, Aikman, Big Ben, per citarne alcuni, che fanno girare il sistema perchè oltre al talento, possiedono intelligenza sportiva, nervi d’acciaio, doti di leadership che altri qb non hanno. Questi giocatori inoltre sanno trovare motivazioni anche dopo aver vinto tanto (Brady, Aikman). Lo stesso Favre l’anno scorso a 40 anni suonati ha giocato una delle sue migliori stagioni nei Vikings (altro sistema).

  24. Brett scrive:

    @ MAX
    La tua posizione è logica e rispettabile, ma non mi convince pienamente.
    Comincio dalla fine. I Vikings non sono (erano) un “sistema”, ma semplicemente una squadra con immenso talento. Ciò, a mio avviso è confermato da:
    1. Breve durata del “progetto Childress”, conclusosi con il più classico smantellamento; 2. Mancanza assoluta di pianificazione manageriale (l’obiettivo era unicamente un instant team); 3. Incompetenze tecniche del coaching staff (non lo dico io, se giri sul web il giudizio su Childress è tutto meno che lusinghiero).
    Questi sono tutti punti sconosciuti dal “sistema Patriots” o dal “sistema Steelers”.
    Volutamente ho sottolineato l’anno di Cassel (praticamente un rookie). Dai i Colts a Jim Sorgi (se sta ancora ai Colts) e stai sicuro che non chiudono 11-5. I Packers del 2008 (anno dopo il Championship perso) hanno chiuso 6-10 (e non perchè Rodgers ha avuto il classico anno da rookie, basta vedere le statistiche). I Dolphins del dopo Marino, sono mai esistiti?
    Manning e Favre (con pregi e difetti) si sono caricati le franchigie sulle spalle e hanno vinto quando hanno vissuto in un “sistema” (anche se continuo a pensare che Manning negli anni ha usufruito di personale migliore di quello a disposizione di Favre).
    Baltimore avrà cambiato quanti QB dal SB vinto? 5,6…eppure sono sempre lì, nei PO con corsa e difesa, con il “sistema”.
    Sì, Roethlisberger e Brady sono grandi giocatori, ma sono convinto che il “sitema Steelers” e il “sistema Patriots” funzionerebbe (avrebbe funzionato) anche senza di loro, non con medesimi risultati al 100%, ovvio. E per Brady la riprova esiste: è quel 2008 di un Cassel che nel 2009 con i Chiefs ha chiuso 4-12.

    • alessio17 scrive:

      come sempre belle le disamine di brett. ma come sempre su un paio di punti di vista nn concordo. il primo è che brady nn può essere considerato un QB di sistema. considero di sistema big ben e flacco che in quel contesto si esprimono al meglio e nn lo farebbero da nessun’altra parte,cosi come il tanto bistrattato Sanchez è perfetto per questi Jets (nn ci vedo nessuno che ‘calza’ come lui in quell’attacco). Uno come brady che lancia 50 TD in una stagione e viaggia costantemente,o quasi,sopra quota 100 di rating nn può essere considerato al pari dei QB di sistema sopra citati. Riguardo Cassel credo sia decisamente un ottimo Qb (e quest’anno lo dimostra..). sono tifoso chiefs e nel 2009 in quella squadra con Montana come Qb nn credo il record sarebbe stato molto diverso! nell’anno a New England si trovo con una batteria di WR straordinaria e avere in panca in dio indiscusso degli Head Coach aiuta molto. ma un conto è avere cassel e un conto avere sorgi… caro brett,posso provocarti chiedendoti come mai i Jets del discreto rookie (x me ripeto,ottimo QB) Sanchez nel 09 e 10 hanno fatto meglio dei Jets 08 di un Hall of Famer e Qb di otto categorie superiori come Favre?

  25. Brett scrive:

    Ma certo alessio che puoi. Ma la risposta l’hai data tu stesso. Comunque mi offri un assist. Prima delle parole i numeri, che nel caso dei JETS parlano più di ogni altra cosa:

    OFFENSE 2007 JETS (4-12 ANTE FAVRE_MANGINI)
    LG RANK per punti: 25/32
    LG RANK per yds: 26/32
    LG RANK per PASSING yds: 25/32
    LG RANK TDS PASS: 26/32
    LG RANK per RUSHING yds: 19/32
    LG RANK per RUSHING TDS: 30/32

    OFFENSE 2008 JETS (9-7 FAVRE_MANGINI)
    LG RANK per punti: 9/32
    LG RANK per yds: 16/32
    LG RANK per PASSING yds: 16/32
    LG RANK TDS PASS: 11/32
    LG RANK per RUSHING yds: 9/32
    LG RANK per RUSHING TDS: 5/32
    DEFENSE 2008 JETS (9-7 FAVRE)
    LG RANK per punti: 18/32
    LG RANK per yds: 16/32

    OFFENSE 2009 JETS (9-7 POST FAVRE_REX RYAN)
    LG RANK per punti: 17/32
    LG RANK per yds: 20/32
    LG RANK per PASSING yds: 31/32
    LG RANK TDS PASS: 29/32
    LG RANK per RUSHING yds: 1/32
    LG RANK per RUSHING TDS: 3/32
    DEFENSE 2009 JETS (9-7 POST FAVRE)
    LG RANK per punti: 1/32
    LG RANK per yds: 1/32

    Le statistiche sono paurosamente esplicative. Favre dopo 16 anni di WCO (West Coast Offense) si cala in un sistema offensivo sconosciuto che deve apprendere fondamentalmente in meno di un mese (raggiunge i Jets il 18 Agosto). A fine anno le statistiche offensive dei Jets (una squadra che ha chiuso il 2007 4-12) subiscono un netto miglioramento in tutte le voci. Alla week 12 i Jets sono 8-3, primi nella AFC EAST, vincono a casa degli imbattuti Titans e vanno a vincere (dopo anni) a Foxboro: si parla di un possibile SB tra le 2 squadre di NY. Favre si infortuna al bicipite del braccio destro (di lancio), gioca lo stesso, i Jets, finendo 1-4, chiudono comunque 9-7 (4-12 l’anno precedente) non qualificandosi per i PO. Mangini viene licenziato, arriva Rex Ryan, Brett si ritira (ormai è finito si dice), va ai Vikings e arriva ad un passo dal SB. Rex Ryan, odioso come la morte ma bravo allenatore, porta un “sistema”: le statistiche difensive dei Jets migliorano a tal punto da eccellere (primi per punti e yds concesse), mentre quelle offensive peggiorano rispetto all’anno con Favre, tranne quelle relative alle corse che subiscono un netto miglioramento. I Jets di Ryan e Sanchez alla week 15 sono 7-7. Finiranno come detto 9-7 grazie allo scandaloso (per i canoni USA) comportamento
    dei Colts (Week 16) e dei Bengals (week 17). I Colts incontrano in casa i Jets durante la Week 16: sono 14-0 già qualificati per i PO con il seed n.1, tolgono Manning dopo il primo tempo (rinunciando a perseguire la perfect-season) e perdono. I Bengals vanno a NY l’ultima settimana di RS, hanno vinto la AFC NORTH, nulla hanno da chiedere alla partita: giocano praticamente le riserve e i Jets vincono 37-0. I Jets vanno ai PO con il seed n.5 con lo stesso identico record con cui i Jets di Favre si erano classificati al 3°posto della AFC EAST l’anno precedente. I Jets arrivano al Championship.

    I Jets del 2009 e quelli del 2010 hanno raggiunto ottimi risultati, proprio perchè Sanchez ha giocato in un “sistema” perfetto che gli richiede esattamente di fare…nulla. Deve dare la palla ai Rbs e cercare di sbagliare il meno possibile. I Jets vincono così e con
    una difesa MOSTRUOSA.

    • alessio17 scrive:

      appunto brett,proprio per tutto questo il discorso su Cassel nn vale…. Cassel è un buon Qb che quando ha avuto uno squadra buona ha fatto bene. Brady è uno straordinario Qb (come Favre e Manning..) che ha contribuito a portare una franchigia a ‘dominare’ la NFL negli ultimi 10 anni (con alti e bassi ovvi..),mentre Sanchez,Big Ben,Flacco sono perfetti per quel tipo di gioco che applicano le loro franchigie. Qualcuno pensa che uno di questi tre al posto di Cassel nei Chiefs di quest’anno avrebbe migliorato il record di squadra???? io penso di no. tu brett,che ne pensi riguardo la mia ultima questione?

  26. Brett scrive:

    Ma come non vale il discorso su Cassel? L’oggetto non è Cassel, ma è Cassel nei Patriots. Alessio guarda, ho citato Cassel, nel penultimo post, semplicemente per dire che i Patriots senza Brady, ovvero senza il loro faro, hanno comunque chiuso quella stagione in maniera più che positiva. Con Brady magari avrebbero termintato 13-3 anzichè 11-5, ok, sono d’accordo, ma il concetto di fondo non muta. Mettiamola così: Brady è un grande QB (non ai livelli di Manning e Favre per me) che ha avuto la fortuna di giocare in una super-franchigia. Occorre solo capire percentualmente quanto Brady ha reso i Patriots grandi e quanto i Patriots hanno reso Brady vincente. Si è capito che a mio avviso, sulla metaforica bilancia, la franchigia ha pesato più del giocatore.

  27. Max scrive:

    @Brett
    credo che parlare di sistema sia troppo riduttivo. Ho citato i Vikings non a caso. I Vikings non avevano un sistema ne prima ne durante la permanenza di Favre, nonostante ciò l’anno scorso hanno sfiorato il SB, perchè Favre ha portato un valore aggiunto alla squadra. La differenza fra Cassel e Brady è che uno è un buon qb, l’altro è un fuoriclasse che ti permette di rimanere sempre ai vertici (come Manning, Big Ben, Favre ecc..) Il sistema Steelers o Ravens da ottimi risultati, perchè la squadra di base è molto forte, ma per diventare vincente serve un Big Ben. La differenza fra ottimi risultati e vincere un SB è molto sottile e sono sinceremante convinto che al di la del sistema che adotta una squadra se un qb è un fuoriclasse, alla fine si vede. Non credo che se metti Brady o Manning nei Jets o nei Ravens, questi team diventano meno forti, anzi.

  28. Brett scrive:

    Max, perdonami, evidentemente sono così prolisso da non riuscire a farmi capire benissimo. Mettiamola così. Ci sono 2 manager d’azienda (TIZIO e CAIO), entrambi valenti, che vengono assunti da 2 aziende identiche (GAMMA, DELTA). Le 2 aziende tuttavia non producono lo stesso quantitativo di bene annuo: l’azienda GAMMA produce costantemente 6 su una scala di 10, l’azienda DELTA produce costantemente 8 su una scala di 10. TIZIO viene assunto da GAMMA, CAIO da DELTA. TIZIO riesce ad incrementare la produttività della sua azienda facendola arrivare a produrre 10 (+4); anche CAIO fa lo stesso, raggiungendo soglia 10 (+2). Chi ha svolto un lavoro migliore? Chi è riuscito a aumentare di 4 punti la produttività, o chi, partendo da una quota più elevata, l’ha aumentata di 2.
    Nessuno nega il valore di Brady (non sto dicendo che vale Sanchez o Flacco, questo è chiaro, no?), sto dicendo che è stato un valore aggiunto di un sistema eccellente. La sua azienda è una azienda florida per intenderci. Ho specificato 100 volte che probabilmente senza Brady i Patriots non avrebbero vinto così tanto: do a TOM quello che è di TOM, ma TOM non ha mai giocato senza BILL. Evidentemente se devo estremizzare e sintetizzare il concetto, definisco provocatoriamente Brady un QB di sistema. Tutto qui.

  29. Massimiliano scrive:

    Ciao ragazzi, io mi limito a mandare la mia opinione che è la seguente. 4 partite molto belle, anche se Chicago e Green Bay le hanno vinte già nel “primo tempo”. Mi spiace per i Ravens ma Big Ben è diventato mostruoso quando è rientrato dagli spogliatoi. Infine, se non ricordo male Sanchez l’anno scorso era un Rookie … e un rookie che arriva per 2 anni consecutivi al Championship della AFC con una squadra che non l’ha mai vinto non si può che applaudire. Rex certo fa molto e la difesa pure ma Sanchez è da inizio stagione che gioca bene.
    Buone finali di conference a tutti.

  30. solofesta! scrive:

    Finalmente i New York hanno tirato fuori la grinta che da tanto aspettavo!

    Blog da vedere –> SOLOFESTA

  31. Lyer scrive:

    Questo è un forum…si impara molto….l’anno prossimo spero anchio di entrare meglio nel merito delle questioni…

  32. Max scrive:

    @ Brett
    Mi spiego meglio anch’io. Una squadra di football ( e vale per tutti gli sport di squadra) per vincere deve essere completa sia in difesa che in attacco e anche negli special team.
    Definisco squadre di sistema quei team che hanno la capacità di rimanere ad alto livello anche cambiando giocatori, allenatori o tattiche di gioco. Ci sono però delle eccezioni e queste riguardano quei giocatori o allenatori che non possono essere sostituiti perchè eccezionalmente bravi (Brady, Manning, Belichick, Walsh…). Questi fuoriclasse hanno caratteristiche(talento , carattere, intelligenza sportiva, competitività, adattabilità)che farebbero fare un salto di qualità a qualsiasi squadra, indipendentemente dal sistema che adottano. Sanchez e Flacco per dirne 2, sono buoni qb ma non fuoriclasse (almeno non ancora, glielo auguro sono giovani), mettete un qb con caratteristiche di gioco diverse tipo Rodgers, Manning, Big Ben, Brady, Favre nei Jets o nei Ravens e queste squadre diventerebbero più forti. Questi vincono e vogliono vincere ancora, non si accontentano mai, è questo che li rende unici.

    • alessio17 scrive:

      max io amo big ben alla follia,ma nn lo metterei al livello dei top,e leggermente sopra a sanchez e flacco (ovviamente per i 2 Lombardi in mostra in salotto!). tecnicamente nn lo vedo superiore agli altri 2,caratterialmente si. per il resto ti quoto in pieno. tra le 4 franchigie in corsa scegliamo il top Qb,Rb e Wr? io dico Rodgers,Mendenhall e Wallace ( Jennings lo ‘incensano troppo..). datemi le vostre opinioni,ciao a tutti

  33. Max scrive:

    Ciao Alessio,
    a dirti la verità a me Big Ben non mi fa impazzire, ma i risultati parlano per lui. Sono i 2 anelli a metterlo sullo stesso piano di Brady e Manning. Questi ultimi tecnicamente sono migliori, ma lui ha la stessa voglia di vincere e la stessa leadership, doti che hanno solo i grandi. Sanchez è ancora giovane ma dimostra di avere sangue freddo quando conta, il tempo ci dirà se può arrivare a certi livelli. Scelgo Big Ben, ma in questo momento Rodgers gioca alla grande, rb Mendenhall ma occhio al tandem dei Jets, wr Holmes fa delle ricezioni da vero funambolo.
    Ci sbilanciamo su chi vince il SB?
    I Packers battono in finale gli Steelers. Ho un dubbio, se i Jets dovessero battere gli Steelers, allora vincono anche il SB. Dopo aver battuto i Colts, i Pats e gli Steelers (tutti on the road) chi li ferma?

    • alessio17 scrive:

      ciao max. sarò banale ma davvero nn saprei chi scegliere come vincente del SB. pendo leggermente x i packers anche io perche amo rodgers e le secondarie degli impacchettatori e perche li avevo pronosticati a inizio season (come molti tra l’altro…).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...