NBA – Vittorie per Heat, Celtics e Lakers; Phoenix umiliata dai Knicks

Pubblicato: gennaio 8, 2011 da Kevin Di Felice in NBA, NBA News, News

Ritorno a Phoenix vincente per Amare Stoudemire

Boston torna a correre, Miami continua a vincere ed i Lakers infilano la terza vittoria in fila.

New York travolge Phoenix a suon di triple.

Vediamo com’è andata.

SPURS 90, PACERS 87
E alla fine la difesa arrivò. Dopo le brutte sconfitte contro Knicks e Celtics, i nero-argento giocano un super 4° quarto difensivo e rimontano dal -15 di fine 3° periodo per il 30° successo stagionale. Decisivo ancora una volta Manu Ginobili che mette a referto 25 punti ed i due liberi del sorpasso a 15” dal termine. Dopo aver concesso quasi il 65% nel 3° quarto, San Antonio limita i Pacers a soli 12 punti negli ultimi 12’ con un solo canestro dal campo subito. Nella W degli Spurs c’è l’impronta di Hill (16+4+4) e quella di Duncan (15 pts, 15 rebs, 5 blks) mentre ai Pacers non basta la corposa doppia doppia di Hansbrough (23 pts, 12 rebs).

BULLS 99, SIXERS 105
Secondo ko consecutivo per i Chicago Bulls che scivolano cosi al 4° posto della Eastern Conference, superati dai Magic. Buona la prova dei Philadelphia 76ers che dopo un inizio balbettante, cominciano a far vedere cose interessanti. Senza Iguodala, la squadra mostra più equilibrio ed in attacco ha soluzioni più variegate con Meeks autore di 24 punti con 4 triple mentre Lou Williams è sempre di più un fattore (20 pts) uscendo dalla panchina. Phila scappa via sul finire del 3° quarto e riesce a resistere alla rimonta finale dei Bulls, trascinata dal duo Rose-Boozer che mette a referto 58 punti combinati. Per gli ospiti pesa il 3/15 da 3 ed una panchina da soli 19 punti (con due starters a quota 0).

NETS 77, WIZARDS 97
Netta affermazione per i Washington Wizards che sul proprio parquet dimostrano di avere molta più confidenza (0-17 fuori casa…) Tutto inizia e finisce nel 1° quarto quando Wall e soci si costruiscono il vantaggio che riescono agevolmente a mantenere per tutto il match. 30-13, il parziale dei primi 12’ con un attacco che rimane bilanciato (16 punti a testa per Lewis e Young) e con Wall che deposita solo due canestri e chiude con 9 assist (e 0 TO in 34’) a referto. Orrenda la prova dei Nets che tirano il 34% dal campo e inchiodano la loro performance a soli 77 punti segnati. Dopo il game-winner contro i Bulls, Vujacic fa 1/14 al tiro con Lopez e Farmar autori di 14 punti ciascuno.

RAPTORS 102, CELTICS 122
Dopo una pausa fisiologica coincisa con l’infortunio di Garnett, i Boston Celtics sembrano aver ripreso a marciare su alti livelli e la quarta vittoria di fila (16-2 in casa) ne è la testimonianza. Niente da fare per i Raptors che perdono la terza partita su 4 contro Boston e concedono ben 122 punti ed il 57% dal campo e 12/21 da 3. Positiva la prova di Pierce (20 pts) mentre Rondo non replica lo show prodotto contro gli Spurs e si ferma a singola cifra in tutte le voci (9 pts, 4 rebs, 7 asts). Toronto tira il 50% ma subisce il dominio fisico a rimbalzo (43-31) dei Celitcs. 20 punti per DeRozan e 17 di Bargnani con 2 stoppate e 7/15 al tiro per la 14a sconfitta su 19 trasferte giocate.

ROCKETS 95, MAGIC 110
Diventano otto le vittorie consecutive degli Orlando Magic che battono anche i Rockets e volano al terzo posto della Eastern Conference. Gira tutto a meraviglia per la squadra di coach Van Gundy che assiste ad un magnifico terzo quarto (39-21) dei suoi che con un run di 19-5 si accomodano un vantaggio di 19 lunghezze. 6 giocatori in doppia cifra per Orlando con Howard che mette a referto 13 punti ed 11 rimbalzi mentre Richardson e Bass segnano 18 punti a testa. Per Houston è momento difficile con la quarta sconfitta consecutiva che va a minare le piccole certezze costruite in precedenza (8-2 prima delle 4 L). Martin segna più di un punto al minuto (27 in 26’) ma non basta.

JAZZ 99, GRIZZLIES 110
Calo preoccupante per gli Utah Jazz che di fronte a dei Memphis Grizzlies in formissima, subiscono il 2° ko consecutivo con un’altra prestazione da dimenticare. Vittoria sudata ma ottenuta grazie ad un attacco fluido e dinamico con la coppia Gay-Randolph che sta girando alla grande. 54 punti in due con il prodotto di Michigan State che fissa una doppia doppia a 28 punti ed 11 rimbalzi, tirando 10/18 dal campo. Memphis conquista la terza W di fila che la tiene a contatto per un posto nei playoff. Utah perde una infinità di palloni (23) con Williams che chiude a quota 19 punti ma con 4/13 dal campo e 5 TO. Doppia doppia (16+13) con 5 stoppate per Jefferson per una squadra in difficoltà.

TRAILBLAZERS 108, TIMBERWOLVES 101
Altra vittoria per i Portland Trailblazers che espugnano il non impossibile parquet di Minneapolis per l’ottava affermazione esterna della stagione. Protagonisti i soliti sospetti. Wes Matthews e LaMarcus Aldridge. L’ex Jazz fissa il suo nuovo career high a quota 36 segnandone 29 nel primo tempo mentre l’ex Texas naviga sulle straordinarie medie delle ultime 10 gare, mettendo a referto una doppia doppia da 28 punti e 10 rimbalzi. Portland domina (primo tempo chiuso sul +20) e sfrutta le 19 TO dei Wolves che generano ben 25 punti. Per i T-Wolves, c’è la solita gara da urlo di Kevin Love che segna 30 punti con 19 rimbalzi mentre Beasley si ferma a 17 punti con 18 tiri.

HEAT 101, BUCKS 95 ot
Per l’ottavo successo consecutivo, i Miami Heat, facendosi rimontare dal +16, percorrono la rischiosa strada dell’overtime che però si rivela vincente con i Bucks che allungano il match grazie al canestro di Boykins a meno di 2” dal termine del 4° quarto. Nel supplementare Miami concede solo 4 punti e va in fuga con i liberi di James e Arroyo e con un importante canestro dello stesso portoricano che chiude il match con 15 punti a referto. Uno in più di Wade che incappa in una brutta prova da 14 punti e 4/19 dal campo. Meglio Lebron James che ne infila 26 con 10 rimbalzi, 5 assist e 6 recuperi per la 20a vittoria delle ultime 21 giocate. Milwaukee, trascinata da un Douglas-Roberts da 30 punti e 4 stoppate paga le troppe palle perse (23). Bogut sbaglia 13 dei 17 tiri tentati ma chiude la sua gara con 27 rimbalzi.

KNICKS 121, SUNS 96
Tutto (troppo) facile per i New York Knicks che travolgono i Phoenix Suns sul proprio parquet condannandoli ad una sconfitta che apre ufficialmente la crisi in Arizona. L’esecuzione in attacco dei Knicks di D’Antoni fa partire il viaggio dei ricordi ai tifosi dei Suns ma che determina allo stesso tempo un dominio imbarazzante verso metà 3° quarto con New York che grazie ad un parziale di 11-0 vola sul +20 grazie alle triple di Felton e Williams. La forbice si allarga ulteriormente e tocca le 34 lunghezze di vantaggio a metà 4° periodo con l’ennesima tripla targata Knicks & Williams. Finisce con un blow-out con 23 punti a testa per Stoudemire e Felton e con Williams che infila 4 delle 17 triple di NY. Phoenix riesce nella infausta impresa di subire un passivo di -25 (34-59) a rimbalzo…dai Knicks e chiude con il 42% dal campo ed una sconfitta che lascerà strascichi.

HORNETS 97, LAKERS 101
Vittoria sofferta ma meritata per i Los Angeles Lakers che devono lottare fino all’ultimo contro dei buoni ma non irresistibili Hornets. Nel 4° quarto, la tripla di Odom spedisce i Lakers sul +10 con 8’ sul cronometro. Da quel momento inizia la lenta ma inesorabile rincorsa di New Orleans che arriva fino al -3 con la tripla di un positivo Marco Belinelli (17 pts, 3/4 da 3). Coach Williams ci crede ma viene subito smentito da due canestri in fila di Bryant e dalla palla persa di Okafor. West con un gioco da 3 punti riporta a -4 i suoi ma la giostra dei liberi (con qualche patema) dice Lakers. Bryant chiude a quota 25 punti con 10/19 dal campo, 4 assist ed un solo rimbalzo mentre Gasol va vicino alla tripla doppia con una prova da 21 punti, 13 rimbalzi e 7 assist. Per gli ospiti, doppie doppie per West (23+12) e Okafor (13+13) con Paul che si prende solo 6 tiri, smistando 10 assist.

CAVALIERS 98, WARRIORS 116
Facile successo per i Golden State Warriors che approfittano della crisi ormai latente dei Cavaliers per conquistare la 15a vittoria stagionale. Partita dominata con un primo tempo chiuso sul +14 ed un controllo totale tecnico ed emozionale del match. Monta Ellis è il protagonista con una perfomance da 32 punti, 10 assist e con 4/5 da 3. Superano quota 20 anche Lee (10/16, 14 rebs, 5 asts) e Dorell Wright che legittima ancora una volta la sua candidatura a MIP (20 pts, 7/18). Per i Cavaliers arriva un’altra sconfitta di una stagione abbastanza desolante. Mo Williams ne infila 16 con 7 assist ma chiude il match con -25 punti di plus/minus. Pesante anche il 66% ai liberi (24/36).

———————————————————————————————————————————————-

TOP 3 of the night.

1) Wes MATTHEWS (POR) – Roy è il dogma di questa franchigia ma l’ex Jazz non lo sta facendo certo rimpiangere. Career high (36), 7 triple in 2 quarti. Con Aldridge, sta guidando la rinascita dei Blazers.

2) Otis SMITH (ORL) – Il gm dei Magic deve aver fatto la magata con l’ultima trade. Sul fronte Orlando: 8 vittorie di fila. Sul fronte Phoenix: 2-8 nelle ultime 10 e sculacciata subita a domicilio dai Knicks.

3) Shawne WILLIAMS (NYK) – L’uomo in più per Mike D’Antoni. In assenza di Gallinari, c’è il prodotto di Memphis che garantisce punti (15), rimbalzi (7), triple (4) e recuperi (3).

commenti
  1. bodiroga scrive:

    Sasi

    Ti rispondo alla domanda che mi hai fatto nel post di ieri.

    Un parere su Darren Collison e Al Farouq Aminu.

    Darren Collison ha avuto un impatto molto positivo nella lega, merito del quadriennio completato a UCLA, ma merito anche di aver saputo attendere il proprio momento. Quando sei un rookie e parti come backup di uno dei migliori play della lega, è difficile sfruttare i pochi minuti che ti vengono concessi. Per sua fortuna Paul si è infortunato ed è riuscito a prendere in mano la squadra con indubbia maturità cestistica. Il giocatore è già fatto e finito, non credo diventi un playmaker del calibro di Paul Williams Rose Rondo Wall ecc…però si costruirà la sua bella carriera NBA, magari anche in un contesto vincente e carica di soddisfazioni.

    Aminu per me forte, o meglio, è in possesso di un talento fisico che può portarlo a contribuire alla crescita dei Clippers nel giro di breve tempo.
    Tira discretamente da fuori, fatica ancora a costruirsi un tiro, ma va a rimbalzo e ha il fisico per diventare un buon difensore.
    Gioca poco, è vero, però se rapportiamo le sue stats ad un utilizzo di almeno 36 minuti ne vien fuori un bel 13,5 Pt 7,5 rimbalzi.
    Adesso deve soffrire un pò, perchè Ryan Gomes non sta giocando male.

  2. inyourweis scrive:

    Se di una cosa ero sicuro, era che i Suns in qualche modo fossero più forti dopo la trade…si è visto. Ultimo posto P.O. che si allontana, totale inconsistenza, e stanotte pure la vendetta dell’ex

    Miami orrenda, ho visto la partita e sembravano quelli di 1 mese fa, isolamenti a go-go, pochissima circolazione di palla in attacco, molte forzature (specie da D-Wade), tendenza ad incasinarsi da soli. Ma è sintomo di una grande squadra aver comunque vinto, W che fa classifica e morale

    Idem per gli Spurs, orrendi, ma che alla fine vincono uguale. Anche se i 2 tiri liberi del sorpasso mi sembrano, molto, mooolto dubbi…sui Pacers, davvero nn capisco l’uso che viene fatto di Hansbrough…io davo per scontato che quest’anno fosse lui il 4 titolare. Insomma, la NBA nn è la NCAA, ma secondo me il ragazzo ha grinta, fisicità, capacità di segnare in molti modi nei pressi del canestro, tendenza a nn sparire…lo vedevo perfetto accanto ad Hibbert, al contrario molto più “morbido” e tecnico

    Invece per tutta la stagione è partito dalla panca (ed a volte neanche da quella), a favore di un giocatore molto grintoso ma molto limitato come McRoberts (che invece vedrei bene come guastatore dalla panca)…boh

    Gallo

    Mica puoi raccontare le cose come ti gira…rispetto a ieri: io nn ho vinto riguardo ad LBJ, e tu nn hai “vinto” riguardo ad Odom. Nell’estate 2009, io nn ho mai detto che Lamar nn potesse rimanere ai Lakers, dicevo solo che, avendo appena vinto un titolo ad L.A., nn ci avrei trovato nulla di strano se avesse deciso di andare verso un altro team che gli desse uno spot da titolare e qualche soldo in più. Nn mi pare una bestialità

    Riguardo LBJ, sicuro nn ho vinto, io a differenza tua davo per scontato che lasciasse i Cavs, ed in questo ho avuto ragione, ma davo ancora più per scontato che mai e poi mai sarebbe finito agli Heat, e l’ho sostenuto fino al giorno stesso di “the decision”

  3. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Circa il fallo subito da Ginobili: a me sembrava una toppa normalissima, col corpo non lo sfiora neanche e la mano mi sembra vada a finire sulla palla… Per me è una chiamata del cazzo e adesso dai, iniziate a dire che sono soltanto un rosicone che tifa Lakers e che odia San Antonio e Ginobili, e non che forse, a prescindere dal tifo, è stato chiamato un fallo che non avrebbero fischiato manco ai tempi del Giovedì nero…

  4. The Mailman "Ziggy" scrive:

    in your weis

    Per la “partitella romana” io sarei sempre in dubbio, dato una condizione fisica estremamente precaria, e comunque non penso che siamo così tanti da poter organizzare qualcosa di buono

  5. calabrone66 scrive:

    La sorpresa della notte, viene da Boston.Chiaramente non per il risultato di una partita,in cui i Celtics hanno disposto in lungo e in largo di derelitti Raptors.Ma per la prestazione di Luke Harangody.Quante scelte col numero 52, sono in grado di concludere una partita in doppia doppia,con 17 punti e 11 rimbalzi all’attivo?Questa mi sembra l’ennesima magata di un GM come Ainge.Abituato a lavorare in silenzio e a scovare buoni giocatori dal nulla.Ripeto, la partita non è mai esistita.Ma questo ragazzo, sbuffa, lotta , corre e fa a sportellate, senza tirarsi mai indietro.Una pietra da sgrezzare.Ma con il suo impegno e il lavoro certosino di Rivers, i Celtics potranno tirarne fuori un buon giocatore, che potrà rivelarsi, in un futuro nemmeno troppo lontano, una pedina importante nello scacchiere tattico dei Greens.

    Per il resto, importante vittoria degli Spurs, che la sfangano in un campo non facile, con un ultimo quarto da antologia, in cui Duncan e Ginobili serrano le fila.E per i Bucks cala il buio.Ancora una volta , ottima la prova di Hill.Gli Spurs sono squadra cazzuta e quadrata.E saranno pericolosissimi fino alla fine.Infortuni permettendo.

    I Bulls, malgrado le grandi prove di Rose e Boozer, le beccano da Phillie, in cui l’assenza di Iguodala, viene compensata da un ottimo Williams e dalle triple di Meeks.

    In ultimo, Suns in caduta libera.Credevo che la trade li avesse rafforzati, e invece…certo che cominciare la partita senza lunghi è quanto meno difficile da capire..

  6. Giulio scrive:

    BARGNANI

    Sbriciolato contro una vera squadra, come era facilmente immaginabile…Anzi a dirla tutta l’avevo già detto ieri…Niente da ripetere, il mio pensiero rimane lo stesso: potenzialità da all star, attualmente si limita a fare il suo e nulla di più…L’mvp spero lo vinca Dirk, ma il premio MOZZARELLA dell’anno lo vince lui a mani basse!

    MIAMI – BUCKS

    Questi Bucks mi piacciono sempre di più, sono due anni che insisto dicendo che sono una bella squadra, Scott Skiles è un grande allenatore…Sono giovani e devono crescere, ma hanno delle basi solidissime già da adesso…Bogut 27 rimbalzi per esempio! Per quanto riguarda Miami per me sempre quello è il discorso: con questa squadra non si vince anche ai playoff, di certo non contro Boston! Comunque giocano troppo, ok l’OT, ma sono sempre sopra i 33 minuti i 3 amigos, altra cosa che ai playoff peserà (nessuno di Boston se non sbaglio ha superato i 30 minuti contro gli imbattibili Raptors di quel fenomeno contro le squadrette di Bargnani)…Chiudo con una postilla: Miami a momenti perdeva la partita per colpa di Arroyo! Questo è scandaloso, come si fa a tenerlo in campo con Chalmers e Miller in panca (che non ho idea del perchè non giochi)??? Spero Spoelstra si svegli

    KNICKS

    Grande vittoria questa notte contro i non più irresistibili Suns, che penso sia ufficiale sono nel baratro: si dia inizio alla trade, Nash compreso, perchè è finita un’era, con questa squadra non combineranno niente! Knicks che giocano alla grande, tanto di cappello a D’Antoni per S-Will che il suo lavoro lo sta facendo ma la vera notizia è che visto l’andazzo della partita Mike ha allargato le rotazioni…

  7. La Verità scrive:

    Giulio

    Mike Miller non gioca perché deve ancora recuperare totalmente dall’infortunio. Coach Spo lo porta sempre in panca, però lo fa giocare poco in vista dei Playoff. Credo che Miller avrà ampio minutaggio superate le 55-60 partite.

  8. tifosoknicks scrive:

    stanotte ho fatto 8/11 con i pronostici,gli spurs e gli heat hanno vinto a fatica e i bulls hanno perso contro i sixers,posso ritenermi soddisfatto :-)
    vittoria schiacciante in arizona,quell’oggetto misterioso che si chiama shawne williams ha trovato la sua dimensione alla panca.
    stoudemire era un giocatore fondamentale per i suns,e lo stiamo vedendo,si sono sempre tessute le lodi a nash(giustamente),però pure a nash faceva comodo avere un lungo di quel calbro,si sottovaluta troppo una cosa fondamentale per un lungo,la ricezione,amare è un maestro in questo,trova sempre il modo di cordinarsi quando riceve e non è cosa da poco.

  9. La Verità scrive:

    Vedendo i Blazers continuo a pensare che questi con Oden e Roy in piena forma sono da anellone a giugno…

  10. 8gld scrive:

    Bravo Smart nelle rotazioni(discorso che non nasce dalla partita di questa notte). Ennesima prestazione di spessore di D. Wright. Il quintetto c’è. Curioso della prossima contro i Clippers del fenomeno Griffin.

    Bene Portland così come Matthews.

    @inyourweis:
    Concordo sul discorso Pacers e, soprattutto, Hansbrough. Almeno dargli continuità.
    Ma, personalmente, rimango dell’idea che il problema nell’Indiana è il coach.

  11. tifosoknicks scrive:

    dai ragazzi non sono tifoso di bargnani,però basta con il termine mozzarella,la parola la può dire solo chi l’ha inventata(brazzz) :-)
    non vedo perchè rimarcare sempre sta cosa,non ha giocato bene,stop.
    e qui ti possono testimoniare che sono uno tra quelli che ha criticato bargnani molte volte quando se lo meritava.

    • nbaitalia.net scrive:

      bargnani non sarà una mozzarella, ma fa arrabbiare il fatto che abbia grandissime potenzialità che non sfrutta sia in attacco, ma soprattutto in difesa: il fatto che eviti ogni qual tipo di contatto fa capire quale sia il suo approccio: non dico che deva diventare un duro alla oakley..è riuscito a fare bella figura soltanto contro dunleavy..dagli altri le ha sempre prese

  12. Big Shot Rob scrive:

    Mozzarella dell’anno??? Ok bargnani non sarà mai la prima opzione offensiva di una squadra da titolo ma per non è essere trattato come la più grande merda della storia che cosa deve fare? Ok prende pochi rimbalzi e non ha esattamente la cattiveria e i fondamentali difensivi di rodman pero resta comunque uno dei primi 20 e sottolineo 20 realizzatori della lega, numeri alla mano. Stanotte ha giocato contro una delle migliori difese NBA e se l’è dovuta vedere con gente come Davis e i due O’Neal e ha messo sempre 17 punti con percentuali discrete. Ok non è stata la partita della vita ma nemmeno una da buttare. Se ad inizio stagione vi aspettavate che sarebbe riuscito a condurre i Raptors ai playoff mi sa che vi siete sbagliati. Non sarà mai il go to guy di una contender ma non è nemmeno quello scarto per il quale molto spesso passa in questo forum

  13. tifosoknicks scrive:

    anch’io pensavo già da quest anno uno come hansbrough giocasse con continuità,lo trovavo perfetto accanto ad hibbert,ha pure quel tiro dai 4-5m molto buono,poi gioca ad un’intensità pazzesca

  14. michele scrive:

    calabrone, rivendico il merito di aver detto già la settimana scorsa: attenti a luke, ci darà grandi soddisfazioni eheheeh!

    contento anche per le belle prestazioni di tony allen a memphis.

  15. Big Shot Rob scrive:

    Ho appena letto che Tony Allen e Mayo sarebbero arrivati alle mani per dei soldi che l’ex celtics doveva ad O. J.

    • Alessio scrive:

      io la sapevo al contrario ma cambia poco, se non che i grizzlies hanno deciso di vietare qualunque gioco con soldi ai propri giocatori…

  16. La Verità scrive:

    Bargnani non gioca con grinta e convinzione perché non ha stimoli, giocare in una squadra di basso livello come Toronto non ti spinge certamente a dare il massimo perché si sa già che ai Playoff non ci arriveranno. Sono d’accordo con chi dice che Bargnani non sarà mai il go-to-guy di una squadra da titolo, però io Andrea lo voglio vedere in una squadra competitiva, non in quel letamaio canadese

  17. Giulio scrive:

    Domanda: SAPETE LEGGERE?

    Non ho detto che Bargnani è il peggior giocatore della lega, ho detto semplicemente che si limita a fare il suo e nulla di più, quando se avesse le palle sarebbe un altro tipo di giocatore (alla Dirk)…Troppo comodo esaltarlo quando fa 25 punti CONTRO I CAVS e non parlarne quando fa 17 contro una squadra vera contro Boston! Da italiano sarò sempre suo tifoso, ma 17 punti con 5 rimbalzi non mi pare una buona partita da parte del Mago…Non mettiamo parole in bocca che non sono state dette, nessuno pensava che il Mago potesse portare Toronto ai playoff per due ragioni, primo perchè è una mozzarella, secondo perchè manca il resto della squadra…

    Detto questo Bargnani rimane una costante delusione a mio modo di vedere, qualcuno diceva che tornando indietro prenderebbe Aldridge come prima scelta…Io invece riprenderei il Mago, perchè a livello di talento gli da una giostra a Aldridge…Potenzialmente tra i due non c’è storia, Aldridge è un gran giocatore, ma Bargnani se avesse espresso tutte le sue potenzialità sappiamo tutti che sarebbe un all star…Tuttavia Aldridge, pur non essendo progredito del tutto come ci si aspettava, sta facendo una bella carriera, soprattutto nell’ultimo mese per quanto mi riguarda gioca da all star…E voi di Bargnani vi accontentate di un “tra i primi venti realizzatori della lega”? In una squadra in cui è la prima soluzione offensiva e in cui fa solo quello, perchè rimbalzi li prende solo se gli arrivano tra le braccia, difesa non sa cosa significa, cosa vi aspettavate, che sbagliasse pure tutti i tiri che riceve? Se cosi fosse sarebbe già stato rispedito in Europa

    Probabilmente fosse in un’altra franchigia, da secondo violino, giocando da 4, con un allenatore con le palle, staremmo parlando di un altro giocatore…Ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte, Bargnani gioca a Toronto e non gioca male, ma di certo non gioca neanche bene…FA I SUOI COMPITINI E NULLA DI PIU’, personalmente ora come ora lo ritengo un giocatore mediocre…Per i romani che a breve mi insulteranno: sappiate che sono tifoso Benetton, quindi il Mago lo tifavo ancor prima che arrivasse in NBA

  18. tifosoknicks scrive:

    ora insomma che bargnani dia delle piste ad aldridge riguardo a talento non ne sono sicuro

  19. GiangioTheGlide scrive:

    Ah Giulio
    guarda che le parole sono importanti.
    SBRICIOLATO???
    Guarda che Cristo non è morto di freddo…
    Quella pippa di Bargnani viaggia, in stagione più che positiva, a 21+6+2, circa…con35 minuti e meno di 1 stoppata e recupero a partita…
    Ieri, in casa Celtics, miglior difesa Nba per punti e rimbalzi concessi e sono 16-2 in casa, la mozzarella ha fatto 17+5+3 in 35 minuti +2 steals e e stoppate…
    Se ieri Bargnani è stato SBRICIOLATO giocando in casa dei Celtics, allora ieri Howard che figura ha fatto in casa contro i temibilissimi ROckets di Jordan Hill come centro???

  20. GiangioTheGlide scrive:

    Ah,
    dimenticavo.
    Sempre quella mozzarella romana
    il 21 novembre 2010 contro una squadra con la maglia verde e che aveva in quintetto uno che mi sembra si chimi Kevin Garnett, ma non so bene se sia un buon giocatore, non lo conosco…ne ha messi 29, portanto i Raptors alla vittoria…

  21. Big Shot Rob scrive:

    Giulio
    Ovviamente le mie erano esagerazioni. Nessuno si aspettava i raps ai playoff guidati dal mago.
    Tu mi dici che si limita fare il compitino ma ripeto 17 punti contro i celtics reggendo tutto il peso offensivo della front line in attacco ( perché tanto per dirne due evans e johnson non sono nemmeno in grado di allacciarsi i lacci nella metà campo offensiva) no sono tantissimi ma nemmeno pochi. Sul discorso aldridge io dico di fare a cambio. Nel 2006 il mago a Portland e lamarcus a Toronto. Non dico che bargnani oggi sarebbe forte com l’aldridge di adesso ma sarebbe venuto fuori un giocatore molto più completo, questo sicuro

  22. Giulio scrive:

    Niente…Non vi entra in testa il discorso BARGNANI NON HO MAI DETTO CHE E’ UN BROCCO, MA CHE SI LIMITA A FARE IL SUO E NULLA DI PIU’ QUANDO AVREBBE ALTRE CAPACITA’…Ecco perchè lo reputo attualmente un giocatore mediocre…

    Se avete visto la partita vi sarete accorti che i Celtics sembrava stessero giocando al campetto: quindi Bargnani è stato “sbriciolato” e alla grande a mio modo di vedere…Dimentico sempre che per voi è un all star appena fa 25 punti contro quei fenomeni dei Cavs!

    Con questo passo e chiudo, non sarò io in grado di spiegarmi, ma il concetto evidentemente non vi entra in testa, quindi inutile scrivere sempre le stesse cose…

    • GiangioTheGlide scrive:

      Ma neanche a te ti entrano in testa i nostri ragionamenti, mi sembra!
      Poi dire che Aldridge ha meno talento di Bargnani…mah, ho dei seri dubbi, e non perché sono tifoso di Portland…
      Prima di tutto è un atleta nettamente migliore, LaMarcus spesso è un terminale offensivo anche in contropiede e salta quasi come una guardia, senza esagerare. Poi fino all’anno scorso tirava solo da fuori, quest’anno non ci tira quasi mai…Ieri giocava contro Love e un’altra doppia doppia sontuosa, e Portland non è Toronto, ieri, ad esempio, Matthews 36 punti e Miller 16+10…
      Secondo me Bargnani non ha nemmeno il talento per essere stato una prima scelta assoluta.

      • mirco di uboldo scrive:

        concordo con l’ultima frase del giangio (come sempre, tra l’altro)… o si mette a lavorare seriamente, ma seriamente, oppure non era una prima scelta assoluta… non mi sembra ci sia molto da discutere, il potenziale c’era, ma penso che anche kwame brown avesse un buon potenziale, ma poi senza il duro lavoro sappiamo come è finita… NON sto paragonando il mago a brown se non per il lavorare duro sui rispettivi punti deboli, che mi sembra non sia proprio al top, anche se andrea ha ancora molto tempo, però sti cazzo di passi avanti li deve fare… in cosa è seriamente migliorato da quando è entrato in nba? tira meglio, ma non era scarso, ha solo avuto un pò più di responsabilità (e di tiri…), ma in difesa, sul tagliafuori, a rimbalzo, è migliorato o no? se si bene, ma è innegabile che abbia ancora ampi margini, se no che cazzo ci sta a fare in nba, se non per diventare un forte giocatore nel miglior campionato del mondo? ai posteri l’ardua sentenza…

  23. Giulio scrive:

    BIG SHOT

    300% d’accordo…L’ho scritto anch’io in un post di prima…Ciò non toglie che Bargnani giochi mediocramente a Toronto…Purtroppo

  24. La Verità scrive:

    Giulio

    Io non sono un fan di Bargnani, anche a me fa girare le scatole vederlo giocare con quella inconsistenza, però non credo sia giusto dire che sia giusto dire che sia un giocatore mediocre. A livello di 7 piedi non esistono giocatori con i movimenti di Bargnani in fase offensiva, in certe occasioni è davvero uno dei giocatori più immarcabili in NBA.

    Non c’entra niente, però Bargnani nelle ultime partite in nazionale che ha giocato in estate mi sembra che i 10 rimbalzi di media li abbia raggiunti e in difesa mi era parso più cattivello. E le partite che giocava con l’Italia in agosto erano importanti dato che era il girone di qualificazione per gli Europei

  25. tifosoknicks scrive:

    e ti pareva che non si finisse a parlare di bargnani…

  26. tifosoknicks scrive:

    wes matthews non pensavo potesse diventare questo tipo di giocatore,sta giocando alla grande quest anno

    • GiangioTheGlide scrive:

      Neanche IO
      Ma sono veramente contento!!!!:-)
      E devo dire che per una volta abbiamo azzeccato un “acquisto” con i fiocchi!!

  27. Giulio scrive:

    Tifoso Knicks

    Qual’è il problema se si vuole parlare di Bargnani? Non ti va? Non leggere e commenta su ciò che vuoi…Se agli altri va, lascia che ne parlino, meglio che finire a parlare di Kobe – LeBron – Wade o di Boston vs Lakers

  28. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    se iniziano a vincere anche quando il duo gli fa 12/42 dal campo,allora…

    12esima vittoria consecutiva in trasferta,niente male per una squadra che fino a qualche settimana fa veniva addirittura vista da qualcuno come un team che avrebbe faticato a fare i playoff…

    se qui vogliamo vedere un orchestra perfetta offensivamente parlando,tipo le migliori versioni dei celtics e dei lakers viste in quest’ultimi anni ,allora si rischia di rimanare delusi.
    questa squadra in attacco vive di individualità,sempre un rischio quando sei in un contesto di squadra,però è anche vero che nessun’altra squadra oggi in nba si può permettere di avere due giocatori in campo contemporaneamente così devastanti nell’uno contro uno.
    quindi,il tutto dovrebbe compensare un gioco di squadra non proprio da manuale del basket…

    chiaro che la difesa è fino a questo momento il punto di forza di questa squadra.
    questa sì,ben organizzata,anche perchè al contrario del loro attacco,difensivamente parlando wade e lebron sembrano più in sintonia con gli altri compagni.
    ieri leggevo che lebron oggi non può essere giudicato il miglior difensore di questa lega.
    mah!
    se dobbiamo darlo ad uno “stopper”,mai e poi mai lo darei a lui.
    se lo dobbiamo dare ad un “battitore” libero che ti migliora l’intero meccanismo,allora non vedo di meglio oggi come oggi in questa lega,sicuro se parliamo di esterni,ma direi in assoluto.
    come difensore di squadra,può benissimo essere considerato il pippen di wade…

    vittoria sofferta in casa gialloviola,ma mai come in questo periodo conta solo la quantità più che la qualità per kobe e compagni.
    bene il trio di lunghi,super gasol,benissimo kobe,ma bene soprattutto il minutaggio,distribuito perfettamente.
    certo sarebbe anche ora che i vari fisher,blake,barnes e artest incominciassero a svegliarsi e a giocare con una certa continuità di rendimento…

    bella “rivincita” per stoudemire.
    questa gara rispecchia la stagione che stanno vivendo le due squadre.
    i knicks finalmente sembrano una squadra vera,questa cosa è positiva soprattutto in prospettiva,anche perchè solo con un progetto serio puoi convincere certi tipi di giocatori,questo anche se ti chiami knicks e giochi a new york.
    dall’altra parte,ormai i suns sembrano finiti.
    questo crollo improvviso dovrebbe far riflettere tutte le squadre della western conference ad eccezione dei lakers.
    ovvero,se una squadra del genere passa in una sola stagione dall’essere la finalista della western conference al non essere più una squadra da playoff,vuol dire che in questa conference ad altissimi livelli qualcosa non quadra.
    il tutto non può essere giustificato solo dalla partenza di uno stoudemire…

    continuo a pensare che se la western conference “aspira” a vincere un altro titolo,allora sarebbe bene che a sfidare delle possibi rivali come celtics o heat ci andassero di nuovo i lakers,altrimenti,come una nota pubblicità:
    no lakers?no party!…

  29. tifosoknicks scrive:

    giulio

    infatti non mi va di parlarne…

  30. Big Shot Rob scrive:

    Tifoso
    Mi sbaglio o qualche tempo fa dicesti che volevi andare a vedere una partita al madison square garden? Poi sei riuscito a prendere i biglietti?

  31. tifosoknicks scrive:

    big shot
    no,non li ho presi,ho avuto dei problemi economici,mi sa che andrò a ny la prox stagione nba.
    te vai a ny?

  32. Mamba scrive:

    Per dire che siamo usciti dalla crisi aspetto la partita di domani con NY, squadra in palla che ha tutte le carte in regola per metterci in difficoltà, bene le nostre torri e Bryant che ha superato Robertson portandosi al nono posto all time tra gli scorer ma le sue dichiarazioni sul ginocchio mi hanno lasciato un pò perplesso e preoccupato, mi sembra si tratti dello stesso problema di Roy.

  33. allanhouston20 scrive:

    quando vedo che i knicks vincono in trasferta giocando discretamente (senza il Gallo) con Raymondo che gira bene e gli altri che fanno il loro (Shawne Williams genialata di Mike prenderlo e farlo tirare da fuori) direi che sono soddisfatto: non andremo in finale ma almeno una serie play-off alla morte ce la giocheremo e visti i 3-4 anni precedenti..tutto di positivo.
    Poi a ovest simpatizzo per i Grizz che stanno ingranando e spero prendano un lungo di riserva e arrivino alla post season

  34. Big Shot Rob scrive:

    Si dovrei andare a vedere knicks Utah jazz pero non sono ancora certo perché già ho speso un capitale per prendere i biglietti di heat-lakers e ovviamente per il viaggio. I costi non sono proibitivi perlomeno. Si parte da 27$

  35. tifosoknicks scrive:

    giochiamo meglio senza gallinari :D
    scherzo ovviamente

  36. tifosoknicks scrive:

    tanta roba heat-lakers!
    ma i biglietti dove li prendi?

  37. Big Shot Rob scrive:

    Guarda basta che vai su google e digiti tickets e il nome della squadra che t’interessa. Basta che scegli uno dei primi siti. I biglietti poi ti arrivano subito. li ho prenotati verso novembre e dopo un paio di settimane già li avevo a casa. L’unica cosa negativa sono le spese di spedizione

  38. tifosoknicks scrive:

    big shot rob

    scusa se ti rompo i coglioni,un ultima domanda
    ma c’è un’ampia possibilità di scelta riguardo ai posti?

  39. Big Shot Rob scrive:

    Tifoso
    Non ti preoccupare nessun disturbo. In teoria c’è parecchia scelta si pero di pende quanto vuoi spendere. Nel senso che i prezzi oscillano in una maniera assurda. Per intenderci i prezzi per knicks jazz vanno da 27 a oltre 9000$, però con 120$ si riescono a prendere dei posti decenti. Poi ovviamente dipende tutto dalla partita e dalla squadra. Ti dico solo che per la partita a Miami si parte da 220$.

  40. bodiroga scrive:

    Mamba

    Per favore, potresti postare il link dell’intervista di Kobe…Grazie!!!

  41. bodiroga scrive:

    Grazie Mille!!!

  42. bodiroga scrive:

    Il problema di Kobe è serio, a questo punto, eviterei i back to back, anche a costo di avere un record inferiore, però i destini dei Lakers passano da Kobe, avere il Mamba sano ai playoff vale più di avere il fattore campo a favore.

  43. the magican scrive:

    O sono stato sfortunato, oppure in Florida c’è un posto dove si gioca un basket di nuovo PARADISIACO, e un altro dove si gioca a un altro sport.

    Vista la partita degli Heat, ma ragazzi il basket è un’altra cosa diamine!

    Non hanno un gioco in attacco che sia uno, vivono sulle invenzioni di James e Wade (ho detto poco…..lo so…), ma in ottica play-off scommetto tutto il mio conto in banca che a Giugno sono davanti alla TV. Isolamenti…isolamenti…isolamenti….ma che gioco è???

    Ora non voglio sempre lodare il mio SVG ma provate a guardare le partite dei Magic, ha costruito intorno ai nuovi uomini una squadra nuova, raddoppiando i possessi e, come dicevo 3 settimane fa quando affermavo che abbiamo forse il miglior attacco della NBA, eccolo servito.

    A Miami Spolestra non lavora, voglio dire: mi spiegate qual’è il gameplay degli heat?

    Non ha costruito un gioco, niente di niente.

    Ottima difesa, e poi in attacco si vive di invenzioni. Mi sembra una storia già vista in quel di Cleveland, la differenza la fa un Wade in più.

    Se permettete, L.A, BOS, ORL, S.A giocano a basket: se vince a fine anno una di queste sono ben contento per lo sport (ORL meglio:-))…ma se vincono gli Heat si deve riscrivere il concetto del basket: 3 fuoriclasse in un team, BASTA.
    Chi li prende vince, allora non ha più senso nulla….non si può definire una squadra, non si può definire nulla, ripeto, per la mia visione dello sport e del basket, ORRIBILE.

  44. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    situazione western conference…

    conference pazza,cambia tutto in pochissimo tempo.
    sembrava l’anno dei jazz,ottimo inizio,vittorie convincenti su parquet complicati,per una squadra che storicamente in trasferta ha sempre fatto fatica.
    ed invece oggi sembrano i soliti jazz.
    a williams manca sempre quel giocatore che deve stare per valori in mezzo tra lui e un millsap o un jefferson…

    situazione molto simile per gli hornets.
    a me west piace come giocatore,però comincio ad avere il dubbio che lui non possa essere la seconda opzione di una squadra che punta a vincere il titolo,nonostante nel 2008 lasciò ottime sensazioni da questo punto di vista…

    sugli spurs,ho già detto molto i giorni precedenti,quindi mi fermo qui.
    i mavs sappiamo tutti che sono capaci di grandi numeri,ma fino a che punto?
    certo,l’infortunio a butler non ci voleva,ma realmente potrà essere un alibi in caso di ennesimo fallimento?

    suns scomparsi.
    non avranno più stoudemire,non avranno più lo stesso entusiasmo della scorsa stagione,ma resta lo stesso un piccolo mistero pensare a come si sia ridotta una squadra che lo scorso anno raggiunse anche abbastanza agevolmente la finale di conference…

    blazers.
    in sintesi, giusto dire che questi sembrano trasformarsi positivamente nei momenti di difficoltà,ma
    quando invece le cose sembrano indirizzate nel verso giusto allora inspiegabilmente loro si fermano.
    a mio avviso sono fin troppo bravi a mascherare il fallimento oden,in realtà penso che per loro sia una batosta non indifferente.
    doveva essere il loro salvatore,invece fino ad oggi è sembrato il loro incubo,mazzata tremenda…

    nuggets.
    squadra morta che cammina.
    mi dispiace,soprattutto perchè pensavo che potessero dare ancora molto,quindi,ripetersi ai livelli del 2009.
    invece il caso melo è stato gestito male.
    ormai sembrano una squadra finita, che resta ancora per poco competitiva prima di iniziare il processo di rifondazione.
    sembrano i suns,con la differenza che melo ha 10 anni in meno di nash,quindi chiudere così,fossi un tifoso nuggets,brucerebbe e non poco…

    twolves,warriors,grizzlies.
    si comincia a vedere un pò di luce,anche se per i grizzlies era così già lo scorso anno.
    bisognerà capire quanto realmente si “accontenteranno” di essere competitivi.
    quante squadre abbiamo visto sul punto di lancio,salvo poi rimanere l’eterne incompiute.
    vedere i clippers ad esempio.
    però la sensazione che stavolta i clippers hanno pescato un giocatore che neanche il loro destino da perdenti(sterling?) potrà per l’ennesima volta rovinare il tutto…

    rockets.
    purtroppo quando perdi il tuo miglior giocatore,non puoi non risentirne a livello di risultati.
    anche per loro dispiace,perchè la base è di alto livello,anche i risultati sembravano finalmente arrivati.
    nel 2009 dimostrarono di avere talento ma anche un anima.
    adesso non hanno più yao,il loro punto di riferimento.
    anche se sono sempre convinto che il cinese non sarebbe mai stato quel giocatore che ti trascina al titolo,pur avendone il talento…

    kings.
    evans-cousins,si parte di qua.
    ma fino a questo momento altro che partire,si sono bloccati.
    la mia domanda è una sola:
    ma evans può essere un probabile fuoriclasse o sarà semplicemente un ottimo giocatore?
    discreta differenza che forse interessa pure ai fratelli maloof…

    chiudo con i thunder.
    sarò uno dei pochi,ma ad oggi il mio dollaro su un eventuale finale di conference io lo punto su lakers-thunder.
    li considero a livello di struttara,i più simili agli heat,forse sarà proprio tra queste due squadre la prossima rivalità nba.
    tutti giustamente parlano di wade-lebron,ma questi hanno westbrook-durant,non così distanti.
    con lo spirito dell’anno scorso questi possono sorprendere di nuovo con una dimensione ancora superiore.
    sono freschi,hanno l’entusiasmo giusto,in una lega così pazza,dietro ai lakers mi fido più di loro che delle altre…

  45. bodiroga scrive:

    Quoto magician.

  46. Giulio scrive:

    Quoto MAGICIAN + BODIROGA…E dal gioco si passa ai risultati che potrebbero ottenere con questo gioco…Per me pochi

  47. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    io no…

    voglio dire,anch’io resto sempre convinto che ad est i favoriti siano i celtics.
    ma dietro di loro vedo solo e soltanto gli heat…

    d’accordo,giocano come i vecchi cavs,ma a differenza di quei cavs hanno un wade in più,un reparto lunghi nettamente inferiore ma con un arma superiore nel pacchetto.
    forse il sistema difensivo è anche più efficace,ma quello dei cavs era di altissimo livello,almeno questo a mike brown concedeteglielo…

  48. Alessio scrive:

    Il limite di Bargnani rimane sempre quello: mezzi infiniti ma poca cattiveria…

    …ieri partita mediocrissima, aldilà delle cifre… …e non può non esserlo se uno pensa che non si trovava contro Perkins e Garnett ma Harangody e Davis (i due lunghi che hanno giocato di più visto che i due O’Neal non sono arrivati a 30 minuti in due) e che Harangody ha chiuso con 17 punti, (8-11 al tiro), 11 rimbalzi e 2 stoppate (e, attenzione!, i punti non li ha fatti in garbage time)…

    Ecco: Harangody dovrebbe essere un modello per Bargnani… …limitatissimo fisicamente (non una grossa elevazione, lento per giocare ala piccola, basso per giocare ala grande), ogni volta che scende in campo sputa sangue… …perché non può farlo un Bargnani, che ha molto più talento e fisico????

    • albsss scrive:

      perchè non gioca in una franchigia e con un allenatore che lo sappiano spronare a farlo..

      • mirco di uboldo scrive:

        e qui ci verrebbe fuori la testa, la maturità di un giocatore… mi impegno solo se serve, e poi va come va? oppure gioco seriamente, in ogni gara, come garnett a minnesota, che ha preso una squadra da 21 vittorie e in tre anni l’ha portata a 45W? è tutto qui il discorso, se bargnani vuole fare il salto di qualità inteso come un “andare in una grande squadra e aiutarla a vincere il titolo” deve lavorare seriamente al massimo delle sue possibilità, SEMPRE, non quando vuole lui. se preferisce impegnarsi giusto il minimo, con un carattere da vero italiano che se ne approfitta, allora stia pure a toronto a fare la muffa in un team che non vincerà MAI, ‘zzi suoi, ben gli stà…

  49. bodiroga scrive:

    Gallo

    Hai ragione anche tu, molto probabilmente dietro ai Boston Celtics, ci sono gli Heat prima dei Magic.
    Il nostro pensiero (Io, Magician e Giulio) va aldilà dei risultati, volevamo solo dire che da amanti del gioco, speriamo nella vittoria della nostra squadra, ovvio, però se ciò non dovesse accadere, ben vengano le vittorie di Lakers, Celtics, Spurs, Magic, Mavs perchè sono SQUADRE, nel vero senso del termine, giocano una continuità offensiva grazie alla democraticità dei loro sistemi, sono squadre ben allenate e belle da vedere.
    Miami a mio avviso non vincerà il titolo, e se continuano a giocare in questa maniera, spero non lo vincano mai, e non perchè mi sta sul cazzo LeBron (che per altro non mi è tanto simpatico), però c’è Wade che ammiro e apprezzo e quindi non vado contro di loro per partito preso, però le squadre che giocano serie di isolamenti mi fanno solo cagare.

    Mi fanno cagare gli Heat 2010
    Mi facevano cagare i Cavs 2009, gli Heat 2006, i Sixers 2000-2005 pur essendo un grande tifoso del loro leader.

    Invece ho simpatizzato gli Spurs quando i Lakers non erano competitivi ed erano già eliminati dai playoff, ho sempre apprezzato i Pistons di Larry Brown, i Kings di Adelman, e tutte quelle squadre che hanno un concetto di squadra ben definito.

  50. Giulio scrive:

    Al di la del discorso vittoria di squadra Bodiroga, che comunque è un discorso che condivido, io guardo più che altro ai risultati, e mi chiedo dove può arrivare una squadra come gli Heat…Anche perchè va detto che se offensivamente poggiano su LeBron Wade e Bosh (cosa che anche io ho criticato eh giorni fa ancora), difensivamente gli Heat fanno cacao! Lo scontro che più mi fa paura è quello contro i Celtics, contro i quali io non credo che gli Heat, attualmente, abbiano la ben che minima possibilità! Io la vedo cosi, continuo a ripeterlo da quando LBJ scelse, ma con questo roster, gli Heat non vinceranno un bel niente, non quest’anno per lo meno…Finchè non si sistemano (in particolare il riferimento è al reparto lunghi) io da titolo non li vedo! Gran regular season, e con due-tre bestie come i 3 amigos ci mancherebbe, ma ai playoff non li vedo affatto bene…Continuo nel dire che se Chicago prende una guardia diventa una seria aspirante al titolo! Quindi se a Ovest punto decisissimo sui Lakers (che per me vinceranno ancora, sono collaudati, hanno un roster eccezionale e un gran allenatore), a Est punto ancora più deciso sui Celtics, seguiti con distacco abissale a pari merito da Orlando e gli Heat e con Chicago a un millimetro di distanza!

    Non mi farei tanti problemi a scommettere un euro su Miami fuori dalla finale di conference!

  51. alert70 scrive:

    Miami-Bucks

    Bella gara per intensità. Heat la vincono soffrendo tantissimo con un orrendo Wade (capita anche ai migliori) salvati da James e Arroyo (si lui) che ha approfittato della marcatura di Boykins. Positivo Bosh. I Bucks fortissimi in difesa hanno sporcato una valanga di palloni e riuscivano a rendere la vita difficile a James. Hanno un’organizzazione difensiva incredibile. Nonostante la sconfitta possono sorridere perchè d’ora in poi avranno il calendario in discesa. Andranno ai PO. Non dimentichiamoci che sono privi di Jennings/Gooden e Delfino.

    Redd

    Sarà pronto per febbraio ma la franchigia lo terrà fuori rosa. Skiles non lo vuole neanche vedere. Farà come McGrady cercando un contrato al minimo.

    Bargnani

    Abbiate pietà: OLOWOKANDI e non mozzarella!!!!!!

    Scherzo. A me la storia primo violino, violoncello, basso mi fa sorridere. Non è un cuor di leone lo sappiamo ma vi assicuro che il suo lo da quando conta. E conta quando affronta Pacers/Sixers/Bucks/Pistons/Knicks/…. cioè tutte quelle squadre che lottano per un posto da PO dalla 6sta piazza in poi. Sono superiori ai Rapt ma in una loro giornata non esaltante e con i canadesi in tiro l’apporto di Andrea può far la differenza tra vincere e perdere. Ed è lì che il ragazzo va valutato.
    Ieri si poteva sbattere come un matto ma avrebbero perso di 10 invece di 20. Tanto per rimanere nell’attualità ha giocato discretamente ha portato la squadra sul -12 nel 4 quarto prima che Rivers decidesse di chiuderla. A quel punto il buon Triano lo ha messo a sedere in vista di domenica. Domenica gara contro i Kings che devono vincere ed è lì che Andrea deve fare la differenza.

    Un appunto finale: Bosh va agli Heat e dopo un periodo di ambientamento ha iniziato a giocare benissimo. Porta il suo mattone ed è felice e motivato come non mai perchè sa di avere la chance della sua vita. Chance che lo stesso OLOWOKANDI non si sarebbe fatto sfuggire.

    Non so cosa accadrà nel futuro ma sarebbe auspicabile un allenatore cazzuto e dei giocatori validi. Il punto ahimé è che in canada i FA non ci vogliono andare.

    Bulls

    Ragazzi se i tori avessero DeRozan sarebbero i più felici al mondo. Bogans/Korver/Brewer non valgono il ragazzo di USC. Tanto per dire quanto sono imbarazzanti. Salvo solo Korver che è un buon panchinaro e niente più ma gli altri due sono scarsi. Spero per loro che arrivi uno decente.

    Suns

    Sono a terra. La stagione è lunga ma mi sento di dire che i PO li vedranno in TV. Devono ricostruire il roster partendo dalle cessioni di Hill e Nash. Assurdo continuare così.

  52. julius scrive:

    Concetto di squadra e playbook, giocatori ben connessi con il coach e fra loro con geranchie e giochi pronti per ogni evenienze giusto…
    ora spiegatemi un pò che diavolo volevano fare i Pacers con il penultimo possesso e come si possa far prendere l’ultimo tiro all’ultimo secondo a un giocatore (Posey) che per i restanti 47min e 59 sec è stato a scaldare la panca
    Spurs cagando sangue vincono anche per merito di un fischio che definire generoso è un’eufemismo, ma la gestione dei possessi finali del Pacers è imbarazzante, Hibbert col gancio della disperazione contro Tim Duncan a tre metri dal canestro…
    daccordo che i nero argento difendono ma non si poteva davvero trovare una soluzione migliore?

  53. julius scrive:

    GRanger se è il leader deve prendersi il tiro almomento in cui i giochi saltano…

  54. TracyMcGrady scrive:

    Gallo

    Cerchi un’orchestra offensiva perfetta? Guardati gli Orlando Magic…

  55. flash scrive:

    Grande successo dei Knicks e altra grande prestazione di Stoudamire (oltre che di Felton, tripla doppia mica da ridere….). Shawne Williams si stà rivelando il tiratore da tre più micidiale della NBA, stà tirando con % pazzesche. Se si riesce a lavorare un poco sul palleggio-arresto-tiro (per adesso è letale sugli scarichi e sui ribaltamenti,ma non sembra essere capace di costruirsi una conclusione da solo) e sull’entrata a canestro in modo da variarne le soluzioni offensive questo qui può diventare davvero un’arma importante e decisiva in molte sfide. Walsh deve riuscire a scambiare i pesi morti (Mason, Curry, lo stesso Randolph a cui io darei una chance, ma che è palese non rientri più nei piani di D’Antoni) per un centro difensivo e per un play decente che possa far rifiatare Felton (tipo Sessions), cosi ci si inizia a divertire davvero. Fermo restando che per quest’anno Boston,Miami e Orlando ad Est sono di un’altro livello e non sono insidiabili.
    Stoudamire cmq stagione sontuosa, se NY avesse un recordo un pò migliore potrebbe aspirare legittimamente al titolo di MVP quest’anno.
    In molt a chiedersi del perchè in Arizona si sti assistendo al tracollo della finalista della western conference. Beh, il non avere più uno che produce 26punti di media con 9rodmans e 2.3 stoppate di media, il tutto col 52% abbondante dal campo è più di un valido motivo. E pensare che lo scorso anno c’era gente che pensava non fosse tutto questo “upgrade” passare da David Lee a Stoudamire e che anzi sarebbe stato meglio rifirmare il primo….Senza parole.

  56. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    situazione eastern conference…

    non si può non partire dai celtics.
    se a volte sbaglio,stavolta avevo visto giusto,come spesso mi accade quando faccio delle previsioni su di loro.
    infatti ad inizio anno avevo detto che loro si sarebbero gestiti come al solito ma quest’anno non avrebbero lasciato le stesse partite dell’anno scorso.
    questi vincono e convincono,fanno semplicemente paura.
    la scorsa finale,vista l’età media,avrebbe potuto avere solo due effetti.
    l’effetto vendetta o l’effetto fine della storia.
    prima ipotesi,neanche tanto impensabile visto che parliamo della squadra con più carattere dell’intera lega…

    magic e bulls.
    potranno dare fastidio,ma per il titolo ho la sensazione che per una sia troppo tardi mentre per l’altra sia troppo presto.
    certo,avere howard significa avere sempre una grande prospettiva futura,ma infatti il mio discorso è rivolto a tutto il resto che lo circonda,coach in testa.
    questa versione dei magic non può più vincere il titolo.
    mentre per i bulls,si tratta di aver pazienza.
    nel frattempo si possono consolare con rose.
    a differenza dei kings,loro sì che hanno già pronta la loro risposta che riguarda il loro leader.
    sì,rose è un fuoriclasse…

    hawks.
    non dico niente,sarei ripetitivo.
    non vorrei “umiliarli” per l’ennesima volta.
    mi limito solo a dire che quest’anno non “ipnotizzano” più neanche i loro tifosi…

    bucks.
    non sarei così ottimista con loro,mi sembrano la classica squadra di carattere,che non è poco,però a livello di talento non siamo messi bene se si vuole puntare in alto.
    uniamoli con gli hawks e forse qualcosa di importante ne uscirebbe fuori…

    pistons.
    squadra a metà del guado.
    però sono stati gli unici a credere a mcgrady,quindi hanno tutto il mio rispetto…eheh
    non era neanche così semplice dopo che era passato così poco tempo dal fallimento della scommessa iverson.
    ma iverson aveva staccato la spina mentalmente,tmac mentalmente mi sembra ancora cestisticamente vivo…

    nets.
    notizie positive poche.
    passo avanti rispetto all’anno scorso,appunto,l’anno scorso.
    ho paura per il russo che non sarà facile riportare questa franchigia a livelli competitivi.
    i giovani non mancano,le certezze sì…

    wizards.
    stagione di transizione.
    devono solo aspettare che wall diventi quel giocatore che tutti noi pensiamo possa diventare,poi sarà facile costruirgli al proprio fianco qualcosa di buono.
    sixers.
    partiti male oggi sembrano tra le squadre più in forma.
    unico vero neo,il rendimento di turner.
    però si può continuare a dire che doug collins dovunque va fa sempre bene…

    raptors.
    record negativo,ma rendimento positivo a mio avviso,considerando le potenzialità di questa squadra.
    hanno il giusto contributo da parte di tutti,questo li aiuta.
    molto bene il mago,quello che deve fare lo sta facendo.
    knicks.
    stoudemire il leader che non mi sarei mai aspettato.
    sistema d’antoni che per l’ennesima volta da i suoi frutti,anche questo non l’avrei mai detto.
    grande scommessa fields,vinta.
    gallo bene,ma onestamente mi sarei aspettato qualcosina di più…

    pacers.
    li vedo più talentuosi di altre squadre che restano sempre davanti a loro.
    hanno una discreta completezza tra i reparti,anche se il non avere quel giocatore da all star game fisso, resta sempre un limite,anche se giochi ad est,dove il livello generale è più basso…

    bobcats.
    sempre più convinto che brown sia un grande coach che se deve durare il meno possibile in una squadra.
    quasi sempre riesce subito a tirare fuori il meglio,ma poi col passare del tempo le sue squadre hanno un involuzione,anche per questi bobcats sembra così.
    cavs.
    poca da dire,sono rimasto deluso.
    come ho detto l’altro giorno,sapevo che avevano poco talento ma pensavo avessero molto più carattere,invece oggi non sembrano avere niente…

    heat.
    squadra più in forma della lega.
    sulla carta,l’unica che può ostacolare un eventuale trionfo dei lakers o dei celtics.
    a leggere i loro nomi da schierare dentro,non diresti mai che questi possono vincere il titolo.
    ma poi rifletti e pensi che questi hanno due giocatori che possono da un momento all’altro ribaltare qualsiasi cosa su un parquet.
    che sia un parziale negativo o che sia l’inerzia sfavorevole di una serie.
    si piegano ma non si spezzano.
    anche se sanno benissimo che le loro fortune dipenderanno dal rendimento dell’altro loro amico,fino a questo momento positivo e sorprendentemente umile sul parquet…

  57. alert70 scrive:

    Alessio

    Harangody gioca nei Celtics dove hanno gfatto piangere Big Baby durante una partita. Harangody è un rookie che deve sputare sangue in una squadra da titolo con senatori pesantissimi.

    Bargnani è mollo ma stà in una squadra senza identità, con poco talento, senza coaching staff di livello assoluto e con speranze di PO al lumicino.

    Non lo giustifico per nulla ma l’atteggiamento dei due è quello di uno che ha la chance di far vedere all’allenatore di essere pronto per essere messo in lista PO, l’altro che deve portare la squadra quante più W possibili. Lo stesso giocatore che con Garnett ne ha fatti 29 contribuendo alla W. Lo stesso giocatore che domenica deve far vincere i suoi.

    • Alessio scrive:

      Per carità: sono d’accordo che per Harangody è più naturale sputare sangue e che, in un altro contesto, magari anche Bargani sarebbe più cattivo ma resta il fatto che il limite di Andrea è lì…

      P.S.: a supporto di quello che dici giusto un paio di giorni fa è uscita un’intervista in cui Davis racconta che a tutt’oggi viene massacrato da Rivers e compagni che da lui pretendono molto di più (parlava di Rivers come di un padre severo che non molla mai il fiato sul proprio figlio)…

  58. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Gallo

    Ma ti pagano per scrivere sti interi articoli??? Ehehehe…

  59. LOVE THE GAME scrive:

    interessantissimo video…..

  60. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    postino

    siamo circa a metà regular season,mi sembrava giusto fare una piccola sintesi sulle squadre nba…

  61. alert70 scrive:

    Gallo

    Kings

    Per ammissione di Evans i chili di troppo (10!!!) unito alla fascite plantare lo hanno reso lento. A suo dire l’arrivo della madre e della nonna ha facilitato il ritorno ad un regime alimentare decente. Sembrerà strano ma pur essendo un professionista non ha ancora capito la correlazione tra dieta e risultati sul campo.

    Sta migliorando contestualmente alla riduzione di peso e unito a Cousins le basi ci sono. Sembra che Landry farà le valigie a febbraio e i Maloof hanno detto che metteranno le mani sul portafoglio (20-30mln). Sono più ottimista e convinto che un finale di stagione positivo possa attrarre un bel FA. Su tutti ci sarebbe Zibo.

    Bucks

    Questi hanno un pessimo record ma un calendario buono. Quando torneranno gli infortunati saranno tosti. Ieri nonostante tutto con un nano in campo hanno fatto sputare sangue agli heat. In più possono mettere le mani sul portafoglio con la scadenza del contratto di Redd. Io li vedo meglio degli Hawks in prospettiva futrura.

  62. alert70 scrive:

    La butto lì sperando che i tifosi Blazers non si incavolino. Scambiare Roy per un altro fuoriclasse?

    Insomma la squadra va senza di lui e il fantasma di Oden vanno sai di cedere un All Star con problemini e te ne prendi un altro. Tanto la fila per Brandon sarebbe lunghissima.

  63. sasipunk scrive:

    ALERT

    landry a houston era uno dei migliori 6 uomo della lega…sarebbe utilissimo ai miei pistons.

  64. sasipunk scrive:

    prince,che però secondo me dovrebbe andare in una squadra da titolo

    • alert70 scrive:

      Non si potrebbe fare per la differenza nei contratti (11 contro 3). Invece sarebbe praticabile un Prince+Stuckey per Landry+ Udrih . I Pistons avrebbero il play + un giocatore tutto fare a cui si potrebbe rinnovare il contratto, Udrih è un buon play che non costa una finanziaria (6.5 mln per 2 anni). I kings avrebbero un Prince in scadenza + un play aggressivo come Stuckey.

  65. sasipunk scrive:

    ma evans il play non lo può proprio fare?

    • alert70 scrive:

      No, non lo può fare. Lui è fortissimo in transizione quando può penetrare e/o decidere di servire i compagni in scarico ma nella costruzione del gioco Westphal si affida a Jeter/Udrih. Ogni volta che gli davano palla in mano partiva l’uno contro il mondo in entrata con gli altri a guardare. Risultati pessimi. Se riceve sugli scarichi o in movimento diventa una bestia perchè ha una virata in traffico notevole unita alla potenza.

  66. mirco di uboldo scrive:

    allora… un duncan da 15+15+5 non fa notizia più di tanto, un giocatore di 34 anni che fa 15+15+5 già un pò di più… grandeissimo campione…
    nella capitale rashard fa 16 (16!!!!!!!) punti… eppur si muove!!!! vujacic la sera prima mette il buzzer beater, la sera dopo fa 1/14 e perdono male… w la pallacanestro…
    i miei celtics sono sempre gli stessi, vincono facendo il loro, nulla di più, nessun record, ecc… raptors dominati a rimbalzo, ma la domanda è: qualcuno si sarebbe mai aspettato il contrario? rondo continua a essere da mvp secondo me, anche i migliori hanno serate no (che poi se 9+4+7 è una serata no… alla faccia della modestia)
    van gundy a orlando continua a vincere bene, ma tanto sappiamo già (con tutto il rispetto per i tifosi magic) che finchè orlando vince in RS poi quando conta, purtroppo… domanda ai tifosi magic: ma il lavoro estivo con hakeem, oltre alla canottiera aderente, ha lasciato qualcosa ad howard? chiedo perchè non l’ho ancora visto all’opera, ce li ha sti movimenti in post o non gli è entrato niente in testa? kevin martin è una macchina da punti come ellis, curioso di vederli entrambi su sportitalia, ellis domani, martin chissà…
    memphis continua a fare scalpi illustri, hanno si una buona squadra, ma nei PO non andranno lontano nè quest’anno nè più avanti, serve un vero fuoriclasse… per deron vale lo stesso discorso di rondo, anche se a utah non ci sono big three, quindi per il titolo penso che gli convenga emigrare in altri lidi finchè è giovane…
    i blazers oramai non li commento più, da quando ho iniziato a dare ragione a giangio vincono sempre, una sola domanda (tra l’altro già proposta in altri commenti): ma scambiare roy e oden no? magari entrambi per un pezzo grosso, che so anche un danny granger farebbe fare un grosso salto di qualità a portland difensore buono e ottimo realizzatore anche da fermo, poi l’idea di prendersi deron williams è forse troppo…?
    agli heat nel record andrà si una vittoria in più, ma mi sembra di aver capito che appena incontrano una squadra di carattere facciano un pò fatica, e quindi subiscono una super rimonta e per vincere devono rimettersi a fare gli isolamenti, contro i bucks in RS va bene, in una serie di 7 gare coi magic, coi celtics o con i lakers o gli spurs… aiuto…
    sembra destino che la vera cirsi in casa suns sia marchiata a fuoco da d’antoni e stat, da libro di storia… a chi diceva che stat senza nash vale molto meno: sicuri? visto le statistiche da mvp e il record positivo (contro pronostici di quasi tutti) dei knicks, non direi… nash lo ripeto, predica nel deserto, urge per lui una trade e lasciare collassare i suns con carter, che non se lo meriterebbe assolutamente, però va punito per aver sprecato la chance di squadra quasi da titolo offertagli coi magic, a roma direbbero: mo so’ cazzi suoi…
    kobe da 25+4 e gasol da 21+13+7, serve altro? ho sempre detto dal’inizio della stagione che questi arrivano fino in fondo e che quando conterà vinceranno, vedremo chi avrà ragione (ecco magari nelle finals coi celtics, lì forse preferisco sbagliarmi :-))
    cleveland oramai perde tutto, scommetterei un euro che da qui a fine RS non ne vincono più di 5… curioso di vedere come fa ellis a fare così tanti punti, esattamente come kevin martin…
    domani sera ne potremo vedere uno dei due all’opera in chiaro, che contro griffin sarà un bel botta e risposta… speriamo di divertirci… ciao!!

  67. bodiroga scrive:

    Sacramento DEVE prendere un numero 4 rimbalzista difensivo e una guardia, anche piccolina da 18-20 punti a gara perchè in posizione di 1 e 5 con Evans, e Cousins sono coperti e la panca non è male.

    Faccio un’ipotesi

    G Tyreke Evans
    G Jason Richardson o Nick Young o JR Smith o Goran Dragic
    F Perry Jones o Harrison Barnes
    F Nene Hilario o Boris Diaw
    C DeMarcus Cousins

    Panca

    Udrih
    Garcia
    Casspi
    Landry (rifirmato a cifre accettabili sui 5-6Mln annui)
    Thompson
    Greene
    Whiteside
    Senza contare che la scelta di quest’anno potrebbe portare uno tra Perry Jones, Irving, Terrence Jones, Barnes ecc…

    Mandare a scadenza Dalembert, Head, A.Wright.

    Senza nuovi acquisti siamo più o meno a 35 milioni di dollari di monte salari.

    A quel punto bisognerà decidere, il mercato dei free agent tolto Melo non è ricchissimo. Per lo spot di guardia ci sarebbe Jason Richardson che ha 29 anni, il massimo sarebbe firmarlo per max 3 anni, oppure c’è la scelta futura, che però è quella più a rischio, ovvero Nick Young o Jr Smith.
    Se vogliamo puntare sul play (considerando Tyreke una SG), il primo nome è Goran Dragic che però è free agent con restrizione.

    Rimarrebbero i soldi anche per il numero 4, ci sarebbe Nene, ma non mi dispiace neppure l’ipotesi Boris Diaw.

    A mio avviso, i Kings sono messi bene in prospettiva futura, molto bene.

    • alert70 scrive:

      Io punterei ad un play per liberare Evans. Tyreke deve migliorare dall’arco e il tiro in sospensione in generale perchè così diverrebbe un fattore serio. Un play alla Dragic andrebbe bene, ma chiunque abbia idea di come far girare la palla.

      J. R Smith lo escluderei perchè è pazzo. A quel punto preferisco un J-Rich. Le scelte non le conosco ed è difficile sapere chi arriverà ma uno Zibo non farebbe schifo.

      Poi c’è Melo. Lui non vuole ma ai Kings farebbe fare un salto di qualità mica da ridere. Se deve andare ai Nets perchè è NY allora…

      Su Landry la situazione sembra chiara: se ne vuole andare perchè non trova lo spazio necessario per aspirare ad un contratto migliore.

      Dalembert non è un problema perchè in scadenza.

      Comunque le prospettive sono buone e la seconda parte di stagione sarà interessante. Non so se la dirigenza punta al draft o come hanno fatto i pacers lo scorso anno cercheranno quante più W possibili senza raggiungere i PO.

      Da un lato farebbero bene ad alzare i remi in barca per una scelta alta e talentuosa, dall’altro potrebbero diventare competitivi agli occhi dei FA.

  68. kgiuseppu scrive:

    @iyw e gli altri

    a roma per la partitella, se mi date un preavviso consistente, ci sono anche io.

  69. big "O" scrive:

    Ma che cazzo di quintetto ha schierato ieri Phoenix? Senza centri, ma neanche power forwards! E grazie al cavolo che subisci a rimbalzo contro i Knicks(!!!)

  70. Mamba scrive:

    Domani è la giornata perfetta per Griffin per attentare alla prima tripla doppia della carriera, certamente non me la perdo.

    Oltre a Kobe anche Barnes s’è fatto male al ginocchio.

  71. inyourweis scrive:

    A regà, e accorciate ‘sti posts…uno magari se li leggerebbe pure, ma sembra de sta a legge il Messaggero…

    Per i fantastici tifosi Magic

    Basket paradisiaco? Forse sono di memoria breve, ma ricordo un basket ancora più paradisiaco lo scorso anno (anche senza il turco), per larghi tratti di stagione, e poi ricordo come andò a finire. Quasi tutte le W sono arrivate contro squadre di basso cabotaggio, più una W contro gli Spurs in back to back, ed una contro i Celtics senza Rondo. Paradisiaci

    Una cosa è dire che il buon SVG stia facendo un ottimo lavoro, e che l’attacco gira molto bene (specie considerando il nn facile inserimento dei nuovi), un’altra è voler, come al solito, esagerare e parlare di “paradisiaco”. E che questo Paradiso i Magic lo sappiano mettere in moto contro squadre e difese serie, bisognerà verificarlo più avanti

    Sugli Heat, anche qui mai un po’ di equilibrio. Per prima cosa, è notorio che un buonissimo segno per una title contender è riuscire a vincere anche quando si gioca da schifo. Secondo poi, l’attacco avrà anche girato male stanotte, ma il supporting cast ha prodotto quasi la metà dei punti, cosa nn disprezzabile

    Vorrei ricordare che questi vaccari che giocano in 3 mentre i loro vicini di Stato creano il Paradiso, di partite molto ben giocate (in difesa, ma spesso anche in attacco) ne hanno fatte un bel po’, ultimamente. O erano solo delle amichevoli, le W contro L.A., Jazz, Knicks fuori casa, Hawks, N.O.?

  72. GiangioTheGlide scrive:

    @Alert
    non mi arrabbio.
    Stavo per “suicidarmi” quando Clyde ando’ a Houston
    adesso non mi abbatterei per Roy, anche se mi piace troppo come giocatore.
    Ma la fila? Io non la vedo. Non c’era al Draft perché in molti già dicevano che avesse problemi alle articolazioni, adesso che sta veramente male non credo che si formi.
    Se ne è parlato tantissimo…lo farei solo per un Play super: Paul o Williams.
    E pensare che Williams lo scambiammo per Webster…

    • mirco di uboldo scrive:

      veramente???? deron per martell? allora anche a portland la dirigenza qualche vaccata l’ha fatta… oden non lo considero una vaccata perchè al draft TUTTI dicevano che sarebbe stato il centro dominante del prossimo decennio, e poi sono arrivati gli infortuni che sono ovviamente imprevedibili, sennò lo sarebbe stato veramente dominante…
      continuo nella mia idea: roy-oden a indiana, granger+qualcos’altro (penso anche per pareggiare gli stipedi) a portland e vai col liscio…

  73. big "O" scrive:

    Diciamo che i tifosi Magic di questo forum si fanno un po’ prendere la mano dall’entusiasmo. L’anno scorso Orlando era “non battibile” durante la serie contro Atlanta, e poi si è visto che fine abbiano fatto. Il mio personale ranking: 1) Lakers 2) Boston 3) Heat 4)Spurs/Magic

  74. bodiroga scrive:

    Grande Big O, mi sono ricordato di una domanda.

    Qualcuno ha visto NY vs Suns? Curiosità, ma chi ha saltato per la palla a due dei Suns? Childress, Pietrus o G.Hill?

  75. GiangioTheGlide scrive:

    @mirco
    Su cosa mi davi ragione?
    Sai ne dico tante di “stronzate”, anche se sui miei Blazers cerco di essere serio, dato che di partite ne vedo…
    Sarebbero anche da scambiare (più Oden che Roy), ma per Oden non ti danno nemmeno un appendiabiti, per Roy non credo uno del suo valore…magari un giocatore ancora inesploso…
    A me dispiacerebbe, perché comunque ti ci affezioni, e Oden mi fa anche un po’ pena…però se non va non va…
    A proposito, il League Pass è da paura, altro che Tv HD!!!

    • mirco di uboldo scrive:

      ti davo ragione sul “Secondo me Bargnani non ha nemmeno il talento per essere stato una prima scelta assoluta.” come poi ho scritto dopo… comunque come funge il league pass? se si riesce con una spiegazione veloce… thanks

  76. alert70 scrive:

    giangio

    Gli acquirenti per Roy ci sono. E’ troppo forte per non pensare di prenderlo. Ovvio gli infortuni contano ma non stiamo parlando di un altro Oden.

    Sulle vaccate, ogni squadra ne fa. Poi conta il momento. Se sono campione NBA o fortissimo posso “rischiare” al draft prendendo un prospetto sapendo che con una scelta al 27/28 posto non peschi quasi mai bene. Se sei alla disperata ricerca di un fenomeno allora i giudizi possono essere accecati dalla “disperazione”.

    Magic

    Per me sono migliori ora rispetto a prima della trade. Per capire il loro valore bisognerà aspettare febbraio quando qualche altra sfida interessante l’avranno affrontata. Poi non sappiamo se andranno ancora sul mercato.

    Bulls

    prima si prendono una guardia meglio è. Ad oggi si parla di Casspi, che non è una guardia.

  77. GiangioTheGlide scrive:

    @mirco
    Beh detta così sembra una vaccata…ma scambiammo la scelta, non i giocatori…Così prendemmo anche la prima scelta assoluta del 2006, quella di Oden…
    QUindi alla fine poteva essere comunque un affare…se avessimo predo Durant e non questo Oden!!!
    Certo se leggi superficilamente, leggi Williams da Portland e Webster da Utah!
    Che poi Martell era un buon prospetto anche lui, ma le due carriere sono molto diverse al momento…

  78. alert70 scrive:

    giangio

    Non so che pacchetto hai ma facendo due conti è più conveniente pagare mese per mese che l’intera cifra. E questo vale per i due pacchetti.

    L’ho provato a novembre ed è veramente bello. Rispetto allo scorso anno i passi in avanti sono stati notevoli.
    Lo farò per i PO.

    • GiangioTheGlide scrive:

      No no
      Io sono un braccino corto!!!
      Non pago per vedere nulla….
      Ho sfruttato la promozione di novembre e quella delle feste di Natale!:-)
      Che poi quelle delle feste aveva un bug, probabilmente: diceva per 24 ore…Io mi sono visto 3 partite di POrtland!!!! E se lo scoprivo prima…Praticamente quando scadevano le 24 ore se lo rinserivi te lo dava di nuovo!!!
      Ho visto parecchio basket quei giorni!
      E in HD

  79. GiangioTheGlide scrive:

    @bodiroga
    (12:00) Jump Ball Childress vs Stoudemire (Felton gains possession)

    E ho detto tutto….

  80. toure yaya scrive:

    fossi i magic,un pensierino lo farei a nash a questo punto anche a costo di rinunciare a nelson che adoro pero visto che paul difficilmente arriva quest’anno. invece visto la situazione dei suns,nash sarebbe anche prendibile.
    cmq sia turkoglu che j-rich sembrano gia inserito nei meccanismi della squadra mentre arenas continua a non convincermi anzi…

  81. TracyMcGrady scrive:

    inyourweis e big “O”

    L’entusiasmo è il sale della vita diceva qualcuno, no? Essendo tifosi ci si fa prendere…
    Cmq io mi dissocio dall’aggettivo “paradisiaco”, ho invece parlato di orchestra perfetta polemizzando con chi osanna Miami solo perchè ha due giocatori fantastici e uno che ci si avvicina, ma obiettivamente dal punto di vista dell’organizzazione offensiva nn fa vedere nulla di eccelso.
    Ecco perchè raccomando a quelle persone di vedere invece le esecuzioni offensive di Orlando che a parer mio sono tornate di prim’ordine, grazie si al Turko che mette ordine dove serve ma soprattutto ad alternative che prima nn esistevano come J-Rich che tira dalla media uscendo da un blocco o Bass che la mette sugli scarichi dei compagni.
    Ci sono delle alternative al tiro da tre e alla palla dentro per Dwight, e l’alternanza equilibrata nell’uso di queste soluzioni rende la squadra efficace, solida e bella da vedere.

  82. GiangioTheGlide scrive:

    @alert70
    che poi rivedendolo quel tiro era da annullare, perché mentre la palla è ancora in aria c’è un pazzo dalla panchina, che non so riconoscere, che già saltava in mezzo al campo…:-)
    Che se non fosse entrata quella palla avrebbe fatto una figuraccia!
    Ma come faceva a saperlo???O_O

    • alert70 scrive:

      A senso. Credimi. Quando giochi lo “capisci” se entra. C’è quel feeling difficile da spiegare. Il famoso tiro è impresso nel sito dei Kings. Infatti se ci vai vedi la sequenza di due minuti sul “fattaccio”. Intanto 3 W su 5.

      • GiangioTheGlide scrive:

        Ma Io c’ho giocato, lo so!!!!
        Era per ridere, infatti la mia era una battuta, non puoi annullare un tiro per questo!!!:-)))
        Pensa che una volta segnai un tiro libero per la vittoria e mia sorella con i miei amici fecero invasione, e li sul serio stavano per sospendere la partita, perchè dovevo ancora tirare il secondo, anche se ininfluente!:-)
        Io di mio feci un salto di gioia mentre la palla viaggiava…ma non feci invasione!:-)))

  83. fabiolous scrive:

    The Nets are trying to involve the Pistons in a three-team deal that would bring Carmelo Anthony to New Jersey. the Nets would send Derrick Favors, Devin Harris and at least two first-round picks to Denver and Troy Murphy’s expiring contract to the Pistons. In return, the Nets would get Anthony and Chauncey Billups from the Nuggets and likely Richard Hamilton from the Pistons (Hoopshype.com)

    …ci credete?

    • delsa scrive:

      non sono esperto di ‘trade machine’ ma un melo a philadelphia è irrealizzabile?

      o un melo a portland e roy a denver?

    • mirco di uboldo scrive:

      mah… va bene che a detroit non va molto bene, ma cedere rip hamilton per troy murphy mi sembra un pò fantabasket, no? poi se ci vedono qualcosa di buono che io non vedo… magari son più bravi di me…

  84. GiangioTheGlide scrive:

    hmhmh
    interessante Melo da Noi…

  85. bodiroga scrive:

    Ahahah Grazie Giangio…

  86. stm scrive:

    che cazzata infinita, bargnani non gioca cattivo perchè non ha un allenatore con le palle e toronto non è una squadra stimolante!!!! Lo stimolo ti dovrebbe venire solamente dal fatto che giochi in NBA, sei la prima opzione della squadra e sei stato scelto con la prima scelta al draft, dovresti sputare sangue solo per dimostrare che quella scelta la vali! il punto è che quella è la sua mentalità e non cambierà mai! ed è un peccato!

  87. tifosoknicks scrive:

    è sempre la stessa storia,anthony che ci va a fare ai nets?
    anthony vuole la possibilità di lottare per il titolo,a nj trovi una squadra che con lui al max può fare i PO

  88. sasipunk scrive:

    se i nets prendono hamilton billups e melo con brook lopez diventano una contender,la cosa è fattibile perchè se sono denver preferisco prendere 2 buoni giocatori come harris e favors che perdere melo e billups(che pure se non scade è inutile a quel punto) gratis

    i miei pistons non capisco perchè dovrebbero accettare hamilton per murphy dato che non ci serve un lungo che tira da 3, abbiamo gia villanueva

  89. tifosoknicks scrive:

    concordo con stm

  90. tifosoknicks scrive:

    ma come fanno a tornare i salari in quella trade?

  91. bodiroga scrive:

    Per quanto riguarda i Lakers, l’operazione “primo posto nella Western Conference” è tutt’altro che utopica.
    Considerando che abbiamo 4,5 partite di ritardo dagli Spurs, è qualcosa, ma non è un distacco incolmabile, loro devono giocare la serie di trasferte per il Rodeo, io ci credo ancora.
    Dallas se non interviene sul mercato è destinata a diminuire il proprio ritmo.
    Comunque nella Western, a mio avviso abbiamo già le 8 sorelle che faranno i playoff: Spurs, Mavs, Lakers, Thunder, Jazz, Nuggets, Hornets, Blazers, in caso di crollo verticale di una delle prime 8, vedo solo Memphis in grado di rimontare.

    Nella Eastern, forse solo Miami avrà un record superiore ai Lakers alla fine della stagione regolare. Boston avrà Garnett ai box e quindi rallenterà di conseguenza, ci sarebbe anche Orlando, ma con loro sarà un testa testa fino all’82esima partita.

    Di conseguenza, se le mie previsioni saranno azzeccate, anche quest’anno prevedo per i miei Lakers fattore campo a favore per tutte le serie della Western e molto probabilmente anche in caso di eventuale finale contro i Celtics (perchè ad Est ci arrivano loro).

  92. sasipunk scrive:

    alert
    stuckey nemmeno è un play!

    cmq di play buoni che non giocano mai ce ne sono…lawson,dragic,lo stesso blake,

  93. tifosoknicks scrive:

    alert

    prendete marbury :D

    sasi

    avete per caso lanciato qualche maledizione a quagliarella? :-)

  94. sasipunk scrive:

    tifoso

    nono anzi, eravamo contenti di averlo contro, dallo stadio gli sarebbero arrivati tanti bei complimenti(eheh)…ha trovato lui il modo di non venire, cmq è più scarso di cavani, questo basta e avanza!

  95. tifosoknicks scrive:

    alla juve però aveva fatto 9 gol,stava facendo bene,domani ti farà gol toni ;-)

    hinrich lo vedrei bene a sacramento…

  96. Rafael scrive:

    Lawson lo prenderei di corsa..

  97. big shot rob scrive:

    tifoso
    no ti prego non ce la faccio a sentir parlare di napoli juve. abito alle pendici del vesuvio e letteramlmente ODIO i tifosi napoletani. ovviamente niente di personale verso sasi e alfredo :D

  98. fabio r scrive:

    Per fortuna gli Heat sono incompleti e in fase di rodaggio…e dopo allora???

  99. tifosoknicks scrive:

    big shot rob

    hai ragione,scusa dell’ot

  100. tifosoknicks scrive:

    fabio

    pessimista come sempre vero?
    gli ultimi 2 anni dicevi che vincevano i cavs,poi i lakers l’hanno spuntata sempre…

  101. fabio r scrive:

    eh si pessimista…vero.
    Ora leggo pure di problemi al ginocchio per Barnes e K-O-B-E.
    Di che si tratterebbe?

    Ora altro che pessimista. “Suicida”! eheheh!!!

  102. GiangioTheGlide scrive:

    Domani glielo facciamo noi il rodaggi agli Heat
    state a guardare!!!

    • mirco di uboldo scrive:

      spavaldo!!!! vai così… vi tifo comunque… meritate sicuramente di più voi, poi se lamarcus gliene mettesse 30 a bosh, allora…

  103. tifosoknicks scrive:

    pronostici

    hawks-pacers hawks
    bobcats-wizards bobcats
    nets-bucks bucks
    pistons-sixers sixers
    bulls-celtics bulls
    thunder-grizzlies thunder
    mavs-magic mavs
    rockets-jazz jazz

  104. bodiroga scrive:

    Ieri stavamo parlando di “steal of the draft”, ora mi è venuto in mente Wesley Matthews che non è stato neanche draftato, che giocatore!!!

  105. allanhouston20 scrive:

    leggendo più sopra si parlava di Granger come contropartita per Roy etc etc: a me questo sembra sopravvalutato (segna tanto da 3 anni in una squadra super perdente ma non lo vedo nè come leader, nè come cluth player come – se sano- ha dimostrato Roy)

    • mirco di uboldo scrive:

      sarà che qualcuno l’ha paragonato a pierce, solo parzialmente, però secondo me molti sottovalutano le capacità soprattutto offensive di granger… poi in un sistema diverso è tutto da verificare, ache se a indiana ha comunque delle ottime cifre, però piuttosto che un paio di giocatori rotti, e oltre a oden sembra purtroppo sempre più su questa via anche brandon, allora…

  106. alert70 scrive:

    Granger per me è forte ma ovviamente se militi in una squadra da 30 W non è colpa sua. Non si può dire che non sia all’altezza o che sia sopravvalutato solo perchè milita ai Pacers di oggi.

    Tifoso

    Marbury neanche regalato!!!!! (lo so che scherzi) Hinrich invece si.

    stm+tifoso
    Bargnani

    In una RS da 82 dove sai per certo che 20/30 gare neanche le giochi per manifesta inferiorità non puoi dare il 100%. Normalmente è così salvo casi rari.
    Se il giorno dopo hai una gara sulla carta abbordabile o perlomeno fattibile allora tiri i remi in barca se sei sotto di venti con gli avversari che ti dominano. Ieri non c’era uno che riuscisse a difendere, a tenere una penetrazione. Triano ha preso atto della realtà e a 6 minuti dal termine ha fatto sedere i titolari o parte di loro.

    Quindi i miglioramenti di Andrea li valuto nel modo in cui approccerà la gara di domani quando ci sono le chance di una W. Li deve essere il leader e portare i compagni alla W. Non me l’aspettavo ieri perchè sono bastati 10 minuti per capire che non c’era verso di giocarla.

  107. alert70 scrive:

    SCUSATE HO SCRITTO IN MODO ORRENDO…….

  108. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Credo sia possibile per il fatto che Detroit e soprattutto New Jersey stiano sotto il cap.

    Che gli è successo a Kobe???

  109. allanhouston20 scrive:

    @ alert : nella categoria di ali piccole, esclusi i mostri (LbJ, Melo, KD) prima di Granger ne prenderei parecchi chi per un motivo, chi per un altro mi sembrano migliori (certo che c’è la situazione in cui al 3 necessiti di un realizzatore rispetto ad un all around…)

  110. tifosoknicks scrive:

    alert

    sisi scherzo su marbury,anche se rimarrà tra i miei giocatori preferiti…

  111. Mamba scrive:

    Postino

    Problema al ginocchio operato, cartilagine capricciosa, simile all’infortunio di Roy.

  112. inyourweis scrive:

    Pronostici per stanotte

    Nets
    Bobcats
    Hawks
    Phila
    Boston
    Thunders
    Jazz
    Magic

  113. sasipunk scrive:

    big shot

    ahah ma di dove sei? io poggiomarino però vivo a napoli…na munnezz!!

  114. Max scrive:

    i jazz perdono

  115. clutch17 scrive:

    http://www.realgm.com/src_wiretap_archives/71014/20110108/nets_nuggets_bringing_in_detroit_to_facilitate_melo_trade/

    io vedo difficile questa opzione… ma un quintetto così male non è…

    billups
    hamilton
    anthony
    favors (?)
    lopez

    la coppia di guardia è ben collaudata e penso sia stata una delle più forti dell’ultimo decennio… assieme ad anthony formerebbero un bel trio..
    favors non so se sarà ancora in quel di new jersey se gli scambi andranno in porto… in fondo non vedo tantissima merce di scambio attualmente nelle mani dei nets eccezion fatta per il rookie e per harris…

  116. Big Shot Rob scrive:

    Sasi
    sono di boscotrecase. Na munnezz pure qui.
    IYW
    Stasera mi fido? xD

  117. […] NBA – Vittorie per Heat, Celtics e Lakers; Phoenix umiliata dai Knicks Boston torna a correre, Miami continua a vincere ed i Lakers infilano la terza vittoria in fila. […]

  118. sasipunk scrive:

    clutch

    l’unico neo sarebbero billups ed hamilton che non sono proprio giovanissimi(a differenza di melo e lopez)…cioè, billups e rip secondo me sono competitivi per altri 3 anni al massimo…

    phoenix sempre peggio però i nuovi si devono ancora integrare bene…cmq sono da primo turno PO e basta, hanno un reparto lunghi ridicolo

  119. TracyMcGrady scrive:

    Clutch

    Favors nn resterà mai ai Nets se arriva Anthony, ma il tuo sarebbe un quintetto molto molto forte…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...