NBA – Odom risveglia i Lakers. Wade (45) trascina gli Heat

Pubblicato: dicembre 30, 2010 da Kevin Di Felice in NBA, News

I Lakers tornano vincenti soprattutto grazie ad Odom

Immediato riscatto dei Lakers che dominano a New Orleans grazie ad una grande prova di Lamar Odom.

Brutta sconfitta per i Celtics che perdono KG per infortunio mentre Wade è straripante a Houston. Altro quarantello ed altra vittoria per gli Heat.

Vediamo com’è andata.

WARRIORS 90, HAWKS 103
Seconda vittoria consecutiva per gli Atlanta Hawks che hanno poche difficoltà nell’affrontare e battere i Golden State Warriors. Ci pensa la coppia Smith-Horford che combina per 43 punti, 25 rimbalzi, 9 assist, 4 recuperi e 4 stoppate. Il tutto con la gentile partecipazione di una poco efficace frontcourt da parte dei Warriors. Atlanta allunga cosi la striscia vincente in casa (9) mentre gli ospiti hanno un Wright in serata di grazia. Nuovo career high con 32 punti, conditi da 11 rimbalzi e 13/21 dal campo. Male la coppia Ellis-Curry, che sbaglia 18 dei 26 tiri presi.

CAVALIERS 92, BOBCATS 101
Dopo aver già superato le sconfitte dell’intera stagione passata, i Cavaliers continuano la loro poco invidiabile cavalcata verso il fondo della Eastern Conference. Ne approfittano i Bobcats di Silas che grazie alla straordinaria notte del duo Augustin-Jackson conquistano l’ottavo successo casalingo. Sono 66 i punti della coppia con l’ex Warriors che ne infila 38 segnando 11 canestri e 13 tiri liberi. Il match cambia a cavallo tra 1° e 2° quarto con il parziale di 21-4 dei padroni di casa. Cleveland rimonta e arriva fino al -4 ma Jackson a 1’40” dal termine infila il jumper della sicurezza.

PACERS 90, WIZARDS 104
Il momentaccio dei Pacers comincia ad assumere contorni seri ed a Washington arriva la terza sconfitta di fila. Merito del parziale di 11-2 con il quale i Wizards hanno aperto il 4° quarto e soprattutto di un incisivo (ma anche disordinato) Nick Young che mette a referto 25 punti con 9 rimbalzi, 3 triple ed anche 26 tiri tentati. Le percentuali dei padroni di casa sono modeste (39%) ma i Pacers sono soft sotto il proprio tabellone e concedono ben 21 rimbalzi offensivi. Non bastano le 4 triple ed i 20 punti di Dunleavy.

CELTICS 92, PISTONS 104
Gara da dimenticare per i Boston Celtics che oltre alla partita, perdono anche Kevin Garnett per infortunio procuratosi ricandendo dopo una semplice schiacciata. Inizialmente sembra il ginocchio la parte interessante ma a fine gara Rivers dichiara che il problema è di natura muscolare. Detroit ne approfitta per la miglior prestazione stagionale trascinata da un vivace McGrady che segna 21 punti, smista 8 assist nei 30’ di gioco. La difesa di Boston è poco efficace (Detroit al 55% al tiro) e l’attacco viene sorretto unicamente da Pierce, autore di 33 punti con 8 assist e 11/16 dal campo.

NUGGETS 119, WOLVES 113
Difese un po’ allentate al Target Center di Minneapolis dove i Nuggets (privi di Anthony) battono i Wolves grazie ad un grande prestazione di Billups che ferma l’emorragia di sconfitte fuori casa (9 nelle ultime 11). Per l’ex Pistons c’è il season high a quota 36 con un perfetto 6/6 da 3. Dalla panca c’è il fondamentale apporto di Lawson (19 pts) e Andersen (11+7) mentre i Wolves nonostante il talento offensivo della coppia Love-Beasley (59 pts in due) pagano una difesa troppo porosa.

LAKERS 103, HORNETS 88
Dopo tre bruttissime prestazioni con altrettante sconfitte, i Lakers si scuotono e vincono facilmente a New Orleans. Torna Bynum in quintetto ed a beneficiare di questo cambio nello starting five è proprio colui che gli lascia il posto, Lamar Odom che spiega pallacanestro nei 31’ di gioco. 24 punti, 10/15 dal campo ed un naturalezza imbarazzante. Dopo i 27 tiri di San Antonio, Kobe è sedato e contribuisce con 20 punti, 8/14 dal campo ma anche 7 TO. Gli Hornets escono dal match nel 2° quarto con i Lakers che prendono il largo con l’11-0 di parziale. Per i padroni di casa, 20 punti di Paul e 15 di Belinelli che però tira con 4/16 dal campo.

NETS 93, THUNDER 114
Easy one per Durant e gli Oklamoha City Thunder che hanno vita comoda contro i Nets e conquistano il 22° successo stagionale, il 12° in casa. New Jersey si illude con il 1° quarto chiuso in parità ma nel resto del match l’attacco dei Thunder è troppo fluido e produttivo e l’equilibrio si rompe subito con un 2° quarto da 33 punti per Durant e soci. Sono 27 i punti della stella di OKC che segna 11 canestri in 30’ con la squadra che chiude a quota 31 assist. La ratio assist/palle perse è disastrosa per i Nets (14/23) che possono contare solo su Harris e Lopez (entrambi a quota 19 punti) che tengono a galla una barca che sembra iniziare a prendere troppa acqua (9-23, il record).

HEAT 125, ROCKETS 119
Per una sera, Miami lascia la fase difensiva a South Beach e viene a vincere in Texas grazie ad un’altra super prova offensiva di Wade che sigla il secondo quarantello nel giro di 24 ore. Il match sembra finito a poco meno di 3’ dalla fine con James che deposita dalla lunetta il +12. Houston non s’arrende e con le triple di Budinger e Lowry ed il canestro di Martin si riporta a -3. Anthony strappa un vitale rimbalzo d’attacco sul possesso successivo e converte 4 liberi in 10” che tranquillizzano Miami, alla 25a vittoria della stagione. Sono 45 per Wade (17/24 dal campo) mentre James e Bosh combinano per 16 canestri e 41 punti. Houston nonostante i 119 punti a referto chiude con il 41% dal campo. 20 punti a testa per Scola e Brooks.

SIXERS 123, SUNS 110
Cominciano a scricchiolare le (poche) certezze post-trade dei Phoenix Suns che inciampano nella 4a sconfitta di fila subendo 123 punti in casa. L’esordio di Vince Carter con la casacca di Phoenix non è indimenticabile (18 pts, 20 tiri) mentre la superba prestazione di Evan Turner giustifica finalmente la seconda chiamata al draft. 23 punti in 29’ con i due canestri che chiudono la gara sul finire del 4° quarto. Tranne Meeks, tutti i giocatori dei Sixers (7) a referto chiudono in doppia cifra. Nocioni (22 pts, 12 rebs) e Holiday (25 pts) i migliori. Per i Suns, pesante deficit a rimbalzo (-15) e nonostante un Nash da 23 punti e 15 assist, arriva una pesante sconfitta che la allontana dalla zona playoff.

GRIZZLIES 98, KINGS 100
Emozioni alla Arco Arena dove (finalmente) i Kings riescono a portare a casa una vittoria. Finale rocambolesco con Memphis che sciupa le nove lunghezze di vantaggio del 4° quarto e nel finale prima subisce il canestro del sorpasso da Evans, successivamente Mayo, a 1.5 secondi dal termine, deposita il canestro dell’illusione e poi, con un miracolo, Evans mette una pazzesca tripla da centrocampo allo scadere che sancisce la 6a vittoria stagione per i Sacramento Kings. 21 punti a testa per lui e Cousins, con quest’ultimo che cattura anche la bellezza di 16 rimbalzi. Udrih è il top scorer (24 pts) mentre Memphis chiude con soli 3 tiri da 3 tentati su 87 con Randolph che fa registrare una sonante doppia doppia (35 pts, 17 rebs) ma non basta perché stavolta Evans paga la cauzione ai suoi.

JAZZ 103, CLIPPERS 95
Successo esterno per gli Utah Jazz che senza sfoderare un Williams stellare, espugnano lo Staples Center e rallentano l’inerzia positiva dei Clippers, reduci da 5 vittorie nelle ultime 6 gare. Eppure i padroni di casa sono partiti con le marce altissime, toccando il +12 ad inizio 1° quarto chiuso con 31 punti a referto. La forza dei Jazz esce fuori nel 3° quarto con un Jefferson dominante e con il vantaggio che prende rassicuranti misure all’inizio del 4° periodo con i canestri di un positivo Hayward. Jefferson chiude con 31 punti e 10 rimbalzi mentre Okur porta 13 punti dalla panca in 16’ di gioco. Per i Clippers, non basta il solito Blake Griffin che colleziona la 20esima doppia doppia consecutiva con i suoi 30 punti e 12 rimbalzi.

commenti
  1. bodiroga scrive:

    Wadeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee in questo momento gioca da numero 1 tra i big three di questa lega.

    Tyreke Buzzer beater incredibile.

    Bene i Lakers col quintettone, Odom illegale dalla panca, abbiamo concesso meno di 90 punti e ne abbiamo segnato più di 100.

    Per il ROY: Ventesima doppia doppia consecutiva per il gioiello Blake Griffin.
    Per il premio di MIP c’è da segnalare ancora una volta la prova di Dorrell Wright.

    T-Maaaaaaac parte in quintetto, ventello e 8 assist con percentuali alte per battere i Celtics. Deve ritrovare la continuità perchè ogni volta che mi esalto, il giorno dopo fa 2.

  2. inyourweis scrive:

    Direi che la notizia del giorno è l’infortunio a KG, potrebbe avere strascichi notevoli. Diciamo che per fortuna c’è molto tempo per recuperare, e che il vantaggio ad Est può permettere una degenza senza forzature. Spero almeno che gli altri lunghi (Perkins a parte) restino sani fino a che nn torna

    Comunque impressionante Boston, 6 sconfitte con questa sequenza di infortuni

  3. kal_86 scrive:

    kg speriamo niente di grave visto il basket stava giocando, mi pare che sia un brutto segnale più ke altro perchè qui ogni squadra ha pagato o sta pagando qualche scotto causa infortuni mentre in quel di san antonio tutti bene e nemmeno l’ombra di un infortunio!!!
    mi sa da brutto segnale anche se per me LA quando conterà farà vedere di essere superiore ad ovest!!

    Note sparse:
    prima prestazione degna di nota per turner, speriamo non sia un fuoco di paglia…
    evans sta forse tornando ai livelli dello scorso anno e ne sarei ben felice perchè mi piaceva parecchio soprattutto considerando quanto poteva potenzialmente migliorare ancora…
    BLAKE GRIFFIN ho finito gli aggettivi, questo è già uno dei miei giocatori preferiti nella lega!!!una belva con verticalità e atletismo debordanti!!!

  4. inyourweis scrive:

    kal

    Scusa ma che cazzo significa quello che hai scritto? Ora perchè ti stanno sulle palle gli Spurs ti devi augurare che gli capiti qualche infortunio pure a loro? Allora guardati cosa gli è successo negli ultimi 3 anni, mi pare abbiano già pagato abbastanza

  5. rui85 scrive:

    !!!!!!W-A-D-E!!!!!!
    Ragazzi c’è poco da scrivere quando vuole fare punti prende e va!70% al tiro…ESAGERATOOOO!!!
    Questo è l’uomo Playoff è il leader e Miami è la SUA squadra!!!
    Non commento le altre partite,credo che per tutta la giornata penserò alla seconda NightNotable consecutiva(40-45)Sono “innamorato” lo ammetto.
    MV3 MV3 MV3

  6. La Verità scrive:

    Grande notte in NBA.
    Turner e Hayward, i due draft busts fin qui, sono stati decisivi per la vittoria delle rispettivi squadre con prestazioni altisonanti, specialmente la 2a scelta.
    McGrady in versione vintage trascina Detroit. Con un T-Mac così, i playoffs non sono così lontani.
    I Kings vincono grazie a una bella doppia doppia di Cousins e a un innaturale buzzer beater di Evans, che piano piano sta facendo re-intravedere sprazzi del suo grande talento.
    Tornano a vincere i Lakers che battono gli arrendevoli Hornets limitando Kobe e con Odom in versione Sixth man of the year.
    Grande W degli Heat che, nonostante abbiano lasciato a casa il “Manuale della difesa”, battono i caldi Rockets grazie al secondo quarantello consecutivo di Wade. Il premio di MVP va sempre più verso South Beach.

  7. gatzu83 scrive:

    mi dispiace troppo per KG, syava facendo una grande stagione e non meritava questo infortunio. Una stagione così non deve essere rovinata da queste cose, potrebbe essere un anno veramente interessante

  8. Mamba scrive:

    Bè le ambizioni dei Celtics nascono e muoiono con Garnett, sempre detto che è il vero ago della bilancia della squadra, spero non sia nulla di serio e da quello che ho letto non pare si tratti del ginocchio.

    Sui Lakers poco da dire, registriamo finalmente la prima vittoria fuori casa contro una squadra con record sopra 50%, si avete capito bene, la prima!!!Bynum è tornato in quintetto e ha risposto molto bene, MVP della partita Odom, comunque per dire che siamo usciti dalla crisi aspetto test più probanti, anche se mi sa che dovremo aspettare un pò visto che da adesso fino a metà gennaio il calendario è abbastanza favorevole.

    Qualche altra parola su Griffin?Direi di no, gli aggettivi son finiti, solo una cosa, ASG.

  9. The Mailman "ziggy" scrive:

    Miracolo!!!!

  10. kal_86 scrive:

    inyourweis

    tranquillo non ho scritto che mi auguro che abbiano degli infortuni, ho solo scritto che è un brutto segnale per le altre squadre il fatto che gli stia girando tutto bene incluso infortuni 0 contro vari infortuni che continuano a colpire le altre contender!!

    ci mancherebbe che auguro a qualcuno di infortunarsi, hai interpretato male il messaggio.

    l’unico cane che meritava di infortunarsi per me era bowen, quello si non mi sarebbe dispiaciuto mai e poi mai…

  11. Big Shot Rob scrive:

    Lakers che finalmente vincono da lakers e non è un caso se la vittoria arriva con bynum in quintetto e odom dalla panca.
    Su griffin poco da dire. Dategli questo ROY e facciamola finita.
    Interessanti le prestazioni di turner ed evans le mie personali delusioni almeno fin ora.
    Molto importanti i 20 di t-Mac. In fondo sperare non costa nulla :)
    Pero ha ragione IYW quando dice che la notizia del giorno è l’infortunio di garnett. Spero solo
    non sia niente di grave. Possono cambiare tanti
    scenari

  12. iggy scrive:

    finalmente turner..

    wade irreale, 45 punti, il vero leader di miami è lui..

    stephen jackson ne mette 38, billups 36, zach randolph 35..

    lamar odom quando gioca così è immarcabile..

    speriamo che per garnett non sia niente che sia solo un problema muscolare e niente di più, altrimenti senza garnett cade tutto il progetto per il titolo dei celtics!

  13. Alfredo scrive:

    Garnett out è la notizia della notte, siamo appena a dicembre e i Celtics lavorano per maggio, tra l’altro hanno messo fieno in cascina con tutte queste vittorie, c’è tutto il tempo per recuperarlo!
    Turner finalmente incisivo e Iguo stranamente non c’è…, Phila come talento vale la sesta, settima piazza ad est, qualche scambio potrebbe alzare ulteriormente l’asticella! miami ha il talento per dominare la regular season, il tempo per recuperare su tutte e chiudere con il primo record! evans con il tiro della vita, griffin con la ventesima doppia doppia consecutiva, impressionante! lakers attendo la replica per commentarli, certo 100 punti di questo periodo sono una rarità

  14. Giulio scrive:

    Wade fa 2 partite consecutive da 40+ punti e subito diventa mvp!!! A me fa molto sorridere, mi sembra che in molti cerchino di esaltare le sue prestazioni per sminuire appena possono quelle di LeBron…”Miami è sua” di qua, “mvp” di la…Io capisco che ci sia un odio generale nei suoi confronti, ma non vi rendete conto di essere ridicoli?! Cos’avete 8 anni??? LeBron potrà essere odiato, tutto quello che volete sarà uno sbruffone ecc ecc…Ma ragazzi, questo si è già caricato Miami sulle spalle…Doveva finire a fare la spalla di Wade? Si è visto di fatti com’è successo! Abbiate la decenza di non sparare cavolate a vanvera…E’ ovvio che per Miami Wade avrà sempre un posto particolare nel cuore, ma LeBron è già diventato l’uomo franchigia, altro che spalla e spalla…Più punti, più rimbalzi, più assist…Nelle partite in cui conta o LeBron gioca o Miami non vince…Contro i campioni chi è stato decisivo? LeBron, tripla doppia a Natale come non succedeva da tipo 20 anni…Poi per carità, sono il primo a dire che senza un Wade che distruggeva Kobe a Natale magari Miami non vinceva, però non siamo ridicoli su…

    Ora, io non voglio esser preso per il difensore di LeBron perchè sinceramente questa storia ha stufato…Ognuno è liberissimo di esprimere le proprie idee ma cerchiamo di mantenere la bussola! Io in primis sono stanco di sentire ste baggianate: il mio giocatore preferito è Wade, ma non ho alcun problema ad ammettere che LeBron è il giocatore più forte della lega ed è già diventato l’uomo più importante è decisivo di Miami…Ovvio che una volta fa tripla doppia LeBron, poi LBJ si riposa e tocca a Wade dar spettacolo! Di certo Wade non è la sua spalla, semmai si dividono i compiti…Ma per favore un pò di imparzialità o meglio, di buon senso…Non siamo mica all’asilo!

  15. Kevin Di Felice scrive:

    è ancora presto ma abbastanza preoccupante il trend negativo dei Suns…

  16. moronbrothers scrive:

    A proposito di infortuni (mannaggia KG, speriamo recuperi in fretta), novità sul Tedesco? Ma Griffin fa saltare di più anche i compagni?

  17. Alfredo scrive:

    La cosa drammatica dei Suns è che la crisi non è coincisa con un calo di rendimento del canadese, che continua a giocare una pallacanestra divina! non oso immaginare se lui lasciasse la franchigia, diventerebbero una specie di Cavs probabilmente

  18. rui85 scrive:

    io credo invece che il discorso sia stato porpio il contrario…era Wade che doveva fare la spalla(robin)visto che veniva a Miami il 2 volte mvp.Però i numeri dicono che non è così,non sono d’accordo su chi sia l’uomo più importante…Miami sta vincendo per la grande difesa e non è certo James che tiene su la difesa…poi è normale che se James gioca il 90% delle palle allora segna e fa segnare,come a Clev!
    Poi cavolo 40+ punti consecutivi se non mi fai esultare oggi per il mio MVP…DAII!!!

    • Giulio scrive:

      Rui, non fraintendermi, Wade è anche il mio giocatore preferito per cui quando gioca cosi non posso far altro che gasarmi!

      Però qui sei te che sbagli: “mi sembra che come al solito la difesa di James venga decisamente troppo sottovalutata” non sono parole mie ma di Buffa e Tranquillo…LeBron è un ottimo difensore, non solo secondo me quindi…Tanto quanto Wade! Non è affatto vero che è LeBron che prende più tiri, anzi se non sbaglio proprio per statistica è Wade che prende più tiri…LeBron è ovvio che ha palla in mano, ha migliore visione di gioco ed è il “playmaker” della squadra…MAI detto io che Wade sarebbe stata la spalla di LeBron, ma trovo assurdo dire che il leader di Miami sia Wade…Ok 40+ punti contro NY e Houston, ma la tripla doppia contro i campioni l’ha fatta LeBron!

      Quello che volevo dire io è che non se ne può più di questa storia, se volessimo essere corretti, e imparziali, bisognerebbe dire che Miami non ha un leader…Semplicemente ne ha 2…Una volta è LeBron, una volta è Wade…Ma che Wade mi diventi mvp perchè fa 40+ punti contro squadre non irresistibili mi fa sorridere…Su LeBron che fa una tripla doppia contro i campioni cosa dovremmo dire allora, che MJ gli fa un baffo?! Daiiiii :)

  19. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Che sia Wade il leader di Miami, io non ne son convinto per niente…

  20. gatzu83 scrive:

    Io lo ridarei a lebron il premio di mvp, porta molto bene!!!!!!!!!!!

    • Giulio scrive:

      Ahahahaahahahahahahaahahaha!!! Non esageriamo però adesso…Ok che l’hai detto ironicamente, ma l’mvp ora come ora DEVE prenderlo WunderDirk!!!

  21. gatzu83 scrive:

    Che poi cosa ci farete con sto titolo di mvp, che conta come il due di coppe con briscola a spade!!!!!

  22. rui85 scrive:

    certo perchè Bryant ne ha vinto 1 poravalo a chiedere a chi ne ha vinti 5-6 senn contano proprio nulla!?!
    Sicuramente Mvp Finals è più importante….

  23. valenba scrive:

    A Miami i leader son 2, han capito la situazione, si sono cercati, hanno tutti contro e non son così stupidi da mettersi a fare le checche isteriche, altrimenti si sotterrano sotto 10t di merda e non ci escono più. Mi tocca scrivere una cosa che non avrei mai pensato di dover scrivere..in questo momento il giocatore chiave di Miami è Bosh. Gli altri due ti spaccano le partite con dei parziali assurdi, ma l’ago della bilancia nelle partite importanti è il terzo amichetto..ad oggi è palese che non possano prescindere dalla sua presenza nel pitturato (ora mi vado a buttare sotto un treno..).

  24. rui85 scrive:

    D’accordo con vale
    Anche perchè Bosh sta coprendo quel ruolo che mancava a Miami gli anni passati!Con Ottime prestazione.Se possiamo dire che James è una “copia” di Wade come gioco ,Bosh invece era indispensabile.

  25. La Verità scrive:

    Giulio

    Dopo l’inizio di stagione un po’ traballante, Wade si è riscattato alla grande. Sta dimostrando che Miami è sua e LeBron è solo il suo personale Scottie Pippen. Magari non vincerà l’MVP, ma se dovesse accadere non ci sarebbe nulla d strano.

    L’infortunio di Garnett non dovrebbe essere particolarmente grave, a quanto pare è di natura muscolare e le ginocchia non dovrebbero essere intaccate.

    Ultime voci di mercato dicono che Orlando è interessata a Marcus Camby, che dal canto suo pensa al ritiro in caso di trade in una squadra nei bassifondi della NBA.

    • Giulio scrive:

      A Natale non mi sembra che sia andata proprio cosi…Capisco se fosse stata la prima volta in cui LeBron era il giocatore decisivo degli Heat, ma la realtà è che si è abbondantemente visto che se LeBron non entra in partita gli Heat arrancano di brutto!

      Quindi mi chiedo, a titolo di esempio proprio: meglio 40+ punti contro NY e Houston, o una tripla doppia contro i campioni in carica?! A voi la difficilissima risposta!

      “La verità” è un’altra, sentire dire che LeBron è la spalla di Wade è veramente una bestemmia!!! Soprattutto per come sono andate le cose finora…Le guardiamo tutte le partite o solo quelle in cui Wade fa meglio di LeBron?! Poi trovo ridicolo che sono io a dover “difendere” LBJ su Wade, che è il giocatore che più adoro in assoluto! Mettetevelo in testa, LeBron mangia i risi in testa a chiunque in questa lega…Non sono all’asilo da un bel pò di tempo, non è che perchè uno mi sta antipatico devo sparargli, consentitemi il termine “merda” addosso! Poi per carità, per me chi vede LeBron come spalla di Wade ha il salame davanti agli occhi, ma è la tua opinione e la rispetto tranquillamente…Solo volevo dire che il mio punto di vista è un’altro ;)

  26. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Rui85

    Si, si, è perchè Bryant ne ha vinto uno solo, non perchè gente come Stockton, Thomas, Kidd, Wade, Drexler etc etc non ne ha vinto nessuno o altri come Shaq o Garnett ne hanno vinto uno solo, mentre uno come Nash (massimo rispetto) ne ha vinti 2…
    è una cosa che fa piacere, ma è un premio abbastanza irrilevante…

  27. The Mailman "Ziggy" scrive:

    La verità

    LBJ non sarà il Pippen di nessuno, forse a 35 anni…

  28. valenba scrive:

    Giulio però la partita di Natale secondo me non è un parametro giusto…e poi LBJ monstre e non si discute, ma anche Wade ha stuprato chunque..non lo tenevano manco col motorino!

  29. inyourweis scrive:

    La Verità

    Se già uno dei miei idoli, sul serio. Sei al livello di JJHickson. Ti sei scelto un nick altisonante, fai degli interventi a volte telegrafici, tipo Tavole della Legge di Mosè. Riesci in poche righe a scrivere tante di quella cazzate da fare spavento, la tua incompetenza (spero finta, forse ti sei messo in testa di essere un “flamer”) è a dei livelli geniali

    LBJ lo Scottie personale di Wade…neanche se mi fossi fatto un trip avrei potuto partorire una cagata del genere, quindi complimenti

    Giulio

    Tu devi capire che in questo forum la % dei dementi e rosiconi è decisamente alta. Qui le cose sono o tutte bianche o tutte nere. LBJ è già da qualche settimana il miglior giocatore di Miami, quello più importante sui due lati del campo (ma lo ricordate o no che era nel 1° quintetto difensivo, e che i Cavs erano tostissimi?). Wade è ovviamente più o meno al suo livello, ma si è concentrato sul ruolo di scorer, meno “totale”. Ma è di volta in volta comodo dire che uno è il maggiordomo dell’altro

    La chiave dell’eventuale successo Heat sarà la perfetta sintonia tra i due, senza bisogno di un Jordan ed un Pippen

  30. Mamba scrive:

    Assurdo il finale di Sacramento…

  31. lebronwade scrive:

    lebron il pippen di miami? la barzelletta del giorno! con il declino di bryant james è il giocatore più forte e completo della lega, wade però è quello più letale!

    P.S per i lakers, sveglia sveglia gabbate i clippers rifilategli gasol + qualche scartina e prendetevi griffin

    • mirco di uboldo scrive:

      occhio lebronwade che non è così scontato, almeno secondo me…
      gasol per griffin non è che i lakers ci guadagnino così tanto, soprattutto in ottica titolo, un giocatore come gasol da secondo violino (quasi primo) è perfetto per jackson, con uno come griffin, che a tecnica in post sia in attacco che soprattutto in difesa da gente come gasol e garnett deve ancora impararne, non andrebbero molto lontano i lakers… è questo che gli manca, la tecnica e soprattutto gli intangibles, tipo il tagliafuori, o la giusta posizione per difendere sui pick’n’roll, ecc… dovrebbero prenderselo tenendosi gasol che gli farebbe da “istruttore” pratico, così forse si che funzionerebbe, sennò è solo schiacciate e qualche stoppata, non è così che si vince un titolo, lbj docet…
      capitolo BOS: speriamo che torni subito il mio kg… mi stava venendo un fotone quando l’ho visto a terra su sportitalia… certo che il tiro di tmac con finta su pierce è vecchia scuola, roba di classe… se rimanesse costante col suo talento i pistons si toglierebbero molte soddisfazioni in più secondo me… ciao

  32. Giulio scrive:

    Scusa VALENBA, perchè non sarebbe un paramentro giusto?!

    Capiamoci, anche io ho detto (vedi sopra) che Wade è stato decisivo perchè LA non l’ha visto…Stiamo dicendo la stessa cosa io e te Valenba: è ingiusto dire che Wade o LeBron sono i leader di Miami, perchè la verità è che Miami ha 2 leader…Ogni tanto LeBron, ogni tanto Wade…Poi d’accordissimo con te, Bosh forse sta trovando il suo ruolo, ed è altrettanto fondamentale!

    Solo che quando sento dire “Wade leader di Miami” “Wade mvp” e altre sparate simili veramente mi domando se chi scrive certe cose guarda la stessa NBA che guardo io!!!

  33. rui85 scrive:

    Infatti i leader posso concordare con Vale che dice che siano 2 è chiaro che senza Wade Lbj nn adrebbe così lontano.Quindi si smezzano il carico poi per chi sia il più decisivo rimandiamo le questioni ai PO!!
    A Giulio
    abbiamo capito che non vai all asilo…sei un ometto ormaii ahahah

  34. TracyMcGrady scrive:

    Cos’è successo a Garnett? Dalle immagini sembra una distorsione, ma forse mi sbaglio…

    21 punti di T-Mac! Grande! Speriamo si rimetta a posto e trovi la continuità. Il suo contratto è di un anno, magari l’anno prossimo troverebbe spazio dalla panchina in una contender, avrei anche una squadra da suggerire ma non lo faccio per nn scadere nell’ovvio! :-)

    • dr.dre scrive:

      bosh e’ l’ultima persona che puo’ essere leader o uomo squadra di qualcosa…preferisco bargnani a lui quasi quasi poi sono capaci tutti ad essere uomo squadra(poi chissa’ cosa faceva) con kobe lebron wade kidd e company in squadra. Volevo vederlo a non passare la palla o isolarsi continuamente come faceva a toronto

  35. Giulio scrive:

    IN YOUR EYES

    Sono totalmente d’accordo con te! Tanta stima!!! ;)

  36. alert70 scrive:

    Miami

    Oggi è la squadra di Wade domani sarà di LeBron. E’ la squadra di entrambi. Mi sembra palese!

    Turner e Haywood danno segnali ben precisi. Hanno talento ed era ora che cominciassero a farlo vedere. Vediamo se hanno invertito la tendenza.

    Kings

    Sono ritornati!!!!! Dopo sconfitte allucinanti nei finali ne hanno vinta una di culo ma meritatamente. Recuperare 9 punti nel 4 quarto con quello stato d’animo è stato importante. Evans sta ritornando sui suoi livelli specie nelle ultime due uscite mentre lo psicopatico di Cousins fa vedere tanto. Il ragazzo mi sembra ai margini del gruppo, come feeling, ma se aggiusta la testa potremo contare su un duo niente male.

    Lakers vincono e ci mancherebbe, Sixers banchettano contro una squadra in declino mentre Wade piazza il 40ello tanto per gradire.

    “Felice” per l’infortunio di Garnett. Prima di crocifiggermi vorrei notare che esiste una giustizia divina. Guarda caso si infortuna contro il malato di leucemia Villanueva. Ovviamente spero torni al meglio. Nonostante l’uscita da vero imbecille lo voglio vedere sui campi da basket.
    T-Mac in salute, speriamo regga.

    Phoenix

    La stagione è lunga ma le sensazioni sono di negatività assoluta. Non so cosa ci sta a fare nel deserto Nash. Squadra senza speranze di PO, e se anche li facessero non farebbero strada. Spero che il canadese faccia le valigie. Un team che avrebbe bisogno del suo talento ci sarebbero.

    Griffin

    Quando non farà una doppia doppia fatemi un fischio. Erano anni che non si vedeva un ROY così scontato.

  37. lebronwade scrive:

    bosh è stato sottovalutato, già con team usa aveva dimostrato di essere un ottimo uomo squadra e lo sta confermando a miami, chiaramente a toronto per tenere in piedi la baracca non poteva lasciare troppi tiri a quella mezza scartina di bargnani…

  38. TMC#3 scrive:

    Con un T-Mac che mostra a sprazzi di poter tornare un ottimo giocatore, i Bulls potevano risparmiarsi di partire con Bogans in quintetto ma tant è. Vedere T-Mac che torna a giocare bene a Detroit non è il massimo…speriamo che a presto vada in qualche squadra almeno da PO se non qualcosa di più

  39. TMC#3 scrive:

    Il talento incredibile di Wade e Lebron basta a trascinare gli Heat, che piano piano stanno conducendo la rimonta sui Celtics, che come già detto hanno al passivo solo 6 sconfitte con tutti quegli infortuni.
    Finalmente i Lakers tornano a giocare, era ovvio lo spostamento in quintetto di Bynum come primo cambiamento.
    Adelman sta facendo un altra grande stagione con Houston, speriamo di arrivare ai PO

  40. TMC#3 scrive:

    T-Mac lo voglio a Chicago o a New York (anche se l’esperienza dello scorso anno non aiuta)

  41. alert70 scrive:

    lebronwade

    Abbi pietà.
    A Toronto il coglionazzo di Bosh pensava di essere il dio cestistico del Canada!!!!!!! Casualmente è andato a Miami da quei due e si è messo a fare il terzo lussuosissimo vuolino, peraltro molto bene.

    Ho visto talmente tante gare dei Rapt lo scorso anno che il “tuo” uomo tutto faceva meno che essere l’uomo squadra. Il suo obiettivo era l’ASG tanto è vero che non c’era verso di “guardare” i compagni compreso quella mezza sega di Bargnani.

    Quella mezza scartina che sui raddoppi la da generando buoni tiri al contrario di Chris. Chris che dimostra di non essere un leader ma uno che ha bisogno di una guida. Nel suo caso ne ha due.

    • lebronwade scrive:

      l’anno scorso toronto aveva già puntato su bargnani (chissà perchè poi misteri del basket) e bosh era già in partenza, figurati se si metteva a fare l’uomo squadra, tanto più che essendo circondato da ronzini faceva prima a mettersi in proprio. Riguardati le partite con team usa piuttosto….

      • alert70 scrive:

        Perdonami. Il tuo discorso non stà in piedi.

        Un uomo squadra è un uomo squadra. Punto. Bosh è molto forte ma deve essere un secondo/terzo violino. Non è un leader che aiuta ad innalzare il valore dei compagni. E’ palese. Tanto è vero che se si fosse sentito tale non sarebbe andato nella squadra di Wade e LeBron pergiunta.

        Poi mi parli di team USA!!!!

        Cazzarola ma che ti aspetti? Ti aspetti di vedere DeRozan, Amir, Arroyo nel team della nazionale USA o i veri big? Che paragone è?

        Tanto per dire l’anno scorso avevano i PO in mano e potevano farli. Poi il suo infotunio ha peggiorato le cose e al suo ritorno il giocattolo si era rotto definitivamente. Il fatto che volesse andarsene è una scusante che non regge. Poi non mi pare che fosse la squadra di Bargnani. Lo è quest’anno non certo lo scorso anno.

        • lebronwade scrive:

          Non avrà innalzato il valore dei compagni (c’era poco da fare) ma quello della squadra sicuramente, con lui toronto ai playoff qualche volta è andata, senza vedi lo scorso anno (quando giustamente se ne è sbattuto, farsi prendere in giro non piace a nessuno) e pure questo non vanno da nessuna parte neppure con il fenomeno (per ora solo mediatico) Bargnani.
          Il discorso team usa è per dire che c’erano già stati indizi del fatto che quando ha qualche compagno di talento non ha nessun problema a collaborare molto bene e che non è un solista egoista come molti sostengono

  42. dontrythis@home scrive:

    LBJ il Pippen di Wade… :-S

    Gran pusher il tuo ;-)

  43. julius scrive:

    Ilgauskas il Luc Longley di Wade…
    Arroyo il J. Paxon di Wade…
    M. Miller il T. Kukoc di Wade…

    Wade il “suamaestàmichaeljordan” di L. James

    ma anche no

  44. Mamba scrive:

    Sta tornando….

  45. dr.dre scrive:

    ho sbagliato a mettere il commento non doveva essere un replica a tracymacgrady

  46. dr.dre scrive:

    se mai doveva essere a lebronwade…

  47. 8gld scrive:

    Forse è arrivato il momento di lasciare qualche W per strada è mettere in ghiacciaia qualche atleta. Navigare per i p.o. lasciando anche qualche posizione, troppo importante lo stato psico/fisico vista l’età e le ricadute. Se è muscolare ha tutto il tempo per rientrare, ma senza forzare.
    Miami sembra inizi a trovare i propri equilibri. Bene.
    Nell’Indiana serve pensare ad un coach.
    Male Curry e Ellis e troppo solo Lee senza Biedrins, tengono per 2 quarti al primo strappo non rientrano. Nota positiva D.Wright veramente piacevole vederlo giocare. Ha tutto per far bene nella Baia.

  48. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    bravo phil jackson a ritornare con il solito quintetto di partenza.
    odom nettamente più adatto a guidare le riserve rispetto a un bynum.
    lakers deludenti fino a questo momento,ma non si può dire la stessa cosa per quanto riguarda il numero 7 gialloviola.
    in questi due mesi ha avuto grande continuità,in difesa come al solito quando accende fa paura,ma la cosa che sorprende di più è la sua continuità offensiva.
    tira quasi con il 60% dal campo nonostante non stiamo parlando di un lungo d’area…

    comunque gara vinta abbastanza agevolmente.
    continuano ad arrivare segnali positivi da bynum,fisicamente non al top,ma sembra sempre più potente.
    speriamo davvero di averlo sano e in forma per i playoff.
    hornets onestamente spenti,il più attivo mi è sembrato proprio il nostro belinelli…

    dispiace per l’infortunio di kg,celtics sfortunati,ma meglio oggi che in primavera…

    finalmente evan turner,era ora…

    discorso heat

    io direi di non girare la frittata.
    tra wade e lebron se esiste un giocatore sottovalutato quello è wade non certamente lebron.
    continuo a pensare che wade non ha nulla da invidiare ad un lebron e un kobe.
    onestamente in questa squadra non ci può essere un leader assoluto tra i due.
    lebron più completo,ma wade ha dei flash che possono far saltare qualsiasi tipo di equilibrio.
    ricordatevi alle olimpiadi al fianco di kobe e lebron cosa fu capace di fare l’ex marquette…

    comunque la coppia inizia a far paura per davvero.
    senza dimenticarci bosh,sempre più a suo agio nel ruolo di terzo violino…

  49. gatzu83 scrive:

    rui85
    Sai a me che mi frega se bryant ne vince uno,cento, mille di titoli personali………0 spaccato, l’importante è che i lakers vincano i titoli anche con walton mvp.
    E direi che ci viene discretamente…………

  50. bodiroga scrive:

    Mamba

    Mah, speriamo!!!

  51. valenba scrive:

    per Giulio:
    secondo me la partita di Natale non è un parametro giusto perchè han dominato in lungo ed in largo, addirittura troppo. :)
    Hanno massacrato una LA troppo brutta per essere quella vera. Ecco perchè secondo me quella partita conta il giusto. E non lo dico solo per LBJ, lo dico anche per Wade e tutto il resto di MIami intendiamoci.

  52. bodiroga scrive:

    LeBron e Wade più o meno si equivalgono, se vogliono vincere devono continuare così, Wade è un realizzatore leggermente più forte di James, giusto che prenda qualche tiro in più, LeBron è un playmaker nettamente più forte di Wade, giusto che organizzi il gioco. L’importante è vincere, due franchise player di questo calibro non possono diventare nuovi Scottie Pippen perchè non hanno le caratteristiche per diventare come Afroman, il perfetto secondo violino.
    Bosh da terzo violino è Ok, perchè è la sua dimensione, giocatore dalla selezione di tiro un pò così, scarso a generare gioco per i compagni, però ha talento e se messo in condizione di giocare da il meglio di se.

    Evan Turner comincerà a carburare, fidatevi, questo è forte, una specie di Brandon Roy, ha dei fondamentali di primo livello, non eccelle in nulla, però fa un pò di tutto senza avere particolari punti deboli nel proprio gioco.

  53. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    “esatto..è un indovinello..non ti sembra ci sia una piccola differenza tra la cleveland 2009 e la Miami 2010/2011??
    2 su 3 dei migliori giocatori del PIANETA stanno nello stesso quintetto,con tutto ciò che questo può comportare,sostenuti da una squadra che non è peggiore della Cleveland 2009..
    La grande forza di Miami nei playoff sarà appunto in quei due..LeBron disse che si convinse definitivamente ad andare a Miami quando vide la prestazione di Kobe in gara 7 contro Boston,una prestazione a dir poco mediocre,ma il valore della sua squadra riusci ad annullare quella prestazione negativa..
    Esattamente quello che a lui non poteva succedere a Cleveland,e che (estendendo il discorso) fino all’ anno scorso non poteva succedere nemmeno a Miami con il solo Wade..
    Ora,il discorso non è tanto sull’amalgama tra i due,a Miami non serve funzionino sempre tutti e due al 100%,la cosa bella è che ora finalmente possono stare al 70% tutti e due e vincere,se uno va al massimo l’altro si risparmia e viceversa..
    La stanchezza dei due,da quel che ho notato(e di questo sono sicuro),sarà molto inferiore a quella che il minutaggio stagionale ci dirà..”

    dwyanewade32008

    ti rispondo qua.
    il basket è uno sport strano.
    lebron ha scelto gli heat e wade dopo aver visto vincere gara 7 ai lakers di kobe pur con un kobe in difficoltà al tiro…

    io dico subito che in quella serie i lakers hanno vinto con un kobe da 6/24 ma hanno anche perso nonostante un kobe da 21 punti in un quarto senza errori al tiro.
    tutti ricordiamo quel quarto,kobe irreale ma compagni non in grado di supportare quella sua incredibile sfuriata…

    io comunque non parlerei di gara 7 mediocre da parte di kobe.
    voglio dire,al tiro è stato pessimo,però la gara va analizzata tutta.
    in quella partita le due squadre hanno tirato con basse percentuali,kobe si è fatto sentire in altri aspetti.
    grande intensità difensiva e ben 15 rimbalzi catturati.
    poi nell’ultimo quarto il giocatore decisivo è stato sicuramente gasol,ma anche kobe ha fatto il suo offensivamente in quell’ultimo periodo…

    comunque anche i cavs hanno vinto partite nonostante percentuali da minibasket da parte di lebron.
    ricordati la serie 2008 contro i celtics,dopo 4 partite lebron non superava il 30% dal campo,eppure la serie era sul 2-2…

    detto questo,ripeto,quest’anno lebron ha wade,vantaggio enorme rispetto agli anni scorsi.
    però come ho detto ieri,il reparto lunghi dei cavs 2010 per me è superiore a quello degli heat di quest’anno.
    poi con questo non dico che l’anno scorso avesse al suo fianco una squadra più forte,però avessero quel reparto lunghi per me gli heat oggi sarebbero più forti…

  54. Giulio scrive:

    Ok VALENBA, ti dico, io penso che gli Heat abbiano vinto contro i Lakers 50% merito loro e 50% merito dei litigi col ferro di Kobe e Gasol…Ho sempre detto che questi Heat non mi convincono, per me se questo dovesse rimanere il loro roster i Celtics ai playoff se li mangiano! Però diciamo che condivido quello che dici…Mi trovo poi molto d’accordo con BODIROGA e GALLO=BIRD! Avete detto tutto molto bene secondo me!

    Per quanto riguarda Turner, a me piace moltissimo come giocatore, addirittura l’anno scorso io lo davo come il vincitore del rookie of the year! Detto che ritenevo Griffin mediocre (sono il primo ad ammetterlo, ho toppato alla grande), Turner è tutto meno che una scelta sbagliata, solo si è trovato in una squadra e in un allenatore che decisamente non puntano su di lui…Ha bisogno di spazio e soprattutto fiducia, come tutti i rookie, mentre a Philadelphia ha poco, pochissimo spazio, e fiducia ancora meno, soprattutto da parte di Doug Collins! Secondo me è questo il quadro che spiega la sua deludente stagione…Vediamo se prima di febbraio cambia qualcosa, se partisse Iguodala sicuramente avrebbe più spazio…Certo è che questo ragazzo le qualità le ha e alla grande, sta (anche) a lui farcele vedere

  55. Giulio scrive:

    Di nuovo ribadisco…GALLO=BIRD = parole sante!!!

    Totalmente d’accordo con te, è da quando Bosh e LBJ sono arrivati a Miami che dico che con un reparto lunghi composto da Bosh e Ilgauskass gli Heat hanno poche possibilità di puntare seriamente al titolo…Ok Dampier che mette peso, Haslem purtroppo è infortunato, Anthony teniamolo proprio perchè salta e stoppa, insomma in difesa qualcosa fa ma offensivamente? Il reparto lunghi di Miami fa ridere! Non credo che la soluzione sia giocare con Bosh e Haslem, quando tornerà, perchè sono entrambi due ali e mancherebbe peso sotto canestro…Devono decisamente prendere qualcuno!

    Te li vedi ai playoff Bosh e Ilgauskass contro Noah e Boozer?! O peggio ancora…Contro Shaq e Garnett? Se sistemano il reparto lunghi per me non li ferma più nessuno! Appena Miller si rimette LeBron passa a fare il playmaker e quei due le guardie-ali…Cosi finalmente spero di non vedere Arroyo in campo, che a me non piace per niente! Chalmers dalla panchina è ottimo, in più sa difendere…Jones non mi convince, Bosh e Haslem ma ripeto, manca un centro vero e proprio…E siccome dubito che prenderanno qualcuno di valido, per me gli Heat quest’anno il titolo non lo vinceranno mai! Senza contare il fatto che per me, Lakers, Celtics, Mavs, Spurs nell’ordine sono meglio attrezzati…E occhio a Chicago perchè se prende JR Smith so cazzi per tutti!!!

  56. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    scusa,ma mi puoi spiegare su quale base lebron oggi sarebbe considerato il più forte giocatore della lega?
    io conosco un altra storia…

    ripeto,come ho sempre detto,per me il 24 gialloviola e il 3 e 6 degli heat si equivalgono.
    ma onestamente in giro,per quanto dimostrato recentemente,si dice che il numero 1 della nba di oggi è kobe bryant.
    altrimenti che importanza diamo ad un titolo?

    poi mi puoi dire che in questi ultimi due anni kobe ha avuto una squadra più forte al suo fianco,ma infatti ha vinto.
    si può dire che anche lebron avrebbe vinto se avesse giocato in quei lakers,però con i se e i ma non si va da nessuna parte…

    comunque la gara che ha deciso la serie tra cavs e celtics è stata a detta di tutti gara 5 a cleveland,la gara che ha deciso la serie tra lakers e celtics per ovvi motivi è stata gara 7.
    io penso che kobe in quella gara 7 abbia giocato decisamente meglio rispetto a quanto abbia saputo fare lebron in quella decisiva gara 5.
    ok,poco supportato,però anche lui si è incredibilmente nascosto senza reagire nel momento in cui i celtics stavano scappando via…

    detto questo,se quest’anno lebron dovesse vincere il titolo e dovesse dimostrare di essere il vero trascinatore degli heat,nessuno dovrebbe avere problemi ad ammettere che lui è il numero 1 di questa lega.
    ma come ho detto prima,fino adesso la storia è un altra…

  57. Fla scrive:

    A Detroit siamo davvero messi benissimo se siamo nelle mani di T-Mac e di Big Ben, bei prospetti per il futuro…

    Dov’è Gordon? Perchè non leggo mai di una sua prestazione positiva in caso di vittoria (e i casi sono ben pochi).

    Perchè Villanueva giocca a Det? Non è da motown, si fa marcare da se stesso allo specchio…

    Perchè Afflalo è stato mandato a Denver?

    Joe, ti prego, fà qualcosa per questa squadra

  58. thunderstruck scrive:

    Però non ricominciamo con il solito “Kobe vs. LBJ” vi prego…

    Comunque nella notte grandi emozioni a Sacramento con l’incredibile tiro vincente di Evans, ultime due partite che ci fanno capire perché l’anno scorso vinse abbastanza tranquillamente il premio di ROTY… A proposito di ROY, altri nomi oltre a Griffin ? Dio mio che giocatore, cioè 30 + 12 e nessuno si stupisce più… Segno che ormai sta diventando quasi una consuetudine, ma che robba !!!
    Come già fatto notare gli heat per una gara lasciano la difesa a Miami e Wade si scatena again contro dei Rockets che comunque sono sembrati un’altra squadra rispetto a quella pessima di inizio stagione…

    E stasera Spurs – Mavs, ci si attende una grande partita…

    • valenba scrive:

      ma il tedesco c’è? Altrimenti non sò se sarà una grande partita…

      • thunderstruck scrive:

        Ah giusto non ci avevo pensato a sta cosa, dio mio che sfiga, un big-match del genere senza il tedesco perde parte del suo “fascino” [se di fascino si può parlare per una partita di RS che non sia quella di natale]…

        Anyway il discorso su chi è migliore tra Kobe, LBJ o Wade come diceva anche Tranquillo è un discorso da fare dal barbiere quando proprio non si sa come passare il tempo e si inizia così a spendere un’oretta o comunque il tempo che devi aspettare prima che arrivi il tuo turno e come al solito dopo la chiaccherata ci si ritrova sempre al punto di partenza: è impossibile far cambiare idea all’altre/altre persone e quindi si è perso solo tempo… Eppure stanotte ci sono state 11 partite, mica 2-3…

  59. Giulio scrive:

    GALLO=BIRD, guarda mi trovi d’accordo con te su quasi tutto, però per me LeBron non ha eguali…Non ho mai visto un giocatore con quel fisico muoversi in quella maniera e con un tecnica simile…Semplicemente non è umano, più volte gli stessi Buffa e Tranquillo hanno detto che gioca una pallacanestro che probabilmente ci abitueremo a vedere tra 10 anni!

    Si può fare un processo alle intenzioni, tutto quello che vuoi, riferendoci agli scorsi playoff…LeBron gara-5, Kobe gara-7…Io ti dico, per me non ci sono ne se ne ma, se LeBron avesse mai avuto una squadra come quella che Kobe ha nei Lakers non ci sarebbero manco paragoni, per me LeBron avrebbe tranquillamente già 1 o 2 titoli al dito! Ma soprattutto trascurate una cosa fondamentale: Kobe è allenato da un certo Phil Jackson, LeBron era allenato da Mike Brown, che francamente non vale una scarpa di Mr.11 titoli…Avete idea dell’importanza e della differenza che fa essere allenati da Phil Jackson??? Secondo me a parità di condizioni non c’è storia, LeBron veramente a me impressiona quando lo vedo giocare, Kobe è un mito ma LeBron non ha paragoni nella lega!

    Ecco perchè trovo ingiusto il paragone Kobe-LBJ, anzitutto si parla di un giocatore che ha 32 anni contro uno che ne ha 26…In primis…Secondo, Kobe fin dal primo anno ha giocato nei Lakers, seconda squadra più vincente della storia NBA e cmq una squadra che non sta a lungo fuori dai massimi livelli…LeBron era nella barzelletta della lega, e l’ha portata sul tetto dell’NBA DA SOLO, perchè mi sembra sia abbastanza evidente che Jamison non è Gasol, Mo Williams non è Fisher, Anthony Parker non è Artest e via dicendo! Terzo, Kobe ha cominciato a vincere ANCHE LUI quando in squadra è arrivata gente con un certo nome e soprattutto quando in panchina è arrivato Phil Jackson! LeBron era allenato da un incapace come Mike Brown! Quindi, se proprio devo dirla tutta, per me è un paragone che non ci sta, odio sentir dire LeBron è un perdente perchè è come nascondersi dietro ai sassi…Sono due giocatori mostruosi, top 10 NBA senza dubbio, ma non trovo giusto paragonarli…Tuttavia se mi chiedi chi è il giocatore più forte della lega mi viene proprio in automatico dirti LeBron, credimi che faccio fatica a capire come qualcuno possa dire il contrario, nonostante io adori anche Kobe! E se mi chiedi chi ha la mentalità più da vincente ti rispondo che ti saprò dire quando anche LeBron avrà 32 anni e avrà avuto le stesse possiblità che ha avuto Kobe!

    Io personalmente la vedo cosi, sicuramente oggi come oggi i top 3 della NBA sono LBJ – Kobe e Wade, adoro in particolare questi ultimi due, ma secondo me senza dubbio LeBron domina su tutti

  60. TMC#3 scrive:

    Condivido quello detto da Gallo=Bird per essere considerato il numero 1 della lega devi vincere titoli, Lebron è certamente da 2-3 anni a questa parte il giocatore più talentuoso e più forte della lega in RS, ma ai PO la musica è stata un’altra non in fatto di numeri ma in fatto di titoli.
    Sulla gara 7 di Kobe per me quella è stata la gara in cui si è notata la sua grandezza. In quella gara i suoi 15 rimbalzi e la sua intensità difensiva hanno avuto lo stesso valore di un eventuale gara da 40 pt…senza dimenticare che ha messo a segno i 4 punti che hanno indirizzato la gara a metà 4/4 dopo la tripla del pari di Fisher.

    Non mi si prenda come tifoso fazioso e sfegatato di Kobe, perchè sono il primo a dire che in queste prime 32 partite ha fatto poco persino rispetto alla sua normale
    RS delle ultime stagioni.

  61. alert70 scrive:

    LeBron è migliore di Wade. No Wade è migliore di LeBron. O aspetta: Kobe è il numero uno, forse si e forse no. Ma diamine stiamo ancora dibattendo su questo?

    Sono giocatori diversi con caratteristiche diverse. Wade ha vinto un titolo ed è un realizzatore pazzesco. Penetratore assurdo che in campo aperto è una sentenza. Se deve mettere il 40ello lo fa. Se deve segnare quando conta non si tira indietro.

    James è un play di 125 kg che sa fare tutto. Non è un realizzatore puro e sfrutta alla grande le sue doti fisiche. Ovviamente parliamo di un freak. Sta migliorando nel tiro da fuori e nel jumper in generale ma gli istinti di passatore sono tutti li a testimoniarlo.

    Se raggiunge un’intesa con Wade questi due formeranno la coppia più devastante della storia del basket. Non so se sarà sufficiente a vincere anelli ma la base è paurosa.

    Kobe è formidabile. Non salta come una volta ovviamente, ma ha un repertorio tecnico assurdo. Fa tutto. Se solo lo volesse potrebbe smistare 10 assist a gara. E’ un clutch play con i fiocchi ed è scontato che se vuoi uno che ti mette tiri decisivi bisogna bussare alla sua porta.

    Riepilogando si parla di tre giocatori differenti ma forti. Poi la differenza non la fa il talento ma i titoli. Uno ne ha 5, l’altro 1 e l’ultimo 0. Per me la differenza è tutta lì.

    • Giulio scrive:

      Condivido il tuo discorso ma sempre con questa particolare postilla, che in molti fanno finta di non vedere ma ribadisco è essenziale:

      1- Cleveland non è L.A. e nemmeno Miami: è notizia di qualche gg fa che Toronto provò a mandare Bosh a Cleveland e questi fece chiaramente capire che nonostante LeBron fosse suo amico, a Cleveland non ci avrebbe messo piede! Per come la vedo io probabilmente con un secondo violino come Bosh ai Cavs, che sicuramente è meglio di Jamison (a proposito, qualcuno ai playoff l’ha visto?), adesso staremo parlando di un’altra storia! E’ inutile dire che viaggiano tutto l’anno, la casa è una cosa, ci vivono con la famiglia, francamente se devo scegliere se andare a giocare in una squadra in cui una superstella c’è già, Kobe a L.A., Wade a Miami e LBJ a Cleveland, vi assicuro IO non sceglierei mai Cleveland…E come è dimostrato nemmeno i professionisti in NBA!

      2- Kobe ha vinto 5 titoli, ma con compagni di squadra come il Shaq dominatore su tutto e tutti, Gasol, Odom, Artest, Fisher…E in panchina Phil Jackson…Wade ha vinto un titolo con un certo Pat Riley in panca, con uno Shaq, Gary Payton, Antoine Walker, Jason Williams, Posey, Haslem…Ragazzi non nascondiamoci, LeBron era allenato da Mike Brown (chiii?) e come migliori compagni di squadra ha avuto uno Shaq che certamente non era quello di Miami e LA, Jamison che si è visto quanto ha inciso, e Mo Williams…Faccio una domanda: in quanti pensano SERIAMENTE (astenersi perditempo) che Kobe o Wade a Cleveland con quella squadra avrebbero vinto il titolo! Siamo seri, su!

      Quindi concordo con te, sono 3 giocatori diversi, difficile paragonarli…E secondo me ingiusto…Però oggettivamente, se mi chiedi chi è il migliore ti dico LeBron! Io la vedo cosi…Poi sono d’accordo con gli altri, mi aggiungo al coro che non se ne può più di questi discorsi…Ne riparleremo quando anche LeBron avrà 32 anni! Solo una cosa aggiungo: in molti dicevano che i Cavs non erano una squadra pessima…Ecco la prima dimostrazione di quanto sposti LeBron, andate a guardarvi la classifica

  62. TMC#3 scrive:

    X Fla: Joe ci ha messo del suo facendo due errori clamorosi a prendere Gordon e Villanueva, giocatori con talento offensivo ma che non ti portano da nessuna parte, in più avevano già Prince ed Hamilton, insomma avrebbe dovuto aspettare prima di intervenire. Al momento Detroit è una squadra senza gerarchie e quando non ci sono gerarchie è difficile vincere tante partite.
    Nel reparto ali-guardie l’alternanza Gordon-Hamilton nuoce decisamente al primo che ha bisogno di un minutaggio fisso per rendere e non deve essere levato al primo errore perchè perde fiducia, da qui la sua pessima stagione. Inoltre Daye sembra un prospetto interessante ma con Prince e Villanueva davanti di spazio non ne ha ed anche McGrady sembra tornato in salute ma è coperto da Stuckey più Gordon e Rip e quindi anche i suoi minuti non saranno molti. Finchè non vengono ceduti Prince e Hamilton la ricostruzione dei Pistons non ha inizio.

    • Fla scrive:

      E rip chi se lo prende col contratto e gli anni che ha? Anche se di tiratori in uscita dai blocchi come lui ne conosco soltanto uno.
      Cmq vada, ci vorranno anni, temo, prima di rivedere dei Bad Boys di livello e chiaramente un Villanueva di meno solo per poterli chiamare di nuovo Bad Boys

  63. La Verità scrive:

    Chi ha vinto un titolo rimontando praticamente da solo alle finals da 0-2? Wade o LeBron?

    Chi tradito la sua città natale con una buffonata alla ESPN? Wade o LeBron?

    Chi è sparito negli ultimi playoffs contro i Celtics, giocando da schifo e facendo una scenata odiosa? Wade o LeBron?

    Chi gioca da pìù anni a Miami? Wade o LeBron?

    Sul fatto che LeBron sia più forte e completo di Wade sono d’accordo, ma in questo nuovo contesto LeBron altro non è che un Pippen di extra-lusso. Ed è quello che si merita.

    • Giulio scrive:

      1) Wade era da solo? Shaq e Gary Payton, ma solo per dirne due eh, li conosci??

      2) Spiegami cosa ha tradito perchè io veramente non c’arrivo credimi…Sarò limitato, ma aveva firmato un contratto a vita? Non mi pare…Aveva promesso che sarebbe restato tutta la sua carriera a Cleveland? Non mi pare…In 7 anni ha preso tanto ma ha dato TUTTO a Cleveland, vogliamo scherzare o che? Da barzelletta della lega sono passati a essere sul tetto, NESSUNO mai nella storia ha vinto un titolo da solo e doveva farlo LeBron perchè a voi sta sulle scatole? Ma non diciamo boiate daiiii…C’è per caso una legge negli Usa che vieta a un giocatore nato in una città di lasciare la squadra di tale città quando ci gioca? Non mi pare…A 25 anni da uomo libero ha fatto la sua scelta: dimenticate inoltre che i 3 sono veramente amici e si sono appositamente messi d’accordo nel lontano 2003-2004 per far terminare i contratti nel 2010 per poter giocare insieme…Indi sapevano che molto probabilmente dal 2010 avrebbero giocato nella stessa squadra già dal lontano 2003-2004??? Che colpa ne ha LeBron se giocava a Cleveland? Siamo matti o che? Ovvio che anch’io tra Cleveland e Miami avrei scelto Miami…Bosh ha dichiarato che quando quest’estate ha detto “tanti auguri” per la scelta a LeBron, sapevano già tutti e 3 che avrebbero giocato insieme già da qualche settimana! Sveglia gente!

      3) Sono d’accordo con la decisione in tv, gran buffonata…Su questo non ci piove, però tutti i dindini che gli hanno offerto sono finiti in beneficienza, altra cosa che in pochi sanno! Se ti dicono, fai una baggianata in tv ma poi i 10-20-30 mila euro che ti danno li puoi dare ad un ospedale, che fai, ci sputi sopra?

      4) Dire che LeBron è sparito è un’esagerazione, che non ha giocato bene un altro discorso…D’altronde contro i Celtics, indicami un giocatore che non abbia fatto peggio di quanto fa di solito…Ti sfido!

      5) Che c’entra che Wade gioca da più anni a Miami? O sei uno che la pensa come Rubio te???

      Chiariamoci, senza alcun tipo di offesa, rispetto quello che dici, però permettimi, lo trovo assurdo!

  64. Mamba scrive:

    Le vittorie fanno la differenza, vi immaginate come sarebbe stato massacrato Bryant se i Celtics avessero vinto il titolo con quella gara 7?Ricordo Buffa in telecronaca:”se i Lakers avessero perso questa partita con questa prestazione Bryant passava la peggior estate della sua vita…”, tra 10 anni in pochi si ricorderanno del 6/24 ma se avessimo perso quella partita…., che poi secondo me Kobe giocò i primi due quarti di merda perchè si prese tiri forzatissimi e si vedeva che era molto teso.

  65. TMC#3 scrive:

    Noah/Boozer – Howard da solo – Shaq/Garnett tutte frontline destinate a mettere in grossa difficoltà Miami. A Chicago manca una guardia di ottimo livello per essere a tutti i livelli una contender.

    Per il titolo di Mvp attualmente se la giocano ancora Dirk, Stat, Rose e Manu perchè sono i giocatori che al momento stanno facendo più la differenza nelle rispettive squadre e sono i leader indiscussi

  66. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    capisco quello che vuoi dire.
    ci può stare benissimo che lebron sia considerato da qualcuno il giocatore più forte della lega.
    l’unica cosa che non capisco,ad esempio quando si dice che lebron è considerato da tutti il più forte giocatore nba.
    ma dove?

    comunque non facciamo confusione tra il potenziale e il valore dimostrato.
    anch’io nel calcio penso che ronaldinho sia il giocatore più forte del mondo,a mio avviso molto più forte di un messi(il miglior ronaldinho)
    però per quanto dimostrato in carriera sicuramente l’argentino a carriera finita verrà considerato un giocatore superiore al brasiliano…

    per quanto dimostrato negli ultimi anni è giusto che un kobe venga considerato il numero 1,perchè a forza più o meno simile un titolo fa la differenza…

    comunque anch’io sarei curioso di vedere un lebron allenato da un phil jackson…

    • Giulio scrive:

      No Gallo, io non penso di aver detto che LeBron è DA TUTTI considerato il miglior giocatore della lega…Se l’ho scritto devo aver sbagliato perchè credimi, so bene che in molti la vedono diversamente e che il buon 70-80% di questi lo pensano solo perchè gli sta sulle scatole come persona! Con questo non voglio dire che tra questi rientri anche te, che anzi mi sembri piuttosto imparziale quindi ti dico condivido quanto dici…

      Sul discorso Ronaldinho attenzione: anche secondo me il Ronaldinho pallone d’oro non ha eguali nella storia del calcio, era semplicemente infermabile…Maradona e Pelè giocavano in un calcio diverso e comunque meno difficile e duro, per me quel Ronaldinho la è il miglior giocatore della storia…E Messi lo è attualmente! Tu GIUSTAMENTE dici che sarà ricordato Messi: ma attenzione, Ronaldinho (che sarebbe il LeBron della situazione) non giocava con l’Atletico Madrid o con il Palermo (squadre in cui aveva possibilità prossime allo 0 di vincere una champions), al contrario si è sempre trovato in grandi squadre cosi come Messi, con la differenza che Messi è un professionista e si impegna sempre al 200%, Ronaldinho dopo il pallone d’oro e l’infortunio ha perso gli stimoli e si è messo a bere birra e far tardi la notte! Cosa che chiunque abbia fatto uno sport sa che è deleteria…Quindi è un paragone che non ci sta! Condividi??

  67. inyourweis scrive:

    La Verità

    Chi ha fatto 29 punti di fila in una finale di Conference?

    Chi ha due titoli di MVP?

    Chi ha portato un manipolo di ritardati in finale?

    Ma soprattutto…

    Chi è che spara le cazzate più grosse su questo forum?

    Tu sei l’indubbio MVP della giornata, ti faccio i miei migliori complimenti

    • dontrythis@home scrive:

      IYW ..lascialo in pace!!! che mi deve presentare il suo pusher!!

      Sennò ti mando sotto casa il rodman di wade che ti gonfia per le feste!!

      (ovviamente sto parlando di Bosh.. visto che sia Rupaul che il verme si travestono.. il binomio mi pare evidente)

  68. bodiroga scrive:

    Facciamo così, interrompiamo subito la discussione, LeBron oggi ha compiuto 26 anni, ci risentiamo per parlare dello stesso argomento, (magari qua) il 30 dicembre 2020.
    Stiamo anticipando un pò i tempi.

    Propongo un altro argomento: Cosa ne pensate di Perry Jones?

    Un pò McGrady, un pò Durant, un pò Garnett, classica ala piccola dal grande potenziale, ancora non completamente sviluppata che deve finire nel contesto giusto, altrimenti diventa il nuovo Gerald Green?

  69. La Verità scrive:

    inyourweis

    sei di una arroganza spaventosa, io esprimo solo le mie opinioni giuste o sbagliate che siano e un povero pirla come te non deve permettersi di prendermi per il culo.

  70. alert70 scrive:

    La verità

    Aspetta: LeBron ha raggiunto una finale NBA con Gooden/Ilga/Varejao/Gibson….. Wade ha vinto un titolo con un buon O’Neil ,18/10 il suo fatturato, con Posey, Walker, Haslem… Non certo di valore inferiore ai Cavs del 2007. Tutt’altro!!!

    La famosa gara contro i Celtics, quelli che sono arrivati ad un niente dal titolo veniva subito dopo la scoperta della propria mammina che si scopava un suo compagno di squadra!!!!!

    Scommetto cosa da niente.

    LeBron Pippen extralusso perchè gioca da meno tempo di Wade? Che discorso è?

    Tradito la sua città natale?

    Se fosse rimasto lì con quella squadra non sarebbe stato in grado di vincere nulla. Avrebbe contribuito ad incasinare ancor più il salary cap senza via di uscita. Inoltre mi dici quale trade potevano fare per cercare di rinforzare una squadra mediocre? A parte Varejao e Hickson chi cavolo potevano mettere sul mercato? Mo Will?

    Posso capire il tuo discorso sulla buffonata ESPN ma non la sua scelta di andarsene.

  71. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    la verità

    qui mi trovo d’accordo con iyw.
    dire che lebron è il pippen di wade mi sembra una grossa cavolata…

    anche se mi viene da ridere a pensare che almeno per una volta qualcuno tra i due ha sopravvalutato wade.
    faccio un esempio,su nba.com può capitare che in una gara wade fa il 30ello decisivo,magari lebron tira e gioca male eppure invece della foto di wade ti ritrovi quella di lebron…

    sono sicuro che ad oggi se dovessero dare un mvp degli heat per questi primi due mesi lo darebbero a lebron.
    magari lo merita più di wade,però anche se non fosse così lo vincerebbe lo stesso lui,molta più popolarità.
    questo può capitare anche con kobe e gasol,anche se con tutto il rispetto per lo spagnolo,gasol non sta a kobe come wade sta a lebron…

  72. TMC#3 scrive:

    Mi son venuti i brividi a leggere la carriera di Jordan scritta in Wikipedia…grande MJ inarrivabile per tutti!

  73. La Verità scrive:

    inyourweis

    29 punti in fila in finale di conference? con che risultato?

    Valgono di più 2 mvp consecutivi o una finale vinta?

    Grande finale, sweep completo e a casa.

  74. bodiroga scrive:

    La Verità

    Effettivamente LeBron qualcosina l’ha dimostrata e chi ti parla non è un fan del #6 di Miami.

    Giulio

    La trade Jamison per metà è colpa di Danny Ferry e per l’altra metà è colpa di James. Era fatta per Amare Stoudemire, poi LeBron fece i salti mortali per avere un 4 esperto, forte a rimbalzo e che potesse aprire il campo col tiro da fuori. Ferry sbagliando accettò la proposta dell’ex #23 e si consumò la frittata.

    Da quel punto di vista, meglio Kupchak che decise di mandare a quel paese Kobe che chiedeva Jason Kidd al posto di Andrew Bynum.

    I giocatori pensino a giocare, gli allenatori ad allenare e i GM a rinforzare i roster, purtroppo nell’NBA e non solo i ruoli tendono a invertirsi e sovrapporsi creando un marasma che porta soltanto alle sconfitte.

    Ma avete visto che GM è diventato Michael Jordan?

  75. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    alert70

    wade aveva shaq,posey,haslem,walker,mentre lebron ilga,varejao e gibson.
    difatti wade ha vinto il titolo e lebron è uscito umiliato da quella finale…

    • alert70 scrive:

      Appunto. Il gruppo conticchia.

      Giulio

      Mi hai anticipato!!!!

      Bodiroga

      Non sapevo di Stat e della decisione di Ferry di assecondare LeBron.

      Vero quello che dici.

      MJ evidentemente ha delle “visioni”. Certo che può in breve ridurre una squadra da PO ad una barzelletta. E’ solo questione di tempo.

  76. bodiroga scrive:

    alert

    La storia della mammina un pò giocherellona ha influito come il gomito, ovvero NULLA perchè questi giocatori dal punto di vista mentale sono incredibili, staccano la spina e si concentrano solo sulla gara.
    Ricordo le gare di Kobe quando era sotto processo, situazione ancora peggiore, beh giocava ugualmente una gran bella pallacanestro.

    • alert70 scrive:

      Ho dei dubbi. Il processo ti logora e di brutto ma Kobe ha avuto tempo per “metabolizzarlo”.

      Vedere il tuo compagno nella doccia che col suo uccellino se la spassa con la mamma non deve essere piacevole. Per quanto possano essere dei mostri di concretezza saperlo durante i PO e alla vigilia di una gara decisiva conticchia. Lui non ha avuto tempo di metabolizzarlo. Se fosse accaduto in RS sarebbe arrivato più “rilassato” alla serie contro i Celtics.

    • Giulio scrive:

      Si su questo sono d’accordo con te, non ci sono attenuanti, sicuramente LeBron di gara-5 contro i Celtics non è il LeBron visto di solito…Ma ribadisco che sfido chiunque a trovare un giocatore che contro questi Celtics non abbia fatto peggio di quanto fa di solito…Vedere lo stesso Kobe!

      Detto questo, nelle finals 2010 non dimentichiamoci che fondamentali sono stati a turno Fisher, Gasol e Artest!!! LeBron era solo contro quei 3, sinceramente mi sembra di mettere un agnellino appena nato nella gabbia con 3 leoni…Anzi 4…Qualcuno si ricorda cos’era il Rajon Rondo di questi playoff per caso!!!

  77. TMC#3 scrive:

    Per me Lebron è più forte di Wade. Fatto sta che doveva andare a Chicago o New York e vincere li se voleva essere considerato un grande.

  78. inyourweis scrive:

    Alert

    Fare una classifica in base ai titoli vinti mi sembra molto incompleto…Kobe ha avuto dei compagni che Wade nn ha mai avuto, sia quando era con Shaq, sia negli ultimi due anni. LBJ nn avuto neanche i compagni di Wade, figuriamoci…rimane poi la differenza di età

    Personalissima opinione: a me se vogliamo dire che Kobe è il migliore mi sta bene, ma bisogna “contestualizzare”, come le bestemmie di B. Io al momento (anzi, da un paio d’anni a questa parte) ritengo LBJ il migliore, nel senso che è quello che, se tolto (o aggiunto) ad una squadra, fa la maggiore differenza

    Se dovessi andare per una gara singola, o una singola serie, vado con Kobe. Al limite, se in salute, Wade gli si avvicina tantissimo (e lo ha dimostrato nel 2006, giocando a dei livelli che Kobe nn ha mai avuto, in finale). Ma se si tratta di 82 partite, di 3-4 turni di P.O., vado con LBJ. E questo per un motivo semplice: per caratteristiche fisiche e tecniche, può cambiare una partita in 1000 modi, e con una continuità che nessun altro ha

    Parliamo di un giocatore che può fare 10 rimbalzi e 10 assist a partita, con 30 punti, difesa dura, può prendersi carico dell’intero attacco, può dominare nella sua metà campo, upò caricare di falli l’altra squadra. Già su partita singola le sue statistiche sono fuori dal mondo, è vero che le statistiche nn dicono tutto, come è vero che le ha ottenute con una squadra che negli ultimi anni era tra le più competitive

    Su partita singola, per una serie di P.O., Wade o Kobe possono elevarsi a quel livello, o anche più in alto. Ma per 82 partite + P.O., un po’ per l’età, un po’ per il fisico, un po’ per la completezza del suo gioco, LeBron nn ha eguali, da solo vale 20-25W in più

  79. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    comunque bisogna dire che nell’ultimo decennio la eastern conference è stata di un livello quasi imbarazzante.
    vedere i sixers versione 2001,i nets versione 2002 e i cavs versione 2007 arrivare in finale nba fa capire il livello generale che ha avuto quella conference per molti anni…

    quelle tre squadre fossero state ad ovest avrebbero fatto fatica a superare anche il primo turno.
    vero che i cavs 2007 eliminarono una signora squadra come i pistons,però bisogna anche dire che la finale con gli spurs fu a senso unico come solo in un primo turno di playoff ti capita di vedere,magari tra la prima testa di serie e l’ottava…

    ad iverson,kidd e lebron il merito di aver portato quelle squadre fino alle finals.
    anche se bisogna dire che poi una volta in finale l’unico che ha realmente continuato a dominare è stato iverson…

    lebron fu letteralmente cancellato da bowen e compagni…

  80. TMC#3 scrive:

    Solo l’anno scorso si possono dare colpe al 6 per gara 2 e 5 contro i Celtics, per il resto non sarebbe giusto. Contro Orlando è andato a 38+8+8 di media, contro Boston nel 2008 45 pt in gara 7 da solo, con S.Antonio nel 2007 era ancora immaturo nel leggere le difese e di certo i giocatori che aveva accanto erano di livello molto ma molto basso

  81. La Verità scrive:

    Bodiroga

    io ero un fan di lebron, ma dopo la buffonata alle espn non l’ho più ammirato. lebron ha dimostrato di essere un grande giocatore e molto ma molto più completo di flash, però nei momenti superdecisivi wade ha dimostrato di essere meglio di lebron

    mj dirigente? un disastro. kwame brown prima scelta nn è un bel biglietto da visita…

  82. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    iyw

    vero quello che dici.
    ma quando il valore di un giocatore è più o meno simile i risultati di squadra fanno la differenza.
    come ho detto prima,si può dire che kobe avesse compagni più forti di lebron,ma infatti ha vinto,più di vincere non puoi fare…

    • dwyanewade32008 scrive:

      Dai ragazzi basta abbiamo capito,per alcuni LeBron è il ragazzino delle commissioni di Wade,per altri il contrario,altri ancora capiscono che sono i leader alla pari,altri mettono in mezzo Kobe sempre e comunque perchè lui è il mamba ecc..
      Ora basta,parliamo di pallacanestro,ci sono milioni di elementi da sciorinare di questa stagione nba,a cominciare dagli spurs che vincono e (perlomeno a me) convincono,per poi continuare con la decadenza (ovvia) di Cleveland,i continui cambiamenti in corso di Orlando,il tramonto di Phoenix ecc ecc
      Provo a proporre discussioni sensate qui perchè,ve lo dico sinceramente,non ci sono altri posti dove poter discutere di basket d’oltreoceano che non siano siti pro team..
      Siccome ho intuito che,tra tante teste vuote e provocatori-tifosi esaltati e simil,c’è anche qualche persona che parla con piacere di basket,si interessa di basket e CAPISCE di basket(pur ognuno con le sue opinioni),mi piacerebbe spaziare di più negli argomenti sui quali la nba odierna ci dà gli spunti e le informazioni di poter parlare..
      Spero che questo post venga accolto da qualcuno,perchè qua non se ne può più..
      Ho smesso per tanto tempo di scrivere qua (un anno e mezzo buono) proprio per i continui discorsi inutili che vertevano (e vertono) solo su un argomento,un binomio..
      Basta davvero,se siete tifosi,non venite a tifare ma a PARLARE di pallacanestro,esprimendo le vostre opinioni si,ma sempre attaccando la testa al cervello,perchè purtroppo poi le discussioni vanno a degenerarsi..Quasi tutti (io compreso) la finiscono ad infervorarsi e si arriva alla nullità intellettuale,alle cadute di stile e soprattutto allo smettere di parlare di basket..

  83. TMC#3 scrive:

    Io comunque vorrei far notare che dai Sixers di AI in finale ad oggi il livello dell’Est continua ad essere molto basso. Quest anno ci sono praticamente 6 squadre sopra il 50% e le ultime 5-6 sono abbastanza imbarazzanti. Anche il livello medio dell’Ovest si è abbassato rispetto agli ultimi 3-4 anni

  84. inyourweis scrive:

    La Verità

    Io purtroppo nn sono democratico, è vero che tu puoi scrivere quello che ti pare, come io posso scrivere che sei un cazzaro. Tu nn scrivi opinioni, tu sei un rosicone che per dei motivi a me sconosciuti (tifavi Cavs, ami Kobe, sei nato ad Akron, invidia del pene, proprio nn lo so) spara delle puttanate (tipo LBJ come Pippen) che può dire solo uno che detesta James, nn uno che vede le cose con obiettività e distacco

    Io nn ho mai tifato e mai tiferò per Kobe o L.A., ma sono il 1° a difenderlo quando qualche buontempone se ne esce con delle critiche assurde solo perchè gli sta sulle balle. Idem per LBJ, per il quale nn ho mai provato simpatia

    Poi mi dovrai spiegare il legame tra “la buffonata di The Decision”, e l’essere il Pippen di Miami…

  85. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    comunque scusate se rispolvero l’argomento jordan.
    prendo spunto dal commento di iyw.
    jordan ti dominava una stagione ancora di più di un lebron e ti risolveva una singola gara in una maniera più efficace di quanto possano fare un kobe o un wade…

    vedere kobe bryant oggi fa capire ancora di più la grandezza di jordan.
    kobe al top sembra quasi perfetto,jordan al top era il giocatore perfetto.
    poche storie…

  86. alert70 scrive:

    Io ho parlato di titoli come differenza tra i tre perchè è la sola differenza che vedo.

    Sono tre fenomeni che hanno avuto una vita cestistica differente.

    Kobe ha avuto compagni fortissimi che unito al suo immenso talento ha portato 5 titoli e 5000 finali NBA.

    Wade ha avuto un’occasione di vincere un anello è lo ha centrato alla grande.

    LeBron è stato il più sfigato dei tre. Non ha avuto O’Neil, quello vero, ne Gasol/Bynum/Odom/Posey/Fisher al limite Halsem…. Non contiamo il duo P-Jax/Riley

    Insomma faccio fatica a pensare che Wade e Kobe a Cleveland con quel gruppo e quel coaching staff potevano ottenere di più.

  87. TMC#3 scrive:

    Si potrebbe anche dire che Kobe nel 2006, avendo compagni di un livello più imbarazzante del Lebron 2007, stava per eliminare i Phoenix Suns decisamente più forti di quei Pistons…quindi alla fine la differenza la fanno i risultati. Negli ultimi anni Kobe non ha avuto bisogno di prestazioni ecclatanti ai PO perchè aveva compagni di squadra validi tutto qui.

  88. alert70 scrive:

    Finale NBA 2006

    Dallas uno squadrone con Avery Johnson al timone. Miami una squadra tostissima con Riley sul ponte di comando.

    Chissà se la storia sarebbe stata differente con i coach invertiti. Ovviamente si.

  89. inyourweis scrive:

    Gallo

    Nn è che si può dire che Kobe avesse compagni migliori, Kobe ha avuto compagni migliori, senza dubbio. Paragonare i rosters dei 5 titoli di Kobe, con quelli avuti da LBJ, sarebbe una bestemmia. Idem un roster con Shaq, Payton, JWill, Walker, Haslem, Posey, e Coach Riley in panca

    Dire che Kobe è più forte perchè a 5 titoli per me è un errore. Kobe è il più forte perchè messo nelle condizioni di vincere, ha preso i suoi compagni e li ha portati alla vittoria. Come fece Wade nel 2006, e lui ha fatto almeno 2 volte (nei primi 3 titoli comunque nn era lui il leader dei Lakers). LBJ nn ha mai avuto le stesse possibilità

    Ripeto, in una partita singola Kobe ha talmente tante armi offensive, ed un tale killer istint, da risultare il migliore. I Lakers con Kobe valgono 60-65W, i Cavs con LBJ valevano lo stesso. L.A. senza Kobe vale 50W, i Cavs senza LeBitch retrocedono. E nn venite a dirmi che contano anche le partenze di Shaq e Z, siate gentili. La differenza è tutta qua

  90. blocksteal scrive:

    WADE O LBJ? FINCHE’ CE LO DOMANDIAMO NOI VA BENE MA SE NELLO SPOGLIATOIO A SEGUITO, MAGARI, DI UN BUZZER SBAGLIATO SI FACESSE STRADA UN ANTAGONISMO ALLORA ……….
    COMUNQUE BELLA VITTORIA IN UNA SEASON MOLTO AUTOREFERENZIALE DOVE SEMBRANO SFIDARE + LORO STESSI CHE GLI AVVERSARI. SONO ALLA RICERCA DI UN IDENTITA’ CHE NON VEDO ANCORA E CHE FORSE NON CI SARA’ MAI. E QUESTA RICERCA A SECONDO DEL SACRIFICIO, A SECONDA DELLA VOLONTA’, DELLA COLLABORAZIONE E DELLA FIDUCIA LI PORTA AD AVERE ALTI E BASSI CHE, PER ME, NON SONO DA ATTRIBUIRE AL FATTO CHE SONO ALLA PRIMA STAGIONE INSIEME MA PIU’ AD UN FATTO STRUTTURALE PREOCCUPPANTE IN CHIAVE P.O. DOVE I VALORI MENTALI NON SI SOMMANO A QUELLI TECNICI E FISICI MA LI MOTIPLICANO.
    LI VEDO QUINDI CAPACI DI GRANDI STAGIONI REGOLARI MA NON ANCORA PRONTI PER IL TITOLO

  91. La Verità scrive:

    inyourweis

    Tifo spurs da sempre
    Odio kobe, ma riconosco il suo valore
    non sono nato ad akron
    invidia del pene? il mio è abbastanza grosso per non avere questo problema

    buffonata alla espn: dimostrazione di immaturità. per essere un leader devi essere molto maturo
    pippen non era il leader dei bulls
    risultato: lebron è il pippen degli heat, wade il jordan degli heat e bosh il rodman degli heat.

  92. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    si può dire quello che si vuole,altre epoche,altri avversari ecc.
    però jordan è stato certamente un giocatore più forte di un kobe,un wade o un lebron…

    aveva la tecnica di kobe,la velocità di wade.
    non aveva il fisico di lebron,ma era molto più solido mentalmente rispetto al prescelto…

    quante volte jordan sbagliava una partita importante?
    1 ogni 10 direi,ma neanche…

    questo vinceva titoli segnando anche 35 punti di media ai playoff.
    era immarcabile per dennis johnson e i grandi celtics.
    chuck daly creò un sistema difensivo apposta per limitare la sua grandezza.
    pat riley e i knicks non sono mai riusciti a fermarlo.
    da solo ridicolizzò un ottima squadra per i tempi come i cavs di wilkeens.
    non aveva nel suo ruolo avversari del livello di kobe,wade o lebron,ma quando ha incontrato un drexler(best 50 all time) al top l’ha letteralmente umiliato…

    era un realizzatore migliore di kobe e difensivamente poteva cancellare chiunque.
    ricordo che ai tempi si diceva che l’unico che potesse marcare jordan sarebbe stato solo un altro jordan…

    ditemi tutto quello che volete,preferite kobe a lebron o viceversa.
    ma penso che resti sempre piuttosto scontato che nessuno di loro potrà eguagliare la grandezza di jordan,ma si dovranno semplicemente “accontentare” di avvicinarla…

  93. TMC#3 scrive:

    X inyourweis: a mio avviso l’addio di James e poi soprattutto il ritorno da dominatore ha davvero messo i Cavs a terra psicologicamente. E’una squadra che non è cosi scarsa come ora sembra, ma è psicologicamente devastata dalla sua mancanza. La squadra non è da buttare, ma non ha un leader emotivo che chiaramente riconosceva in James.
    Un’altra mancanza di James secondo me è il fatto che non abbia saputo dare motivazioni valide ai suoi compagni per vincere cosa che Kobe dà, anche se probabilmente è più un fatto di età questo.

  94. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    iyw

    ok,quello che voglio dire,semplicemente kobe ha avuto squadre più forti,infatti ha vinto.
    più di vincere non puoi fare.
    lebron con quei compagni magari avrebbe vinto anche lui gli ultimi due titoli,ma non lo sapremo mai…

    • Giulio scrive:

      IN YOUR WEIS ribadisco la mia stima!

      Gallo, come dici te, purtroppo non lo sapremo mai…Allora però concorderai nel dire che dare del perdente a LeBron, è una cavolata!

  95. jjhickson scrive:

    ma qlc mi ha interpellato?che palle i commenti di inyourweis….scopa invece di fare il federico buffa del blog….certo che di repressi in internet ce ne sono…..

  96. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    scusate se ho aperto l’argomento jordan.
    ma per me più passa il tempo e più mi convinco sempre più che ci sia sempre più differenza tra il 23 dei bulls e i tre più forti giocatori della nba di oggi…

    penso che se prendiamo tutti i maggiori pregi dei tre,l’unica cosa che jordan doveva invidiare è il fisico di lebron,cosa che compensava con una tecnica che lebron non ha,ma soprattutto con una forza mentale che lebron non avrà mai…

    credo che solo chi ha vissuto entrambe le epoche può realmente capire la differenza tra jordan e i tre big della nba di oggi…

    • moronbrothers scrive:

      quoto alla grande. aggiungo che jordan avrebbe giocato meglio sia gara 7 delle Finals che gara 5 con i Celtics. Credo però che jordan abbia pochi eguali nella storia di tutto lo sport e già essere accostati è un enorme complimento. Ah, avere avuto internet negli anni ’80 sai che goduria?

  97. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    ovviamente sì…

    lebron non è un perdente.
    anche se ancora deve dimostrare di essere un vincente…

    perdenti di lusso,ma sempre perdenti,per me sono gente come malone o nowitzki che quando hanno avuto per davvero la possibilità di vincere hanno letteralmente fallito…

    jordan resta il più grande vincente della storia di questo gioco(assieme a russell) perchè quando ha avuto per davvero la possibiltà di vincere ha vinto tutto quello che poteva vincere,lasciando le briciole agli avversari…

    • Giulio scrive:

      Perfetto allora vedi che siamo d’accordo!

      Nowitzki mostro, ma più perdente se vogliamo di Malone o di Stockton…Sti due come unica sfiga hanno avuto quella di doversi giocare il titolo contro i mitici Bulls di MJ, altrimenti un anello al dito se lo sarebbero messi…

  98. kgiuseppu scrive:

    per pietà, vi prego in ginocchio, non ricominciate con kobe vs lebron vs wade. non posso credere che ci sia ancora qualcuno che ha qualcosa da dire. basta. le opinioni (di santoni, competenti e “sparaminchiate” vari) le conosciamo. ok ognuno si tiene la sua.

    per il resto impressionanti gli heat ma secondo me manca ancora il lungo. io sacrificherei anche mike miller se fosse possibiile. tipo per uno come camby non sarebbe male. ma rasheed se rientra deve andare per forza ai celtics? e haslem torna? (quest’ultimo comunque non farebbe la differenza. ci vuole qualcuno con un buon gioco in post).

    contento per turner.

    contentissimo per t-mac. ma se anche tornasse al 70% di quello che era si porrebbe la domanda “ma che minchia c’è andato a fare a detroit?” utah no? chicago no? new york no?

    i lakers sono sempre i lakers. per me ancora favoriti. nonostante gli atteggiamenti fastidiosi del mamba.

    concordo su chi si era detto “felice” (prego accendere il cervello per comprendere le virgolette) dell’infortunio di kg. tanto non è una cosa grave (muscolare) ma sono contento che gli sia capitato contro villanueva. vediamo se si da una calmata (difficile)

    poi vorrei dire una cosa: odio quella mossa che fanno kg, bryant, artest e altri di alzare le mani come a dire “non ho fatto niente, sono stato provocato.” da veramente fastidio, anche perchè di solito sono loro che provocano e vanno sotto. e poi rimangono lì, anzi spingono un po’ l’avversario, ma con le braccia alzate. ma che cazzo vuol dire

    cousins, ripeto, buono buono. se mette a posto il cervello.

  99. Mamba scrive:

    Cambiando argomento secondo voi chi vince il premio di difensore dell’anno?Sarà ancora Howard?Io mi giocherei qualche euro su James….

    • kgiuseppu scrive:

      sono assolutamente d’accordo. per me james farà una stagione straordinaria, ma dato che la farà anche wade i due potrebbero eliminarsi a vicenda per l’mvp. quindi credo che a james andrà il premio per miglior difensore. assolutamente sticazzi e chissenefrega, premi inutili entrambi. però se c’è da puntarci qualche soldo e vincere lo farei. qualcuno sa se quotano la cosa alla snai?

  100. jjhickson scrive:

    cmq lebron non puo essere il pippen della situazione; in difesa pippen e un altra cosa rispetto a lebron….poi questo e un blog di fan nba, dove ognuno esprime le proprie idee…poi chiaro ce gente che pensa di essere competente come federico buffa…ma poveracci, giornalisti falliti o gente che scarica le proprie frustrazioni insultando gli altri…chi guarda le partite nba di notte spesso, significa che di notte non dorme in dolce compagnia……dai scherzo…

    • kgiuseppu scrive:

      “lebron non puo essere il pippen della situazione; in difesa pippen e un altra cosa rispetto a lebron”

      ah, infatti dicevo io. pippen era molto più forte di lebron.

      e adesso abbiamo completato il quadro. grazie, davvero grazie. impagabile.

  101. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    se lebron e wade continuano a giocare così,l’importanza di miller sarebbe minore rispetto a quanto poteva sembrare qualche settimana fa quando i due fenomeni sembravano incompatibili…

    anch’io avessi l’opportunità di scambiarlo con un lungo d’area non ci penserei due volte…

  102. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    mamba

    considerando anche che gli heat hanno la miglior difesa della lega.
    quindi per questi primi due mesi per me lebron è il miglior difensore nba…

  103. kgiuseppu scrive:

    gallo ma che è sto miracolo che siamo d’accordo su due cose una dietro l’altra?

    bentornato, comunque.

  104. Giulio scrive:

    Eh rimango dell’idea che un Miller in quintetto non fa altro che bene a sti Heat, ma non sono del tutto schifato dall’idea di cederlo per un buon lungo…Però non mi sembra che gli Heat avvertano tutta quest’esigenza…E tuttavia mi sembra strano che uno come Pat Riley non si sia ancora accorto che con questo roster in finale non c’arrivano!

    Mi chiedo…Secondo voi i papabili quali sono? Camby difficile secondo me, ancora più difficile penso sia ‘Sheed

  105. mark85 scrive:

    kobe bryant con una squadra di oltre 50 vittorie è andato sempre in finale nel nuovo millenio, eccetto il 2003 che persero contro i campioni se non sbaglio… pochi cazzi…

    nel 2008 prima dei play offs non era messa fra le contender perche gasol non era ancora rodato, non avevano un cambio dei lunghi e in ala piccola cera rodmanovic, con questo fece fuori gli spurs quasi da solo perche gasol fu stuprato da duncan.

    oggi vedendo le condizioni di kobe gli preferirei tante guardie, ma speriamo che sia solo una condizione temporanea perché l’ho visto proprio male ultimamente, mi ha fatto quasi pena.
    ma se devo sommare tutti i 10 anni, i numeri parlano da solo

  106. jjhickson scrive:

    kgiuseppe ho detto che pippen era piu forte in difesa di lebron…ho detto in difesa…non ho detto che pippen e piu forte di lebron…..mammamia che vena polemica…nervosetti?

  107. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    kgiuseppu

    boh,sarà il periodo di natale…eheh

    grazie per il bentornato.
    se si parla di basket io con te ci discuto volentieri.
    l’altra volta ti volevo solo provocare nel dirti che non eri competente…

    abbiamo visioni diverse,ma direi di evitare ogni volta di scadere con commenti offensivi.
    questo penso che valga per entambi…

    comunque su wade vorrei dire che quasi tutti abbiamo sottovalutato i suoi problemi fisici che l’hanno costretto a saltare tutta la pre season.
    una volta rientrato non stava bene,eppure come kobe oggi,cercava di prendersi responsabilità che in quel momento non era in grado di sostenere.
    anche per questo oggi con il miglior wade la musica per gli heat è cambiata…

    • kgiuseppu scrive:

      infatti, io mi ero già scusato per i toni, l’ultima volta. ma tu non hai più risposto perchè ti sei preso una pausa. no hard feelings. rispetto le tue opinioni assolutamente, anche se a volte non sono d’accordo.

      saluti.

  108. jjhickson scrive:

    scommetto che inyourweis a natale invece di dormire con la propria ragazza, si sia sparato tutte le partite nba…..mamma mia che vita di merda…..veramente ti do un consiglio: dai un cambio alla tua vita, cerca un po di fichella in giro e guarda meno nba…pensa alla tua vita, guarda meno la vita degli altri in televisione….la nba deve essere una passione, non una droga….cerca altri interessi….a volte e divertente insultarsi nel blog…ma non stare tutto il giorno davanti a questo blog a sparare cazzate se lebron qui o kobe li….io lo faccio durante il lavoro quando ho tempo….pero veramente non tutto il giorno….per l anno nuovo promettimi di trovare una ragazza….dai fallo…si vede nei tuoi commmenti una sorta di frustrazione e insoddisfazione nella vita(faccio il psicanalista come pjax)

  109. brazzz56 scrive:

    mail

    non so che soprannome..facciamo una cosa..sceglitelo tu..vedi come sono magnanimo?d’altronde,vincere le scommesse con te..troppo facile..eheheheh..a parte gli scherzi,che ne diresti di “postino e andreino stesso numerino.e stessi cojones?..o qualcosa del genere?..o qualcosa riguardo allo steeso identico numero di titoli vinti..qualcosa vicino allo zero..

  110. dwyanewade32008 scrive:

    Dai ragazzi basta abbiamo capito,per alcuni LeBron è il ragazzino delle commissioni di Wade,per altri il contrario,altri ancora capiscono che sono i leader alla pari,altri mettono in mezzo Kobe sempre e comunque perchè lui è il mamba ecc..
    Ora basta,parliamo di pallacanestro,ci sono milioni di elementi da sciorinare di questa stagione nba,a cominciare dagli spurs che vincono e (perlomeno a me) convincono,per poi continuare con la decadenza (ovvia) di Cleveland,i continui cambiamenti in corso di Orlando,il tramonto di Phoenix ecc ecc
    Provo a proporre discussioni sensate qui perchè,ve lo dico sinceramente,non ci sono altri posti dove poter discutere di basket d’oltreoceano che non siano siti pro team..
    Siccome ho intuito che,tra tante teste vuote e provocatori-tifosi esaltati e simil,c’è anche qualche persona che parla con piacere di basket,si interessa di basket e CAPISCE di basket(pur ognuno con le sue opinioni),mi piacerebbe spaziare di più negli argomenti sui quali la nba odierna ci dà gli spunti e le informazioni di poter parlare..
    Spero che questo post venga accolto da qualcuno,perchè qua non se ne può più..
    Ho smesso per tanto tempo di scrivere qua (un anno e mezzo buono) proprio per i continui discorsi inutili che vertevano (e vertono) solo su un argomento,un binomio..
    Basta davvero,se siete tifosi,non venite a tifare ma a PARLARE di pallacanestro,esprimendo le vostre opinioni si,ma sempre attaccando la testa al cervello,perchè purtroppo poi le discussioni vanno a degenerarsi..Quasi tutti (io compreso) la finiscono ad infervorarsi e si arriva alla nullità intellettuale,alle cadute di stile e soprattutto allo smettere di parlare di basket..

  111. brazzz56 scrive:

    sulle partite..bella w dei sixers..segnali da turner..vediamo un pò..stasera si prendono una ripassata alo staples..quarta trasfeta in 5 giorni,per cui..i po comunque li vedo possibilissimi,se non sicuri.

  112. dwyanewade32008 scrive:

    brazz

    sinceramente non mi aspetto tantissimo da Turner,non per portar sfiga,ma a differenza di altri (per esempio Haywood) che inizialmente hanno tradito le attese,mi sembra proprio quello meno adatto all’nba come gioco..
    Poi magari da domani comincia a trentelleggiare,ma la sensazione che ho avuto è che proprio sia un’estraneo al gioco nba,troppo pulito come giocatore (e non solo tecnicamente)..

  113. kahuna scrive:

    ho sempre commentato il blog sporadicamente per impegni e voglia…
    quest’anno sto vivendo un anno drammatico nel non poter osservare l’uomo che dal 1999 ha catalizzato la mia attenzione e passione per questo sport…
    rasheed wallace…
    a luglio, alla ricerca di un degno sostituto avevo individuato in un uomo il possibile degno erede di sheed…per capacità tecniche e “capacità”(?!) mentali (a me han fatto sempre impazzire sportivi folli…sheed e marat safin su tutti)
    la scelta era caduta su un giocatore che all’inizio mi aveva olto deluso, dato che avevo in lui molte aspettative…
    ora sta finalmente dimostrando il suo valore e se ne parla sempre troppo poco…

    incontratato MIP fino ad ora MICHAEL BEASLEY…

  114. Geppo scrive:

    Sinceramente il confronto è ibarazzante, il confronto si può fare su pari ruolo e sullo stesso periodo storico, quindi lasciamo da parte Jordan (che ci ricorda che con le regole di oggi ne farebbe 50 di media, provocazione ovvio), Lebron è un giocatore unico, visione e palleggio da playmaker, fisico da PF, velocità da guardia, il tiro non è una sicurezza come un carmelo (tanto per confrontare pariruolo) però è un giocatore imparagonabile a chiunque, decisamente il giocatore più importante nel panorama NBA di oggi.
    Tra Kobe e Wade invece per ora il cofronto diretto l’ha vinto Wade (gara di natale, purtroppo ai playoff non c’è stato modo di vederli contro), certo Kobe ha 4 anni di battaglie e finali e anelli in più rispetto a Flash, ma da quel che ho visto in questi anni di NBA DW3 è il giocatore più immarcabile…
    Rispondo a chi domandava quale giocatore non è andato in difficoltà contro la difesa dei Celtics lo scorso anno (quella su cui Lebron, complici tutti i motivi che avete detto, mamma, gomito ecc, si è schiantato)? La risposta è sempre Wade in 5 partite 56% dal campo (40% da 3) con 33 punti di media, ovvio poi i due team erano diversamente attrezzati e la serie è finita 4-1.
    Passo e chiudo.
    Aguri di buon anno a tutti.

  115. julius scrive:

    Comunque circa il pazzesco finale di Sacramento: Cousin cercato e trovato, canestro 5 stelle di Majo e miracolo di Evans per una W insperata dato i recenti precedenti… tutto il bello della Nba in quegli ultimi 2 minuti.

    Majo è uno dei giocatori più cercati sul mercato, dai bulls ai quali farebbe proprio comodo

    Concordo con chi si rammarica per Tracy ai Pistons invece che ai Bulls p ai Knicks ma cazarola lo avevano, come si può dare 3 mln a un Bogans o a un Bynum o mettere sotto contratto un R. Mason e non scommettere su McGrady proprio non lo capisco
    alla fine è ciò che manca a Chicago e NY per essere vere contender

  116. big "O" scrive:

    dwyanewade2008

    Non sono d’accordo con te su Turner. La lega è piena di giocatori “troppo puliti” eppure efficacissimi. Pensa a Roy, cui molto spesso proprio Turner è paragonato. Ecco, secondo me è un paragone che ci sta: i due si assomigliano molto, nel senso che non sono due atleti spaventosi (nel senso più proprio e meno ampio del termine) ma hanno degli ottimi fondamentali, grande conoscenza di gioco, la testa sulle spalle e grande leadership. Turner ha anzi anche qualche cm in più di Brandon. Per me, se resterà sano, Phila ha trovato un possibile futuro uomo-franchigia, o male che vada una spalla di lusso: purtroppo finora, a differenza proprio di Roy a Portland, ha trovato poco spazio, ma col tempo sicuramente verrà fuori

    E poi la pulizia non è per forza sinonimo di fiacchezza o debolezza mentale. Prendi Duncan, che in 15 anni di carriera ha sempre e solo dominato con la tecnica essendo un atleta assolutamente nella norma, e forse sotto con gli altissimi standard NBA. Io personalmente vado matto per i più tecnici, tra i fondamentali e l’atletismo io ho sempre privilegiato i primi, senza dubbio

  117. dwyanewade32008 scrive:

    big “O”

    Il termine pulizia da me usato,come ho anche scritto,non è per la sola pulizia tecnica..
    E’ più nel senso di malizia,non è uno smaliziato per l’nba,ne abbiamo visti tanti cosi in questi anni..
    Io dico la mia,rischiando di toppare clamorosamente si intende, per me entro breve tempo(uno,due stagioni) cambierà squadra..In seguito vagherà per la lega per qualche tempo per poi andare a cercar fortuna qua in Europa..
    Se è sveglio in europa ci va prima,incontra qualche allenatore coi coglioni,e in nba torna sveglio..

  118. alert70 scrive:

    Dirk perdente non si può sentire.

    In una finale NBA uno vince l’altro perde. Se poi perderlo da Wade/O’Neil e Riley è un disonore va bene. Invece se lo perdi da MJ è accettabile. Mah…. Opinioni

    Cousins

    Il ragazzo è fuori di testa. Un bambino come ce ne sono a bizzeffe nella lega, salvo che in due mesi si è già fociferato un suo scambio con i Rockets per Yao. Ovviamente neanche il più diabolico GM lo accetterebbe. Se il bambino matura di testa allora i Kings avranno due bei pilastri su cui iniziare il cammino verso i PO. Poi vediamo se attorno a loro Petrie gli metterà un cast decente. Qualche nome c’è.

    Il loro record è ridicolo ma non valgono meno di Wahington/Nets/Minnie…. come ribadito da alcuni.

    Premio difensore dell’anno lo possono dare anche a Bargnani tanto non vale nulla. Se nella NBA la stoppata mandata in tribuna vale di più di uno scivolamento laterale allora va bene tutto. E’ una provocazione ma per essere un difensore vero non bisognerebbe leggere la casella stoppate altrimenti Milicic sarebbe il numero uno!!!!!!

    Turner

    Sono un suo estimatore come non lo sono di Wall. Il primo al momento stà deludendo, salvo ieri e non so che pensare. Può esplodere come diventare uno dei tanti. Il secondo è adatto alla NBA come dice giustamente gallo ma al momento non mi intriga. Non è detto che tra un pò sarò un fan appassionato.

  119. big "O" scrive:

    Secondo me il tuo giudizio è un po’ troppo affrettato. Giocasse in una squadra mediocre per davvero e non solo scarsa a metà come Philly ora metterebbe su cifre di tutt’altro conto; soprattutto per un rookie il contesto incide eccome. Diamogli un po’ di tempo, io sono convinto che si farà rispettare eccome nella lega

  120. GiangioTheGlide scrive:

    So che ci arrivo solo adesso…ma avete visto che a New Orleans quando Belinelli segna da 3 sulle tribune passano, correndo, tre persone con la bandiera italiana? Un po’ quello che succedeva con Stojakovic…
    Carino comunque, almeno gli Americani non ci conoscono solo per le porcate di Berlusconi…

  121. alert70 scrive:

    julius

    Vediamo i progressi di McGrady e diciamo perchè Bulls e Knicks l’abbiano lasciato andare. Perchè era rotto e non si sapeva se poteva tornare a livelli di decenza.

    Data l’età non più giovanissima e la sequela di problemi fisici, la schiena su tutti era chiaro che le perplessità fossero tante. Perplessità tali che gli stessi Pistons lo hanno preso con un grosso punto interrogativo.

    Ovviamente se pensiamo al mitico Bogans ci viene da ridere.

    Non concordo su Knicks ad una guardia dall’essere competitivi. Per i Bulls ci stò ma non per loro. Li non mancano persone in grado di segnare anche se una guardia con le palle servirebbe sempre. I Bulls invece sono proprio messi male. Guarda caso sono alla disperata ricerca.

  122. julius scrive:

    Intendevo dire che era una scommessa da fare, ancora persistono i dubbi anche se la strada sembra quella buona, vero anche che a NY manca qualcosaltro

    Credo che i Pistons si debbano muovere sul mercato e aspettino di capire che stagione sarà (di trasizione si ma ai Po ci pensano sempre) poi devono dare un senso diverso alla squadra
    la delusione è e rimane Ben Gordon la cui trade sarebbe sentimentalmente più accettabile di quella di un Hamilton o un Prince, ma i sentimenti non centrano niente

  123. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    tre discorsi,bynum,l’mvp e il miglior record della regular season…

    rivedendo la gara contro gli hornets,ripensando a quella contro gli spurs e agli scorsi playoff,mi viene subito da dire che bynum è finalmente maturato.
    adesso si fa molto meno condizionare dagli eventi,ogni cosa che fa ci mette più grinta/intensità.
    se non riceve palla per un pò cerca di darsi da fare in altri aspetti,pur con i soliti limiti di intelligenza cestistica…

    sta diventando decisamente un fattore con la f maiuscola per i lakers.
    in attacco sarà sempre più un punto di riferimento che andrà sfruttato a dovere.
    sembra più potente fisicamente,riesce a crearsi più spazio per la ricezione,quindi permette un lavoro più facile ai propri compagni.
    guardate come gasol gli lasci molto più spazio rispetto agli anni scorsi…

    onestamente oggi per i lakers bynum è troppo importante.
    fisicamente è ancora lontano dall’essere il vero bynum,però se avrà sempre questo atteggiamento,allora quando raggiungerà il suo top da un punto di vista fisico avremo per davvero un signor pivot…

    discorso mvp…

    come ho detto ieri.
    ogni anno ad inizio regular season si sottovaluta sempre lebron,ma poi come al solito lo vince a mani basse.
    attualmente penso che anche quest’anno andrà a finire così.
    non penso che la presenza di wade ostacolerà a lebron la possibilità di vincere per il terzo anno di fila quel premio.
    troppo alta la popolarità di lebron per pensare che i votanti si faranno condizionare da questo.
    se gli heat vinceranno la regular season,cosa che ritengo probabile,allora lebron vincerà di nuovo l’mvp…

    penso che gli heat vinceranno la regular season perchè contro certe squadre se hanno il miglior wade e il miglior lebron proprio non possono perdere,soprattutto se ci aggiungi un sistema difensivo sempre più affidabile ed efficace.
    i celtics prima o poi avranno un calo che negli ultimi anni hanno sempre avuto,dovuto anche agli infortuni.
    i lakers proprio non hanno testa e motivazioni per vincere più di 60 gare.
    l’avevano nel 2009 dopo le finals 2008,ma oggi mi sembrano tutt’altro che motivati oltre che fisicamente poco lucidi.
    gli spurs e i mavs,record o non record li considero poco affidabili nell’arco di 82 partite…

    da notare la strada “parallela” che hanno avuto heat e cavs.
    partenza lenta degli heat,ottima partenza cavs se pensiamo ai loro mezzi.
    difatti dopo 15 gare avevano quasi lo stesso record.
    poi nelle ultime 18 gare gli heat ne hanno vinte 17,mentre i cavs hanno fatto l’esatto opposto.
    sembra quasi che i risultati del loro ex simbolo li condizioni e non poco…

  124. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Brazz

    Ma allora guarda, ti puoi sbizzarrire quanto ti pare… Certo, un paragone tra Malone e Bargnani è un po’ troppo… Ma, se devo dirtela tutta, anche un po’ scontato. Mi aspetto da te qualcosa di molto creativo e siccome abbiamo “chiacchierato” discretamente in passato, perchè no, anche in altri ambiti oltre quello cestistico… ehehehehe

    Hanzo

    Ma quanto stai godendo, eh? eheheh

  125. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    alert70

    su john wall bisogna dire che è stato parecchio sfigato fino a questo momento.
    prima che cominciasse ad avere problemi fisici stava giocando alla grande e non aveva nulla da invidiare al rendimento di blake griffin.
    ricordo una tripla doppia dopo poche gare,ma anche una gara vicino alla quadrupla doppia se non ricordo male.
    comunque esattamente come griffin,sembrava già pronto per poter essere fin da subito un giocatore da doppia doppia di media…

    • gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

      oggi ho proprio voglia di rompere le palle…

      quindi dico che a rileggere il discorso di iyw su lebron vs kobe vs wade,ha ragione quando dice che oggi in nba nessuno condiziona una squadra più di lebron.
      però aggiungo anche che questo dipende molto dal suo stile di gioco.
      ai cavs ad esempio era abituato a creare sempre per lui e per gli altri con incredibile continuità.
      ai lakers,in questi lakers allenati da phil jackson e all’interno di questo attacco la musica cambierebbe.
      avrebbe molto meno la palla tra le mani e si dovrebbe molto di più adattare a mettere a disposizione il suo talento all’interno di un sistema che obbliga la continua circolazione della palla.
      quindi in un contesto del genere avrebbe gioco forza meno importanza rispetto ad esempio al periodo ai cavs quando poteva fare tutto ciò che voleva semplicemente perchè il sistema offensivo di quei cavs era lui…

      detto questo,va benissimo dire che in questi ultimi anni kobe ha avuto compagni migliori rispetto a lebron e a wade,ma non esageriamo.
      nel senso che un conto è preferire un gasol a un jamison o un odom ad un varejao oppore un artest ad un parker.
      ma quando mi si dice che si preferisce un fisher a un mo williams allora il discorso cambia.
      ho tutto il rispetto per fisher,grande leader e uomo di ghiaccio quando conta,oltre ad essere un giocatore perfetto da affiancare a kobe e da mettere in un sistema di gioco come la triangolo.
      però non paragoniamo il talento di un mo williams al suo.
      io uno scambio del genere lo farei subito,anche perchè williams mi sembra un altro giocatore perfetto per giocare al fianco di un kobe…

      • Giulio scrive:

        Non sono assolutamente d’accordo, mi tengo Fisher tutta la vita, in regular season fa quel che può vista anche l’età, ma nei playoff diventa un cecchino, come dici te ha leadership e uomo di ghiaccio! Un pò il Robert Horry della situazione…

        Mo Williams invece in questi playoff non ha certo dimostrato lo stesso, per carità senza dubbio dopo LeBron è stato uno dei migliori, molto meglio di Jamison, ma il meglio di pessimo è comunque ben poco…Mi piace come giocatore e anche secondo me con Kobe ci starebbe bene, ma tra i due mi tengo Fisher tutta la vita! E penso anche i Lakers…

        Concordo di più invece sul discorso del gioco dei Lakers…Ma credo che se a LeBron gli avessi offerto l’opportunità di fare meno punti per vincere qualche anello in più l’avrebbe colta al volo sai… :)

  126. Giulio scrive:

    ALERT

    Nowitzki secondo me se bisogna scegliere di dare del perdente a uno tra lui, Stockton e Malone vince sicuramente…I Jazz di Sloan della coppia Stockton to Malone si trovarono di fronte quella che probabilmente è la squadra migliore della storia NBA o comunque una delle migliori, con in panca un signor allenatore…Il signor Nowitzki invece, che per me va per l’mvp attualmente, nella finale persa nel 2006 contro Miami non aveva contro un nemico cosi ostico! O per lo meno, per quanto mi riguarda, io in quella finale un euro lo avrei puntato sui Mavs…Poi tanto di cappello a quegli Heat, che erano di certo non una squadraccia ma una signora squadra allenata da un gran allenatore! Ma i Mavs di quell’anno erano tanta roba!

    Senza contare che i Mavs è da 5-6 anni a questa parte che hanno un signor squadrone, probabilmente tra reparto lunghi, guardie, panca, rotazioni quest’anno sono addirittura i migliori, ma non è la prima volta che falliscono clamorosamente nei playoff…Nel 2006 furono gli Heat, nel 2007 dei modestissimissimi Warriors, e via dicendo fino all’anno scorso contro San Antonio! Sono 5-6 anni di fallimenti continui con una squadra che non è affatto male, ma che si conferma da anni tra le prime 5 della lega e poi fallisce clamorosamente nei playoff! Quest’anno sono proprio curioso di vederli, sarà l’anno buono o falliranno ancora? I Jazz di Stockton to Malone dal ’95 al ’99 invece si confermarono più o meno anno dopo anno sui loro livelli, perdendo due finali consecutive proprio contro i famosi Bulls di Jordan!

    Si parla di 3 campioni come li conti sulle dita di una mano eh…Dargli del perdente non mi piace…Ma ecco perchè dico che se ti devo dire chi ha più del perdente tra Nowitzki, Malone e Stockton io scelgo il tedesco!

  127. Alfredo scrive:

    Ma stanotte gioca Dirk? ci sono 3 partite adatte a perdere 10 euro con una scommessa, giusto per chiudere l’anno!!!

    • Giulio scrive:

      Ahahahahahahahahah! Non credo giochi ma non ne sono sicuro…Ho dato un’occhiata veloce in internet ma ho letto solo di Popovich che dice che sarebbe sorpreso se non giocasse, ma mi sa un pò di gufata! Di certo con Dirk la partita sarebbe alquanto più interessante…

      Che mi dici invece di Knicks vs Magic? Su chi punti?!

  128. bodiroga scrive:

    La Triple Post Offence non piace a Kobe e non piaceva a Jordan, perchè come LeBron amano averla in mano, però hanno capito una cosa, con la Triple Post Offence si vincono 11 degli ultimi 20 anelli, 53 serie di playoff su 60 disputate.

  129. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    io resto convinto che se ai lakers dai mo williams al posto di fisher alzi ancora il livello della squadra.
    poi magari non hai negli ultimi possessi un cecchino affidabile come fisher,ma forse con un mo williams al posto di fisher hai più qualità nei minuti precedenti e quindi magari alla fine non devi neanche affidarti ad un tiro decisivo per vincere quella gara…

    • Giulio scrive:

      Questo può essere senz’altro vero, ma non è scritto che sia cosi…Potrebbe comunque darsi che i Lakers arrivino a fine partita col risultato ancora in gioco, e in quel caso secondo me molto meglio Fisher!

      Se poi contiamo che ai Lakers (come a tutti) interessa poco o niente della regular season, mentre interessa eccome vincere ai playoff, dove non è raro che le partite si decidano negli ultimi minuti di gara, ecco spiegato perchè io mi prendo Fisher…Detto che sono entrambi due buoni giocatori, non mi sembra comunque che Fisher sia nel complesso pessimo…Chiaro che se poi lo confrontiamo contro pari ruolo come Rose o Rondo fa una pessima figura, ma lo stesso si può dire per Mo Williams…Insomma non mi fai cambiare idea, preferisco Fisher! :D

  130. kgiuseppu scrive:

    beh, però non credo abbia molto senso metterla su fisher vs mo will. a parte il fatto che ai lakers un altro realizzatore non serve e invece serve come il pane un ice-man per i finali. (fatto salvo che fisher a me non piace perchè penso ti tolga troppo in difesa).

    lasciando perdere tutto questo credo che la questione sia un confronto complessivo tra

    fisher-artest-bynum-gasol-odom vs william-parker-jamison-varejao-ilga e payton(j-will) posey – walker- haslem-shaq

    direi che è tutto lì il discorso. perchè se è vero che kobe ha i suoi anelli e più che vincerli non poteva fare, allo stesso modo l’unico modo di giudicare i cavs senza lebron è vedere quello che stanno effettivamente facendo quest’anno. e direi che i risultati parlano chiaro. qualunque possiate preferire tra mo williams e fisher. il resto è obiettivamente insindacabile, credo.

  131. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    quello che voglio dire che l’importanza di un singolo giocatore la devi anche calcolare in base al contesto in cui si trova il giocatore stesso.
    iyw ha ragione quando dice che lebron è il giocatore che condiziona più i risultati della sua squadra.
    senza di lui i cavs vincono 25 partite e magari senza kobe i lakers ne vincono 50.
    ma siccome i lakers hanno più talento e anche più difficile alzare il livello di gioco.
    non penso che con lebron questi lakers vincerebbero 70 partite…

    poi faccio un esempio,in italia ibrahimovic è il giocatore che condiziona più il nostro campionato.
    ogni squadra si deve adattare a lui e non viceversa.
    lui fa reparto da solo,quindi può permettere all’allenatore di giocare più coperto senza perdere in sostanza davanti.
    un lavoro che un etò non può fare,un importanza che un etò non può avere.
    ma alla fine ancora oggi è difficile dire chi sia più forte tra ibrahimovic ed etò,anzi la carriera direbbe che è il camerunense…

    penso che si può benissimo dire che nel calcio lebron è ibrahimovic e kobe è etò…

    • Giulio scrive:

      Si si ma Gallo, guarda che mi trovi d’accordo su questo discorso…Condivido quando dici che come Jordan, come Kobe, anche LeBron avrebbe dovuto sacrificarsi al gioco dei Lakers…E ripeto, per vincere qualche titolo lo avrebbe fatto di corsa per me! Però quello che non condivido è quando preferisci Mo Williams a Fisher, io la vedo diversamente sotto questo punto di vista…Poi è chiaro che LeBron ai Lakers avrebbe dovuto giocare in maniera diversa da come faceva nei Cavs, e come d’altronde sta giocando in maniera diversa già adesso negli Heat! E’ normale, su questo penso non ci sia nulla da dire…”quello che voglio dire che l’importanza di un singolo giocatore la devi anche calcolare in base al contesto in cui si trova il giocatore stesso” TOTALMENTE D’ACCORDO

      Però ti faccio la domanda inversa: pensi che con Kobe o Wade i Cavs dell’anno scorso avrebbero avuto 66 vittorie? Tralasciamo il discorso playoff dove siamo tutti d’accordo che il risultato sarebbe stato lo stesso…Io, sinceramente ti dico no, per me con Kobe o Wade quei Cavs non avrebbero fatto la regular season che hanno fatto con LeBron, e magari avrebbero fatto dei playoff ancora peggiori…Ecco perchè ti dico, secondo me LeBron sposta più gli equilibri rispetto a quei due, io la vedo cosi, è la mia personalissima opinione! Secondo me Kobe o Wade non sarebbero riusciti a portare i Cavs dove li ha portati LeBron, questo no! Se poi mi dici che anche LeBron sarebbe stato “ridimensionato” nel gioco dei Lakers questo si, sono d’accordo…

      Non ci azzecchi invece nel paragone Ibrahimovic Eto’o semplicemente perchè parti da un punto di vista secondo me sbagliato e cioè che i Cavs avessero una gran squadra come è quella dei Lakers! Tanto Ibrahimovic quanto Eto’o infatti negli ultimi anni hanno giocato in grandi squadre…Poi chiaramente sono giocatori diversi, però è un paragone che non trovo corretto perchè i Cavs non possono essere assolutamente paragonati ai Lakers, e penso che questo sia chiaro a tutti!

      KGIUSEPPE ha detto bene lui, sono d’accordo, bravo! :)

  132. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    kgiuseppu

    sicuramente il supporting cast di kobe era migliore di quello di lebron.
    semplicemente volevo sottolineare che come giocatore un mo williams a mio avviso è più forte di un fisher…

    • kgiuseppu scrive:

      se parli di una squadra di medio-bassa classifica sono d’accordo con te. se sono il gm dei bobcats prendo williams tutta la vita. se sono il gm di miami prendo fish tutta la vita. comunque sì, a livello di efficacia e di capacità di depositare la palla nel canestro chiaro che will vale di più. ma i titoli, come insegnano kobe, fish, jordan, paxton, kerr, garnett, posey, sono un’altra cosa.

  133. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    sempre l’esempio ibrahimovic mi sembra quello più adatto…

    alza sensibilmente il valore di buone squadre come juve,inter e milan.
    mentre quando va a giocare in una squadra stratosferica come il barcellona si scopre che la sua importanza è relativa.
    anzi,non ha elevato di un niente il livello di forza di quella squadra…

    se gli dai le chiavi della squadra in attacco ti condiziona e paga la cauzione come nessun’altro,perchè è in grado di fare tutto,segnare,assist,far salire la squadra,come dicevo prima,fa reparto da solo,l’ha fatto all’inter e lo sta facendo oggi al milan.
    ma quando lo metti all’interno di un sistema che non prevede un giocatore con simili caratteristiche si scopre che la sua importanza viene notevolmente ridimensionata,vedere la sua esperienza al barcellona…

    • Giulio scrive:

      Attenzione perchè il discorso Ibra è delicatissimo…Ibrahimovic era l’uomo più sbagliato che il Barcellona potesse prendere, l’ho detto fin dall’inizio addirittura i primi gg pensavo fossero solo voci perchè non mi capacitavo di come gente competente come quelli di Barcellona potessero incappare in un errore simile!

      Prendere Ibra fu la mossa più sbagliata che il Barcellona potesse fare, Ibra sicuramente sposta gli equilibri più di un Eto’o ma non è il giocatore di cui una squadra che fa un gioco veloce e basato su pochi tocchi come il Barcellona aveva bigosno…Anzi, al contrario Ibra è maestro proprio nel rallentare il gioco di una squadra e nel farla salire, è giocatore più di fisico che di tecnica…Ciò non toglie che tecnicamente sia mostruoso, e che se vuole può anche velocizzare a tratti il gioco di una squadra…Ma inserito nel sistema di gioco del Barcellona è stato un disastro, una squadra offensiva e veloce come il Barca ne risentiva e infatti, quando si sono accorti di aver fatto una cappella se ne sono liberati appena possibile…Ecco invece che con l’arrivo di David Villa, sono tornati a fare il gioco che facevano con Eto’o, e i risultati si vedono decisamente!

      Quindi credimi, il paragone con Ibra è totalmente sbagliato…Sarebbe stato più corretto se mi avessi paragonato C.Ronaldo nel Manchester vincitore della Champions, in cui faceva tutto lui, al C.Ronaldo del Real di Mourinho: C.Ronaldo continua a giocare alla grande (come farebbe LeBron nei Lakers d’altronde) con la differenza che è molto più inserito nel gioco di squadra! Ma il paragone Ibra Eto’o no, ho capito cosa volevi dire davvero, ma il paragone è sbagliato…

      E comunque su tale discorso sono d’accordo con te!

  134. tifosoknicks scrive:

    gallo

    la juve degli ultimi 2 scudetti era una grande squadra…(chiuso ot)

    mamma mia tyreke evans,buzzer beater da oltre metà campo,cousins sarà il mio idolo per i prossimi anni in nba.

  135. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    anch’io credo che un kobe non avrebbe mai portato quei cavs a vincere 66 partite.
    però come dicevo prima,nell’ultimo decennio ci siamo abituati a vedere ad est molte squadre quasi mediocri a vincere più di 55 gare a stagione.
    vedi ad esempio i sixers di iverson…

    poi ti ripeto,dipende anche dal contesto.
    magari,anzi non magari,lo stile di gioco di lebron era perfetto per i suoi compagni ai cavs.
    compagni con poco talento che si nutrivavo della sua forza in attacco e ripagavano con grande intensità.
    non a caso i cavs del 2009 hanno vinto più gare dei cavs 2010 pur avendo molto meno talento…

    magari lebron nei lakers 2006 non avrebbe fatto vincere a quella squadra 45 partite ad ovest perchè può darsi che per i vari walton,parker,brown o mimhm,ovvero gente con poco talento e poco carattere,avevano semplicemente bisogno di avere al proprio fianco un giocatore che segnasse ad ogni gara 40 punti come fece quel kobe quell’anno…

  136. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Dato: i Bulls del ’93 finirono con 57 vittorie, qulli del ’94, quindi senza MJ, con 55, quelli del ’95 (MJ giocò 17 partite) con 47…
    Che dimostra questo? Ovviamente nulla, dato che dire “vale 25 o 50 vittorie” non significa proprio un cazzo

    • gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

      una cosa la dimostra.
      più facile alzare il livello di gioco di una squadra mediocre piuttosto di una squadra già di buon livello…

      se oggi metti lebron ai bulls,invece che 50 gare te ne vincono 60 o 65.
      mentre se oggi metti lebron nei cavs invece che 25 gare te ne vincono 55…

  137. Alfredo scrive:

    C. Ronaldo nel Manchester faceva tutto lui?? mmm, se ti sente Ferguson ti fucila…

    • Giulio scrive:

      Alfredo, no ovvio che anche il Manchester aveva il suo sistema di gioco, Ferguson è il Phil Jackson della situazione, ma intendo dire che in quella stagione penso il 70% dei gol della squadra li abbia fatti lui…Questo intendevo dire…

      Intendevo dire che non si può paragonare quel C.Ronaldo al C.Ronaldo di oggi nel Real di Mourinho…Nel Manchester la squadra giocava per lui, col risultato della valanga di gol che fece! Oggi nel Real continua a fare uno sfracello di goal, ma ognuno e lui compreso gioca per la squadra…

  138. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    comunque io sono sicuro di una cosa.
    visto che qua si dice che lebron al posto di kobe ai lakers avrebbe vinto anche lui,discorso che ci può stare.
    ma dico anche che considerando il talento globale di kobe,anche lui se volesse e avrebbe l’opportunità di giocare come faceva lebron ai cavs,avrebbe cifre generali molto simili a quelle che ha avuto lbj negli ultimi anni…

    anche quando era nel deserto cestistico ai lakers,era sempre messo in un contesto che ti impedisce di tenere fin da subito il pallone tra le mani.
    kobe quando ha segnato 35 punti di media l’ha sempre fatto all’interno della triangolo,dove lui naturalmente usciva spesso…

    quando si è trovato in una situazione tipo lebron ai cavs,stagione 2004/05,pur non al meglio,prima di infortunarsi viaggiava a cifre tipo 28-7-7.
    ripeto,non era al meglio…

    • Giulio scrive:

      Mi trovi d’accordo, ma solo in parte…Sicuramente Kobe avrebbe aumentato le proprie statistiche, ma non credo globalmente come quelle di LeBron…Secondo me avrebbe avuto semplicemente più punti, Kobe senza dubbio è un realizzatore migliore di LeBron…Ma LeBron ha una visione di gioco molto migliore secondo me, questo è uno che ti viaggia da quando è in NBA su medie non distanti dalla tripla doppia e le porta sempre in costante aumento! Infatti noterai che quest’anno per la prima volta diminuirà le proprie percentuali, viaggerà intorno ai 24-25 punti, con 6-7 rimbalzi e 7 assist: è normale, tutti i grandi quando si sono trovati a non essere l’unico giocatore capace di far qualcosa in squadra hanno abbassato le proprie cifre! E puntualmente si verifica adesso che LeBron al posto di Mo-Will ha Wade e al posto di Jamison ha Bosh…Tutto nella normalità!

      Kobe secondo me nei Cavs avrebbe tranquillamente (!) viaggiato sopra i 30 punti di media, intorno ai 33-35, ma prendendo meno rimbalzi di quelli che prende LeBron e facendo meno assist di quelli che fa LeBron! Comunque è un discorso un pò superfluo, non lo sapremo mai…

      • gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

        giulio

        appunto,tutti sono discorsi teorici…

        ad esempio non sapremo mai neanche se con lebron al posto di kobe i lakers sarebbero riusciti a vincere la serie 2008 contro i nuggets e quella 2010 contro i celtics,ovvero le due serie più difficili e complicate delle due edizioni playoff dei due titoli vinti dai gialloviola…

  139. tifosoknicks scrive:

    giulio

    mio fratello tifoso dei red devils ti tirerebbe qualcosa :-)

    gallo

    però bisogna dire che nel 2004/05 bryant era davvero irritante,molto di più che nel 05/06 e nel 06/07 dove fece molti record realizzativi

    • Giulio scrive:

      Ahahahahahahahah! Ma non ho detto niente di male eh, magari mi sono espresso male…Non intendevo dire che il Manchester era una squadraccia e il Real sono i Lakers…Intendevo dire che il Manchester DELLA CHAMPIONS attenzione, situazione che fu creata dalla miriade di infortuni, in particolare quelli a Rooney e Berbatov, giocava per C.Ronaldo, mentre adesso C.Ronaldo nel Real gioca per la squadra! Continua a far sfracelli di gol, ma si nota che c’è molto più gioco di squadra e non una ossessiva ricerca di passargli palla!

      Tutt’altro che mia intenzione dire che Manchester faceva un pessimo calcio o fosse una squadraccia! Anzi…

  140. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    su jordan poco da dire.
    nel 1993 i bulls vinsero solo 57 gare per tanti fattori che forse sono gli stessi che oggi stanno accusando i lakers.
    ma erano certamente una squadra da 65 vittorie,ad esempio l’anno prima ne vinsero 67…

    l’anno senza jordan fu un capolavoro di phil jackson,pippen e grant giocarono alla grande e in avevano un kukoc in più nel motore.
    fatto sta che ai playoff si vede tutta la differenza tra l’avere jordan e il non averlo.
    con lui tre volte su tre avevano eliminato i knicks di pat riley,senza furono eliminati,anche se la serie fu molto equilibrata…

    quando jordan rientrò,i bulls del 95 viaggiavano sul 50%,non avevano più grant e l’entusiasmo di dimostrare di essere forti anche senza jordan.
    rientrato jordan si ripresero subito,vincendo 13 delle ultime 17 partite.
    ai playoff contro i magic uscirono contro i magic,ma la sensazione è che sarebbe bastato il miglior jordan per permettere ai bulls di vincere anche quel titolo o comunque di giocarsela contro i rockets di olajuwon…

    anno dopo arrivò anche un certo rodman,jordan tornò ad essere il vero jordan,risultato 87 gare vinte sulle 100 totali…

  141. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    giulio

    per questo ti dico che importanza e che cifre riusciva ad avere jordan nei bulls dei titoli.
    più possessi,però vincere il titolo segnando 35 punti di media mi sembra tanta roba…

    non vorrei sbagliare,ma negli ultimi 30 anni solo shaq(una volta) e jordan(sei volte) sono riusciti a vincere contemporaneamente il titolo nba e il titolo di miglior marcatore nba.
    jordan poi nei suoi anni dei titoli l’ha sempre vinto sia in regular season che ai playoff…

  142. tifosoknicks scrive:

    gallo

    ma non ti davi una regolata riguardo ai commenti? :D
    potresti scrivere una bibbia su jordan… ;-)

  143. LOVE THE GAME scrive:

    ma notizie di bargnani?? quando torna?

  144. bodiroga scrive:

    tifoso knicks

    Ti capisco, se fossi stato un tifoso dei NY Knicks avrei già silurato Gallo ahahah

    Comunque la rivalità tra quei Knicks e quei Bulls rimaneva circoscritta nel campo da gioco, tiravano mazzate incredibili, però ricordo che durante l’All Star Game, Jordan, Ewing, Pippen scherzavano amichevolmente (ho visto un video nel quale Jordan scherza sui cerchi di GeorgeTown che a suo dire facevano sempre passi), una roba incredibile.

    Prendi la rivalità più accesa del campionato italiano: Ibrahimovic vs Materazzi, è una continua ricerca all’eliminazione fisica dell’avversario.

    E questo non va bene!!!

  145. bodiroga scrive:

    Love the game

    Bargnani su Facebook: “Andando a fare terapia, noia incredibile”.

    Vi tengo aggiornati.

  146. Giulio scrive:

    Si ma Gallo, mi sa che siamo finiti fuori discorso…

    Non mi passa neanche per l’anticamera del cervello di mettere in discussione MJ, mai fatto! Infatti non ho capito cosa centra il discorso del miglior marcatore NBA…Capiamoci, io ti ho seguito fino a quando dicevi che preferisci Mo-Will a Fisher e quando ti chiedevi come sarebbe stato LeBron nei Lakers…Poi mi sono perso ;)

    • gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

      su jordan ho risposto al postino.
      a te ho semplicemente voluto dire che gioco forza quando hai al tuo fianco un miglior supporting cast i numeri sono destinati ad abbassarsi,quello che hai detto giustamente te.
      per questo dico che fu incredibile pensare che jordan riusciva a vincere titoli nba contemporaneamente a sue vittorie nella classifica marcatori e più in generale a cifre impressionanti…

  147. Mamba scrive:

    http://www.nba.com/2010/news/12/30/allstar-ballot-results-2/index.htm

    Gallinari è ottavo tra le ali piccole ed ha più voti di Bargnani.

  148. Mamba scrive:

    Anzi è ottavo tra le ali in generale…

  149. gallo=bird (1-12-2008) BAOGB (24*-15-7-16-17) scrive:

    tifoso knicks

    hai ragione,infatti con questo chiudo…

    chiudo dicendo che mi piace ricordare sempre ai giovanissimi fan di questo gioco(che magari si sono avvicinati alla nba solo in questi ultimi anni)che kobe e lebron sono due mostri che sembrano perfetti o quasi.
    io ho avuto la fortuna di “vivere” anche gli anni 90 di nba,quindi posso assicurare che a mio avviso ai tempi esisteva un giocatore decisamente più forte sia di kobe,lebron e di wade.
    più vedo giocare questi e più mi convinco di questo…

  150. bodiroga scrive:

    Gallo

    Anch’io ho visto buona parte dell’ultimo three peat di MJ, però questo DECISAMENTE non lo capisco proprio.
    Io andrei sul LEGGERMENTE…

  151. sasipunk scrive:

    MAILMAN AS BARGNANI…che bel nick!!!

    cmq lebron è meglio di wade, pochi cazzi!!!con bryant non lo so perchè il 24 ha fatto cose ancora più inumane di james paradossalmente(81 punti, 50elli come fossero 20elli)
    come ha detto iyw, anche io per una stagione vado con james che da solo vale almeno un 60% di vittorie

  152. Alfredo scrive:

    Postino io credo ancora in te, i Lakers devono perderne ancora 2! hahahahahahahah

  153. LOVE THE GAME scrive:

    forse si tende a mitizzare un po troppo le cose passate,come nella musica,nel cinema ecc….. jordan con gli atleti,le difesei di oggi che farebbe,questo non lo sapremo mai.n° 1 di tutti i tempi anche per il sottoscritto,ma non credo che i vari kobe lebron wade sfigurerebbero cosi tanto e gli pulirebbero le scarpe,in primis il 24,che anche se con un mj a fine carriera, faceva vedere delle cose mostruose negli scontri diretti con sua maestà. e kobe deve ancora finire la carriera è presto per parlare di inferiorità netta.

    • moronbrothers scrive:

      non per essere nostalgici però l’impressione di dominio totale, di non poter proprio essere battuti che davano i Bulls non l’ha più data nessuna squadra, neanche i Lakers di inizio millennio.

  154. bodiroga scrive:

    Kevin Garnett out per 2 settimane, il problema è al polpaccio. Dunque niente di grave, meno male…

  155. TMC#3 scrive:

    Con l’assenza di Garnett il primo posto in RS è destinato a quelli di South Beach.
    Con i discorsi Lebron-Kobe siamo sempre alle solite. Kobe a quei Cavs non avrebbe fatto vincere 66 partite, ma ai PO probabilmente avrebbe aumentato la consapevolezza della propria squadra. Ora è comprensibile che con una squadra cosi forte come i Lakers si prenda qualche mese di rodaggio prima di iniziare a far sul serio a partire da metà febbraio…più una squadra è forte e più le cifre di un James, Bryant che sia sono destinate a diminuire e questo è ovvio.

    Su Nowitzki per me è un giocatore fenomenale, sarà più un perdente di Malone o Stockton, ma non ha avuto mai la fortuna di avere al suo fianco nel periodo migliore della sua carriera (il dopo Nash per intenderci) un all star vero e proprio come per esempio proprio Stockton. Metti un Paul o Deron accanto a Dirk e poi se ne riparla se è un perdente o meno. Dallas si è sempre mantenuta a grandi livelli, ma l’unico vero all star è sempre stato Nowitzki

  156. Alessio scrive:

    vi invidio la giovane età ma non si può paragonare il miglior kobe (o wade o lebron) con il Jordan del secondo 3-peat non foss’altro perché jordan ha vinto quei titoli quando di anni ne aveva 33-35 e non era certo più l’atleta che era qualche anno prima, quando era semplicemente e assolutamente immarcabile per chiunque… …stiamo parlando di una guardia che per un lustro (quello culminato col primo 3-peat) segnava oltre 30 a partita tirando col 53% dal campo (kobe non è mai arrivato nemmeno al 47%, anche se all’epoca si tirava molto meno da 3), prendendo 6 rimbalzi e smazzando 6 assist (per non parlare delle 2 rubate e di quasi una stoppata ad incontro)… …mi dispiace ma kobe meglio di jordan ha solo il tiro in sospensione… …forse come tipo di gioco gli somiglia (ma ad un livello più basso) molto di pù un wade…
    …quanto a Lebron: io ritengo che james sia, da almeno 3-4 anni, di gran lunga il più forte giocatore dell’nba che ancora non ha (non aveva) la squadra giusta (un po’ come jordan che fino ai 28 vedeva gli altri vincere): fortissimo ma come gioco non c’entra nulla con jordan e ha anche poco senso confrontarlo… …l’unica cosa in cui li vedo simili è che entrambi erano due giocatori in grado di segnare E migliorare gli altri, cosa che kobe, per esempio, non riesce a fare con altrettanta regolarità (quante volte le migliori prestazioni di kobe finiscono con una sconfitta o con una vittoria risicata??)

    quindi, vi prego, non cerchiamo di valutare chi è più forte tra jordan e qualunque altro giocatore ricordando le partite che jordan giocava ad un età che kobe deve ancora compiere (figurarsi gli altri due di miami)…

  157. Alessio scrive:

    Tornando a ieri: mi aspettavo il titolone su Garnett e il suo infortunio (anche se dovrebbe saltare 5-10 partite al massimo)…

    partita dei celtics ovviamente falsata dall’infortunio anche se i pistons (che avevo visto giocare solo una volta quest’anno) mi hanno fatto un’ottima impressione e mi aspetterei una classifica molto migliore di quella che hanno…

    prestazione ancora una volta maiuscola di Pierce in versione point forward e primi cenni di vita sul pianeta jermaine O’Neal…

    …lakers che vincono in maniera molto convincente contro gli Hornets, che sono la squadra più indecifrabile della lega… …può darsi che ai lacustri abbia fatto bene un po’ il clima da “ultima spiaggia” che si stava creando… …ora hanno due settimane per fare incetta di vittorie e prepararsi al tour de force di fine mese…

    parite interessanti nella notte: in particolar modo vediamo orlando al test knicks… …peccato dallas senza il tedesco contro gli spurs…

  158. […] NBA – Odom risveglia i Lakers. Wade (45) trascina gli Heat Immediato riscatto dei Lakers che dominano a New Orleans grazie ad una grande prova di Lamar Odom. […]

  159. TMC#3 scrive:

    Alessio io la penso diversamente, Kobe dà ai compagni le motivazioni giuste quando si tratta di giocare ai PO a differenza di Lebron, quando lui ne fa tanti è un cattivo segnale perchè significa che Gasol, Odom e compagnia non hanno giocato bene e quindi lui deve metterci quel qualcosa in più dettato dalle cattive prestazioni altrui (vedere gara 5 Finals 2010)

  160. Giulio scrive:

    TMC

    Premesso che nessuno pensa che Nowitzki sia un brocco, anzi…Se permetti il signor Jason Kidd tanto per dirne uno non è quello di New Jersey ma continua a fare non bene, benissimo il suo lavoro…Scherziamo o che? Nowitzki ha sempre avuto squadroni, in cui lui forse è meglio dire che era l’unico all star costante, ma ha avuto in squadra anche Josh Howard e Caron Butler come all star…Oltre che al signor Jason Kidd che non può certo essere trascurato! Sembra che Nowitzki giochi da solo a Dallas…Senza dubbio è il leader della squadra, ma i Mavs da 5-6 anni a questa parte hanno uno squadrone, questo fatto credo proprio sia insindacabile!

    Per cui ribadisco, non mi piace dare del perdente a nessuno, ma sicuramente Nowitzki A MIO PARERE se lo merita più dei vari Stockton, Malone, più dello stesso Nash per dire ecc ecc…Poi sono un suo estimatore, sarei contento se quest’anno fosse quello buono

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...