NBA – Il Natale è di Miami, Celtics ko ad Orlando

Pubblicato: dicembre 26, 2010 da Kevin Di Felice in NBA, News

Lebron si è tolto qualche sassolino dalla scarpa nella partita di Natale contro Kobe

Boston perde ad Orlando e si ferma a 14 successi di fila.

New York con la difesa (si…avete letto bene) ferma Chicago mentre la partita più attesa di questo Natale assomiglia ad uno “statement game” con gli Heat che surclassano i Lakers.

Vediamo in dettaglio com’è andata.

BULLS 95, KNICKS 103
Grazie ad una buona ed insospettabile difesa, i Knicks vincono la gara d’apertura del Natale NBA e battono i più quotati Chicago Bulls che nell’ultimo quarto si fermano a soli 12 punti a referto. I 5 titolari di New York si distribuiscono punti e responsabilità nell’arco del match con un buon primo tempo di Stoudemire (finirà il match con 6 stoppate), il clamoroso “right time, right place” di Fields (11 rebs!), un gran 3° quarto di Gallinari (11 dei 15 pts finali) e l’impatto, sui due lati del campo, di Chandler nei minuti finali. Il tutto sotto la regia di Felton (20 pts, 12 asts) che ispira i tiratori di NY (12/22 da 3). Chicago si basa sull’asse Rose-Boozer che portano si 51 punti ma anche 14 TO ed un attacco stagnante nel 4° quarto. Per l’ex Utah anche 19 rimbalzi mentre per il play ci sono 6 recuperi, 8 assist.

CELTICS 78, MAGIC 86
Orlando giocando una bruttissima partita in attacco per 3/4 di match ma vincono e fermano la corsa dei Boston Celtics che buttano nel 4° quarto la 15a vittoria di fila e subiscono la 5a sconfitta stagionale. Dopo aver camminato sul bordo del 30% al tiro, i Magic trovano un finale redditizio ed in generale un 4° quarto molto produttivo. E’ Jameer Nelson che decide la gara con 10 degli ultimi 12 punti di Orlando, con i Celtics che segnano l’ultimo canestro dal campo con l’ottimo Garnett (22 pts, 4 stls) a 3’21” dal termine. Orlando porta a casa la gara nonostante un Howard da 4 tiri presi e da 4/10 ai liberi che fa sentire il suo apporto con le 5 stoppate e gli 11 rimbalzi a referto. Bene Turkoglu (16 pts, 6/10) e soprattutto Bass autore di una gara da 21 punti e 9 rimbalzi, senza dimenticare il fondamentale apporto della coppia Anderson-Redick (21 pts in due) che per larghi tratti del match tiene a galla la squadra di Van Gundy. Per Boston, pessimo inizio (0-13), grande rimonta (+10 con il 38% dal campo) e ultimo quarto da dimenticare. In assenza di Rondo, male Robinson in cabina di regia (2/15 dal campo).

HEAT 96, LAKERS 80
Vittoria netta dei Miami Heat che in una non indimenticabile “Christmas game” battono i Los Angeles in uno Staples Center che assiste ad una prova dei propri beniamini ancora peggiore di quella prodotta contro i Bucks pochi giorni fa. L’inizio è a favore dei Lakers ma Miami prende subito le misure, soprattutto a livello difensivo imbavagliando la coppia Gasol-Bryant che inizia sbagliando 12 dei primi 13 tiri. Il primo tempo di Bosh (chiuderà a 24 punti e 13 rimbalzi) è da urlo mentre Wade (18 pts) seppur con un ginocchio dolorante è un enigma per la difesa giallo-viola. Miami vola sulla doppia cifra di vantaggio che tiene abbastanza agevolmente anche nel secondo tempo con un James che domina il 3° quarto e a metà del 4° si regala la 31esima tripla doppia della sua carriera (27 pts, 11 rebs, 10 asts). Lakers che faticano ad arrivare a quota 80 e che non sono mai realmente scesi in campo. Finisce con un +16 che conforta Miami che si scrive un’altra bella risposta alle proprie domande.

NUGGETS 106, THUNDER 114
Buon Natale firmato Kevin Durant. La stella degli Oklahoma City Thunder bagna il suo debutto assoluto nel “Christmas Day” con una prova stellare, aggiornando il suo season high a 44 punti. Partita che si apre con i Nuggets che seppur privi di Anthony, registrano un 1° quarto da 34 punti con la coppia Nene-Billups sugli scudi. Oklahoma non molla e nel 2° periodo resta a contatto grazie ad Harden e va al riposo sul -2. La partita cambia alla ripresa del gioco quando Durant decide di mettersi in proprio e con 21 dei 32 punti di Oklahoma nel 3° quarto prova a dare quello strappo che non riesce a produrre per merito di una buonissima Denver che deve arrendersi ai canestri di Maynor che aprono l’ultimo periodo con il vantaggio che va verso la doppia cifra di vantaggio, difesa nel finale con le triple di Harden e Durant. Oltre ai 44 punti di KD, ci sono i 21 di Harden (6/11) ed i 19 (con 4 assist) di Westbrook. Per i Nuggets, 30 di Billups ed doppia doppia di Nene (21+12) che non bastano per evitare 2a sconfitta consecutiva.

TRAILBLAZERS 102, WARRIORS 109
L’ultimo epidosio natalizio va ai Golden State Warriors che mantengono un record positivo (7-6) sul proprio parquet battendo i Portland Trailblazers (5-12 on the road). La vittoria dei californiani porta la firma di Monta Ellis che con due canestri negli ultimi 75 secondi del match spezza la resistenza di Portland. Il tassametro di Monta alla fine della partita chiama 39 punti con 7 assist e 13/26 dal campo per un giocatore che non sembra avere nessun problema a sfornare quarantelli. Golden State tira 10/22 da 3 con Dorell Wright che fa percorso netto dall’arco (4/4). Bene anche Lee che ne infila 21 con 7 rimbalzi e 5 assist mentre c’è il ritorno di Stephen Curry che scarabocchia la sua gara da 11 assist con il 2/15 dal campo. Ai Blazers non bastano i 23 rimbalzi offensivi ed in generale un +21 sotto i tabelloni (53-32). Matthews mette a referto 25 punti mentre Aldridge scala di qualche marcia (15 pts, 21 tiri) rispetto alle precedenti partite.

Annunci
commenti
  1. Oberon ha detto:

    Che dire…. GOOOO MAGIC

  2. JimiBeck ha detto:

    Una delle peggiori performance dei Lakers.
    Difesa praticamente inesistente con raddoppi che provocano solo ribaltamenti a favore dei tiratori di Miami, Gasol che non difende su Bosh e che sottovaluta grandemente le capacità balistiche di Big Z che infila piazzati dai 6 metri come se il canestro fosse grande come una vasca da bagno.
    Kobe e Pau litigano con il ferro, Odom ci prova, Brown sarebbe dovuto entrare prima, ma in sostanza la palla non gira e l’attacco ne risente.
    LeBron inarrestabile, difende, prende rimbalzi, smazza palloni ma sopratutto colpisce con sorprendente efficacia da qualsiasi distanza e in qualsiasi condizione atmosferica.
    A fine partita la bionda microfonina è andata a complimentarsi con Wade per la sua difesa su Kobe, sinceramente non condivido l’entusiasmo, la difesa a uomo del numero 3 è stata ampiamente nella media, il merito va alla giornata “no” del Mamba.
    Mi auguro che i golden-purple rimettano presto insieme i pezzi, perchè così non si va da nessuna parte.

  3. larrok ha detto:

    Se fossi un Kobe-hater oggi potrei proprio dire con soddisfazione che Lebron ha dimostrato per l’ennesima volta di essere nettamente superiore al Mamba, visto che negli scontri diretti ultimamente lo sta umiliando.

    Ma visto che sono obiettivo, dico che il 24 ci ha provato in tutti i modi possibili e immaginabili a mettere in ritmo i compagni, ha passato la palla con continuità (i 7 assist stanno a dimostrarlo) soprattutto nel primo tempo, ma ha trovato un Blake da 0 su 5, un Brown ombra di sè stesso, un Gasol che sembra tornato Gasoft e che si fa dominare persino da Ilga.

    Bosh pazzesco, sta prendendo confidenza e tornando a livelli da all-star, James disarmante nella facilità con cui fa sempre la cosa giusta, tripla doppia strepitosa.
    Partita senza storia…e ricordiamo che mancavano due tiratori eccellenti come Mike Miller e House e anche Haslem, che in ogni caso è il secondo lungo principale della squadra.

  4. francesco ha detto:

    ragazzi non c’è niente da dire…dominio ieri sera degli heat!!!l’unica pecca è stato il commento che a mio avvio era di parte…specialmente quando si tornava in studio!!!mamba di qua mamba di la guardate la faccia del mamba (quando vince) ieri sera nessuno ha notato la faccia del mamba????strano…ma nessuno ha nemmeno notato la faccia di lebron e bosh (concentratissimi)!!!i tiri degli heat commentati sempre come di non di qualità… se invece kobe faceva un tiro in corsa da 3 metri dal canestro si rientrava in studio con gli occhi lucidi stappando champagne!!!!(il commento l’ho sentito solo il primo tempo poi ho preferito sentirmelo in inglese sull’abc perchè non sopportavo più i rientri in studio)
    gli heat descritti in questo blog dagli appassionati sembravano una squadra senza senso di esistere. E oggi ha vinto perchè gli altri erano scandalosi????non credo proprio…sicuramente non erano in palla ma se li lasci giocare……….tutti i parziali sono a favore degli heat e i gialloviola per la prima volta li ho visti molto attaccabrighe simil boston.

  5. MackieMesser ha detto:

    Pessimo “mood” nello spogliatoio gialloviola. Il talento complessivo non si discute, ma si vede chiaramente che non c’è abbastanza fame di vittoria per stare al passo con Boston, Dallas, San Antonio, Miami e Orlando (senza dimenticare Utah ed Oklahoma). L’anno scorso l’iniezione di Artest aveva permesso di tenere alto il livello di competività dei campioni in carica, ma in questa stagione si percepisce un netto calo di motivazione. Kobe ha dichiarato candidamente che qualche compagno avrebbe bisogno di essere preso a calci in culo, ed è tutto dire.
    Se il bamboccione sarà in grado di dare 30min a partita nei PO potrebbe cambiare qualcosa, ma non credo che basterà per arrivare fino in fondo.

    Dopo l’iniziale scetticismo buoni segnali per i Magic, 1-2 contro San Antonio e Boston è un ottimo biglietto da visita, il turco si è ripreso dal torpore e riprende a macinare, Richardson è una delle migliori SG della lega, Arenas una scommessa rischiosa che potrebbe pagare bene.

    Bello rivedere i Knicks in tranquilla zona play-off, Amare è una forza, ma il contributo più importante è stato in PG con l’acquisizione di Felton che sta giocando molto bene. Si stanno muovendo per prendere un altra superstar (Melo, Paul), ma servirebbe un buon centro difensivo per lasciare Stoud in PF. Gortat sarebbe stata una bella addizione, peccato si sia accasato a Phoenix.

  6. calabrone66 ha detto:

    Ciao a tuti

    Ho visto entrambe le partite di cartello e provo a dire la mia.

    Orlando ha vinto e, come si sa, chi vince ha sempre ragione.Ma fino a quando i Celtics hanno avuto benzina in corpo,la partita è stata saldamente nelle loro mani.Hanno recuperato un parziale iniziale di 13-0, chiudendo i primi 2 quarti con un vantaggio di 10 punti.Garnett è stato un professore, in attacco e in difesa.Sporcando tutte le linee di tiro e di passaggio dei Magic,e cancellando letteralemente dal campo un Howard che, giova ricordarlo,a 5 minuti dalla fine , aveva a referto un misero punticino.Quando si fomula un giudizio, occorre sempre tener presente che Boston gioca, praticamente dall’inizio della stagione, senza Jo, West,Perkins e da qualche settimana è priva anche di Rondo.Ieri sera, Nate Robinson è stato il miglior giocatore dei Magic. 2/16 dal campo e conduzione della squadra, soprattutto nei momenti cruciali, ai limiti del film horror.Non esiste mai la contro prova.Ma se al posto di Nate, ci fosse stato un Rondo in condizioni normali, Boston l’avrebbe portata a casa senza patemi.Ho visto un’intensità difensiva, che in questa lega , non ha eguali.E mi dispiace dirlo,per i tifosi di Orlando, ma tra i Celtics a completo e quest Magic non c’è storia.Credo che ce ne accorgeremo quando le partite conteranno davvero.Cioè ai PO.Se le due squadre dovessero incontrarsi.

    Per quanto riguarda l’altro big match, oserei dire Lakers sconcertanti.
    Sembrava che ognuno giocasse per i fatti propri.Gasol irriconoscibile.Nel pitturato gialloviola si sono aperte autostrade a 4 corsie.Lebron è stato letteralmente devastante, disponendo a proprio piacimento della difesa losangelina. Ben coadiuvato da Wade e Bosh.Kobe disastroso.Per la prima volta, da quendo lo vedo giocare, ho avuto come l’impressione che comincino a pesare su di lui, le tante battaglie combattute in tutti questi anni.Ma probabilmente cerca solo di gestirsi al meglio, per le partite che conteranno davvero.Non mi è sembrato, comunque, un Kobe d’annata.Artest non pervenuto.L’unico che ha provato a fare qualcosa è stato Odom.Ma anche lui alla fine è stato coinvolto nel marasma generale.

  7. superlacustre ha detto:

    Partita senza storia per due motivi: l’approccio mentale dei lal e le motivazioni degli heat.. Poi possiamo iniziare tutti i discorsi che volete ma una gara del genere non veritiera quanto importante… Resta la pessima figura fatta.. Ps auguri a tutti gli amici del blog

  8. The Mailman "Ziggy" ha detto:

    Probabilmente Michael Philips ieri notte si è bagnato tutto tutto…

    ps: pessimi LA, grandi Magic

  9. larrok ha detto:

    Orlando-Boston:

    l’inizio e il finale sono dei Magic, la parte centrale della gara è invece appannaggio dei Celtics la cui nota più positiva è l’aver ritrovato un Garnett in formato superstar, mentre Pierce fa sempre la sua onesta partita da campione. Se si escludono quei due però il resto della squadra fa 12 su 53 dal campo…a dir poco disastrosi in attacco, soprattutto Ray Allen e Robinson. Shaq riesce nell’impresa di commettere 6 falli in 12 minuti, e sbaglia anche un paio di facili conclusioni da sotto. Nota positiva, anche se non ha inciso sul match, il ritorno di Jermain O’Neal…costui se sta bene può essere un fattore.

    Dall’altra parte i protagonisti della vittoria sono Turkoglu che sembra tornato indietro di due anni e piazza 4 triple devastanti, e Bass, che ha tenuto benissimo di fronte a una frontline di tutto rispetto come quella dei bianco-verdi (a proposito ma che spalle ha Bass???). Deludente invece Howard che in attacco non combina un bel niente e Nelson che fino agli ultimi 2 minuti aveva un simpatico score di 2 punti e 6 palle perse. Si riprende però nel momento cruciale con 10 punti in zona-clutch. Anderson al di là delle statistiche mi ha fatto una buona impressione, sempre concentrato e determinato. J-Rich e Arenas non pervenuti.

  10. vedder79 ha detto:

    Non saprei Francesco, il commento della partita del duo Buffo/Tranquillo non mi sembrava di parte, anzi l avvocato non perdeva occasione per sottolineare la prestazione di Wade immarcabile e quella sottotono di Gasol. Ha piu’ volte detto che il collante dei Lacustri era Artest, come a dire che c erano evidenti problemi. IN studio si e’ parlato di Kobe ma anche molto di LeBron. Diciamo che di parte era il commento di Knicks-Bulls dove Gallinari sembra prossimo al titolo di MVP….

    • francesco ha detto:

      io ho sentito solo il primo quarto e in studio s’è persino detto…chi prenderà l’ultima palla degli heat???wade????bosh??? o arroyo chalmers???…………….nessuno che ha detto una parola di lebron….e li ho girato ma non perchè sono sfegatato di lebron ma perchè se non lo nomini nemmeno è scandaloso…..tutti i tiri dei L.A. erano di qualità????ma per piacere se erano tutti di qualità nel primo quarto la percentuale era sul 40% minimo!!!la tripla di james sullo scadere invece non si poteva definire un tiro di qualità…..sicuramente era marcato, è arrivato al tiro senza un gran schema ma se la faceva fisher scattava il boato del venerabile maestro!!!bha poi magari negli altri 3 tempi è migliorato quello non lo so

  11. larrok ha detto:

    Buffa ha giustamente detto “Lebron attualmente gioca il basket che si giocherà tra 10 anni in NBA, il problema è che deve vincere adesso”

  12. larrok ha detto:

    Comunque è tornato il Kevin Durant che conoscevamo, 44 punti con 14 su 20 dal campo…niente male…

    Condoglianze a Anthony per la morte della sorella.

  13. mav ha detto:

    nel complesso il piu brutto natale firmato nba ke io ricordi…miami e durant a parte pessimo spettacolo

  14. calabrone66 ha detto:

    larrok

    secondo me la partita più bella della serata è stata Boston-Orlando

    Concordo..a livello di intensità agonistica, davvero una bella partita.In confronto Miami – Lakers sembrva una partita d’allenamento

  15. Giulio ha detto:

    Miami ha vinto e meritatamente, Wade i Lakers non l’hanno manco visto, LeBron che dire, parliamo di un altro livello rispetto a quelli che giocavano, se poi Bosh comincia ad ingranare che questo dev’essere il suo ruolo, allora occhio a Miami…Chalmers bene, non capisco perchè Arroyo continui a vedere il campo quando c’hanno pure Chalmers che è 100 volte meglio! Incredibile come Ilgauskass e Bosh hanno annullato i lunghi losangelini ma in particolare Gasol…

    In definitiva io penso che la partita l’hanno vinta si gli Heat dominando, ma gran parte dei meriti va ai litigi di Kobe e Gasol con il ferro…Non sono questi i veri Lakers, mentre Miami questa è al momento…Se le due squadre si scontrano quando sono entrambe al 100% gli Heat per me hanno poche speranze! In più adesso Phil Jackson e i Lakers in generale hanno modo di prendere le misure per i prossimi scontri contro gli Heat, sicuramente studieranno meglio dopo le indicazioni di ieri sera! E resto della mia idea: Miami non credo arriverà nemmeno in finale di conference, non con questo roster per lo meno…

  16. tifosoknicks ha detto:

    i lakers incominceranno a giocare come sanno quando arrivranno a 11 sconfitte,a quel punto cadrà la maledizione dellla scommesa di mailman che ha fatto con brazzz(record di sempre in RS) e i lakers torneranno i soliti eheheheh.
    dite ai lakers di non giocare più a natale,l’anno scorso contro i cavs è stat una partita fotocopia.
    a parte gli scherzi,gli heat hanno mostrato un’ottima difesa,ma i lakers hanno sbagliato una marea di tiri,la pessima serata di tutti i lakers è dovuta sia grazie agli heat,ma pure per dmeriti di lakers,che sinceramente non sono mai stati in partita,mosci da far paura.
    in attacco nei primi 2 quarti hanno eseguito male,nel terzo ho visto giocare la triangolo ma dall’altra parte gli heat facevano quasdi sempre canestro.
    gli heat cmq non mi convincono granchè nell’attacco a metà campo,ma hanno tempo per migliorare,fossi un tifoso dei lakers non mi dispererei,la stagione è lunga…

    knicks

    toh si è vinto con la difesa,chandler è stato il migliore nel quarto decisivo con la difesa e dei canestri importanti.

  17. inyourweis ha detto:

    Orlando – Boston

    Era un big match dal punto di vista “formale”, in realtà era una partita che contava tantissimo per i Magic, e relativamente poco per i Verdi, che arrivavano con un vantaggio tale sulla seconda ad Est, da potersi permettere di perdere. Hanno vinto i Magic ed è una W che fa morale e classifica, anche se nn mi sento di condividere l’ottimismo di alcuni loro tifosi…

    Orlando è un cantiere aperto, ora ci sarà da lavorare per inserire i nuovi ed è meglio farlo con qualche vittoria che con una L. Nn sono sicuro al 100% della bontà degli scambi (Arenas che ruolo di diamo? Possono convivere lui e Nelson nello stesso back-court? E se Nelson viene scambiato, Agent Zero da 1 nn è troppo rischioso? Chi è il back-up di Howard, quando ha problemi di falli come stanotte?), ma ci sono 4 mesi davanti per collaudare, ed eventualmente fare ritocchi

    Boston secondo me può dormire sogni tranquillissimi…è da inizio anno che ha defezioni su defezioni (e quella di Rondo è decisiva), e comunque trova sempre il modo di vincere o, come stanotte, di perdere di un soffio. KG sembra quello che 2008, PP ed Allen sono i soliti, il reparto lunghi nn finisce mai (e con Perk sarà il migliore della Lega). Hanno la miglior difesa NBA, giocano a memoria, e ad oggi sono imbattibili ad Est. Hanno perso questa partita ma con le squadre al completo vincerebbero 10 volte su 10 contro i Magic

  18. michele ha detto:

    “gialloviola per la prima volta li ho visti molto attaccabrighe simil boston.”

    ci vuole proprio una bella faccia di bronzo a crivere ste scemenze tirando in ballo boston quando il tuo giocatore simbolo la partita precedente si è fatto espellere protestando per un sacrosanto sfondamento fischiato a partita già persa.

    non penso che gli amici lacustri debbano preoccuparsi. i lakers sono sì e no al 40% adesso, hanno chiaramente impostato la prima parte di stagione a marce basse, aiutati dal solito calendario ridicolo che ha previsto solo impegni soft ( cosi si poteva recuperare bynum senza problemi), tanto che appena hanno incontrato squadre serie sono arrivate mazzate. adesso lentamente raggiungeranno il top, no panic.

    celtics che invece adesso prevedo inizieranno il consueto letargo invernale, è troppo importante recuperare Rondo e Garnett non deve mai giocare più di 30 minuti a partita, ieri si è visto quanto ancora sposti gli equilibri.

    chiudo con una frase presa da un blog lacustre dopo lo sfavillante showtime di ieri allo staples.

    “Ringraziamo il cielo che s’è rotto Perkins e preghiamo chi vogliamo che Boston e Spurs decidano di riposare i big six prima o poi, altrimenti di questo passo addio fattore campo e three-peat molto più lontano.”

    meno male che qualcuno ancora si ricorda che da mesi giochiamo senza il centro titolare

    .

    • francesco ha detto:

      sto solo dicendo che li ho visti molto nervosi!!cosa che non avevo mai visto!!perchè??non è forse così??????a metà tempo c’erano già un paio di giocatori con 3 falli!!non ho detto che lebron è un santo e guai a chi me lo tocca!!!che boston è una squadra molto fisica e fa molti falli è un eresia??non credo proprio

  19. gallo=bird ha detto:

    doveva essere La partita di questa regular season,invece abbiamo visto un massacro.
    negli ultimi anni onestamente non ricordo una gara dei lakers allo staples in cui sono stati messi così in difficoltà,lasciamo stare ad esempio l’ultima gara contro i bucks dove i lakers non sono realmente scesi sul parquet a livello mentale.
    ma onestamente ieri non si possono cercare scuse di alcun tipo,le motivazioni per giocare sul serio questa partita non mancavano di certo…

    inutile girarci intorno,dopo la schiacciata di bosh più fallo,da quel momento la gara ha visto un solo padrone.
    lakers in difficoltà sia difensivamente che offensivamente,i big three(ora si possono giustamente definire così,onore a bosh) sono sembrati immarcabili per i gialloviola.
    ma quello che viene sottovalutato e che i tre difensivamente parlando sembrano all’altezza della loro fase offensiva,scusate se è poco.
    difatti i lakers in attacco sono stati costretti a snaturarsi.
    vedere kobe che inizia a giocare pick and roll con continuità già ad inizio gara è la dimostrazione che i gialloviola erano in serie difficoltà…

    lebron ha giocato la partita perfetta,tripla doppia e difesa da manuale.
    ma come previsto,il vero enigma dei gialloviola resta wade,non vedo risposte a lui.
    poi se bosh a tratti riesce a dominare e gasol soffre ilgauskas in entrambe le fasi,allora…

    non si può parlare di crisi,non si può iniziare a fare i pessimisti già a natale.
    non sarebbe giusto,anche perchè parliamo di una squadra che ha vinto gli ultimi due titoli e ha giocato le ultime 3 finals e che forse ha attraversato periodi peggiori(vedere l’ultimo mese della scorsa regular season).
    però,per la prima volta quest’anno comincio ad avere la sensazione che anche la western conference non sarà una passeggiata per kobe e compagni.
    il roster sulla carta resta il migliore della lega.
    kobe prima o poi inizierà a dominare come può e deve fare,mentre bynum entrerà in condizione.
    detto questo,visto il calendario,avere questo record a questo punto della stagione significa aver iniziato col piede sbagliato.
    almeno il record che hanno oggi gli spurs era alla portata dei gialloviola…

    tornando agli heat,14esima vittoria nelle ultime 15,quest’ultima la più convincente,ci mancherebbe altro.
    si può dire che dipendono troppo da quei tre,però e anche vero che quei tre hanno iniziato a giocare insieme ai livelli di come giocavano negli ultimi anni quando erano i leader indiscussi delle loro rispettive squadre.
    il più sorprendente resta bosh,sta interpretando alla grande il ruolo di terzo violino.
    i loro limiti restano sempre gli stessi.
    era ingiusto ed esagerato definirli “non da titolo” dopo il loro inizio sottotono,così come oggi mi sembrerebbe esagerato considerarli i favoriti numeri 1.
    dovessero vincere il titolo nessuno dovrebbe sorprendersi,ieri hanno fatto vedere tutto il loro potenziale,tantissima roba.
    ma io continuo a credere che se kobe e compagni a giugno disputeranno la loro quarta finale consecutiva,ad attenderli troveranno gli storici nemici dei celtics,oggi come oggi a mio avviso nettamente la squadra più forte della lega…

  20. dontrythis@home ha detto:

    Gallo is Back???????? Proprio oggi che la vena polemica di michele sta a 1000??

    :O

    p.s. Durant non sarà il “trascinatore della squadra” (imho aka Westbrook) ma sembra che non per questo gli dispiaccia un poì di attenzione mediatica.. mi pare che in questi casi usi la marcia in più..

  21. inyourweis ha detto:

    Io invece penso che la partita di Los Angeles qualche indicazione l’ha data…una cosa che ripeto da 3 anni è che, a mio parere, i Lakers sono imbattibili o quasi quando si gioca di fioretto. Nn può metterti a giocare a chi segna di più con loro, hanno una qualità tecnica enorme, tante bocche da fuoco, un asse Kobe – Gasol che genera attacco, tanti passatori, tiratori sugli scarichi

    No, la mia idea è che per batterli devi martellarli dal punto di vista fisico…i due titoli vinti mi interessano fino ad un certo punto, io ancora ritengo Gasol ed Odom due giocatori discretamente fragili da un punto di vista psicologico. O meglio, sono 2 giocatori la cui efficienza tende a calare (di molto) quando la difesa avversaria la mette sul fisico (e se mi parlate di gara 7 di finale, diciamo anche che la grande prestazione di Gasol fu molto, molto aiutata dall’assenza di Perkins, il giocatore più fisico di Boston)

    Miami stanotte è stata dura, fisica, intensa su ogni possesso difensivo. Bosh e co hanno retto l’urto, gli aiuti velenosi di Wade ed LBJ hanno prodotto recuperi su recuperi. E’ vero che L.A. nn era in giornata, ma gli Heat ci hanno messo molto del loro, contrastando tutti i tiri, ruotando alla grande, senza indietreggiare mai nello scontro corpo a corpo

    Una cosa che si diceva ad inizio anno era proprio questa: Miami avrà tanti problemi in attacco nei primi mesi di stagione, perchè mettere assieme quei 3 nn è facile, per questo dovrà sfruttare le gambe fresche di Wade e LeBron per vincere qualche partita in difesa. E questo stanno facendo, visto che da 15 partite gli avversari nn arrivano ai 100 punti contro di loro

    Nn condivido quando si dice che “si, ma gli Heat in attacco giocano solo in 3”, primo perchè è naturale che con un terzetto del genere, i punti li facciano soprattutto loro (mi risulta che anche i Big 3 di San Antonio o Boston segnassero il 60-70% dei punti, e gestissero quasi tutti i possessi offensivi, elemento Rondo a parte), secondo perchè in realtà generano tiri su tiri con i loro scarichi (sia da 3, sia da sotto), anche se nn sempre questi scarichi sono sfruttati a dovere. Terzo, il 4° e 5° miglior attaccante (Miller ed Haslem) sono rotti o ancora in rodaggio, quando saranno pronti diranno la loro in attacco

    Due parole anche su Bosh, ritenuto il fratello scemo dei 3, e che invece è stato il più regolare da inizio anno. Poche esplosioni, sempre tra i 15 ed i 25 punti a partita, poche parole, molti fatti. Stanotte è stato il migliore con LBJ, se si trovasse un 5 fisico da mettergli accanto sarebbe davvero al massimo della sua efficacia

  22. tifosoknicks ha detto:

    toh guarda chi è tornato?
    chi non muore si rivede
    ciao gallo,concordo la tua analisi al 100%
    bosh sta giocando veramente bene,pur in difesa sta facendo la sua parte

  23. tifosoknicks ha detto:

    artest è un grande,mi son divertito solo a guardare lui ieri sera,poi quel tuffo sulla panchina degli heat :D

  24. michele ha detto:

    iyw

    “ad oggi sono imbattibili ad Est.” grazie per la stima, però orlando e miami sono molto molto forti.

    auguri e bentornato a gallo!

  25. Kevin Di Felice ha detto:

    due cose sul match Lakers vs Heat:

    1. Lakers davvero modesti a livello fisico…

    2. Heat padroni del loro timing di gioco.

  26. tifosoknicks ha detto:

    michele

    non fare il modesto,boston è più forte sua di miami,che di orlando,ora come ora non ci sarebbe storia in una serie a 7 gare

  27. tifosoknicks ha detto:

    con rondo recuperato…

  28. gallo=bird ha detto:

    tifoso knicks

    sono tornato,in realtà ci sono sempre stato.
    ho sempre letto i vostri commenti in quest’ultimo periodo,solo che a mio avviso il blog stava prendendo una brutta piega e non volevo “farmi” coinvolgere,anche perchè trovo che sia ridicolo offendersi qua come in qualsiasi altro posto, per cosa poi?

    diciamo che scriverò molto meno rispetto a prima,però ci sarò sempre,anche perchè se possibile questa stagione nba mi affascina molto più delle ultime…

    quoto al 90% il commento di iyw sulla gara tra heat e lakers.
    anche se non sono totalmente d’accordo con lui sull’aspetto mentale della coppia odom-gasol.
    dal 2008 al 2010 hanno fatto un bel salto in avanti da questo punto di vista,diciamo che ancora oggi questo aspetto non è un loro punto di forza.
    detto questo,proprio il rendimento di odom resta uno dei pochi segnali positivi di questo inizio di stagione dei lakers…

  29. Alessio ha detto:

    A me gli Heat continuano a fare paura e lo dico da inizio anno… …ovvio che la loro squadra non è completa ma intanto ieri la palla girava abbastanza e non mi sembra che ci siano state le continue forzature che si vedevano nelle prime 5-6 gare… …e quando hai un terzetto del genere, al massimo della loro fisicità, diventa dura per tutti…

    dei lakers che dire??? secondo me è stato sopravvalutato il loro mercato estivo e la squadra gioca molto slegata… …il problema, come si è visto, non era l’assenza del bambinone (che, forse mi sbaglio, ma mi sembra tornato decisamente sovrappeso) ma è più un problema di squadra…

    …bisognerebbe essere nello spogliatoio dei lakers per capire quale è il problema: fisico (alla fin fine non sono certo una squadra giovane), mentale, problemi fra giocatori o cos’altro????

    io non credo che si stiano gestendo comunque: perché mancano ancora 50 partite e mi sembra un po’ presto per gestirsi: anche perché, così facendo, non solo sei a rischio di giocare la finale in trasferta ma rischi di dover giocare in trasferta tutte le serie (il settimo posto è a 3 L di distanza, il primo a 5)…

  30. gallo=bird ha detto:

    su artest,poco da dire.
    comico nato.
    purtroppo per lui,lebron sembra diverso dai vari pierce,melo o durant.
    a differenza di questi tre mi sembra che lebron ad artest lo soffre molto meno da un punto di vista mentale e fisico.
    poi ha un dinamismo che ron fa fatica a digerire.
    però per la marcatura lebron sempre meglio avere artest come stopper rispetto a tutti gli altri giocatori di questa lega.
    comunque quando a lebron gli entra con continutà il tiro da fuori definirlo immarcabile mi sembra di sminuire lo stesso la sua grandezza…

    detto questo,quando si entra in battaglia artest resta ancora oggi il giocatore che riesce più di tutti in casa lakers a parlare la stessa lingua del 24(anche ieri l’ha dimostrato)per questo continuo a dire che discutere lui mi sembra un assurdità se sei un tifoso dei lakers,questo a prescindere da quello che ha saputo dimostrare la scorsa stagione…

  31. fabio r ha detto:

    Il +20 per Miami era la cosa più facile da prevedere e così è successo.
    Così come è facile prevedere i prossimi 3/4 titoli agli Heat.
    Forse quest’anno solo i celtics hanno una carta per giocarsela, ma dal prossimo anno diventa il Milan contro le squadre della serie C2.
    Felice Stern (e LeBitch) contenti tutti.

    Per fortuna io ho la NFL…

  32. iggy ha detto:

    alcune indicazioni della notte:

    -qua tutti dobbiamo scusarci con BOSH, io sono il primo che l’ho criticato, che era una prima donna, mentre invece è da tutta la stagione che sta facendo ottime cose, soprattutto se pensiamo che sotto canestro gioca quasi da solo vista la poca presenza di ilga..
    lebron ieri dominante, devastante, è giusto dargliene atto che ieri ha dominato la partita.. cosa che kobe non ha assolutamente fatto..

    -l’infrazione dei 10 secondi di howard è incredibile.. robe mai viste, neanche in prima divisione..

    -ma quanto è forte monta ELLIS?! ora qua tutto diranno che bisogna vederlo in un contesto vincente, che è il gioco dei warriors, che si prende mille tiri.. si va beh ma questo ogni sera ha 40 punti tra le mani.. diamogli credito.. per me se ne parla sempre troppo poco..

  33. LOVE THE GAME ha detto:

    da qui a dire che sarà dominio heat per i prossimi 3/4 anni…dai è una partita di dicembre hai voglia tu,l’nba va a ondate,non mi sorprenderei ad esempio che i clippers o chi per loro infilassero vittorie consecutive ed andassero ai p.o. l’nba è così.anche natale scorso stravinse cleveland sappiamo tutti com’è finita.

  34. iggy ha detto:

    fabio
    io in realtà ieri ero sicuro che vincevano i lakers.. non sono andato alla snai solo perchè era natale ed era chiusa, però ero troppo convinto.. invece non c’è mai stata partita..

  35. dontrythis@home ha detto:

    LBJ sicuramente a livello fisico soffre meno un Artest.

    se ci aggiungi che (a mio parere e senza alcuna polemica) la sudditanza psicologica ad artest nasce anche da aggressività fisica che 1-un panzer come lbj soffre meno di un pierce/durant 2-nasce da ripetuti contatti ed uso di mani che su un James vedo meno “concessi” dagli arbitri rispetto che ai primi due (o a un carmelo).

    Parere personale

  36. dontrythis@home ha detto:

    ELLIS offensivamente non si discute.. se è in giornata è devastante.

    Le domande che rimangono sono:

    -difensivamente??

    -in un attacco organizzato dove non è la prima opzione offensiva??

  37. inyourweis ha detto:

    fabio

    Il fatto che tu sia tifoso L.A. ti ha fa fatto andare di traverso il panettone, però potresti anche evitare certe cagate…perchè se Lebitch gioca con Wade e Bosh, LeKobe gioca con Gasol, Odom, Artest, Bynum, ed altra gente discreta…

    Quindi riprendi il controllo della tua bile, ed aspetta Giugno, che di acqua sotto i ponti ne deve passare, prima di dare gli Heat per favoriti

  38. Big Shot Rob ha detto:

    Poco da dire. Non c’è stata partita ieri. Quando quei tre giocano così è difficile battere questi heat. Concordo in pieno con quello che dicevano buffa e tranquillo: MVP della serata wade tutta la vita. Kobe in difesa non lo ha visto una volta. In generale difesa gialloviola davvero sottotono. L’attacco era partito discretamente e secondo me l’idea iniziale di cavalcare il catalano era quella giusta ma la cattiva serata di gasol e una buonissima difesa di ilga aiutatato tantissimo dagli esterni hanno rotto il giochino gialloviola. Io
    fossi un tifoso lakers sarei un po’ preoccupato perché è vero che a livello di motivazioni chi doveva dimostrare di più erano gli heat pero giocare in questo modo penso non lo si possa proprio accettare. Inoltre se coach jackson iniziasse ad allenare penso che nessuno si offenderebbe. Lui in questa situazione potrà anche sguazzarci ma come è stato ampiamente dimostrato agli scorsi playoff il fattore campo conta e non poco. Ritornando agli heat devo ammettere che ieri mi hanno sorpreso davvero in positivo. Grandissima difesa e tutto sommato l’attacco si è lasciato guardare con un grande bosh. Li vedo inferiori ad Orlando e sopratutto Boston ma non così tanto come pensavo.
    Sui knicks voglio solo dire che il commento di tranquillo è troppo di parte. Prima o poi gli scapperà sicuro che il gallo è un candidato ad MVP

  39. Big Shot Rob ha detto:

    Devo aggiungere finalmente ho visto un artest diverso. Secondo me unica nota positiva della notte targata lakers

  40. whitemancantjump ha detto:

    Io resto dell’ avviso che Lacustri, Celtici e forse anche Tori siano un gradino sopra a Miami in prospettiva play-off, perchè hanno un reparto lunghi meglio attrezzato. Durante la regular season si gioca molto di più in transizione, per questo gli Heat sono avvantaggiati, ma nei play-off vanno avanti le squadre che sono toste sotto le plance e che sanno gestire bene i raddoppi sugli esterni, anche se sarà dura contro il duo Wade-Lebron. A Miami per diventare una contender basterebbe acquisire un altro centro di esperienza.

  41. The Mailman "Ziggy" ha detto:

    Michele

    Neanche io sono convinto che Orlando e Miami siano più forti. Se i Celtics arrivano quasi al completo alla fine, per me sono tranquillamente da titolo. Soprattutto non hanno tutte quelle incognite che presentano sia Magic che Heat

  42. deron ha detto:

    bulls-knicks
    ancora bella W dei knicks che sembrano lanciati verso dei sereni playoff. Il protagonista come al solito cambia sempre, ieri sera è toccato a Chandler fare la parte del leone nel finale, con Amare e Felton sempre in evidenza. Un paio di ulteriori appunti:
    1 Stoudemire potrebbe essere usato ancora meglio da D’antoni, quel tiro dalla media se provato più di 5 volte a sera è deleterio
    2 Gallinari nell’ultimo quarto tocca palla 2 volte e in generale mi da l’impressione di essere il meno integrato nel sistema che Mike sta costruendo nonchè il maggior indiziato di cessione in caso di trade per un big.

    lakers-heat
    ho sempre detestato Bosh per il suo modo di giocare a Toronto, accentratore e solista, ora però sta davvero facendo il suo mestiere molto bene: grandissima capacità di muoversi tra le linee in attacco e di farsi trovare pronto per lo scarico, pochi personalismi e una buona difesa, anche se sulle partenze di Odom ha un pò pagato, ma quelle non le difende nessuno.
    Io non considero la partita del tutto indicativa perchè 5-6 dalla distanza di Lebron è onestamente un coniglio dal cilindro e ha contribuito a spaccare il match.

    • zauker ha detto:

      io, sinceramente, il 5-6 da 3 di lebron nn lo vedo come un coniglio dal cilindro. il motivo è semplice: lbj ha sempre avuto un’ottima mano, anche dalla lunga. le sue % teoricamente dicono il contrario, ma bisogna anche tener conto che spessimo si prendeva tiri da fuori negli ultimi secondi dell’azione, sbilanciato e con l’uomo addosso, fattori questi che tendono ad abbassare notevolmente le %. ieri, invece, di quelle 5 triple, solo una è stata forzata, le altre 4 sono state sempre dei piazzati con 2-3 metri di spazio e in questo tipo di situazione è molto affidabile

  43. michele ha detto:

    boston come amalgama e talento è la migliore a est. ma la carta di identità rema contro, gli infortuni sono anche piu’ facili per quello. quindi non vedo perchè miami e orlando non possano essere favorite tanto quanto boston dato che sono molto piu’ giovani e giocatori forti ne hanno parecchi.

  44. gallo=bird ha detto:

    fabio r

    gli heat ieri hanno fatto vedere a tutti un potenziale incredibile.
    però se loro sono il milan allora i celtics sono il barcellona.
    per me non si può neanche iniziare a discutere su chi sia attualmente la squadra più forte…

    ieri senza il loro asse play-pivot titolare hanno sfiorato di vincere in casa dei magic.
    kg sta bene,shaq sta bene,rondo continua a migliorare in maniera sorprendente/spaventosa,allen e pierce restano le solite due certezze e la panchina sembra oggi anno sempre più profonda oltre che con più qualità.
    se poi ci aggiungiamo il fatto che mentalmente sembrano giocare ad un altro sport,quindi oggi come oggi il mio dollaro va a loro di diritto…

    la vera squadra monstre della lega sono loro.
    onestamente sarebbe anche ingiusto che una squadre del genere finisse il proprio ciclo con un solo titolo in bacheca…

  45. alert70 ha detto:

    Sembra che si siano giocate due sole gare invece di 5.

    Però le gare della Disney erano le più interessanti.

    MIA-LAL

    Il risultato conta il giusto. Una vinta e una persa non cambia molto nella RS. Quello che però è emerso è: James soffre poco Artest il che è in parte sorprendente e preoccupante per P-Jax. Wade non lo tengono e forse solo Barnes può provare a limitarlo. Se questi due faranno quello che vogliono sono 55/60 punti in cascina. Bosh fa il terzo violino e di sicuro il suo apporto lo darà.

    I Lakers sono superiori nel pitturato ma ieri in campo c’erano i fratelli scemi. Ho il sospetto che P-Jax non abbia voluto scoprirsi più di tanto ma “capire” la natura della squadra della Florida. Ieri era incredibile come non aiutassero su Ilga dai 6 metri quando anche l’usciere dello Staples sa che il Lituano è micidiale da quella piastrella. Ovvio che se Gasol/Kobe e in parte Odom ciccano il divario è inevitabile.

    BOS-ORL

    La più bella gara. Motivati entrambi con problemidiversi. Boston senza Rondo è un’altra cosa. Il nano Robinson non è all’altezza per intelligenza cestistica e nel mettere in ritmo i compagni. Rajon è tre piste avanti. Detto questo i Celtics si dimostrano solidissimi con un Garnett ritrovato mentre Shaq rivedibile.

    I Magic erano gasati, vogliosi e intrigati dalla nuova strutturazione della squadra. E’ evidente che manchi un secondo lungo come è evidente che Bass è utilissimo alla causa. Hedo non se ne mai andato da Orlando mentre Arenas sembra quello più spaesato. La scommessa è tutta lì. Certo che il dualismo tra lui e Nelson sarà un bel rompicato per il pornodivo SVG. Va compreso se i due potranno dividersi i minuti e giocare i minuti che contano in base alla prestazione di giornata o se SVG opterà per una trade.

    Quello che manca ai Magic è un secondo lungo. Per il resto mi sembrano tornati veramente competitivi.

    A proposito: martedi LAL-SAS ci sarà da divertirsi.

    michele

    Nonostante il “calendario” facile hanno rimediato 9 sconfitte. Non credo che fossero contemplate nel loro ruolino di marcia. Sono sempre più convinto che LAL debba arrivare 1a. Il rendimento di alcuni, vedi Gasol in primis, scende palesemente lontano dallo Staples.

  46. jjhickson ha detto:

    I lakers nei playoffs mica saranno quelli di ieri sera!!…non scherziamo…..un kobe lo sa benissimo che i titoli non si vincono a dicembre ma in altri mesi….questa partita puo aver dato molta fiducia agli heat, ma sicuramente non togliera le lacune tecniche che ha questa squadra….un play affidabile (arroyo che marca i vari rondo, DERRICK ROSE, nelson, arenas)…presenza pitturata (vogliamo mettere a confronto la frontline mostruosa di boston con quella di miami, gli stessi bulls con noah a boozer sono superiori)….

  47. gallo=bird ha detto:

    big shot rob

    il fattore campo conta,ci mancherebbe altro.
    però io credo che per squadre come celtics o lakers il loro vero problema potrebbe essere quello di arrivare in condizione quando più conta.
    sono anni che arrivano sempre in fondo o quasi,non sono due squadre freschissime.
    mi sembra giusto che in questo periodo si stiano gestendo,con la differenza che i celtics pur gestendosi vincono con incredibile continuità…

    ma ripeto,sono due squadre che se arrivano sane e in forma a maggio/giugno poi possono ribaltare qualsiasi fattore campo sfavorevole…

  48. michael philips ha detto:

    The Mailman “Ziggy” scrive:
    “Probabilmente Michael Philips ieri notte si è bagnato tutto tutto…”

    To guarda, qualcuno si è svegliato con la luna storta…chissà perchè.

  49. gallo=bird ha detto:

    alert70

    i lakers nelle ultime due stagioni in trasferta ai playoff.
    2009
    1 vittoria su 2 a salt lake city.
    1 vittoria su 3 a houston
    2 vittorie su 3 a denver.
    2 vittorie su 3 ad orlando.
    1 vittoria su 3 a oklahoma.
    2 vittorie su 2 a salt lake city.
    1 vittoria su 3 a phoenix.
    1 vittoria su 3 a boston.
    totale 12 vinte in 22 gare…

    sottolineo pure che nella scorsa serie con i phoenix o con i celtics i lakers potevano perdere la gara che hanno vinto,ma potevano benissimo vincere le due gare che hanno perso…

    ripeto,il vero problema dei lakers è quello di arrivare bene ai playoff.
    le squadre di phil jackson raramente falliscono da questo punto di vista.
    poi una volta pronti possono ribaltano qualsiasi fattore campo sfavorevole.
    poi ovvio che sarebbe meglio averlo a proprio favore,però non mi sembra impossibile vincere una serie contro i celtics nonostante il fattore campo a favore dei biancoverdi,questo se i lakers si esprimono al massimo.
    così come mi sembra ovvio che i lakers di oggi ai playoff non riuscirebbero a ribaltare il fattore campo neanche contro squadre come mavs o spurs,figuriamoci contro i celtics o gli heat.
    ma io mi auguro di non vedere ai prossimi playoff i lakers di quest’ultimo periodo…

  50. michael philips ha detto:

    ma a nessuno viene in mente che magari la gara sottotono dei lakers sia stata influenzata dalla difesa assurda degli heat?
    Un pò di equilibrio no? certo, ieri i lakers non erano brillanti, ma nemmeno si erano dimenticati come si gioca, direi più che sono rimasti sorpresi dall’aggressività di miami, sia in attacco che in difesa.
    Kobe non è che stava male o altre cose, ma ha dovuto sorbirsi la difesa di wade che non gli ha concesso nulla, ma sopratutto cosa che non gli capita quasi mai, ha dovuto inseguire il n.3 degli heat per tutta la gara, e alla fine si è spompato.

  51. LOVE THE GAME ha detto:

    gallo = bird ma eri tu il gallo che ieri era sulla chat di allstreming durante orlando-boston?

  52. Alfredo ha detto:

    Ciao Gallo, bentornato…! d’accordo sull’analisi dei Lakers! una cosa che a me sembra evidente della partita di ieri è che non è affatto vero che i Lakers non erano motivati, per me i primi 10 minuti difensivi sono stati i migliori da inizio anno, è che fisicamente sono molto, molto indietro, ed era chiaro quando Kobe e Gasol attaccavano il ferro…non è che ora Bosh e Ilga sono diventati improvvisamente intimidatori! per quanto riguarda gli Heat, per me Boston ,se sta bene, li distrugge, massimo 6 partite in una serie, però magari con Miller e Haslem faranno un ulteriore salto! orlando idem, se vince “solo” di misura nonostante criptonate al posto di rondo siamo messi male! boston ad oggi due gradini sopra tutte, Mavs e Spurs compresi…

  53. alert70 ha detto:

    gallo

    Vero ma dell’elenco sottolinerei due aspetti: 1 vinta su tre a Boston e la mancanza degli Spurs.

    Utah con Boozer non è stato mai un problema, Houston senza Yao era un’altra cosa, tanto è vero che la serie andò alla 7ma senza il cinesone per 4 gare, se non ricordo male. Forse avreste vinto lo stesso ma il cinese conticchiava.

    Spurs brutta rogna. Sono l’unica squadra ad ovest che ha vinto titoli e che a livello mentale non soffre i Lakers. Quando vinci tre anelli non hai paura di nessuno.
    Sono certo che a P-Jax non freghi moltissimo del fattore campo se sfidi Jazz/OKC/Mavs/Nuggets… ma non gli Spurs.

    Non vorrei che confidassero in un calo dei neroargento.
    Ultima annotazione: negli ultimi tre anni avete sempre avuto il fattore campo quindi sono certo che ai losangelini in filo gli freghi avercelo specialmente quest’anno.

  54. The Mailman "Ziggy" ha detto:

    Ehehehehehe… Quant’è divertente il fatto che credi che me ne freghi tanto da farmi girare i coglioni… Manco me la so vista la partita, ho visto quelle due prima… Te piuttosto prendila a ridere, si scherza…

  55. gallo=bird ha detto:

    love the game

    non penso di essere l’unico che qui in italia ha nel suo nick la parola gallo…

    mp84

    nessuno può togliere i meriti agli heat,nessuno può dire che i lakers ieri non erano motivati.
    ma è realtà dire che i lakers di quest’ultimo periodo sono tutt’altro che brillanti.
    dopo il primo quarto contro i jazz a salt lake city sembra che il loro mondo si sia capovolto…

    gli stessi heat quando hanno preso due mazzate dai celtics non si può certo dire che erano gli stessi di quest’ultimo periodo.
    io penso che anche oggi gli heat perderebbero contro i celtics ma non certamente in maniera così netta.
    come può essere molto probabile che anche i migliori lakers avrebbero perso lo stesso ieri contro quegli heat,d’altronde nessuna squadra è imbattibile su singola gara…

    la sparo grossa, la sensazione che ho avuto dalla gara di ieri mi sembra quella che se oggi ci fosse una serie tra lakers e heat durerebbe poco,troppo superiori gli heat.
    si può dire che hanno dominato ogni singolo quarto…

  56. inyourweis ha detto:

    Io nn credo che i Lakers si stiano gentendo più di tanto…o meglio…come detto 1000 volte, si parla sempre di Celtics e Spurs come nucleo anziano, e ci si scorda sempre del fatto che quasi tutti gli uomini importanti L.A. hanno 30 o passa anni. Kobe e soci sanno bene che il titolo nn si vince a Dicembre, come credo si siano accorti che la concorrenza ad Ovest è molto meglio di quello che si pensava all’inizio

    Kobe l’ho visto discretamente nervoso nelle ultime partite, segno che questo periodo poco brillante nn era stato previsto, e che stanno faticando a trovare il bandolo al momento. Sono sicuro che nei PO molte viti verranno girate sui due lati del campo, ma questi vanno comunque in finale da 3 anni, 100 partite annue sono proprio tante.

    Il problema ad oggi è un altro: il divario con Spurs e Dallas (parlo solo di W-L) si sta facendo abbastanza ampio, idem quello con Boston. I Lakers (o meglio, alcuni giocatori dei Lakers) secondo me nn hanno la durezza fisica e mentale di vincere troppe serie in trasferta. Se si spremono nella seconda parte di stagione per recuperare lo svantaggio, rischiano di arrivare ai PO spompati. Altrimenti, rischiano di trovarsi almeno 2 serie col vantaggio del campo contro.

    Credo quindi che se vogliono evitare questi rischi, la svolta la debbano dare prima dell’All Star Game, altrimenti potrebbe essere davvero dura

  57. gallo=bird ha detto:

    alert70

    non fraintendere,avere il fattore campo a proprio favore è importante per chiunque,solo che non penso sia un “danno” così grande quello di non averlo per una squadra forte ed esperta come quella gialloviola.
    tanto per dirti io queste cose le pensavo anche per i celtics durante il loro momento no della scorsa regular season.
    quante volte ho detto che il vero problema dei celtics era la loro condizione,poi una volta sani e pronti possono vincere qualsiasi serie, fattore campo a favore o contrario.
    difatti è stato così.
    hanno vinto contro cavs e magic,mentre contro i lakers hanno perso proprio all’ultimo una serie equilibrata dall’inizio alla fine…

    i celtics hanno vinto gara 2 a los angeles e avrebbero potuto benissimo vincere gara 7,mentre i lakers hanno vinto gara 3 ma avrebbero potuto vincere anche la 4 e la 5,soprattutto la 4 direi…

    alfredo

    ieri ci hanno proprio asfaltato,poco da dire…

  58. gallo=bird ha detto:

    ultimissima cosa…

    non paragoniamo la scorsa gara di natale contro i cavs con quella di ieri contri gli heat.
    l’andamento è stato simile,ma il dominio no.
    lo scorso anno i lakers mi sembrarono spiazzati dalla performance di quei cavs,anche dopo quella partita avevo sempre la sensazione che quei lakers erano più forti di quei cavs.
    invece ieri avevo proprio la sensazione opposta,ovvero lakers nettamente inferiori agli heat e che oggi come oggi perderebbero sempre o quasi contro questi heat…

  59. alert70 ha detto:

    gallo

    Mi sbaglierò ma di tutte le squadre ad ovest gli unici che possono dargli fastidio sono gli Spurs. E lì il fattore campo conterà.

    Intanto martedi vedremo l’approccio delle due possibili finaliste di conference.

  60. Alfredo ha detto:

    Io però tutto sto pessimismo…! insomma l’anno scorso a Natale i Cavs ci asfaltarono, la differenza rispetto allo stesso anno sono Mavs e Spurs ma è presto presto per dare sentenze, dire che arriveranno prima, che i Lakers pagheranno il fattore campo, insomma mancano 50 partite! su kobe nervoso non vedo la novità, non ho mai visto Kobe perdere e non incazzarsi come una bestia, manco all star game vuol perdere

  61. LOVE THE GAME ha detto:

    la parte migliore della partita di natale rimane quando artest è decollato su magloire,che in realtà pensavo fosse una guardia del corpo di lebron o robe simili,anche tranquillo non ha resistito dal ridere.

  62. alert70 ha detto:

    Magic

    Ieri hanno vinto contro una versione rimaneggiata dei Celtics però non mi pare che neanche loro fossero al top. Insomma con il roster stravolto è difficile sparare sentenze. Non sappiamo neanche se questa sarà la versione definitiva che affronterà i PO. Per cui dare er scontato che loro siano inferiori ai Celtics mi sembra frettoloso.

  63. michael philips ha detto:

    mailman
    Guarda, sei te che dal nulla ne esci con frasi gratuite senza senzo, quindi non venire a dire “si scherza”, o cazzate simili.

  64. gallo=bird ha detto:

    alert70

    come ho sempre detto,gli spurs li temo più da un punto di vista mentale.
    ma roster alla mano,per me ad oggi la squadra che può mettere più in seria difficoltà i lakers ao ovest in una serie sono i mavs.
    chandler resta un acquisto che è stato sottovalutato da tutti…

    gli spurs non avranno certamente paura della squadra campione del mondo,ma penso che certi limiti a livello di accoppiamenti contro i lakers siano evidenti.
    anche per questo nonostante la bruttissima sensazione che mi hanno lasciato ieri,per me andranno a vincere a san antonio fra qualche giorno…

  65. gallo=bird ha detto:

    “anche per questo nonostante la bruttissima sensazione che mi hanno lasciato ieri,per me andranno a vincere a san antonio fra qualche giorno…”

    poi se i lakers dovessero perdere non mi rinfacciate questa frase…eheh

  66. alert70 ha detto:

    beh il 28 avremo una prima risposta.

  67. The Mailman "Ziggy" ha detto:

    Per la cronaca, ogni scherzo “nasce dal nulla”. Poi se non ci credi tanti cazzi insomma, fai come ti pare…
    ps: “senso” si scrive con la “s”, non con la “z” (questa è una puntualizzazione da amico, non ti ci incazzare)

  68. michael philips ha detto:

    Sì, benissimo, grazie per la lezione, il punto è: chi ti si incula? Ti ho risposto solo perché senza motivo hai scritto quel commento. Lo avessi scritto io a te, non credo avresti reagito meglio. E ora chiudo.

  69. GiangioTheGlide ha detto:

    Nella pochezza dell’informazione italiana, ieri a Sportitalia avevo sentito del grande CLASSICO, Miami Lakers…Mi sono perso qualcosa di basket Nba negli ultmi, che ne so, 50 anni??? A me di classico tra Miami non ci vedo proprio nulla, nememno una finale Nba per esempio…
    Certo sono pignolo.
    In più qualcuno un giorno mi spiegherà perche i Blazers debbano soffrire tremendamente una squadra scarsa in difesa come i Warriors: per me resterà sempre un mistero!

  70. jjhickson ha detto:

    Cmq il soprannome lebitch, come ho letto nei commmenti sopra non l avevo mai sentito…..cmq l odiato james ha dominato la partita….bisogna vedere che fara nei playoffs….continuo a essere scettico a riguardo….i playoffs sono praticamente un altro sport….questi heat hanno giocato mettendo il massimo, volevano dimostrare qlc…se guardiamo invece gli spurs ce un duncan che sta giocando con la seconda marcia, gli stessi lakers si vede che non e che ci mettano l anima, boston senza rondo a parte ieri continua a vincere; nutro seri dubbi per la squadra di lebitch….

  71. larrok ha detto:

    giangio, forse lo dicevano perchè Lakers – Miami è stata la partita di natale per 4 volte negli ultimi 7 anni, prima per la rivalità post-trade Shaq-Kobe, adesso Lebron-Kobe

  72. The Mailman "Ziggy" ha detto:

    Ahahahahahah, sei un grande! Prima reagisci e poi mi dici “chi ti si incula”? Noto una certa contraddizione nella cosa…
    Io ci scherzo, caro mio, ci scherzo. Non mi incazzo dietro una tastiera, è da dementi e pure te dovresti far lo stesso…
    ps: dai, ammettilo… Un po’ ti è venuto duro ieri eh…

  73. michael philips ha detto:

    questa stagione i lakers dopo 2 anni di “tranquillità” rischiano di arrivare ai playoffs senza il fattore campo sia contro dallas che contro gli spurs, cosa a cui non sono abituati. Ma è da vedere come si presenteranno duncan e soci ai playoffs, inoltre aspetto di vedere i mavs in post season, dopo la clamorosa sconfitta di qualche anno fa contro i warriors, ho sempre qualche dubbio riguardo questi qui.

  74. The Mailman "Ziggy" ha detto:

    Giangio

    L’unica cosa che mi può venire in mente è la sfida natalizia del 2004, poi stop, ci fermiamo lì.

  75. jjhickson ha detto:

    ahahahahahahahaha

  76. GiangioTheGlide ha detto:

    @larrock e Mailman
    forse avete ragione voi, e sono stato troppo critico con il giornalista. Di queste statistiche Io non ne sapevo nulla, lui forse si…:-)

  77. alert70 ha detto:

    mp

    La clamorosa sconfitta ai PO contro i Warriors fu colpa del coach che scelse di giocare come i GS. Ovvero fu un suicidio tattico notevole. Avery che tra l’altro pare sia ossessionato dalle sconfitte al punto da spingere la squadra ad allenarsi più del dovuto.

    Quest’anno hanno Chandler che è meglio di Dampier tutta la vita e un allenatore meno estremo. Ho sempre dei dubbi su di loro però non li sottovaluterei.

  78. alert70 ha detto:

    giangio

    Molti sono sorpresi dal rendimento Blazers. Sembra quasi che sottovalutino gli avversari. Invece quando sono con le spalle al muro reagiscono. Certo che così si complicano la vita.

  79. alert70 ha detto:

    Ovvio che senza Roy la vita si complica a prescindere.

    Intanto bel highlight di Nene in coast to coast col 4° tempo.

  80. alberto ha detto:

    Che palle i fan dei Lakers, sempre a trovare scuse! La verita’ e’ che a furia di “non siamo motivati, non sono i playoffs” ai playoffs non arriveranno col vantaggio campo e gia’ scoppi per aver cercato di recuperare posizioni… ci sono altre squadre piu’ calde al momento, e alcune pur con tante assenze come Boston! I Lakers l’anno scorso hanno rivinto con molta fortuna, ma e’ bastato che prendessero gli onesti Blake e Barnes per sembrare una superarmata invincibile. Il tempo passa per tutti e la spocchia dei losangelini non e’ il massimo per un threepeat!

  81. alberto ha detto:

    mi chiedo anche cosa spinga a tifare al 90 per cento, in Italia, per i Lakers??? Mi sembra troppo facile tifare per i piu’ vincenti…

  82. larrok ha detto:

    alberto, è lo stesso motivo per cui in Italia i tifosi di Juve, Inter e Milan sono più degli altri, e in Spagna vale lo stesso per Real e Barca, e in Inghilterra Manchester UTD, Liverpool, ecc…in più aggiungi che nei Lakers hanno giocato alcuni dei più famosi e spettacolari campioni della storia (su tutti Chamberlain, West, Kareem, Magic, Shaq, Kobe). E oltretutto hanno la visibilità mediatica che solo una città come Los Angeles può dare.

    • alberto ha detto:

      hai ragione larrok, ma la mia visione a 360 gradi degli sport americani mi spinge a tifare, per esempio, Phoenix o i Raiders nel football, proprio perche’ in America potenzialmente tutte le squadre possono ambire a vincere non come in Europa dove a vincere sono in 3 o 4…

      • larrok ha detto:

        Io invece non tifo per nessuno, mi piace ammirare come i grandi campioni sanno costruirsi la propria leggenda a suon di imprese.
        Comunque credo che quando nei Lakers non ci saranno più i vari Buss/Jackson/Bryant i “tifosi” gialloviola non dico che spariranno ma sicuramente caleranno.
        Se un pischello di 12-13 anni inizia a seguire l’NBA è facile che rimanga conquistato da quel tipo di squadra e dalle sue vittorie, oltre che dal marketing che le gravita intorno.

  83. gatzu83 ha detto:

    CIAO a tutti e auguri anche se in ritardo!!!!

    Ieri mi sono fatto una bella scorpacciata di partite nba, che bello, dovrebbes sempre essere così!!!!!!!

    Partiamo dall’ultima che è quella che aspettavo maggiormente e che maggiormente mi ha deluso!!!!!!!!!
    Siamo stati sculacciati a dovere e voglio iniziare facendo i complimenti agli heat, perchè dopo il loro avvio io ero uno dei più scettici sul progetto, invece dopo essersi parlati anche a muso duro( e queste cose non vanno mai sottovalutate in uno spogliatoio perchè sono o un punto di svolta o l’inizio della fine, e solo i grandi uomini trasformano le negatività in un punto di partenza) hanno fatto vedere degli enormi progressi in un tempo relativamente breve!!!!
    I complimenti vanno fatti anche singolarmente in primis a lebron e bosh( su wade non so perchè non ho mai avuto grandi dubbi). Al primo perchè ha fatto un passo indietro che secondo me lo renderà un giocatore molto più forte, meno palla in mano all’inizio dell’azione,più movimento senza palla, grande abnegazione difensiva, e non sono daccordo con chi dice che non ha sofferto artest, artest l’ha marcato solo nel secondo tempo in pratica e l’ha anche messo in crisi quando l’attaccava staticamente, però ieri ha fatto la differenza quando riceveva palla sugli scarichi (5/6 da tre sono tanta roba e quasi tuti su scarico) o in movimento ad azione iniziata dove sinceramente è immarcabile da chiunque sulla faccia della terra!!!!
    Il secondo idem come lebron, ferma poco o nulla la palla, gioca intelligentemente sugli spazi che gli creano gli altri due e difensivamente, soprattutto ieri si è sbattut alla grande, quindi complimenti sinceri!!!!
    Se però devo scegliere un mvp per miami vado con wade che ha spaccato in due la difesa dei lakers creando rotazioni vorticose che lasciavano sempre liberi uno o più giocatori piedi per terra, kobe non l’ha mai preso e sinceramente non mi aspettavo una tale differenza, quindi a occhio direi che quello che ci ha spezzato le gambe è stato lui.

    Adesso passiamo alle note dolenti (molto)!!!!!
    Che dire, non credo a chi dice che i lakers non ci tenevano, anzi da come erano partiti sembrava il contrario, però sono sconcertato dalla condizione fisica, sinceramente mi sono sembrati in molti a pezzi, chi più giustificato chi meno.
    Per me si sono salvati artest, odom e barnes( e sinceramente non capisco perchè giochi così poco)Il primo secondo me ha retto, ha avuto prblemi di falli troppo presto am nonostante il casino cosmico che crea ha lottato come un leone contro l’avversario più forte!Il secondo è stato il migliore dei lakers, in attacco ha fatto il suo e ha pagato in difesa solo perchè ha dovuto ruotare troppo lasciando i buchi che di solito copre. Il terzo per me deve giocare di più, e su wade doveva starci lui, inoltre offensivamente non ti azzoppa come artest quindi quando in campo c’è odom, possiamo giocare senza play, con kobe artest e gasol.
    Malissimo, ma veramente malissimo gasol e siceramente concepisco poco la stanchezza, molle poco esplosivo, poco lucido, bhoooooo non saprei che dire!
    Male kobe, e neanche troppo offensivamente, ma difensivamente dove è stato letteralmente stuprato da wade, in attacco anche se non sta bene fra assist e qualche punto, qualcosa combina sempre ma dietro quando non ne hai non ne hai e sinceramente è lentissimo, però dopo lo scorso anno non saprei che dire.
    Male anche i due play, e diciamo che soprattutto da blake mi sarei aspettato qualcosa in più, mentre bynum ha fatto benino, quando recupererà sarà un fattore perchè anche mentalmente mi sembra migliorato!!!!
    Che dire, io non capisco come funzionano le dinamiche fisiche nella nba, troppo alterne da squadra a squadra, però non concepisco perchè i lakers siano partiti forte, e invece di crescere abbiano avuto un calo così vistoso, di solito si parte piano per crescere gradualmente, invece questi hanno fatto il contrario, mha sono curioso di vedere i prossimi mesi!!!

    • Mamba ha detto:

      Diciamo pure che abbiamo avuto un calendario ridicolo, la cosa allarmante è che tranne coi Bulls in casa le altre più difficili le abbiamo cannate tutte, vediamo come ne usciamo in Texas fra un paio di giorni…

  84. tifosoknicks ha detto:

    insomma uno non può tifare per chi cazzo gli pare?
    classiche polemiche inutili per come la vedo io,poi non lamentiamoci dei tifosi dei lakers e che esiste solo LA in questo blog.

    chi ha visto ny-chi?
    devo ammettere che nonostante i bulls nell’ultimo quarto non hanno giocato bene,ny ha difeso molto bene,negando anche parecchi canestri facili.
    stoudemire in difesa nell’1vs1 lascia a desiderare,ma in aiuto non è male.
    chandler nell’ultimo quarto ha giocato veramente bene,felton invece a volte fa delle blle giocate e a volte fa proprio dlle scelt a cazzo di cane.
    credo che un 6-7° posto sia tranquillamente alla nostra portata

  85. inyourweis ha detto:

    Oh, ogni tanto esistono anche dei tifosi L.A. che invece di rosicare parlano come gente che davvero ama il basket…

  86. gatzu83 ha detto:

    La partita più bella ieri è stata orlando-celtics, due squadre vere che hanno onorato l’impegno alla grande!!!!!!!

    Che dire, per me boston è la squadra più forte e la mia favorita attualmente, ma non per i giocatori che hanno, ma per come giocano( sembrano sempre avere il controllo della partita) Sinceramente su di loro l’unico dubbio può essere la condizione fisica, se arrivano bene e col fattore campo favorevole per me vincono, in più metteci che garnett sembra aver perso due anni e tutto viene da se………

    Orlando per me è un’ottima squadra ma la vedo un gradino sotto, dovremo vedere come si inseriranno ridchardson e arenas, sul primo sono fiducioso, sul secondo il dualismo con nelson non è sicuramente un facilitatore!!!!!!!!!!
    Il dubbio più grosso rimane howard, sinceramente non lo vedo la prima stella di una squadra e se lo devono essere gli altri, non credo abbino il talento necessario per battere squadre come boston, miami, lakers e forse anche spurs e mavs.

    Sono sorpreso invece dai knicks, chi avrebbe mai detto che sarebbero diventati una squadra così presto, il talento c’è ed è evidente, ma la cosa più bella che ho visto fino ad ora è lo spirito, si aiutano tutti e lottano tutti come leoni!!!!!Amare sembra essere un buon leader anche emotivo( tanti anni con nash sono serviti non solo per le statistiche) e nonostante ci siano difetti strutturali e di talento sopperiscono col lavoro di tutti, quindi complimenti!!!!!

    Al momento non valuto invece i bulls, purtroppo non hanno mai avuto tutto il roster a disposizione, anche se intravedo una potenziale contender, per me gli manca un pezzo nel ruolo di guardia, però già così al completo li vedo come molto ostici verso maggio, quindi aspettiamo!!!!!!!

    Concludo rispondendo a qualcuno che già canta vittoria a dicembre, l’ nba è piena di situazioni completamente invertite da aprile a giugno, figuriamoci da dicembre a giugno.
    Le impressioni che trasmettono ora certe partite son indicative di un periodo, non di una stagione, già molta gente si è scottata a parlare in modo troppo trionfalistico di vittorie come queste ( noi tifosi lakers in primis; vedi 2004) per poi piangere a fine maggio inizio giugno, quindi meglio rimanere con i piedi per terra, che poi certe cose si rinfacciano hehehehehehehehehehehehe, michele ha un libro nero dove le scrive tutte, quindi occhio hahahahahahahahahahahahahaha

  87. Rafael ha detto:

    Nell’ultimo quarto vi ho visto giocare per davvero su due lati del campo.
    L’unica cosa inconcepibile è il fattore rimbalzi. Non ti puoi permettere di concederne 17 sotto il tuo canestro. E’ assurdo.

  88. Alessio ha detto:

    Il problema dei lakers non è che hanno perso ieri e nemmeno, mi spingo oltre, come hanno perso ieri… …il problema è quante ne hanno perse fino ad adesso… credo che l’anno scorso di quest’epoca i lakers ne avessero perse la metà di adesso ed erano comodamente seduti sul trono ad ovest… …quest’anno, invece, dopo un inizio scoppiettante, si stanno lentamente sciogliendo… …ricordano i celtics dello scorso anno, con la differenza che: a) i celtics crollarono, sotto il peso dei continui infortuni, dopo natale; b) la situazione infortuni non è comunque paragonabile a quella celtics (sia dello scorso anno che di questo), c) i celtics non hanno mai rischiato di giocare fuori gara 7 sin dal primo turno, cosa che stanno rischiando i lakers…

    …e certo il nervosismo che trapela non aiuta…

  89. Bowen L' Onesto ha detto:

    quanto mi piacerebbe una finale boston-sas ….solo basket vero…niente frizzi e lazzi, niente show superflui, niente scimmie schiacciatrici, niente gangsta del parcogiochi, SOLO BASKET….purtroppo non è cosa gradita a stern quindi non si farà….peccato….. :-(

  90. michael philips ha detto:

    e già, è stern che decide le finali nba… fosse davvero così, non avremmo mai potuto ammirare le finals del 2005…

  91. gatzu83 ha detto:

    c’è stata una finale nets-spurs, penso che nessuno impedirà una finale spurs-celtics, sono solo scuse.
    Se non ci sarà è solo perchè ci saranno squadre più forti!!!
    Direi che mai come quest’anno la lotta sembra serrata sia a est che a ovest, quindi godiamoci lo spettacolo e basta!!!!!

    x alessio

    A ovest è così, se ti ritrovi nel marasma poi puoi finire ovunque nella griglia play-off, io penso che alla lunga i lakers dovrebbero venire fuori e raggiungere almeno il terzo posto a ovest, sinceramente però la vedo dura superare sia spurs che mavs( forse piùi secondi)
    perchè da qui alla fine i lakers dovrebbero vincere almeno 40 partite, cosa che mi sembra poco credibile! Non è neanche così scontato che miami non superi i celtics, che potrebbero mollare fra un pò se dovessero separarsi da orlando, quindi vediamo e aspettiamo, la stagione è appena iniziata!

  92. michael philips ha detto:

    comunque nel gruppo delle “scimmie schiacciatrici” possono rientrare jordan, doctor j, kobe, james, nique, wade, kemp, drexler, carter, mcgrady, shaq, e tantissime altre stelle.

    Bowen
    Cosa intendi per “solo basket”?

  93. Mamba ha detto:

    La partita di ieri per me ha detto soprattutto una cosa, in caso di finali con Miami Kobe non può sfiancarsi su Wade, come faceva notare in telecronaca Buffa Bryant non poteva tenere Wade e allo stesso tempo essere lucido in attacco, Wade ieri ha tirato peggio di Kobe ma nell’economia della partita il duello è stato vinto nettamente da flash che in single coverage ha quasi sempre battuto Kobe che al contrario ha sofferto parecchio la marcatura di Wade, anche quando lo portava vicino a canestro in post basso.Questo Bryant non può permettersi di sfiancarsi sulla miglior guardia della lega al momento (perchè obbiettivamente adesso è così…)e essere allo stesso tempo lucido in attacco, che poi all’inizio aveva abbozzato una sorta di marcatura su flash ma poi l’ha data su, la differenza di passo tra i due è allucinante.Concordo con l’utente di sopra, in certe situazioni si potrebbe andare senza play (Fisher e Blake non la beccano mai….)con Kobe e uno tra Brown e Barnes da 2, anche perchè finchè ti devi preoccupare solo di Wade è un conto ma quando c’è quello col 6 che ti inizia a mettere jumper dai 7 metri con regolarità si fa grigia…., comunque al di la della partita di ieri (a proposito, non ci credo proprio che eravamo svogliati, semplicemente non l’abbiamo mai vista….) Kobe sta giocando la peggior stagione degli ultimi 5-6 anni, forse addirittura della sua carriera, e in più mi sembra anche molto nervoso.

  94. Bowen L' Onesto ha detto:

    mmmmm forse…chi lo sa… io no di certo ^^’ certo è che sarebbe una finale più interessante di mille altre pagliacciate …..

  95. Flash ha detto:

    bah, secondo me i giudizi sugli Spurs sono un pò esagerati….stanno giocando bene e hanno il miglior record ad Ovest al momento d’accordo, ma a mio modestissimo parere non sono squadra da titolo e neppure da finals. Poi liberissimo di sbagliarmi. Certo però che recitare il de profundis dei Lakers (o anche dei Magic,che hanno rivoluzionato il roster e che quindi ancora per qualche settimana avranno problemi di amalgama e di gioco evidenti) già a Dicembre è assurdo.
    Su Boston poi vorrei capire dove stà scritto che giocheranno 3-4mesi di fila col roster al completo o al 100% della condizione: sono una squadra piuttosto vecchia, che da 3 stagioni a questa parte arriva sempre fino in fondo (o quasi), che insieme ai Lakers ha avuto nelle gambe e nelle teste più partite dellle altre. E’ normale che abbiano infortuni o che possano giocare delle serie con qualche giocatore in condizioni precarie. Soprattutto i 2 O’Neal, che negli ultimi anni hanno avuto diversi acciacchi e hanno saltato diverse gare, perchè dovrebbero dare ampie garanzie da un punto di vista fisico?
    Per dire Rasheed Wallace era un veterano, ma in carriera non aveva mai avuto problemi alle ginocchia piuttosto seri o saltato tot gare per infortuni. Il suo fisico per quanto non più reattivo come 10 anni prima era in condizioni migliori di quello di O’Neal.
    Perkins poi sembra diventato di cristallo ultimamente, alla Bynum….

  96. gatzu83 ha detto:

    I celtics fino ad ora hanno vinto più partite di tutti ad est con molte assenze, quindi li vedo favoriti anche se non al completo!
    Più che altro non sono così convinto di vedere il solito perkins già da quest’anno, ha avuto un infortunio veramente pesante e può darsi che gli serva più tempo per tornare a posto!!!Per questo hanno preso altri tre centri, la speranza è che almeno 2 siano a posto! l’importante è recuperare rondo, che sta avendo un inizio travagliato, lui sì che non ha sostituti!

    Non capisco di che pagliacciate si parla, la finale dello scorso anno mi è sembrato tutto tranne che una pagliacciata, roba per squadre vere!!!

  97. Flash ha detto:

    ma anche per me i Celtics oggi come oggi sono i favoriti ad Est. Dico solo che non è cosi scontato vederli al completo.
    Quindi dire “quando Boston sarà al completo allora non c’è ne sarà veramente per nessuno” oppure “hanno vinto 14 gare di fila senza Perkins, J. O’Neal e Rondo, quando questi saranno al 100% allora…” è quantomeno inopportuno.

  98. gallo=bird ha detto:

    onestamente mi sembra che si stia correndo un pò troppo.
    ovviamente i lakers sono i lakers e i celtics sono i celtics,caratteristiche completamente diverse,ma hanno entrambi in comune il fatto di aver già dimostrato di essere due grandi squadre vincenti che devono solo temere loro stessi.
    con questo non voglio dire che è scontato che una delle due vincerà al 100% il prossimo titolo,ma semplicemente non devono dimostrare nulla per convincerci a considerarli i favoriti numeri 1 delle loro rispettive conference…

    quello che è successo lo scorso anno con i celtics penso che sia la miglior risposta.
    trascurati da tutti,definiti cotti l’hanno messo in quel posto prima ai cavs e poi ai magic.
    ma lo stesso discorso si può fare per i lakers del periodo fine scorsa regular season e l’inizio dei playoff.
    anche oggi continuo ad avere molti più dubbi per quanto riguarda mavs,spurs,heat,bulls e magic rispetto a quanti ne potrei avere per i gialloviola o per i biancoverdi…

    se esaminiamo bene questi due mesi di stagione regolare dei lakers si nota subito che gasol sembra autore fino a questo momento di un positivo inizio,ma in realtà ha giocato divinamente nel momento migliore dei lakers per poi spegnersi in quest’ultimo periodo.
    kobe poi è di una discontinuità insolita per un giocatore del suo calibro.
    ma io direi di non pensare per l’ennesima volta che questo sia in parabola discendente,si rischia di bruciarsi un altra volta…

    quando le tue due stelle principali sono in un periodo così negativo penso che sia quasi automatico che la squadra ne risenta.
    per certi versi sarebbe meglio non averli che averli in queste condizioni.
    ricordatevi cosa riuscirono a fare i lakers l’anno scorso nelle 5 partite in cui giocarono senza un kobe che era reduce da un mese problematico da un punto di vista fisico.
    detto questo,per me kobe,gasol,odom,bynum,artest e fisher continuano ad essere delle certezze assolute che hanno semplicemente bisogno di ritrovare il giusto ritmo che dopo il primo quarto contro i jazz sembrano aver smarrito.
    anche quando gli heat erano in quel periodo no continuavo a dire che il vero problema di quelli della florida sarebbe stato quello di iniziare a perdere pur avendo un grande rendimento da parte dei vari wade e lebron e non viceversa…

    troppo facile farsi condizionare dal momento e troppo facile dimenticare il passato recente.
    agli spurs per tornare a far paura come una volta a mio avviso non gli basta fare una partenza così lanciata.
    i limiti che pensavo avessero qualche settimana fa li vedo anche oggi nonostante abbiano perso 4 gare in due mesi.
    molti hanno vuoti di memoria,ma sarebbe meglio non dimenticare quello che è successo negli ultimi anni in questa lega…

  99. GiangioTheGlide ha detto:

    @alert70
    potrebbe essere un punto di vista,
    ma Io mi riferisco al fatto che i Warriors li soffriamo a prescindere, da anni…

  100. tifosoknicks ha detto:

    in finale ci va chi se lo merita,non diciamo le solite cazzate,che stern non vuole sa-boston in finale per favore.
    poi a me boston-la non mi sembra che sia stata una pagliacciata,così come se ci fosse lakers-heat.
    io cmq quest anno spero vivamente nei mavs

  101. fabio r ha detto:

    @ iyw

    gasol, odom, artest, fisher….sono comprimari, ottimi comprimari, ma tali rimangono.
    James e wade sono 2 dei migliori 3 della lega + bosh che è tra i migliori 10 attaccanti NBA.

    Dai Durant ai lakers e poi le cose si pareggiano: wade-james-bosh ; kobe-durant-gasol. Ora si.

    Però hai ragione, altrochè se mi è andato di traverso il panettone, e non solo quello! Gli heat ci hanno letteralmente suonato. Sono incazzato nero. Non si può perdere così e poi dire “vabbè, tanto è regular season”, “tanto si perde a Natale e si vince a Giugno”. Quest’anno non sarà così!

    Inizio a notare la netta differenza tra gli gli heat e gli “altri”. Loro a giro hanno sempre in campo uno tra wade e lebron, per di più all’apice della carriera e mai stanchi. Poi aggiungi Bosh, che schifo non fa.

    sarebbe come avere Kobe in campo 48 minuti sempre fresco. Una cosetta da niente…

    L’incazzatura x ieri sta pian piano svanendo…però davvero, più vedo questi heat più sono potenzialmente soli al comando. Si diceva “ok in attacco, ma in difesa chi difende?”. Bene, hanno anche la difesa numero 1 della lega. Questo adesso cambia un po’ le cose……

    Ultimo dato: kobe da LbJ le prende regolarmente.
    Ora, aldilà dei titoli, questa cosa inizia a pesare un pochino. Penso anche che non so come sarebbe andata a finire negli ultimi 2 anni se i lakers avessero incontrato lebron e i cavs alle finals con campo avverso…io dico 2 vittorie cavs. Ma questo è fantabasket da bar.

    @ gallo

    Ogni tanto ci lasci…cmq ben ritrovato e auguri !

    Se è come dici tu, e cioè che i Lakers al momento sono solo “svogliati” ma ancora i migliori sulla carta, allora pretendo una risposta immediata sul campo di san antonio. Poche storie!
    Ci sono squadre ben più vecchie o meno collaudate che corrono il doppio dei lakers. Se i risultati non arrivano per me è più un problema strutturale piuttosto che dei lakers stessi, di rilassatezza o cose del genere. A me pare che la concorrenza quest’anno sia molto più pronta di noi e che i lakers non si aspettassero di dover giocare subito forte. La partenza a razzo degli spurs, degli stessi mavs, costringono i lakers a correre in un periodo generalmente di letargo. Ma pur provandoci i risultati non arrivano e a guardare l’espressione di kobe (con tanto di tecnici ed espulsioni) pare essere tornati nel periodo 2006-2007. Questo kobe è un attimino frustrato e questo non è un bel segnale.

    Come sempre attendo di vedere le squadre dall’all star game in poi, ma ad oggi un motivo di preoccupazione c’è, e sinceramente i lakers non mi sembrano la corazzata che tanto si dipingeva ad inizio anno, aldilà della stanchezza o altre scuse marginali. I fatti sono questi – fine

  102. Rafael ha detto:

    non diciamo eresie. ora Gasol è diventato un comprimario? ma per favore..
    Ha tirato la baracca fino ad ora e basta una partita in cui tutti e dico tutti fanno schifo per buttarlo sul patibolo. non mi piacciono le valutazioni in base a come tira il vanto.
    Stesso discorso per gli Heat.
    Sembra quasi che a inizio stagione si dicesse non sarebbero nemmeno arrivati ai play-off.
    Hanno 2 top5 e una delle prime 6-7 PF della Lega.
    Che avessero bisogno solo di tempo per “trovarsi” era scontato. A soprendere casomai è il fattore psicologico e la coesione che è venuta a crearsi in squadra, nonostante Spo non sia un fenomeno dal punto di vista della gestione.

  103. sasipunk ha detto:

    fabio

    gasol è il miglior lungo della lega, certo al partita di ieri ci dice che s’è fatto stuprare da ilga, però le scorse finals le avete vinte anche grazie a lui che ha dovuto duellare con perkins,sheed e kg, non proprio bosh o ilgauskas…

    odom è il miglior 6 uomo della lega, oltre che un lungo fantastico che può marcare 5 ruoli sul campo e può fare il play..

    artest è il miglior difensore della lega e l’anno scorso vi ha fatto vincere gara7 con 20 punti e pochi tiri(relativamente)

    blake,barnes,brown e odon/bynum sono la panchina più forte o quasi della lega, se poi jackson non riesce a farli giocare bene caxxi suoi

    quindi non mi sembra che i lakers abbiano comprimari…certo wade e lebron assieme sono bestiali, però voi avete avuto anche shaq-kobe quindi non lamentarti !

    gallo
    bentornato!

  104. sasipunk ha detto:

    blake e bynum, che spesso a LA per vari motivi fanno la panca, a miami sarebbero titolari fissi

  105. Mamba ha detto:

    Inizia a pesare si, ed è per questo che non ci credo proprio che ai nostri non gliene fregasse niente ieri, piuttosto ho come l’impressione che perdiamo di fiducia e difendiamo male quando le cose in attacco non funzionano e secondo me questo è un limite rispetto ai verdi e agli stessi Heat che finora la maggior parte delle partite le hanno vinte con la difesa, per il de profundis è presto, l’anno scorso prima della serie con OKC non avrei dato i nostri nemmeno in finale di conference poi abbiamo visto cosa è successo però lì almeno avevamo il fattore campo, insomma, quest’anno è dura ed è un paradosso perchè potenzialmente siamo più forti dell’anno scorso e di due anni fa.Ci vuole una striscia di W consecutive che ridia fiducia.Comunque per la cronaca se non ricordo male erano 5 le sconfitte di questi tempi l’anno scorso.

  106. sasipunk ha detto:

    ah e diciamo un’altra cosa: kobe ieri ha giocato male,non ha messo punti decisivi, e in difesa dormiva… ha perso il confronto diretto con wade…se deve incazzarsi con qualcuno allora se la deve prendere cn se stesso

  107. gallo=bird ha detto:

    fabio r

    quando sei così pessimista vuol dire che la stagione non è messa male,anzi…eheh

    a parte gli scherzi,i lakers sulla carta sono sempre i più forti assieme ai celtics perchè certamente i vari kobe,gasol,artest,odom e bynum non sono diventati scarsi da un momento all’altro.
    se poi uno può pensare che molti di questi siano in calo che si faccia avanti e lo dica apertamente altrimenti discutiamo del nulla visto che questi hanno già dimostrato il loro valore e quindi non hanno bisogno di lanciare segnali per convincerci a considerarli i favoriti almeno ad ovest…

    per esempio io lo scorso anno ero uno di quelli che non credeva agli spurs nonostante furono convincenti a fine regular season,mentre credeva ai celtics nonostante furono tutt’altro che convincenti a fine regular season.
    semplicemente vedevo duncan lontano parente del grande dominatore dell’ultimo decennio,tutto ciò non era supportato da un supporting cast che potesse compensare il declino del caraibico.
    l’incontrario dei celtics,big three forse meno incisivi rispetto al 2008,ma con una nuova stella nel motore,che stella poi…

    ripeto,basta dirlo,kobe non è più lui,kobe non può più lottare alla pari con gente come wade o lebron o trascinare i lakers con una certa continuità.
    per me non è così,se lo pensassi non esiterei a dire che i lakers minimo sarebbero dietro a due squadre per la lotta al titolo.
    ma magari per qualcuno è così,allora si che certi discorsi avrebbero un senso…

  108. nota a margine ha detto:

    GALLO=BIRD

    e menomale che eri digustato dall’andamento del forum e avresti scritto molto meno per non essere risucchiato dalla merda….
    post delle 4.54 pm : 448 parole 5 paragrafi 37 righe…..
    auguri a tutti!

  109. gallo=bird ha detto:

    nota a margine

    non ho detto che oggi avrei scritto di meno,ma in generale…

    il blog ogni tanto scade non sempre.
    ma devo dire che ogni tanto anch’io mi facevo coinvolgere da certi personaggi e contribuivo a farlo scadere…

    detto questo,oggi scrivo tanto perchè onestamente i momenti difficili dei lakers mi ispirano di più,quindi oggi vi tocca avere pazienza nel trovare i miei poemi…eheh

  110. gatzu83 ha detto:

    La cosa che lascia un pò sconcertati dei lakers per me è la condizione fisica sinceramente, che non capisco per nulla!
    Facciamo un resoconto veloce, i lakers sono partiti forte, giocando bene e dimostrando subito un buon inserimento dei nuovi,questo nelle prime 15 diciamo, da li in poi un buco nero incredibile e anche le vittorie sono state sofferte e con squadre mediocri!
    Posso capire che kobe non sia a posto fisicamente( ricordate lo scorso anno di garnett) viene da tre stagioni piene e da un operazione imporante al ginocchio che sicuramente non l’ha fatto lavorare, quindi posso pensare che stia ancora facendo un recupero della forza quindi non abbia la brillantezza necessaria per giocare come il suo solito
    Ma gasol ad esempio??????? cazzo è fermo, e all’inizio non era così, lui si è riposato questa estate e penso abbia lavorato bene, tant’è vero che all’inizio(prime 15 è partito forte) poi ha avuto un sovraccarico di minuti, ma nelle ultime 5 partite ha giocato il giusto e con tempi di recupero lunghi, ieri sembrava morto dopo due secondi, e il perchè è inspiegabile……..
    Fisher è questo e ci sta, mi chiedo più che altro perchè non giochino di più altri al suo posto, per me dovrebbe giocare massimo 20 minuti, 5 all’inizio, 5 e 5 a cavallo dei due tempi e 5 alla fine per poi aumentargli il minutaggio ai play-off
    Odom che dovrebbe essere quello che sta peggio visto le fatiche estive, è quello migliore in assoluto, e ieri sinceramente ho visto bene anche artest e barnes, ma da re più spazio a loro fa schifo??????????

    Bho, diciamo che l’unica cosa che mi preoccupa è questa, poi il resto è tutto sistemabile ma non capisco questi alti e bassi così poco lineari di condizione

  111. gallo=bird ha detto:

    comunque ieri prima della gara su sky hanno fatto vedere il servizio su kobe ripreso da un nba action recente dove odom parlando di lui ha detto più o meno questa frase:

    “ho bisogno di un giocatore/motivatore come kobe che sotto di 8 a 4 minuti dalla fine mi dia quella fiducia che possiamo lo stesso vincere quella partita,ho bisogno di questo…”

    ora capiamo tante cose del perchè odom è un talento formidabile espresso solo in parte…

  112. gallo=bird ha detto:

    sasipunk e fabio r

    ciao,auguri a voi e a tutti il resto del blog naturalmente.
    sensazione che quest’anno sarà la stagione nba più esaltante degli ultimi anni,quindi prepariamoci ad un 2011 con i fuochi d’artificio che dureranno fino a metà giugno…

  113. fabio r ha detto:

    @ gallo

    eheh..in effetti il mio pessimismo (altri la chiamerebbero scaramanzia) è un’attimino venuto fuori.

    Eh però gli altri anni si poteva giocare più o meno alla pari e sperare di farcela sempre e comunque, oggi ci sono invece wade+lebron+bosh. Credo stavolta sia troppo anche per kobe e jackson….e credo anche per i pur ammirevoli e grandi boston celtics.

    La fase di rodaggio heat è duranto solo un paio di mesi. Troppo poco. Quando tornano Miller ed Haslem si chiude. E dal prossimo anno si riuscirà a trovare anche un buon play e forse un discreto centro, dopodicchè fine dei giochi.

    Forse questa volta è realismo.

  114. michael philips ha detto:

    invece ci sta che proprio il ritorno a pieno regime di miller e haslem possano cambiare troppo gli equilibri del team, ormai abituato a farne a meno.

  115. michael philips ha detto:

    ricordo nel 2005-06 quando dopo una stagione da infortunato, stat tornato ai suns, fu poi lasciato in panchina perchè ormai quei suns per quella stagione avevo una struttura perfetta così senza aggiunte.
    Poi chiaro, lui non stava ancora benissimo, ma ci vuole tempo per riadattare un team, e se haslem torna a fine stagione, gli heat dovranno in pratica cambiare uns struttura usata per tutta la stagione, cosa che potrebbe creare problemi.

  116. Mamba ha detto:

    C’è diretta su SI stasera?

  117. gallo=bird ha detto:

    fabio r

    giocando a questo gioco ti dico che nel 2012 howard viene ai lakers e i giochi si riaprono di nuovo…eheh

    a parte gli scherzi,con tutto il rispetto degli heat che ieri ci hanno letteralmente asfaltati,se devo avere paura di una squadra quella squadra è boston…

    poi però penso che li abbiamo già battuti anche dopo che hanno ribaltato il fattore campo.
    quindi sarebbe meglio che i lakers si preoccupassero solo di loro stessi.
    gli heat sono fortissimi,se ad inizio anno sembravano troppo indietro rispetto alle previsioni oggi sembrano troppo avanti.
    detto questo,non penso che riusciranno mai ad essere una squadra imbattibile,probabilmente nei prossimi anni diventeranno loro i favoriti numeri 1 ma questo è un altro discorso.
    nella storia di questa lega mai una squadra è sembrata imbattibile,neanche i celtics degli otto titoli consecutivi,visto che spesso hanno dovuto sudarsi quei titoli…

    un giorno pat riley disse:
    “penso che i bulls non perderanno mai fino a quando michael jordan continuerà a giocare”

    i fatti gli hanno dato ragione,i bulls hanno continuato a vincere ma contro i jazz hanno rischiato di perdere due finali.
    magari gli heat vinceranno 5 titoli nei prossimi anni,ma stai sicuro che suderanno parecchio perchè questa lega è meno scontata di quel che si può pensare…

  118. il profeta8 ha detto:

    Caro prescelto hai vinto solo una inutile battaglia natalizia………ripassa quando avrai vinto 5 anelli!!!!!!

  119. inyourweis ha detto:

    Caro profeta8, ripassa quando avrai trovato il cervello

  120. dr dre ha detto:

    Poi cos’e’ sta cosa a detta di qualcuno che lebron puntualmente distrugge kobe?se andiamo a vedere gli ultimi 3 match forse anke anke…ma piu’ indietro col tempo non mi e’ sembrato sempre cosi’.

  121. bodiroga ha detto:

    L.A. Clippers vs Phoenix Suns, se non sbaglio alle ore 21.

  122. fabio r ha detto:

    @ dr dre

    si che è così. adesso mi tocca andare a cercare le statistiche per dare valore a ciò che dico, ma ricordo un parziale del tipo 4-9, 4-10 a favore di LbJ su Kobe. Forse 5-11.
    Vedrò di racimolarle.

    Di sicuro Lebron è d’avanti al 24 negli scontri diretti. Statistica che sono sicuro Kobe tiene ben presente…e anche l’ex 23.

    Avete visto il battibecco tra i due nell’ultimo quarto, diciamo che non si amano…certo una serie finale tra queste due squadre non sarebbe brutta.
    Stern già sogna una finale tra lebron vs kobe, o al limite shaq vs kobe…ma ho l’impressione che alla fine saranno proprio i lakers a mancare sta volta eheheh!!!

  123. Mamba ha detto:

    dr dre

    Vado a memoria, Lebron dovrebbe essere avanti 9-5, teniamo conto che il primo anno Lebron era un rookie, più che altro per punti, rimbalzi e assist più percentuale dal campo Lebron registra numeri migliori rispetto al 24, e non di poco, a me sta cosa infastidisce e un pò preoccupa in caso di finale con gli Heat visto che poi ci sarebbe da fare i conti anche con Wade….

  124. jjhickson ha detto:

    lebitch vince le partite che non contano poi nei playoffs la musica sara sempre la stessa….ai lakers aver perso questa partita frega fino a un certo punto….

  125. MatteoB ha detto:

    Intanto auguri a tutti.

    Ho visto gli Heat 2 volte dal vivo in novembre contro Utah e Boston. Sicuramente sono migliorati molto. Allora sebravano degli amatori che non riuscivano a fare un mezzo gioco in attacco. Con LBJ che pompava sta palla allo sfinimento. La cosa pero’ che mi aveva colpito di + e` che sembravano tutto tranne una squadra. Ieri invece ho notato un particolare che fa la differenza. Durante il timeout erano tutti intorno al coach. Durante le partite che ho visto io non e` stato cosi’. Ognuno era per i cazzi suoi che pensava ai fatti suoi. Dal vivo si vedono cose diverse. Allora mi avevano colpito in negativo, sia per il gioco che per l’unione di squadra.
    Vedremo fino a che punto cresceranno. Oggi come oggi sono ancora lontani dal trovare una fluidita’ da squadra da titolo. Non capisco perche’ gochi Arroyo.. se lo mettono in campo deve fare il play! Altrimenti se si vuole farla pompare a Lebron allora non e’ meglio mettere un esterno di 200cm che tiri da fuori e che sia + prestante di difesa?
    Cmq io rimango contrario al Lebron play. Dovrebbe giocare in modo totalmente diverso.. Imparare a giocare in post e giocare sui blocchi come fanno altri.
    Passando ai LAL.. sono veramente dei cazzoni, i soliti cazzoni che in R.S. giochicchiano ogni tanto! Pero’ quest’anno mi sembra che ci sia qualcosa di + profondo del solito. Non e’ che ci sono dei problemi di spogliatoio? Non sembrano andare d’accordo tra loro!

    Avrei molte cose da dire sulle partite che ho visto in novembre ma non mi sembra il caso.

    Un ultima cosa: non sopporto + il commento di Tranquillo e Buffa! Basta cazzate!! Basta!
    Quando una stella fa qualcosa cominciano a urlare e dire stupidaggini! Lebron che fa un cosa normalissima e loro che ci ricamano. Basta ricami! basta!!!! Anche in promozione si fanno i cambi di mano lo sapete? e in D tutti sanno fare il 3′ tempo a sx..lo sapete?
    Mi ricordo quando ricamavano Nash perche’ faceva entrate a sx.. si ma quando era da solo.. cioe’.. basta!!! Muti cazzo! Andate al campetto e allenatevi se non siete capaci.. magari chi gioca sa farlo..magari..

  126. toure yaya ha detto:

    bruttissima partita tra heat e lakers a tratti inguardabile,ormai stern ha stuffato con la storia james contro bryant.per la prossima stagione faremo volontieri a meno della partita di natale tra queste 2 squadre.
    per il resto sembrava la partita di natale scorso in cui i cavs avevano stravinto allo staples center anche quella fu un brutta partita.

  127. Mamba ha detto:

    fabio r ti riferisci a questo?

    Direi classico trash talking anche se raramente l’ho visto fare tra di loro….

  128. rui85 ha detto:

    Vincere così nella città degli”angeli” non ha prezzo…
    Con mia somma amarezza non ho potuto vedere la parita…ma la godurià è stata cmq molta!!
    Andare nella città dei pluricampioni e fare quello che si vuole è il massimo regalo che si può fare ai propri Fans…
    grazie HEAT

  129. gallo=bird ha detto:

    fabio r

    certamente lebron fino ad oggi ha vinto più gare e sfide dirette con kobe.
    certamente sarebbe un peccato non vedere un confronto simile in una serie di playoff.
    le possibilità restano,ma bisogna muoversi perchè ormai kobe ha quasi 33 anni,non può restare al top in eterno…

    certo che oggi quando vedi lakers vs heat pensi più a kobe vs wade e lebron vs artest,alla fine questi sono i duelli reali…

    detto questo,non penso che kobe e lebron si odino,semplicemente in gara tutti si trasformano e per questo ogni tanto vedi delle discussioni piuttosto accese.
    certamente la rivalità tra i due esiste anche perchè vengono sempre paragonati.
    anche con team usa ci furono problemi di leadership tra i due…

    comunque lo scorso anno anch’io penso che quei cavs avrebbero potuto battere i lakers in finale,soprattutto considerando che avevano il fattore campo a favore.
    cosa che avrebbero avuto anche l’anno prima,ma in quel caso penso che l’eventuale serie tra lakers e cavs sarebbe finita come poi è finita quella tra lakers e magic…

  130. jjhickson ha detto:

    a matteob

    sono completamente d accordo con te su lebron, deve giocare piu in post(col suo fisico in post puo fare sfracelli) e giocare sui blocchi e avere meno la palla in mano, infatti quando ha la palla in mano ferma l attacco…per quanto riguarda il playmaker sono sempre d accordo, in piu arroyo come fara a marcare gente como rondo e soprattutto DERRICK ROSE!!mentre su tranquillo e buffa non sono d accordo con te….sono per me i migliori commentatori di basket che l italia ha…in piu sono super competenti in materia….ricamano ed esagerano per fare magari un po piu di spettaccolo (cmq ci sta)…meglio che sentire i commmenti di un certo guido bagatta che di basket non capisce un cazzo, e non si sa come possa fare il commentatore(dovrebbe fare l isola dei famosi o minkiate del genere)…o sentire i commenti sul basket da quelli della rai che sono inascoltabili….

  131. bodiroga ha detto:

    Commento i risultati della notte.

    Chicago Bulls vs New York Knicks (VISTA)

    New York vince la partita contro Chicago con la DIFESA, è natale, e il signor D’Antoni ha ricevuto il regalo più gradito dai propri giocatori.
    Fantastico Stoudemire leader in attacco e in difesa con 6 stoppate, questo qua potrebbe diventare un grande difensore visti i mezzi atletici a disposizione. Bravo anche Felton che non è Nash, ma che ha acquisito una sicurezza pazzesca in cabina di regia.
    Attivissimi sia Wilson Chandler che Fields, 20 rimbalzi in due e sono due esterni!!!
    Adesso passo al Gallo che ha giocato una partita normale “statisticamente parlando”, ma che ha segnato punti pesanti prendendo un paio di triple difficili con aggressività e con ottimi risultati.
    Per Chicago c’è il solito tandem Rose – Boozer che rappresenta il 70% dell’attacco della squadra.
    Rose sta esagerando, e non per il 12 su 28 al tiro, ma deve smetterla con queste penetrazioni mal consigliate perchè o perde palla (7), o prende stoppate (6), comunque la sua è stata una partita totale con tanti rimbalzi, assist e palle rubate.
    Kurt Thomas è perfetto in attesa di Noah, mentre nella posizione SG c’è il peggior starter dell’intera NBA in quella posizione Keith Bogans e questo si fa sentire in termine di punti.

    Boston Celtics vs Orlando Magic (Parzialmente vista)

    Boston ha perso la partita nel 5 su 28 complessivo del tandem di guardie Allen Kriptonate. Shaq imbarazzante in senso negativo, mentre le due ali Garnett e Davis hanno giocato una partita solida.
    A Orlando è tornato il sorriso, è tornato Turkoglu!!! I 21 punti di Brandon Bass non sono una sorpresa perchè il giocatore a livello fisico sta con chiunque. Howard prende appena 4 tiri limitato a livello offensivo, però spazza tutti in difesa con le stoppate e coi rimbalzi. Gilbertone e JRich stanno faticando, ma sono i Celtics, non un battesimo!!!

    Los Angeles Lakers vs Miami Heat (VISTA)

    Dominio Heat, si può parlare di big three, “i tres amigos” combinano 69 punti 29 rimbalzi 18 assist, in totale la squadra ha prodotto 96 punti 44 rimbalzi 25 assist.
    Una cifra paurosa.
    James stratosferico, produce attacco per se stesso e per i compagni, Wade è una costante spina nel fianco, Bosh ha fatto il suo, ha capito il sistema.
    Bene anche il lituano che ha piazzato un paio di stoppate come dire: “Non c’è bisogno di un lungo forte, ci sono già io”. Bene anche Mario Chalmers che deve partire in quintetto al posto di Carlos Arroyo.
    I Lakers non possono giocare peggio di così perchè non è possibile giocare ancora peggio. Quando nel primo quarto siamo già ai giochi a due Bryant Gasol vuol dire che il sistema si è inceppato. Io salvo tre giocatori: Artest, Odom, Bynum.
    Comunque, nonostante ciò, ho la sensazione che questi Lakers siano più forti di Miami e forti almeno quanto i Celtics, se non di più.

    Denver Nuggets vs Oklahoma (Non VISTA)

    Splendido Kevin Durant come a voler dimostrare di non essere inferiore ai “fantastici tre”. 44 punti, la prestazione più dominante della notte. Purtroppo non c’è Melo, e si vede un Billups versione leader con 30 splendidi punti, mentre JR Smith doveva prendersi maggiori responsabilità, ma ormai è non c’è rimedio, un grande giocatore dal collo in giù.

  132. MatteoB ha detto:

    Sono d’accordo.. ma dopo un po’ io e i miei amici non li sopportiamo +.

  133. toure yaya ha detto:

    hickson

    nessuno discute la competenza del duo di sky ma bensi la loro parzialita,ad onore del vero il piu fazioso e tranquillo che quando commenta james,il gallo e gli spurs a volte diventa imbarazzante quanto e di parte mentre l’avvocato e molto piu misurato nei suoi pareri oltre alla sua grandissima competenza.

  134. gallo=bird ha detto:

    io comunque non vedo più degli heat con dei limiti evidenti di coesione,tutt’altro…

    finalmente wade e lebron si muovono molto più senza palla,risultato che sono molto più imprevedibili e si aiutano a vicenda.
    anche bosh sembra un altro giocatore rispetto a quello visto nel momento buio di inizio stagione.
    in attacco è molto più fluido.
    in più nell’attacco degli heat si cominciano a vedere discrete spaziature,ora tutti incominciano a conoscersi per davvero,tutto ciò si vede…

    però la differenza la fanno in difesa.
    lebron ancora oggi per me resta un difensore sull’uomo normale,ma in aiuto è già oggi uno dei primi 5 di questa lega.
    anche wade e bosh si fanno sentire,il loro atletismo e la loro intelligenza cestistica(più wade che bosh da questo punto di vista) li aiuta.
    quindi grazie a questi tre la difesa di spoelsta è molto efficace,poi se trova anche un ilgauskas che regge l’urto contro i grandi big della lega allora questa difesa diventa tremendamente efficace,come è stato ieri…

    però in una serie penso che i soliti limiti nel pitturato degli heat verranno a galla,un limite che onestamente con il roster attuale possono mascherare solo in rare occasioni,tipo ieri.
    grande ilga,ma il vero gasol e il vero bynum sono altri…

  135. jjhickson ha detto:

    be dai ogni commentatore ha le sue preferenze e normale, anche nel calcio quando ce la champions league i commmentatori italiani anche non volendo stanno dalla parte delle squadre italiane….meglio commmentatori parziali, pero competenti e che ci mettono passione (si sente che questi due hanno passione infinita per questo sport), che piuttosto commentatori che lo fanno solo per lavoro e che non ci capiscono un cazzo…chissa quanto guadagna un certo guido bagatta per dire stronzate a non finire…..per non parlare di quelli della rai (franco lauro: e uno shoowwwwwtimeeeeeee, anche nei layup)

    • Bowen L' Onesto ha detto:

      bhe lo credon solo gli amerrrigani che solo le schiacciate ed i no look sian “””””showtime””””” :D io preferisco una bella match up zone eseguita alla perfezione….o un layup insidioso…..non so proprio che farmene di un 360….bha

  136. michael philips ha detto:

    bowen
    quello che cerchi te, è una pallosissima gara di basket fiba, se segui la nba, sono inutli le tue lamentele.

  137. inyourweis ha detto:

    Nn capisco perchè bisogna sempre andare da un lato all’altro senza fermarsi in mezzo…boh, forse per fare gli alternativi…nn può essere che lo spettacolo è sia in un gioco ben eseguito, un’azione corale, un back door, ma anche in una toppa con la palla in tribuna, o in un dunk furioso? Sembra quasi che se ti piace il basket FIBA sei un “purista/intenditore”, se segui quello NBA sei uno che mangia solo pop corns e scorreggia in inglese…

    Nella NBA di tecnica ce ne è a bizzeffe, come c’è molto più atletismo che nel basket europeo. Le due cose si sposano alla grande. Io adoro Nash o Stockton come ho adorato Vince o Dominique…e le due cose nn mi sembrano contrastanti

  138. Bowen L' Onesto ha detto:

    no io vorrei tecnica fiba con talento NBA…..e poi chi l’ha detto che se si fan i 360 non è spettacolo? gli americani? wow gran parere il loro ^^’ se pensiam che son il popolo che ha inventato lo slam ball e mille altre “delizie per palati raffinati” ahahahahah

    le finte d’occhio di bodiroga lo stile di bird la precisione di stockton etc etc mille volte meglio di un tizio con delle molle che fa i 360…poi bho magari son idiota io ed il bello del basket è l’atletismo…però non credo….a sto punto mi guardo una bella gara di corpo libero e sicuramente vedrei evoluzioni aeree ancora più sofisticate…..

  139. Bowen L' Onesto ha detto:

    ma infatti io seguo anche l’ NBA contestavo solo chi definiva spettacolo il fare salti mostruosi con superdunks annessi….quello ragazzi è corpo libero non basket ;-)

  140. michael philips ha detto:

    scusa, ma che c’entra bird e stockton con lo slam ball?

  141. tifosoknicks ha detto:

    quoto al 100% mp e in your weis,sembra che la nba sia un circo di saltatori senza tecnica,ma d’altra parte il guoco vero si gioca in europa,io che non seguo l’eurolega sono uno che non capisce un cazzo di tecnica e che gli garbano solo le schiacciate.
    tra l’altro a me garba sia il gesto tecnico che una grande schiacciata,cioè a me emoziona vedere una schiacciata in faccia ad uno,come mi piace vedere come gioca in post duncan,o come esce dai blocchi allen.
    poi sembra che tutti gli amricani siano solo dei grassoni che mangiano hambuerger che gli piace vedere solo le schiacciate,ma non è così

  142. tifosoknicks ha detto:

    poi che c’entra la slamball o le mille schifezze che mangiano gli ameircani?

  143. gallo=bird ha detto:

    io sono un amante delle discipline esplosive dell’atletica leggera.
    nel basket si vedono gesti atletici che molto spesso non hanno nulla da invidiare a quelli della disciplina regina delle olimpiadi.
    semplicemente nel basket puoi vedere anche degli usain bolt(quasi) che ci sanno fare anche con la palla tra le mani…

    anche per questo il basket nba è il miglior spettacolo sportivo che si può vedere nell’intero panorama dello sport mondiale…

  144. tifosoknicks ha detto:

    ma poi se uno fa un bel movimento,che ne sò uscita dal blocco-finta-partenza in palleggio e poi alla fine ti inchioda una dunk mostruosa fa così schifo?
    o deve per forza fare l’appoggino di destro al tabellone come fa un’amatore perchè così è più tecnico?

  145. gallo=bird ha detto:

    tifoso knicks

    vogliamo parlare di olajuwon?
    lo stesso jordan,forse più spettacolare a 35 anni quando saltava 30-40 cm in meno ma aveva ormai un repertorio tecnico che lo rendeva un giocatore di una bellezza cestistica rara…

    lo spettacolo nba non è solo dunk,tutt’altro.

  146. toure yaya ha detto:

    per me invece bowen non ha tutti i torti,e bello vedere(fino ad un certo punto)un rose o westbrook segnare 24pt a partita che pero fanno fatica a creare gioco a difesa schierata,molte volte la qualita del gioco lascia a desiderare e non poco cio non toglie che sono un vero appassionato della nba.

  147. gallo=bird ha detto:

    yaya

    vabbè,ognuno ha le sue caratteristiche.
    fai l’esempio di rose o westbrook,come se oggi tutti i playmaker hanno caratteristiche simili alle loro,non è proprio così.
    esempio calcistico,kakà non ha la visione di gioco di un ronaldinho eppure resta lo stesso un fantasista che si lascia guardare pur con caratteristiche atipiche per un numero 10…

  148. tifosoknicks ha detto:

    toure

    devi considerare pure l’età di rose e westbrook,hanno 22 anni,quanti giocatori al mondo a questa età sono dei maghi nelle letture di tutte le situazioni di gioco?
    non sono proprio dei play puri ma con l’accumulare di esperienza migliorearanno in questo…

    gallo

    concordo con te,a me jordan piaceva di più quando iniziava ad avere una trentina di anni

  149. toure yaya ha detto:

    ad onore del vero i play della nuova generazione hanno piu o meno le stesse carateristiche tecniche vedi westbrook,rose,wall,evans,jennings,,curry,brooks,tutta gente piu brava a segnare che a fare segnare i compagni.
    ormai i play puri sono in via di estinzione e la qualita del gioco ne risente.certo che sono giovani pero non penso che miglioreranno di molto con il passare del campo,poi sarei felice di sbagliarmi…

  150. michael philips ha detto:

    bah, a me pare invece proprio questa la migliore orda di giovani play che ricordi.

  151. michele ha detto:

    niente male griffin, già due schiacciatine.

  152. inyourweis ha detto:

    Griffin ha dei problemi alle gambe…

  153. GiangioTheGlide ha detto:

    BLAKE GRIFFIN!!!

  154. tifosoknicks ha detto:

    io cmq voglio ancora far notare eric gordon,sta giocando bene

  155. toure yaya ha detto:

    griffin per essere un lungo ha un signor palleggio oltre alla sua splendida lettura quando viene raddoppiato riesce a scaricare la palla nei tempi giusti.

  156. Alfredo ha detto:

    Ha l’esplosività di Amare agli esordi, pazzesco, i problemi nascono nell’altra metà campo, speriamo abbia la testa per lavorarci! io continuo a dire che manca il 3 ai Clippers, ma a parte questo poco da dire, tra le squadre più futuribili della lega!

  157. Bowen L' Onesto ha detto:

    non c’entrano nulla infatti….ho detto che amo stockton e bird e che odio le americanate slamballistiche….. ^^’ ovviamente ho voluto generalizzare in maniera un filo provocatoria perchè pare sia l’unico modo per portare la discussione su qualcosa che non sia il solito “kobe vs lebron” ….

  158. gatzu83 ha detto:

    Oggettivamente mi sembra che abbiamo parlato di tutto tranne che di kobe contro lebron, anche perchè ieri non c’è stato neppure un confronto, solo un massacro,
    Se ti fa così schifo tutto non capisco perchè leggi e commenti……….

  159. Keiser Soze ha detto:

    Dichiarazione di Bagatta ore 23:05
    “Se NY avesse preso preso Gortat se non era da titolo poco ci mancava”………..bene ma non benissiimo.

  160. bodiroga ha detto:

    Bowen “L’Onesto” (ma quale onesto?)

    Le americanate non piacciono neanche al sottoscritto, sono un grande estimatore della pallacanestro FIBA, però sinceramente non mi sento di condividere il tuo pensiero.
    Il bello del basket non è solo l’atletismo, è anche l’atletismo.
    Tutti noi siamo competenti, pertanto sappiamo riconoscere e apprezzare una sequenza difensiva perfetta, però come si fa a non saltare dalla sedia sulle schiacciate di Blake Griffin?

    Poi se mi chiedi, preferisci uno schiaccione 360 di Carter o un gioco sul piede perno di Scola, preferisco il gioco di Scola, però apprezzo anche le doti atletiche di Carter e degli altri saltatori che ci sono in giro per la lega.

    Per esempio se devo fare il quintetto dei miei giocatori preferiti:
    G Deron Williams
    G Kobe Bryant
    F Grant Hill
    F Luis Scola
    C Tim Duncan

    Se noti sono 5 giocatori che hanno grande pulizia tecnica.

  161. tifosoknicks ha detto:

    keiser soze

    con gortat ny di sicuro avrebbe vinto il titolo…povero bagatta

  162. iggy ha detto:

    keiser soze

    “Se NY avesse preso preso Gortat se non era da titolo poco ci mancava”.. ahahaahahaha grazie a dio non mi prende più il digitale così non mi tocca neanche sentirmi gastronate di sto tipo… povero bagatta..

  163. Alfredo ha detto:

    Ahahahahaha, tifoso non sei contento, siete ad un Gortat dal titolo!!!
    E il vecchio che aggiunge al quinto fallo di Griffin: “ha detto ai compagni, tranquilli non faccio il sesto”! 15 secondi e sesto fallo di Blake…

  164. inyourweis ha detto:

    Si, invece questi due ritardati che nn sanno che l’hack a Jordan nn si può fare negli ultimi due minuti? Diavolo, ma commentano da 20 anni, e nn sanno queste cose…

  165. Alfredo ha detto:

    Non seguo molto la nfl, ma se Bagatta dice che Chicago è una mina vagante, suppongo andranno fuori alla prima! classico suicidio clippers, ci siamo quasi…

  166. iggy ha detto:

    se perdevano anche questa i clippers eran proprio da suicidio! blake griffin un mostro, eric gordon leader silenzioso..
    per i suns la vedo grigia, certo ora torna vince carter ma la vedo difficile andare ai playoff con questa squadra..

  167. Mamba ha detto:

    Guido Bagatta va SOPPRESSO!!!

  168. Julius ha detto:

    qualcuno spieghi le regole nba a quei due o gli decurti lo stipendio ad ogni cazzata che sparano come incentivo ad essere perlomeno informati …

  169. toure yaya ha detto:

    in fondo bagatta ha ragione hihihihihi
    cmq vittoria meritata dei clippers con un grande griffin sempre piu lanciato verso il ROY complice anche l’assenza di wall che sembra essere stato colpito dalla sindrome delle primissime scelte dopo oden e lo stesso griffin…

  170. Julius ha detto:

    Visicità per battere i Lakers…
    Dallas e Spurs non hanno ma non abbastanza, dovessero avere il fattore campo sarebbe durissima, ma la squadra che più mi spavata per atletismo-dinamismo-imprevedibilità-talento rimane Denver (con Carmelo chiaramente) e al completo con Martin a posto e quel pazzo di Andersen con Jr e Harrington dalla panca, fecero bene contro LA, spero ci riprovino un ultima volta senza cedere Anthony a metà stagione e mandare tutto a puttane, insieme ai Thunder mina vagante a ovest se ce ne una

  171. Keiser Soze ha detto:

    Comunque oltre non conoscere le regole sull’hack a Jordan negli ultimi 2 minuti e la storia di Gortat a NY,discreta anche la chicca del tiro da 4 punti oltre la metacampo………….

  172. Julius ha detto:

    Fisicità… ma che è la visicità sono cotto

  173. […] NBA – Il Natale è di Miami, Celtics ko ad Orlando Boston perde ad Orlando e si ferma a 14 successi di fila. […]

  174. crevaz ha detto:

    Orlando – Boston

    ho letto piu’ di qualche commento a riguardo, che boston non aveva nulla da chiedere a questa partita, vinta o persa per loro era indifferente, che orlando così com’è non va da nessuna parte, gli scambi sono stati sbagliati, ecc, ecc….

    per quelli che a conti fatti erano sicuri di vincerla con rondo, ricordo che la squadra s’è formata da meno di una settimana, gilbertone è considerazione comune che sia leggermente meglio di quello di questa partita, dove ha sparato a salve dall’inizio alla fine, e pur con un howard a mezzo servizio la partita è comunque andata.. lungi da me non dire che kriptonate non sia stato un fattore in questa partita, con quella sua regia splendida -ghgh- ma la partita poteva essere leggermente diversa anche sul fronte blu, visti gli ampi margini di miglioramento, e inoltre su chi crede che JO sarà un fattore per boston, si vada a rivedere gli ultimi 3 anni, ma sopratutto i PO dell’anno scorso a miami. qualche dubbio puo’ giustamente sorgere.

    sono ampiamente d’accordo sul fatto che abbiano assoluto bisogno di un lungo per far rifiatare dh12, e anche di un’ala grande con le caratteristiche di bass, ma da qui a dire che i magic sono diventati una squadra mediocre ce ne vuole eh…

    a conti fatti, i magic hanno vinto contro le due squadre piu’ in forma della lega -miami permettendo-, pur avendo mezza squadra nuova, punto.

  175. crevaz ha detto:

    @ julius, sul commento della decurtazione

    sono perfettamente d’accordo, ma così rischiano di dover lavorare gratis per il resto della vita, hahaha!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...