NBA – Neal trascina gli Spurs. Ok Jazz e Celtics (14W in fila)

Pubblicato: dicembre 23, 2010 da Kevin Di Felice in NBA, News

Gary Neal, eroe per una notte per gli Spurs

Boston (14) e San Antonio (10) estendono le proprie strisce vincenti e si confermano padroni delle rispettive Conference.

Riscatto di New York che batte Durant e soci mentre Utah compie l’ennesima rimonta della sua stagione vincendo, da -15, a Minneapolis.

Vediamo com’è andata.

CAVALIERS 84, HAWKS 98
Nessun problema per gli Atlanta Hawks che restano nei quartieri alti della Eastern Conference con la 19a vittoria stagionale ottenuta ai danni dei Cavaliers. Joe Johnson sembra essere tornato al 100% dopo l’operazione al gomito e mette a referto 23 punti infilando 3 delle 8 triple targate Hawks. Solita prestazione a tuttotondo di Smith che piazza una doppia doppia (16 pts, 11 rebs) con l’aggiunta di 6 assist. Cleveland conferma il proprio modesto record esterno (3-13) nonostante i 23 punti di Jamison.

PISTONS 115, RAPTORS 93
Altra brutta sconfitta interna per i Toronto Raptors che all’Air Canada Centre hanno perso finora 9 delle 16 partite disputate. Passano dei tambureggianti Detroit Pistons che dopo un 1° quarto interlocutorio si scatenano prendendo il largo e segnandone 38 nel 2° periodo. Straordinario Rip Hamilton che ne infila 35 con 6/10 da 3 mentre McGrady gioca una delle migliori partite dei suoi ultimi anni (17+7+7 in 24’). Per i Raptors, non basta il rientro di Bargnani (16 pts, 17 tiri) con Barbosa che è il top scorer a quota 21 per una squadra che tira il 52% ma che perde la bellezza di 24 palloni.

BULLS 97, WIZARDS 90
Continua il positivo momento per i Chicago Bulls che espugnano il Verizon Center e consolidano il terzo posto della Eastern Conference (18-9). E’ la nona vittoria nelle ultime 10 con un Carlos Boozer devastante e capace di mettere in scena una partita da 30 punti, 10 rimbalzi, 7 assist ed il canestro che chiude la gara a 35” (l’ultimo quarto finisce 14-10). Rose fa 0/6 da 3 ma segna 25 punti mentre per i Wizards ci sono i 22 punti di Young e l’esordio di Lewis che non va oltre gli 8 punti con 0/5 da 3.

SIXERS 80, CELTICS 84
Diventano 14 le vittorie consecutive dei Boston Celtics che senza brillare più di tanto portano a casa un match difficile, tirando il 38% ma limitando i Sixers a soli 80 punti a referto. Decisivi un Ray Allen da 22 punti e due super difese di Garnett negli ultimi possessi di un intenso 4° periodo dove i Celtics tirano 4/16. Per Philadelphia si tratta della 2a sconfitta in fila e della 12a su 15 trasferte. Brand arriva in doppia doppia (16 pts, 12 rebs) mentre Iguodala stecca con soli 9 punti a referto e 2/11 dal campo.

THUNDER 98, KNICKS 112
Il riscatto dei Knicks. Dopo 3 sconfitte in fila (quella di Cleveland abbastanza grave) New York riprende il suo cammino verso i playoff con una prestigiosa vittoria sui Thunder, una delle squadre più in forma. Fondamentale il 2° periodo dei Knicks che segnano 36 punti e con un parziale di 10-0 (triple di Fields e Gallinari) prendono un consistente vantaggio che riescono a difendere abbastanza agevolmente per il resto del match. 44 punti per la coppia Stoudemire-Chandler mentre Durant (26 pts) si spegne dopo un 1° quarto da 13 punti. Oklahoma City chiude con il 38% dal campo e 3/17 da 3 e 22 rimbalzi offensivi.

JAZZ 112, WOLVES 107
Ai Jazz le rimonte piacciono assai. I ragazzi di coach Sloan vincono la 21a partita stagionale, si portano sul 70% di successi e rimontano 15 lunghezze di svantaggio anche a Minneapolis. A 10’ dalla fine, Webster regala il +11 ai Wolves con i Jazz che trovano il pareggio a meno di 2’ con il gioco da 3 punti di Miles e successivamente, sospinti dalla coppia Jefferson-Millsap (23 pts a testa), segnano 4 canestri consecutivi con Haywood che infila quello decisivo a 13” dalla fine. 25 punti, 7 rimbalzi e 7 assist per Williams mentre ai Wolves non basta i 49 punti ed i 29 rimbalzi della ditta Love-Beasley.

NETS 91, HORNETS 105
Tutto semplice per i New Orleans Hornets che battono a domicilio i New Jersey Nets per la 12a vittoria casalinga su 15. La squadra di Monty Williams domina sotto i tabelloni (48-30 a rimbalzo) ed esegue alla perfezione grazie alla regia di Paul da 14 assist. Okafor converte il dominio sotto canestro con una prova da 21 punti e 10 rimbalzi mentre Belinelli fa il suo con 14 punti e 6/8 dal campo. Per i Nets, reduci dal successo a Memphis, ci sono i 21 punti di Harris ed un Lopez da 16 punti e 16 tiri.

NUGGETS 103, SPURS 109
Privi di Carmelo Anthony colpito dalla morte della sorella, i Nuggets sfiorano il colpaccio all’At&t Center e devono arrendersi ad un altro grande 4° quarto targato Spurs. 29-14 il parziale a favore dei ragazzi di Popovich (14/28 da 3) che inserisce molto bene Splitter (12 pts, 9 rebs, 2 blks) ma soprattutto un Gary Neal da favola. Altra gara da 22 punti con canestri decisivi nel 4° quarto, in collaborazione con Ginobili (22 pts) che infila una tripla fondamentale a 3’ dal termine. La panchina di San Antonio produce 49 punti mentre Denver s’aggrappa ai 44 punti della coppia Smith-Lawson.

ROCKETS 97, CLIPPERS 92
Blitz dei Houston Rockets che espugnano lo Staples Center versione Clippers e con la quarta vittoria consecutiva si portano al 9° posto della Western Conference, ad una sola partita di distanza dai playoff. Successo sudato e rimesso in discussione nel finale con lo sciagurato fallo del buon Scola (22 pts) che da 3 liberi ad Aminu che riporta i Clippers sul -1. Nei possessi successivi, Martin (28 pts) fa 2/2 ai liberi e Griffin sbaglia la tripla del pareggio a 3” dalla fine. Il rookie da Oklahoma ne infila 24 con 18 rimbalzi che non basta per allungare la serie di 3 W consecutive.

commenti
  1. […] This post was mentioned on Twitter by Kevin Di Felice. Kevin Di Felice said: NBA – Neal trascina gli Spurs. Ok Jazz e Celtics (14W in fila): http://t.co/VZTcE3A […]

  2. inyourweis scrive:

    1-più vedo i risultati dei Rockets o di Portland, più mi chiedo dove fosse il problema nel dire che, a mio parere, gente come Adleman e McMillan sia superiore (e nn di poco) a PJax, come allenatore in senso completo…questi due ogni anno si ritrovano senza almeno 2 o 3 giocatori fondamentali, devono reinventare quintetti dalla mattina alla sera (prendete Nate, che ha un BRoy che gioca una partita si ed una no), eppure naviano attorno al 50% di W, quando nn portano le loro squadre ai playoff…

    Ricordo cosa disse PJax ad inizio stagione 2002-03, con Shaq infortunato…”Il Diesel sarà fuori 7 partite? Allora saranno 7 sconfitte…” (cosa che poi si verificò sostanzialmente)…ma, un coach vince solo quando le cose vanno bene, o dovrebbe anche allenare nei momenti di difficoltà?

    2-ecco il motivo per cui spero tanto nel Lock Out, ed in un cap rigido…i Lakers sono 20 milioni sopra il cap, ma chissenefrega…dentro anche Blake, Barnes, etc…guardate gli Spurs, che per due lire si vanno prendere Gary Neal, nn solo perchè hanno la vista lunga, ma anche perchè nn possono permettersi mosse più costose…e poi mi venite a parlare di Kupchack? Questi sono scouts, facile fare gli acquisti col portafogli di Papà Buss…

    3-dove arriva Blake G con la capoccia quando schiaccia?

    • blocksteal scrive:

      bravo anche io spero nel lock out, ma poi guardo in europa ( milan 200cc. , cesena 20 cc.) e penso che gli usa hanno tanti difetti ma il loro è un sistema che almeno prova ad equilibrare i valori in campo per avere una vera competizione. se, poi, i lakers perdono prima delle finals uno tra odom e bynum se ne va ed anche due tra artest, barnes e blake e brown. con fish anzianotto e kobe coi primi veri acciacchi (tutti parlano della vecchiaia degli spurs ma di altre vecchiaie non si può è un tabù) che sia la fine del ciclo?

  3. Giulio scrive:

    Knicks: 22 rimbalzi offensivi? La preoccupazione sale, sempre più EMERGENZA DIFESA

    • nbaitalia.net scrive:

      …potrebbe arrivare varejao

      • Giulio scrive:

        Ho sentito in effetti della possibilità di una trade Knicks-Cavs se non arrivasse Melo o non arrivasse nemmeno Iguodala! Mi chiedo: Varejao ci farebbe un gran bene, Gibson come lo vedreste nel sistema di gioco dei Knicks?!

        Ma soprattutto: quante possibilità ci sono che i Cavs si privino di 2 dei propri migliori giocatori?!?!?!

        • nbaitalia.net scrive:

          Credo che al momento gli unici giocatori che i knicks possano pensare di cedere per non rompere il “giochino” siano douglas e curry…devono cercare di prendere il meglio senza sacrificare il quintetto, con la certezza che un lungo serve come il pane a questa squadra. Non credo molto a Mozgov e i Knicks hanno soltanto 2 lunghi di ruolo, Stat e Turiaf, Chandler è un atipico.

  4. Rosenkrantz scrive:

    Finalmente Thiago Splitter! Ottima prestazione del brasiliano che secondo me appena avrá fatto suo il gioco di Pop potrá essere molto molto utile agli Spurs sopratutto in fase playoff!
    Speriamo continui cosí!
    Concordo con IYW Adelman e Mcmillan sono due allenatori strepitosi riescono a giocare un ottimo basket anche senza i giocatori migliori. Sopratutto Adelman a mio parere ha un a capacitá straordinaria nel adattare il suo gioco alle risorse che ha a disposizione.

  5. gatzu83 scrive:

    1- Addirittura mcmillan?????? ma dai!!!!!!!!!!!
    La tua è un’analisi faziosa e superficiale, e non perchè difendo phil jackson ma perchè lo è per qualsiasi allenatore di qualsiasi sport che tiri in balllo!E sei troppo intelligente per non saperlo.
    Un allenatore deve essere valutato sotto tutti i punti di vista, che sono molteplici, e penso che qui nessuno abbia mai detto per esempio che phil jackson è l’allenatore tecnico migliore del mondo, anzi……… Poi però c’è ad esempio la gestione dei giocatori e dello spogliatoio, dove se non è il primo è il secondo e via dicendo per altri mille fattori su cui si può discutere o meno!!!!
    Analizzando tutto questo penso che si possa tranquillamente dire che phil jackson sia assolutamente tra i primi 5 allenatori nba a tutto tondo e sicuraramente fra i primi due a cui affidare una squadra che deve vincere.
    Oltre a tutto questo aggiungi i suoi numeri e capirai che certi paragoni sono solo di parte e polemici!!!!

    2-Orlando Magic 95.438.580
    2 L.A. Lakers 94.745.385
    3 Dallas Mavericks 87.469.620
    4 Boston Celtics 83.317.090
    5 Denver Nuggets 83.009.090
    6 Utah Jazz 76.943.867
    7 Houston Rockets 72.674.520
    8 New Orleans Hornets 72.047.887
    9 Portland Trail Blazers 70.481.160
    10 San Antonio Spurs 70.012.730
    11 Memphis Grizzlies 68.363.850
    12 Atlanta Hawks 68.155.980
    13 Philadelphia 76ers 68.008.960
    14 Milwaukee Bucks 67.654.540
    15 Charlotte Bobcats 67.589.670
    16 Detroit Pistons 65.917.860
    17 Miami Heat 65.558.750
    18 Indiana Pacers 64.368.430
    19 Phoenix Suns 63.270.120
    20 Golden State Warriors 62.493.681
    21 Toronto Raptors 60.894.800
    22 New York Knicks 57.587.980
    23 Chicago Bulls 57.429.270
    24 New Jersey Nets 56.973.670
    25 Washington Wizards 56.195.106
    26 L.A. Clippers 54.424.547
    27 Cleveland Cavs 52.587.640
    28 Oklahoma City Thunder 51.458.492
    29 Minnesota Timberwolves 44.124.430
    30 Sacramento Kings 43.100.600

    Dovresti toglierci gli attuali 5M di vujacic e se non sbaglio anche orlando con la nuova trade ha risparmiato qualcosa, ma non sono sicuro.
    Anche qui sei fazioso, perchè come vedi non ci sono solo i lakers, ma le tre squade che sono state contender negli ultimi anni (celtic-lakers-magic) hanno sempre speso tanto sopra il cap, come cleveland, dallas o denver, però parli e in generale parlate sempre dei lakers perchè vi stanno sulle palle e vi fa comodo per attaccarli far notare solo quello che vi piace!!
    Inoltre il cap dei lakers è ampiamente falsato da bryant che prende una cifra spropositata per il sistema ma solo perchè gioca in una società a cui il suo nome fa guadagnare 5 volte il suo ingaggio, quindi lo si premia con un ingaggio che tolto altre due piazze nessuno potrebbe dargli!!!

  6. Procionide scrive:

    Nell’oziosa questione sull’MVP, a chi continua a dire che Williams non può vincerlo perchè Utah non vince abbastanza ricordo che i Lakers hanno solo mezza vittoria in più.

  7. julius scrive:

    Cap rigido dai!
    Però non credo che basti a contrastare la formazione i squadroni come i Lakers o i Celtics, credo che come hanno fatto Allen e Pearce o i tre amigos (riducendosi di fatto lo stipendio) o R. Jefferson (vero capolavoro degli Spurs che dopo una stagione orrribile esce dal contratto e lo spalma in 4 anni e diventa funzionale al sistema… e al cap) ci saranno comunque mete preferite per motivi ambientali e ambizioni di titolo normali e legittime.
    Odom ad esempio è fondamentale dalla panco o meno per LA, non avrebbero potuto dargli quelle cifre connil cap rigido vero? Bene credo che comunque sarebbe rimasto, a scapito di qualcun’altro certo ma anche riducendosi l’ingaggio…

    Ma il n. 1 dei Pistons si stà forse lentamente riprendendo?

    Se torna davvero uno fra Gordon e Hamilton potrebbe davvero essere ceduto, il primo tutto sommato per ora è un fallimento, lo cederei subito per un pò di deep fra i lunghi e una scelta

  8. inyourweis scrive:

    Gatzu

    Prima di tutto datti una calmata, e rimetti il cervello al posto del culo. Secondo poi, i termini “fazioso” usali per i tuoi amichetti pro-lakers, a me personalmente piace troppo ilo basket per perdere tempo ad odiare o amare qualcuno

    Mi dispiace che tu abbia usato tutte quelle righe, potevi nn sprecare tempo. Ho deciso che McMillan e Adelman sono migliori di PJax al momento? Pace, è la mia opinione (motivata 1000 volte, quindi nn tornerò sui soliti discorsi), e nn ci puoi fare niente. Tra l’altro ho detto Nate e Rick, 2 dei più stimati coaches della NBA, mica Agroppi e Scoglio, quindi ti puoi anche dare una calmata

    Sul cap, anche lì il tuo discorso te lo puoi tenere ben stretto. Nn ho detto che il cap è a vantaggio solo di LA, basta vedere i fallimenti di NY ai tempi di Thomas. Nè ho detto che nn ci siano altre squadre che ne usufruiscono. Rimane un dato di fatto però, che se facciamo un semplice confronto Spurs-LA (parlo di questo per comodità), quest’anno ci sono 25 milioni di cap di differenza. Dimmi caro Gatzu, dici che con 25 milioni si comprano un paio di bei giocatori in più, oppure è tutto merito del genio di Kupchack?

  9. The Mailman "Ziggy" scrive:

    In your weis

    “facile fare gli acquisti col portafogli di Papà Buss…”
    Mi dispiace, ma non è molto una questione di soldi. Chiedere a Portland e New Jersey che a livello di proprietari sono estremamente più ricchi di Buss. Poi altra gente tipo Dolan…
    Questa te la potevi risparmiare…

  10. The Mailman "Ziggy" scrive:

    2) non hanno violato alcuna regola. Il cap che hanno lo hanno accumulato negli anni, come potevano fare tutti, e come hanno fatto in diversi.

  11. julius scrive:

    A proposito di grandi coach:

    Larry Brown and the Bobcats have mutually decided to part ways.

  12. inyourweis scrive:

    senti Mailman, nn diciamo cazzate per favore…i Lakers sono la punta dell’iceberg, e ripeto che ho citato loro, ma nn ho detto che sono gli unici…se i proprietari dei Nets sono tirchi è un problema loro, io parlo di un altro fatto. Prendiamo il cap 2010: i Lakers o i Magic spendono 95, gli Spurs 70, gli Heat 65. Avere 25 o 30 milioni in più su base annua, dici che è un vantaggio o no?

    Io nn ho parlato di violazione di regole, parlo di disparità, in una lega che teoricamente dovrebbe mettere tutti allo stesso livello. Ma nn ti preoccupare, se mettono il cap rigido la pacchia finirà abbastanza in fretta

  13. spree scrive:

    cristo ma pensate veramente di poter sapere chi è il miglior allenatore tra jackson macmillan e i mille altri allenatori ed assistent (secondi, terzi,quarti…) dell’nba? vedendo le partite?.. non conoscendo book, metodi di allenamento, sessioni tiro, sessioni atletiche, recuperi durante la season… il migliore in cosa poi? a far giocare meglio la propria squadra ? a vincere? il più preparato? quello che si aggiorna di più? …. ma veramente pensate che sia un discorso serio? a meno di non chiudere con il discorso, “mi piace di più il pistacchio”, dire “secondo me il pistacchio è il migliore dei gusti, è una mia idea e quindi è così”… beh insomma, livello logico e dialettico di 3°elementare… poi per carità, continuate pure…
    il giocatore forse lo si può giudicare già di più… lo si vede giocare, se capisci di basket qulche giudizio lo si può tirarfuori (certo non è più forte kobe di lebron perchè si scade nel niente) … ma l’allenatore non lo vedete allenare , del loro lavoro non si sa praticamente nulla … boh, fate voi…

  14. gatzu83 scrive:

    x iyw

    Prima di tutto datti una calmata, e rimetti il cervello al posto del culo. Secondo poi, i termini “fazioso” usali per i tuoi amichetti pro-lakers, a me personalmente piace troppo ilo basket per perdere tempo ad odiare o amare qualcuno

    Come al solito quando non sai più che dire diventi aggressivo e offensivo, si vede che sei quello e non ci si può fare nulla.

    Per tutto il resto pensa quello che vuoi, anche che pitino è meglio di jackson, tanto i fatti sono sotto gli occhi di tutti, e quelli contano, le parole volano.
    Sul discorso salari, i lakers sono prima di tutto un’azienda, che sfiora i 500M di fatturato annuo, se il suo proprietario, rispettando le regole, ne spende 90 di ingaggi perchè questo gli permette di aver maggiori utili fa solo e soltanto bene, e hi lavora per lui ha il dovere di fare il meglio per continuare a vincere e permettergli di continuare a guadagnarci.Al massimo prenditela con te stesso che tifi per una squadra che ha un bacino di tifosi e di introiti inferiori. Inoltre non sono solo i lakers a farlo come dici tu, ma casualmente quando devi fare polemica sull’argomento citi solo loro e gli altri chi se ne frega.

  15. inyourweis scrive:

    “Come al solito quando non sai più che dire diventi aggressivo e offensivo, si vede che sei quello e non ci si può fare nulla”

    Nn ti preoccupare, ho avuto discussioni con gente molto più competente di te, nn ho bisogno di diventare aggressivo

    Ah scusa, i fatti di cui parli quali sono? Gli 11 titoli? Ok, ora capisco, sei uno che ne capisce davvero

  16. inyourweis scrive:

    “Al massimo prenditela con te stesso che tifi per una squadra che ha un bacino di tifosi e di introiti inferiori”…molto sportivo, molto…io nn tifo, al massimo simpatizzo. Se avessi tempo ti spiegherei la differenza

    Chi altro tifi, Milan, Barça, poi? Ti piace vincere facile, eh…

  17. alert70 scrive:

    Evidentemente delle partite non frega niente!!!!!

    Salary

    Solito vecchio discorso. Ci sono regole schifose che hanno creato un mostro. Sarà la NBA a decidere se continuare così penalizzando i deboli a favore di pochi veri ricchi col conseguente raggruppamento di talento in poche squadre. Vedremo quest’estate quanto saranno saggi e lungimiranti.

    Sugli allenatori e le presunte qualità è difficile fare un confronto come dice Spree.

    Certamente un coach deve essere tecnicamente bravo, un ottimo psicologo ed avere un buon staff. Forse e dico forse P-Jax eccelle nella gestione del gruppo formato da stelle più o meno sane di mente mentre Adelman (il mio preferito) e McMillan sono migliori sul piano tecnico, senza dimenticare il dimissionario Brown. Ma questo conta fino ad un certo punto visto i risultati. Non diamo per scontato che un altro allenatore sul pino dei Lakers riuscirebbe ad ottenere gli stessi risultati.

    McGrady
    Bella gara, completa con bei sprazzi. Al solito una su 5. Detroit in carrozza contro i derelitti Rapt. Rapt senza squadra con Andrea acciaccato (ginocchio, polpaccio e caviglia) Calderon e Johnson a mezzo servizio, mentre Weems, Bayless e Evans non hanno giocato. Insomma i canadesi già di solito soffrono se poi è decimata da assenze non vanno da nessuna parte. Per cui i Pistons hanno vinto facile facile.

    Spurs e Celtics macinano vittorie con Turner non pervenuto (0 minuti giocati), Bulls vincono con il solito Hinrich che nei possessi finali deve fare il pasticcio. Houston ad un niente dal 50% di vittorie mentre gli Hornets vincono con un positivo Belinelli.

    NY batte OKC con autorità, Jazz sul velluto e Hawks facili facili.

  18. Alfredo scrive:

    Il discorso Jackson lo si è fatto un milione di volte, la verità è sempre nel mezzo, tecnicamente parlando ce ne sono di più bravi, a livello gestionale è il numero 1! a seconda della squadra che hai tra le mani può essere meglio avere un Jackson o un Brown! i lakers attuali hanno il miglior coach per il roster a disposizione (artest-kobe-barnes–odom tante teste di c… insomma), ai Clippers (giovani e con bisogno di un “maestro”) non metterei mai ad allenare Jackson! se allenasse pinco-pallino i Lakers oggi avrebbero un record tale che Mailman potrebbe ancora vincere la sua scommessa con Brazz, ad oggi non hanno un allenatore (perchè Jackson come dissi ieri non sta allenando) e mailman ha perso già la sua scommessa! poi però a maggio non è detto che pincopallino tiri fuori il massimo, e Jackson, tolto il 2004, ha sempre tirato fuori il massimo dalle sue squadre in quel periodo

  19. big "O" scrive:

    Credo che qui nessuno intenda che è colpa dei Lakers se si è creato lo squilibrio attuale, e d’altronde c’è sempre stato chi spende di più (Knicks, Lakers, Dallas) e chi meno. Però spero tutti almeno convengano che un nuovo regolamento che aiuti a bilanciare la situazione sia auspicabile per il bene stesso della NBA, altrimenti il salary cap ha davvero poco senso.

    Allenatori: difficilissimo fare paragoni, io poi sono convinto che allenatori diversi vadano bene per situazioni e contesti diversi: credo che per allenare la Houston o la Portland attuali Adelman e McMillan siano migliori di Jackson dato che sanno letteralmente spremere al massimo ogni goccia di talento dai propri giocatori, così come Jackson secondo me è il migliore nell’inculcare una mentalità vincente e nel gestire spogliatoi diversi. Insomma, l’allenatore va scelto in base alle contingenze, non ce n’è uno migliori sugli altri sotto ogni punto di vista

  20. alert70 scrive:

    Gary Neal

    Al solito gli Spurs hanno un occhio lungo. Prendono Neal, con passato in Italia, e lo mettono in un sistema non facile da digerire con Popovich sempre pronto a “punirti”. Questo in poco tempo è emerso diventando una pedina importante al di là dei numeri sul tabellino. Il fatto che Popovich lo faccia giocare nei minuti finali e che i compagni si fidino di lui al punto da concedergli tiri decisivi è incredibile.

    Ieri si è rivisto Splitter che sta faticando di più a farsi vedere dal coach ma la prestazione è ottima. Se ha testa e voglia entrerà in rotazione. Non ho dubbi a proposito.

  21. Alfredo scrive:

    Vabbè alert su splitter si, ha dimostrato già in Europa, ma Gary Neal chi diavolo è? io l’ho visto più volte a Treviso, è giocatore da rotazione in una squadra contender per il titolo nba?? a me non sembra proprio, vediamo quando la palla peserà per davvero se sarà affidabile! anche nel finale di regular dell’anno scorso ricordo tantissimi elogi a Hill, si diceva che gli Spurs avessero trovato l’uomo in più per competere, poi sappiamo come è finita nei play-off…

  22. Procionide scrive:

    Il problema del cap non è che sia fatto male, ma solo che è vecchio. Le associazioni fanno le regole con l’obiettivo di mantenere lo spettacolo al massimo, le squadre invece hanno l’obiettivo di ottenere il massimo risultato. Esempio: le regole difensive. Una volta erano limitati moltissimo i movimenti del difensore lontano dalla palla, per evitare le zone che limitano lo spettacolo. A poco a poco però gli allenatori hanno spostato il gioco sugli isolamenti, che a loro portavano massimo risultato ma minimo spettacolo. Perciò si sono allentate le regole difensive. Stessa cosa per il tiro da 3 e mille altre cose.
    Ovvio, il cap non è una regola tecnica ma credo che il principio sia lo stesso. La Lega cerca di massimizzare lo spettacolo, le squadre cercano di massimizzare il risultato.
    Dubito che nella mente di Stern si sarebbe dovuti arrivare a situazioni quali il divario attuale e la concentrazione di talento.

    Perciò servono nuove regole, ma col tempo anche queste non saranno più adeguate e bisognerà metterci mano.

  23. michele scrive:

    sbaglio o il rookie dell’indiana si sta iniziando ad ambientare negli schemi di mastro sloan?

  24. inyourweis scrive:

    Procionide

    Intanto miglioriamo le regole attuali, poi col tempo, se diventeranno inadeguate, ci penseremo…Stern a modo suo ci aveva provato un minimo, con la Luxury Tax, che però è in fretta diventata tutt’altro che un deterrente…il cap fisso mi sembra l’unica soluzione realmente livellante (anche se lo alzerei, 58 milioni è troppo poco), così come introdurre meno “blindature” per i contratti in essere (a quanto pare nella NFL nn esistono contratti garantiti…).

    Ecco, arrivare ai livelli della NFL no, credo sia giusto che se firmi un contratto lo si rispetti, almeno in parte…però magari si potrebbe prevedere una buy out del, boh 30%, e poi tanto se hai mercato, un altro contratto lo trovi al volo, ed a quello potrai sommare i soldi della tua vecchia squadra

  25. DonPippo scrive:

    Un highlight della notte.

    Se solo avesse anche un cervello…

  26. bodiroga scrive:

    alfredo

    Insomma, Gary Neal era un giocatore di valore da questa parte dell’oceano, ha giocato a Barcellona (poco), Treviso e Malaga, tre piazze importanti del basket continentale. Ha dimostrato di saper mettere punti a tabellone, come al solito Buford è un genio nel pescare in Europa.

    Discorso salary cup.

    Non ne usciamo più, da una parte ci vorrebbe il cap fisso, ma non cambierebbe poi così tanto, ovviamente il livello dei roster delle contender sarà più basso, però alla fine le squadre che hanno i giocatori buoni per vincere: Kobe, LBJ, Wade, Durant, Duncan ecc…faranno ancora meno fatica a confermarsi ad alti livelli perchè mancheranno le squadre con 4-5 allstar. Il singolo inciderà molto di più sulla partita, dovrai prendere solo giocatori funzionali a quel sistema, lasciando stare le “aggiunte” tipo Artest ai Lakers preso solo per poter marcare i LeBron e i Paul Pierce.
    Però anch’io sono d’accordo col cap fisso. Si vedranno le qualità dei GM.

  27. bodiroga scrive:

    donpippo

    JrSmith ha un talento sconfinato, però ancora oggi ha gli stessi problemi dell’anno da rookie, ha il tiro da fuori da 9 metri, lo schiaccione in traffico, ma in mezzo non c’è nulla.

  28. abitatodaltragente scrive:

    gatzu grande risposta, ti quoto in pieno!

    IYW

    ti stimo e lo sai, leggo sempre con interesse i tuoi post, ma stavolta hai pisciato fuori dal vasino 2 volte..

    interessante come si citi Neal ma non Brown…del resto è stato solo culo, come lo è stato azzardare la mossa Artest (tapin decisivo nei PO) per ariza, ma sono i soldi di “papà buss”..per altro non mi torna come mai i clips facciano schifo da sempre, non mi sembra che il loro owner sia in cassa integrazione..

    CAP

    non credo che un cap rigido cambierebbe di molto le cose: tra LA e SA, a parità di contratto NBA, un giocatore prende + soldi in california grazie ai contratti pubblicitari. lo stesso o’neal nel 1996 fece la scelta LA proprio per la musica e il cinema…quindi dopo che facciamo? vietiamo la pubblicità?
    mito da sfatare: la gente che ha franchigia NBA non è un operaio! questi son pieni di soldi da far schifo e se non spendono per vincere è perchè son tirchi! Altro che palle, lo sport professionistico è un lusso, una cosa in cui spendere i soldi come lo è per noi comprarci canotte nba assolutamente inutili ma bellissime

  29. big "O" scrive:

    IYW
    un buyout del 30% è inaccettabile. Pensa a un giocatore che si infortuna gravemente tipo Oden e si sfascia un ginocchio per la tua franchigia è giusto che si prenda lo stipendio da contratto, no?

  30. Alfredo scrive:

    OT: coach Peterson è completamente andato: lo ascoltavo l’altra sera, diceva che le probabilità di vincere ad Atene da parte dell’Armani erano del 40%, perfino Bagatta lo guardava con aria sconvolta! ma dico io, li hai visti i roster? vedi tutte le settimane eurolega e ancora non ha capito una mazza? e se anche fosse, leggi un qualunque giornale la mattina, ti avrebbero spiegato la differenza tra armani e pana! se ti sei rincoglionito va a casa e fai parlare qualcuno più lucido, tanto non credo che hai bisogno di soldi per vivere, che tristezza

  31. DonPippo scrive:

    Questo qui invece il cervello se lo stava sfracellando sul ferro…

  32. alert70 scrive:

    Alfredo

    Hill l’anno scorso ha segnato due ventelli un filino decisivi contro i Mavs partendo da 0 punti nella prima gara di PO. Contro i Suns fu uno dei più lucidi nonostante la squadra non avesse più birra. Farne 13 abbondanti e giocare più minuti di Parker non mi è sembrata poca cosa. Quindi Popovich ha seguito le indicazioni della RS. Non vedo perchè non possa farlo con Gary chi?

    Allacciandomi a questo discorso vorrei far notare come a volte non essere scelto al draft o rinunciare a giocare subito nella NBA possa essere una buona mossa. Giocatori come Thabeet, Kwame Brown, Morrison… tanto per fare alcuni nomi avrebbero dovuto farsi una campagna europea per migliorare il loro gioco senza ammuffire in panca. Poter competere in campionati importanti come quello spagnolo/italiano/greco/russo e magari fare l’eurolega avrebbe dato a loro modo di migliorare. Non credo che sedere in panchina e giocare nel garbage time sia utile per sviluppare il prprio talento e l’approccio alle gare.

    Fossi uno che contasse per i Grizzlies spingerei Hasheem a fare le valigie per la Spagna a farsi le ossa per 1/2 anni al costo di pagare interamente lo stipendio. Tenerlo li come il ball boy non ha senso.

  33. iggy scrive:

    qualche pillola di stanotte:

    BLAKE GRIFFIN (devastante cos’altro dire?)
    JR SMITH (tra i più spettacolari della lega)
    RIP HAMILTON (35 punti come ai vecchi tempi)
    BEN WALLACE (1000esima presenza!)
    GARY NEAL (ennesima perla di buford)
    KEVIN LOVE (doppie doppie su doppie doppie)
    CARLOS BOOZER (tornato sui suoi livelli!)

  34. Alfredo scrive:

    Bodiroga, ma cosa ha spostato Neal in Europa? 0! era un ottimo giocatore, ma da questa parte dell’oceano ne trovi 20 meglio di lui, insomma, non era neanche il miglior giocatore del nostro campionato! a barcellona non giocava (lo hai detto tu), a Treviso stagioni fallimentari, e ora diventa improvvisamente giocatore da contender nba??

  35. bodiroga scrive:

    alfredo

    Però si vedeva che aveva talento, il suo gioco è perfetto per la NBA, per vincere in Europa servono altri giocatori che magari in NBA fanno fatica.
    Gary Neal non ha mai avuto problemi in fase di realizzazione, anzi ha sempre portato punti a tabellone.
    Pensa a Quintel Woods che individualmente parlando è più forte di Gary Neal, però in Europa nonostante vada sempre per il ventello sposta zero spaccato.

    Popovich pretende da Gary Neal, tiri buoni, presi velocemente e con aggressività, e gli riesce bene, invece, in Europa doveva crearsi il tiro e alternava buone cose a cazzate.

  36. Alfredo scrive:

    Alert: ma io non ho detto che è poca cosa quanto ha fatto, ho detto che alla fine i nodi sono venuti al pettine, i Suns costruirono la vittoria nella serie lasciandolo sostanzialmente llibero dall’arco, i tiri che con Dallas entrarono, con Phoenix non entrarono! anche Vujacic fece la serie della vita contro gli Spurs tre anni fa, però sempre Sasha rimane! insomma secondo me se gli spurs dipendono da hill, neal e compagnia cantando quando davvero conterà si fermeranno…

  37. gatzu83 scrive:

    Abitatodaltragente ma che ci discuti a fare con uno che scrive certa roba

    “Come al solito quando non sai più che dire diventi aggressivo e offensivo, si vede che sei quello e non ci si può fare nulla”

    Nn ti preoccupare, ho avuto discussioni con gente molto più competente di te, nn ho bisogno di diventare aggressivo

    Ah scusa, i fatti di cui parli quali sono? Gli 11 titoli? Ok, ora capisco, sei uno che ne capisce davvero

    Replica

    inyourweis scrive:
    dicembre 23, 2010 alle 10:28 am
    “Al massimo prenditela con te stesso che tifi per una squadra che ha un bacino di tifosi e di introiti inferiori”…molto sportivo, molto…io nn tifo, al massimo simpatizzo. Se avessi tempo ti spiegherei la differenza

    Chi altro tifi, Milan, Barça, poi? Ti piace vincere facile, eh…

    Si crede gesù cristo venuto in terra a spiegare a noi pagani il verbo cestistico, poveri noi che non capiamo nulla, mi chiedo come mai dall’alto della sua superiorità venga a scrivere su un sito come questo di gente ignorante………….

    comunque per la cronaca se hai parlato con gente più competente di me( cosa possibilissima) ti hanno fatto un piacere e non hai saputo cogliere nulla
    secondo in una lega dove mettere insieme 11 titoli in vent’anni è riuscito solo a uno e dove vincere in due luoghi distinti è riuscito a pochissimi, se mi permetti sono fatti piuttosto indicativi, che rendono l’unicità del personaggio, non parole gettate per aria, senza contare tutte le cose che si dimenticano, come l’anno dopo il primo ritiro di jordan o gli anni pregasol ai lakers dove con squadre normali se non scarse(lakers) ha raggiunto comunque ottimi risultati, ma giustamente questi li omettiamo, perchè fa comodo così……
    terzo, tifo lakers dal ritorno di magic, e non ho sempre vinto anzi e nel calcio tifo l’inter da quando sono nato, e come tutti sanno non sono stati anni facili i primi 22, come vedi non smetti di pisciare fuori dal vaso, ma fai pure, d’ora in poi ti chiamerò jesus e ti ringrazierò tutti i giorni di essere venuto fra noi ad infondere il verbo

  38. alert70 scrive:

    Alfredo

    Negli Spurs hai tre giocatori che sono le stelle sulla quale si poggiano le speranze di vincere un titolo. Peraltro lo hanno già fatto. Ovvio che è importante il supporting cast. Supporting cast che deve dare minuti di qualità sia in attacco che in difesa. Nessuno chiede a Neal/Hill/McDyess/Blair/Splitter/Bonner di vincere la partita ma di essere funzionali. Quindi se un Neal ti piazza il tiro da tre piedi per terra o fa una giocata al ferro o tira i liberi contribuisce a vincere le gare. Poi se vieni da una stagione regolare in cui hai dimostrato di starci con due piedi in quinteto quando conta tanto meglio.

    E’ lo stesso discorso che si può fare per i tanti “gregari” della NBA. Nessuno si aspetta che Barnes faccia il ventello ma ci si aspetta un contributo decisivo da affiancarsi ai soliti noti. Idem per Marquis Daniels Big Baby…..

  39. Alfredo scrive:

    Bodiroga: perfetto, ora le nostre analisi coincidono! ad esempio a me belinelli non piace e lo sai bene, eppure non mi sembra più scarso di neal…! vedi neal adatto ad una contender nba? può spostare a livello di play-off? per la regular ci può anche stare, ma poi quando ti trovi i celtics di fronte gary neal porterà il ventello dalla panca? darà quello che portano gli Odom, i Big Baby, gli Haslem, i Posey? sarà fattore??

  40. superlacustre scrive:

    suvvia… non c’è bisogno di alterarsi più di tanto. qualcuno usa un linguaggio un pò più colorito di altri e magari prende delle posizioni per punto preso..
    uno con quel palmares di vittorie è chiaro che è nel ristrettissimo cenacolo dei migliori di sempre e lo sappiamo tutti benissimo. poi che altri coach siano leggermente più svegli o capaci dal punto di vista tecnico sono solo e soltanto sfumature. pjax è antipatico, sta su un piedistallo è un poco arterio, ma è un vincente e questo basta e avanza..

  41. Alfredo scrive:

    Alert
    Sul discorso del supporting cast: ai Magic dalla panca si alzeranno Arenas e Redick, ai Lakers Odom e Barnes, ai Celtics il ciccione e il nanetto, agli Heat Miller e Haslem, ai Mavs Terry e Marion agli spurs quelli che hai citato tu! per me farà tutta la differenza del mondo

  42. big "O" scrive:

    Alfredo
    Hill e McDyess non li vedo poi inferiori a Davis-Robinson o Miller-Haslem. E Splitter crescerà senza dubbio, Bonner tira con il 53% da 3, Anderson prima di rompersi stava andando molto bene dando ulteriore riposo a Ginobili, adesso vediamo Neal che è un tiratore pericoloso e con molta fiducia.
    Quello che separa gli Spurs dall’essere una contender è lo stato di forma di Duncan-Gino-Parker a maggio. Il supporting cast a mio parere va più che bene

  43. TracyMcGrady scrive:

    Il supporting cast degli Spurs non è un granchè, qualitativamente il migliore è McDyess che però non solo non è più quello di Denver, ma neanche quello di Detroit, chiaramente l’età avanza per (quasi) tutti.
    Questo ci deve far riflettere sulla qualità del gioco, sulla compattezza e sulle motivazioni che Popovich riesce ancora a dare agli Spurs.
    Ecco perchè riusciranno a sopperire alle lacune della panchina anche nei playoff.
    Secondo me quest’anno potrebbero essere i Jazz a rigiocare dopo tanto tempo una finale di conference, io punto un euro su di loro…

  44. abitatodaltragente scrive:

    tracy

    io ne punto anche 2, mentre credo poco in SA. quando l’intensità delle partite salirà secondo me avranno + difficoltà. A Est invece mi sta molto impressionando CHI, secondo me se Rose riesce a passare da All Star a candidato MVP possono ambire tranquillamente al titolo

  45. michele scrive:

    “i Jazz a rigiocare dopo tanto tempo una finale di conference”…dopo tanto tempo insomma, l’ultima è del 2007 targata deron, allora i rockets o i mavericks non giocano finali di conference dal periodo giurassico…..

  46. Alfredo scrive:

    Vediamo Big 0, io continuo a non vederli alla fine, però magari avete ragione voi! non citarmi però bonner altrimenti la vostra opera di persuasione si interrompe sul nascere, spero vivamente non veda il campo quando conterà :)! comunque quello che separa gli spurs dalle contender per me non è lo stato di forma di quei 3, che alla fine risponderanno presente, ma quello di Jefferson, è lui che dovrebbe dare l’ultimo step

  47. inyourweis scrive:

    Gatzu

    Nn ti preoccupare, hai qui gli amichetti pro-Lakers, potresti dire tutte le bestialità di questo mondo, preferisco tenermi il ruolo di “cattivo e rosicone”. Tu continua con Lakers e Inter, io ho a cuore solo la squadra della mia città, al limite, piuttosto che essere un cazzone nato a Canicattì che tifa Juve o Milan, mi tengo le mie sconfitte

    Abitato

    Io nn ho mai detto che nei risultati Lakers siano solo culo. E se mi chiedi di Brown, come magari di Ariza a suo tempo, ti dico che il coaching staff ha fatto un grande lavoro. Rimane indubbio però che avere un fottio di soldi in più da spendere sul mercato ti permette di mettere sotto contratto, e mi sembra quello il fulcro del discorso, quindi nn vedo dove ho pisciato fuori dal vaso…nn mi dirai mica che Kobe, Barnes, Odom, Gasol, Blake o gli altri sono scoperte del management, come lo sono stati Ginobili, Parker, Neal, Hill, Bowen o altri?

    • abitatodaltragente scrive:

      quindi PJax tanto male non è..sui soldi in + ho già espresso la mia opinione, probabilmente pensi che gli altri owner siano “diversamente ricchi” (come il proprietario dei Blazers per esempio)

      Kobe sì, scoperta del management e gran mossa di West, odom è arrivato per o’neal, blake è sempre stato considerato un discreto play, niente di + (collison, tanto per citarne uno, è stato spesso incensato su questo forum, ma mai una parola su blake prima che arrivasse a LA). Parker ha vinto i campionati europei under 20 nel 2000 ed è stato eletto miglior giocatore del torneo, strano che a SA se ne siano accorti 1 anno dopo, Gino ha vinto tutto in europa, Bowen ha continuato a fare a SA quello che faceva a MIA (ovvero lo stronzo). Direi anche una discreta dose di fortuna, manco loro si aspettavano di avere 2 star del genere. Poi SA sono maestri di onestà, basta vedere come hanno preso TD…dai siamo seri

      le pisciate sono dovute ai modi: sei partito a bomba contro LA (sa dio perchè, manco giocavano) e hai risposto in maniera sconsiderata a delle obiezioni più che ragionevoli

      • abitatodaltragente scrive:

        a scusa, Ariza, come Brown, è arrivato come clamoroso signor nessuno dopo aver toppato sia a NY che a ORL

      • gatzu83 scrive:

        stai solo peggiorando la tua situazione…………

        Per due motivi dovresti tacere, il primo è puramente comportamentale e si chiama educazione, il secondo è perchè insultare da dietro una tastiera è da sfigati repressi( e non dico che lo sei, sia chiaro), io se devo dire certe cose le dico solo in faccia non dietro un computer………..

        Normale che faccio il tifo per la squada della mia città, che è carpi( e ho avuto anche la fortuna di giocarci) ma poichè seguo lo sport anche ad altri livelli, avere una squadra per cui si tifa non è da cazzoni ma una cosa normalissima, che ti fa appassionare maggiormente ad uno sport.

        Se poi avessi anche l’umiltà di leggere più attentamente i post degli altri noteresti che io spesso ho opinioni diverse da molti tifosi lakers, quindi quando scrivi certe cose sbagli proprio persona

        • inyourweis scrive:

          Gatzu

          Nn ho bisogno di peggiorare la mia situazione, nn ho a cuore l’opinione degli altri del forum, le persone che mi interessano si contano sulla punta delle dita, e con loro ho rapporti più che decenti…

          L’educazione nn mi è stata mai insegnata, come direi che nn è stata insegnata a te, che dai del fazioso una decina di volte senza neanche conoscermi, o sapere se tifo questa o quell’altra squadra. E questo lo hai fatto tu nel primo post, nn certo io

          Sul tifo, nn ho mai detto che è male. Io tifo. Ma inalberarmi perchè qualcuno tocca o parla in termini che a me nn piacciono, di gente che sta dall’altra parte dell’oceano, quello si, lo ritengo poco sensato, visto che nn sono nato ad L.A. o S.Antonio.

          Se qualcuno nasce a Carpi e simpatizza Inter, pace, ma parlare di tifo, beh, it’s up to you, io tifo per cose che davvero mi rappresentano, al limite, o per cose in cui mi identifico, tipo la mia città. Poi a dire il vero me ne fotto anche di quello, però il senso è chiaro

          Nn ti preoccupare, nn mi serve fare il coatto da dietro la tastiera. Infatti nn mi pare di averti minacciato. Alzare i toni è ben altro, e lo farei in caso anche faccia a faccia, e nn certo perchè sono coraggioso

        • Lyer scrive:

          Carpi???Io sono di vicimo Modena….Carpi Basket o calcio??

          • gatzu83 scrive:

            carpi calcio

            • gatzu83 scrive:

              x jesus

              fazioso non mi risulta essere una parolaccia o un insulto, vuol soltanto dire che in questa circostanza hai raccontato solo quello ti pareva tralasciando altri dettagli e se noti non ero assolutamente offensivo, visto che ti ho detto che ti ritenevo una persona troppo intelligente, quindi non rigirare la frittata

              Sul tifo adesso hai espresso un concetto diverso mentre prima mi hai dato del cazzone solo perchè la pensavo diversamente da te, cosa che fai abitualmente, e benchè non te ne freghi nulla dell’opinione altrui questo non ti autorizza a scrivere che uno ha il cervello in culo o che appunto è un cazzone basta soltanto esprimere civilmente dei concetti senza presunzione

              L’ aggressività verbale che utilizzi spesso è paragonabile alla coattaggine fisica di cui parli, ne di più ne di meno, e preferisco assolutamente gente che lo fa faccia a faccia piuttosto che gente che lo fa dietro una tastiera

  48. superlacustre scrive:

    e se la fine di conference fosse spurs-lakers?

  49. superlacustre scrive:

    finale, ovviamente…

  50. Mamba scrive:

    Cazzo c’ha Griffin nelle gambe…

  51. showstopper scrive:

    Min-Utah

    Visto l’ultimo quarto… i Jazz pian piano stanno prendendo fiducia e stanno evolvendo il loro gioco, cominciando a cavalcare Al Jefferson nei momenti clou… ieri la partita l’ha decisa lui con gli isolamenti in post che hanno fruttato parecchi punti… arma in più per Sloan visto che l’anno scorso ‘ste cosa la faceva Boozer con % parecchio più brutte visto che, essendo più piccolo di Big Al, per concludere doveva allontanarsi dal canestro mentre l’ex T-Wolves ha il semi gancio automatico… Finalmente spazio anche ad Hayward nei momenti caldi della partita… mi piaceva un sacco a Butler, vediamo se riuscirà a ritagliarsi uno spot importante in squadra… Rinnovo la candidatura di D-Will a MVP…

    Spurs-Nuggets

    Visti pure questi… SA, al momento, vive e muore con il 20 da BahiaBlanca… mette punti pesanti, recupera palloni, guida la transizione, mette in ritmo chiunque…. maturità acquisita spaventosa da parte di Manu… ad oggi lo scambierei con pochissimi… di Neal ne avevo già parlato tempo fa e per me non è una sorpresa… il suo ruolo è diverso da quello di Hill, questo è stato preso per fare tanti punti in pochi minuti, l’ex giocatore di IUPUI è una pedina fondamentale nell’assetto difensivo, anche se non disdegna scollinate sopra i 15-20 punti… Tutto l’ambiente è in fiducia, il gioco offensivo scorre che è una meraviglia… non sarà sempre così durante tutto l’anno, però un po’ di fieno in cascina lo hanno messo… si giocassero domani i PO, come si fa e non considerali favoriti?

    Sui coaches

    Sapete come la penso su P-Jax… quindi evito… Adelman sta facendo benissimo a Houston (imho fanno i PO al posto degli Hornets)… McMillan non mi piace, però non si può rimproveragli nulla, con tutta la sfiga che ha addosso…

  52. brazzz56 scrive:

    iyw…
    questiione jax..se ne è parlato un milairdo di volte,e stavolta non capisco perchè la ritiri fuori..bisogna intendersi su cosa sia un allenatore nba..uno che insegna gli schemi? si certo.ANCHE..uno che sa gestire i giocatori? si certo ANCHE..allora jax è il mlgliore di tutti nel gestire le star,le superstar..conosci altri capaci di gestire il verme comne fece lui? ame non risulta..o la coppietta shaq bimbo bello kobe’ non mi risulta..ce lo vedi pop a gestire
    kobe e mj?io no..
    sul discorso cap posso esser d’accordo..ma non mitizziamo gli speroni dai..la cagata di scola è ancora lì che urla..

  53. bodiroga scrive:

    alfredo

    Gary Neal è un giocatore di rotazione, ovviamente nei playoff si gioca in 7-8 uomini, e lui difficilmente è tra questi nel contesto San Antonio Spurs.

    Duncan
    Blair
    Jefferson
    Ginobili
    Parker
    Hill
    McDyess o Bonner
    Splitter

  54. sasipunk scrive:

    bodiroga

    puoi dirmi come si chiama quel programma che ti permette di aprire i file ISO direttamente sul pc? quello che mi dicesti per nba2k11 grazie!!!!

  55. showstopper scrive:

    IYW

    Mestruato?

  56. showstopper scrive:

    sasi

    Deamon tools.

  57. TracyMcGrady scrive:

    Michele

    Hai ragione, me n’ero scordato. Io ripensavo a quelle dei tempi di Stockton-Malone…

    Il tuo nome mi fa ricordare della partita di Natale tra Orlando e Boston.
    Qualcuno di voi sa se la danno su SKY? Il 25 sono a casa dei miei e potrei approfittare del loro satellite per gustarmi la sana ripassata che prenderemo dai verdi… Voglio vedere però con i miei occhi il nuovo assetto dei Magic…

  58. inyourweis scrive:

    Abitato

    Di Ariza ne ho parlato già io, Blake era molto apprezzato (almeno da me) prima che finisse ad L.A., dove comunque nn è diventato un all star (è rimasto un ottimo cambio), Parker è stato preso a fine primo giro, Manu a fine secondo, Hill a fine primo giro anche…davvero vogliamo parlare di fortuna, dopo anche Blair, Neal, lo stesso Bonner, etc? Dai su, capisco che possano nn starti simpatici, ma qui si tratta di scouting, serio e competente

    Poi…nn mi parlare di “sportività Spurs”, perchè è un discorso sciocco. In nessuno dei miei posts ho parlato di antisportività, o nn rispetto delle regole. Ho parlato di duello nn ad armi pari. Se Sterling è tirchio sono affari suoi. Qui nn si parla di proprietari, ma del fatto che alcune squadre spendono 100, ed altre 50. E’ un campionato falsato o no?

    Se avete tempo da perdere potete anche rileggervi il mio post: nn ho detto che PJax nn sappia allenare, ma che al momento ritengo Adelman e McMillan superiori, e che nn trovo alcun motivo per rompere le palle su una cosa del genere, tutt’altro che campata in aria. Come nn ho detto che i Lakers rubano, solo che potendo spendere più di (quasi) tutti, loro (come Orlando o Dallas) partono da una posizione di privilegio che falsa la competizione. E’ vero o è falso? Tutte le altre chiacchiere sono solo cazzate

  59. TracyMcGrady scrive:

    E’ un piacere guardare gli highlights della partita di Detroit e finalmente vedere 3-4 azioni targate T-Mac!
    17 punti in 24 minuti, direi bene ma è difficile sapere se queste prestazioni avranno continuità, probabile che nei prossimi match torni a calcare il parquet per soli 6 minuti come capita molto spesso.
    Speriamo, forza Tracy, torna quello che eri…

  60. The Mailman "Ziggy" scrive:

    In your weis

    Veramente, non diciamo cazzate. Sta ai proprietari decidere quanto spendere, sono cazzi loro se non lo fanno. Poi dai, gente come Paul Allen, che qualche anno fa dichiarava un patrimonio di quasi 17 miliardi di dollari (a Buss se lo compra e lo mette come nano da giardino), non penso abbiano tutti questi problemi.
    Poi certo, avere un cap di oltre 90 milioni è un bel vantaggio, ma sta alle squadre costruire anno dopo anno una bella squadra. Siccome rientra tutto nel legale io non riesco a vedere il problema. Se le altre squadre non sfruttano ( o non possono sfruttare perchè i giocatori non se le cagano) tutte le regole son problemi loro. Non esiste che i Lakers o i Magic dicano ” ah no, poverini, i free agents non se le cagano, è ingiusto che li firmiamo noi…” Dai siamo seri, per dio…
    Ma che è? Una guerra dei proletari???

  61. Vetriolo scrive:

    Comunque se vi fate un giro sul forum vedrete che praticamente tutti i tifosi dei Blazers vogliono una sola cosa…la testa di Mcmillan!

  62. michele scrive:

    siamo pur sempre senza Rondo mentre voi siete al completo ( anche se da rodare, però contro i Mavs, oggi probabilmente la squadra più forte in assoluto dato che hanno un record stellare pur avendo avuto il calendario peggiore, avete perso di pochi punti quindi siete comunque temibilissimi), perciò penso che l’esito sia assolutamente aperto a qualsiasi soluzione. penso la diano anche su Sky.

  63. sasipunk scrive:

    jackson vvince cn la squadra + forte(è una macchinetta in tal senso)…se ho una squadra meeno forte, di gran lunga meglio altri coachs(come ha detto alfredo)…è il numero uno nel gestire i campioni, questo è palese, poi stop
    piuttosto è fastidiosissimo quando butta quelle frecciate inutili..

    il gm dei lakers è bravo a spendere soldi e ha avuto abbastanza culo(ariza-brown per radmanovic è puro culo)…ma anche agli spurs oltre parker e gino non vedo all star pescati dal nulla…scola di fatto con loro non ci ha giocato! sono molto bravi,invece, a dare importanza alle loro scelte alte prendendo giocatori in cui credono veramente…molte squadre fanno la 2 scelta al draft quasi disinteressati, e puntualmente poi il giocatore si fa la d league

  64. The Mailman "Ziggy" scrive:

    “Al massimo prenditela con te stesso che tifi per una squadra che ha un bacino di tifosi e di introiti inferiori”
    Vabbè, se hai detto sta frase allora di che stiamo a parlare???

  65. jjhickson scrive:

    Incredibile torno a leggere il blog dopo un periodo di assenza e vedo i soliti commenti aggressivi di inyourweis contro le opinioni di altre persone….dovresti scopare di piu e rilassarti un attimo….cmq definire pjax inferiore a adelman e addirittura a mcmillan e un pochino provocatorio….parlando di risultati pjax sta sopra a tutti….parlando di come fare giocare una squadra in base ai giocatori che si hanno o in base al momento di difficolta o no il discorso e relativo….si puo parlare di larry brown che porto i sixers di iverson in finale pur non avendo uno squadrone(in difesa erano dei mastini ma in attacco avevano solo iverson), oppure dei suoi detroit pistons che vinsero il titolo proprio contro pjax(il quale si aveva uno squadrone ma si infortuno malone proprio in finale,ecco non un pirla qlq).larry brown si che e un allenatore che ha dimostrato qlc…invece adelman e mcmillan ancora devono raggiungere certi risultati prima di dire che sono piu bravi di pjax….si adelman fa giocare le sue squadre molto bene(sacramento king, per esempio), mcmillan nonostante gli infortuni ha portato portland nei playoffs, pero ancora devono dimostrare tutto…..

  66. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Ah, no ho sparato una cazzata colossale, perdon!!!

  67. sasipunk scrive:

    show

    grazie

  68. bodiroga scrive:

    sasi

    PowerIso o MagicIso, scaricali, sono completamente gratuiti.

  69. bodiroga scrive:

    Sasi

    Va bene anche Deamon Tools.

  70. Giulio scrive:

    Cambio discorso: vista l’inesistente difesa dei Knicks (questa notte 22 rimbalzi offensivi concessi ai modestissimi Thunder, che certo non sono i Bulls sotto canestro), ho sentito della possibilità di una trade Knicks-Cavs se non arrivasse Melo o non arrivasse nemmeno Iguodala! Mi chiedo: Varejao ci farebbe un gran bene, Gibson come lo vedreste nel sistema di gioco dei Knicks?!

    Ma soprattutto: quante possibilità ci sono che i Cavs si privino di 2 dei propri migliori giocatori?!?!?! Perchè non vedo chi potrebbero mandare i Knicks a Cleveland in cambio!

  71. sasipunk scrive:

    e comuqnue, tralasciando la cazzata di milicic, credo di non essere di parte dicendo che dumars al draft è il numero 1….ha scelto prince alla 23, afflalo alla 27, amir johnson 56 !!!, styuckey alla 15…
    e daye sembra prince 2.0, e si spera nell’esplosione di monroe

    questi sono titolari nelle loro squadre, non semplici ricambi…

  72. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Michele
    “allora i rockets o i mavericks non giocano finali di conference dal periodo giurassico”
    A me risultava che i Mavericks nel 2006 hanno perso in finale… Poi boh, sei te l’esperto, magari mi sbaglio…

    JJ Hickson
    “dovresti scopare di piu e rilassarti un attimo”
    Ancora co sta storia delle scopate?

  73. bodiroga scrive:

    jj hickson

    Pur non essendo completamente d’accordo con In Your Weis perchè a mio avviso McMillan deve ancora dimostrare molto, Adelman ha dimostrato tanto, i Kings di inizio millennio giocavano davvero bene, purtroppo non è colpa di nessuno, il fattore Shaquille O’Neal era troppo per chiunque.
    Allora anche Jerry Sloan non ha dimostrato niente perchè ha perso due finali da Michael Jordan?

    Ogni tanto bisogna mettere i puntini sulle I.

    Adelman ha preso in mano una squadra che vantava Chris Webber come giocatore franchigia, però prima di andare ai Kings chi era Webber? Un gran talento con una testa non all’altezza reduce da due fallimenti a Oakland e Washington

    Stojakovic? Un tiratore proveniente dal Pireo, lui ha scommesso sul serbo in un periodo non facile per gli europei.

    Aveva uno streetballer come play titolare e lo cambiò per Mike Bibby.

    L’unica certezza era Vlade Divac, centro rispettato in tutto l’ambiente NBA, che però è stato scambiato senza problemi per un promettente liceale di 17 anni, che alla fine si è rivelato essere Kobe Bryant, ma c’era un bel margine di rischio.

    Lui da questo gruppo è riuscito a creare il roster più competitivo di inizio millennio senza avere Shaq LeBron o Duncan dal primo allenamento.

    Unico errore? I Kings detenevano i diritti di Dejan Bodiroga che in un sistema del genere avrebbe fatto faville.

  74. jjhickson scrive:

    a The Mailman “Ziggy”

    dai sto solo scherzando e cercando di sdrammatizzare la situazione di collera che si crea nel blog sempre a causa di gente che non rispetta le opinioni degli altri….alla fine pero e innegabile che scopare porta a un certo stato di rilassamento….era solo uno scherzo e un consiglio…..per esempio se dico che lebron james e un esaltato ci sono certe persone che si incazzano e lo difendono come se fosse un parente…minkia un po di calma…

  75. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Sulla calma concordo pienamente, sono il primo che “scherza”, però hai una certa ossessione per il sesso. Chi sei? Michael Douglas? Eheheheh…

  76. abitatodaltragente scrive:

    IYW

    mettiamo un po’ di puntini sulle “i”

    Ariza: The Orlando Magic have been searching for a big man to replace the injured Tony Battie and have found their man. On Tuesday, the Orlando traded forward Trevor Ariza to the Los Angeles Lakers for forward Brian Cook and guard Maurice Evans.
    quindi bravissimi a LA a vederci giusto (a quei tempi cercavano un 3)
    Gino: scelto dopo il Campionato del Mondo di Indianapolis, in cui l’Argentina arriva in finale. bravi a rischiare la scelta al 2° giro, ma che dopo il mondiale e altri 3 anni in europa diventasse un giocatore determinante per il titolo credo non se lo aspettasse nessuno.

    gli altri che hai citato non sono più che onesti mestieranti, francamente non vedo dove stia la differenza con Glen Davis, Reddick, west o chi vuoi tu. il genio dei draft è nelson, non popovich o chi per esso: spree, dirk, nash, ellis ecc ecc

    ti do ragione sul fatto che siano stati bravi a scegliere i giocatori giusti per il loro sistema, nessun fenomeno ma con caratteristiche giuste, e sono stati la prima franchigia NBA a credere fermamente nei cestisti non made in usa, godendo giustamente dei vantaggi di tutti gli apripista.

    Duello ad armi pari: il duello è ad armi pari, su questo non credo si possa discutere (grazie mailman). poi se uno decide di tenersi un arma in tasca perchè non vuole tirarla fuori son affari suoi, mica si può vietare agli altri di usarla..

  77. bodiroga scrive:

    Sempre parlando di Rick Adelman, forse dimentichiamo le due finali coi Blazers, una persa contro i Bad Boys, l’altra contro MJ.
    Anche là, non riconoscere il talento di Petrovic è stato un errore grave, però gli europei in quei tempi non avevano considerazione, infatti quell’errore non venne ripetuto coi Kings.

  78. sasipunk scrive:

    per NY importantie sarà il recupero di azubuike che è un ottimo tuttofare tra gli esterni, anche se sembra infortunato seriamente…

    ma roger mason perchè non gioca mai?

    mailman

    piu che douglas citerei il più grande puttaniere d’italia, tu sai chi!che dietro jj hickson ci sia berlusconi?

  79. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Abitato

    Ginobili è stato draftato nel ’99. Indianapolis è del 2002

    • abitatodaltragente scrive:

      ok, però nel 99 arrivò terzo, la sua argentina perse in semifinale proprio contro gli USA, per cui non è che l’han trovato in un vicolo buio

  80. jjhickson scrive:

    a bodiroga

    si infatti come ho scritto i sacramento kings giocavano benissimo specialmente quelli del 2002(infatti secondo me meritavano di vincere loro contro i lakers), certo hanno avuto la sfiga di trovare il fattore shaq immarcabile e un rob horry che mette la tripla della vittoria in gara 4….adelman e molto bravo ma definirlo meglio di pjax e provocatorio….su brown,popovich invece allora si puo iniziare a discutere…mentre su mcmillan e adelman penso che la discussione sia un po forzata….

  81. abitatodaltragente scrive:

    giulio

    si libererebbero del contratto + lungo (varejao) e potrebbero ricevere eddy curry (o turiaf+azubuike) per ritrovarsi con 20 mln liberi nel cap a fine anno..io fossi in CLE cercherei di mollarne il + possible per avviare al ricostruzione

  82. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Sasi

    Ahahahahahaha, oddio se così fosse, spero di saperlo. C’avrei da dirgli diverse cose…

  83. michaeil philips scrive:

    jjhickson

    Lebron James è il miglior giocatore del mondo.
    Vediamo se ancora una volta reagisci in modo prevedibile.

  84. gatzu83 scrive:

    Per me phil jackson nel primo triennio lakers ha vinto anche con la squadra meno forte, io considero portland il primo anno e sacramento il terzo squadre più forti di quei lakers nel complesso, o comunque li mettto sullo stesso livello, tant’è vero che hanno giocato sempre gara 7 in trasferta se non sbaglio o forse solo con sacramento, non ricordo!

  85. Giulio scrive:

    ABITATO

    Si ma liberano il cap per farne che?! Non penso che i free agent si metterebbero in fila per andare a Cleveland!!! A maggior ragione se perde un ottimo giocatore come Varejao e un buon giocatore come Gibson…Non credi?!

    • abitatodaltragente scrive:

      non credo che con NY, NJ, Kings, Clips (almeno sono a LA!) e Wiz sotto il Cap Varejao (buono, non ottimo) e Gibson possano convincere un all star a firmare per CLE invece che per una di queste, già oggi meglio attrezzate e con almeno un’abbozzo di progetto, a CLE è il caos per cui meglio far piazza pulita come han fatto a NY, sperare di pescare bene le prossime 2-3 stagioni e intanto tentare qualche giovane star a venire a fare il franchise player

      • gatzu83 scrive:

        ritengo che se a cleveland non ridraftano un lebron james difficilmente qualche free agent deciderà di accasarsi là! quindi giusto fare due o tre anni di lottery pesa e poi ripartire da qualche prospetto giovane come fanno tutte le squadre che non sono di prima fascia!!!Se fossi in loro mi libererei di tutto il liberabile in cambio di scelte o giocatori giovani!!!!

      • Giulio scrive:

        Ma infatti non ho detto che Varejao (che per me è ottimo, o per lo meno lo sarebbe per i Knicks visto che parliamo di uno dei migliori difensori della lega) o Gibson attirerebbero giocatori a Cleveland…Ti dicevo perchè non trovo che per i Cavs avrebbe gran senso privarsi anche di questi due giocatori per liberare spazio salariale…Ok ricostruzione, ma Gibson non è vecchio e Varejao neppure, sono due buoni giocatori, la ricostruzione può benissimo partire con loro nel roster…

  86. brazzz56 scrive:

    non so..adelmann a livello po mi è sempre sembrato un gran bel perdentone,con la tendenza a soffrie psicologicamente gli altri allenatori,jax in primis..nel 91 con portland riiusci a perdere con i lakers di magic che eran moooolto più deboli,tanto x dire..trovo anche io che i kings fossero più rofti dei lakers nel 2002.insomma,bravo ad allenare,ma fragilino mentalmente…

  87. bodiroga scrive:

    Manu è stato draftato nel 99, lo stesso giocatore argentino non conosceva bene il meccanismo, ancora doveva diventare Ginobili. Le stagioni alla Virtus e il mondiale rappresentarono la vetrina internazionale.
    Popovich voleva una guardia da spendere pochi dollari, Buford propose Giricek e questo Ginobili sconosciuto al coach. Popovich disse: “prendiamo Giricek perchè mi fido dei giocatori che finiscono in cognome slavo”, Buford invece arrivò a San Antonio con Ginobili prendendosi il rimprovero di Popovich del tipo: “Chi diavolo mi hai portato in palestra”.
    Il racconto è di Federico Buffa grande amico di Buford.

    Per quanto riguarda Parker, le VHS delle partite del Racing Paris vennero offerte da Buffa allo stesso Buford. Una volta visionate quelle, decisero di partire per la Francia per vederlo dal vivo.

  88. Lakermania scrive:

    gatzu

    Solo contro Sacramento. Contro Portland (la partita della rimonta da -15 nell’ultimo quarto e di un Bryant stratosferico a sopperire uno Shaq con problemi di falli) erano in casa.
    In quella partita Bryant fece 27+11+7 con 4 stoppate e una difesa da pitbull.

  89. sasipunk scrive:

    bodiroga

    allora è buffa il GM degli spurs? :D

  90. abitatodaltragente scrive:

    bodiroga

    thanks, molto interessante quel che dici

    COACH
    adelman è un gran tattico, lo stimo tantissimo ma è troppo signorile per quella gabbia di squali che è l’NBA. cmq per me il miglior coach di tutti i tempi è Pat Riley, capace di vincere con lo showtime, di arrivare in finale con i mastini (starks a tutt’oggi tra i miei giocatori preferiti di sempre) e di rivincere a MIA gestendo Shaq+Wade..impareggiabile (anche perchè imparagonabile coi mostri sacri ti Auerbach)

  91. kgiuseppu scrive:

    mamma mia, oramai basta leggere il primo commento della giornata per rendersi conto di come butta. e oggi butta male.

    iyw

    certo che pure tu o sei sadico o oggi ce l’hai col mondo. hai sollevato la stessa questione che ho sollevato io qualche settimana fa per essere letterlamente lapidato dai fanatici lakers, gallo in testa che mi ha bombardato con valanghe di commenti e insulti. te lo potevi aspettare tutto sto casino. detto questo sono d’accordo sia sulla questione allenatori – anche se su mac millan ho qualche buddio – che soprattutto sulla questione cap (scusate ma che risposta è “se uno non vuole spendere i soldi è un problema suo. siamo all’asilo? qui si parla di regole e di principio di sportività, ovvero del partire tutti alla pari. se si fa notare che non si parte alla pari non c’entra niente disquisire su chi ha più soldi nel portafogli o chi fattura di più. si dovrebbe partire tutti alla pari ma non è così. ergo i lakers (come i mavs, i magic e i celtics e tutto il resto) hanno più possibilità di costruire squadre vincenti. e un “pelino” più facili da allenare.

    domandina, ma se agli heat fosse consentito arrivare a 90 milioni di cap i tanti lakerossessionati di qui se ne starebbero buoni a dire che va bene così?

    varejao ai knicks sarebbe ottimo, ma per chi?

    sul discorso spurs. veramente non ha senso dire che parker era famoso in europa e ginobili anche. se era così facile pervederne l’esplosione perchè li hanno passati tutti al primo giro? complimenti agli spurs. che tra parentesi mi stanno sulle palle, ma come i celtics devo ammettere che stanno giocando a meraviglia.

  92. Mamba scrive:

    No gara 7 coi Blazers la giocammo in casa (a proposito, che spettacolo all’epoca lo Staples, adesso sembrano tutti morti…), coi Kings giocammo in trasferta, comunque sui Kings posso essere d’accordo, per me quella è la squadra più forte degli ultimi 10-12 anni che non ha vinto nemmeno un titolo.

  93. LOVE THE GAME scrive:

    1 blake griffin se i clippers avessero un record migliore lotterebbe per l’mvp altro che rookie dell’anno ;
    2 è periodico farsi film cerebrali su ogni cosa che riguardi i lakers,ogni tanto tocca all’allenatore,con le solite pacchianate se è il migliore o no perchè ha avuto i migliori giocatori,se allena o non allena.la verità oggettiva è che ad oggi ha 11 titoli,vince lui,ha ragione lui,stop;
    3 non capisco perchè alcuni elementi prendano sempre sul personale alcune opinioni,il mondo è bello perchè è vario…

  94. jjhickson scrive:

    Be dai ossessione e una parola grossa….era solo un consiglio…gli potrei dire anche di andare a correre o fare un po di sport che rilassa anche questo…nuotare per esempio (nuoto molto io, lo so che no frega un cazzo a nessuno…)…..sono consigli i miei….cmq lebron james e il piu forte di tutti, e indiscutibile, ma e anche il piu esaltato di tutti….il resto e noia…in realta dietro a jjhickson ce califano….

  95. abitatodaltragente scrive:

    kgiuseppu

    che secondo te col cap + basso sterling inizierà a dare il max salariale alle sue star? quest’anno 24 squadre sono “over the cap”, eppure si parla di LA, Mavs, ORL..la verità è che vincono perchè son società vincenti, che sanno come costruire squadre (DEN ha lo stesso monte salari di BOS infatti). togli Bynum a LA e mettici dentro un onesto mestierante e il monte salari scenderebbe sotto quello di BOS e DEN, quindi di che stiamo parlando?!?
    mettere il cap + alto dall’oggi al domani sarebbe una distorsione della competizione, ma sono pronto a giocarmi 50€ che anche col cap fisso le squadre al vertice saranno le stesse, al + ci saranno 2-3 anni di assestamento

  96. big "O" scrive:

    Vabbè dai. Gli Spurs è da 12 anni che vincono più di 50 partite a stagione tenendo un livello di competitività sul lungo periodo con pochissimi precedenti (direi 5 squadre: Celtics di Russell e Bird, Lakers di West e Magic e Bulls di Jordan). Ginobili preso nel 99 quando era a Reggio Calabria, Parker preso da 18enne in Francia, Bowen scarto della Miami di Riley, Hill completamente sconosciuto, Scola poi ceduto ma che è sempre stato portato in NBA da Buford così come Splitter draftato anni e anni fà. Guardate che non basta mica avere una superstar per aver 50w assicurate, e chiedete pure a Bryant e Garnett se questo non è vero. Mantenere una franchigia così a lungo tra le contender è un’impresa difficilissima, ci vuole un’abilità nello scouting e nello scegliere al draft fenomenale.

  97. Rosenkrantz scrive:

    Bodirgoga in quei Kings sarebbe stato uno spettacolo!

  98. abitatodaltragente scrive:

    big “O”

    non credo che si possa dubitare dell’abilità di SA nello scegliere i giocatori, ma dire che BOS, MIA, LA vincono solo perchè han più soldi mi sembra fuori luogo

  99. gatzu83 scrive:

    Xkgiuseppu

    Dovresti leggere più attentamente, perchè nessuno vieta di pensare una cosa, anzi, la discussione è nata solo sui modi di rispondere, poi tu pensa tutto quello che vuoi, io ho soltanto riportato alcuni dati e alcune controanalisi al ragionamento di iyw

    Sul salary cap il discorso non esiste, anche perchè gli heat stai tranquillo che a breve sforeranno il cap e arriveranno in pochi anni ad almeno 80M come lo sono stati quando hanno vinto. Ribadisco le regole sono uguali per tutti, l’importante è che sia garantito questo, e da questo punto di vista l’nba è inflessibile, poi non capisco, allora i tifosi di sacramento che dovrebbero dire che spendono 45M, 25 in meno degli spurs, quindi quando si affrontano anche lì non c’è equilibrio, ma nessuno urla allo scandalo

  100. big "O" scrive:

    abitato

    Infatti io non l’ho mai detto. Però converrai anche tu che se si trovano mille eccezioni al salary cap allora il principio stesso di mettere un tetto agli ingaggi viene meno, no? Lascia perdere chi vince e chi perde, però se ci deve essere il cap allora deve essere implementato bene, sennò tanto vale toglierlo

  101. bodiroga scrive:

    Sasi

    Difficile da credere, ma è così. Parker non era neanche nelle guide del draft nel periodo 99-2000.
    Stern a mio avviso ha il terrore di San Antonio perchè tocca a lui pronunciare i primi 30 nomi, e non è che può imparare la pronuncia di tutti i giocatori che si dichiarano al draft, sceglie la rosa dei 40-45 giocatori che sono papabili di primo giro.
    Però ricordate Ian Mahimni scelto al primo giro, mai visto in alcun mockdraft.

    Seattle nel 2005 invece ebbe pietà di Stern!!! Il commissioner aveva difficoltà sulla pronuncia del nome Angelo Gigli, per sua fortuna, non si fece più niente.

    Complimenti a San Antonio per George Hill, questo è stato pescato da un college chiamato IUPUU o qualcosa del genere, college che non aveva mai dato giocatori all’NBA, college che non avevo mai sentito nominare fino ad allora.

  102. jjhickson scrive:

    prossima volta diro, nuota e rilassati…..avete ragione sono ripetitivo….cmq questi spurs fanno paura….hanno un duncan che sta giocando col freno a mano, nei playoffs come sempre il suo gioco si alzera di livello, un manu in forma strepitosa e una buona panchina….i lakers non sono cosi favoriti a ovest….

  103. Mamba scrive:

    Howard se non vince il titolo nei prossimi due anni viene a Los Angeles, parole sue ieri…

  104. abitatodaltragente scrive:

    big “O”

    non era rivolto a te, ma ad altri. Il Cap, quand’è stato introdotto, non aveva eccezioni, poi, come per la sentenza bossman nel calcio, sono sorte le eccezioni. L’idea di fare piazza pulita e rinegoziare un accordo che dell’originale ha ormai ben poco non mi trova in disaccordo, però come dice giustamente GATZU le regole son lì per tutti, i soldi ce li hanno tutti (con buona pace di chi crede che gli altri siano poveri) per cui non vedo dove stia la “disparità” se non nell’abilità: quella che ha permesso a SA 50W per 12 anni, a LA 5 titoli in 10 anni ecc ecc.
    tra l’altro la luxury viene ridistribuita a chi sta sotto il cap, se non sbaglio

    Mamba

    quasi quasi spero di no (sempre che non sia uno scherzo il tuo)

    JJ
    io ad ovest vedo molto ben messa Utah, completi e con tante soluzioni diverse, LA per ora mi sta deludendo e tempo fortemente un 2004bis, quando dovevamo spaccare il mondo salvo poi spaccare lo spogliatoio

  105. bodiroga scrive:

    Weis

    Ti ricordi la scelta di Robertas Javtokas?

    Questo tizio nell’All Star Game “Slam Dunk Contest” Lituano del 2000 (mi sembra) fece lo stesso numero di Dwight Howard della gara del 2009.

    La schiacciata sul canestro posto a 3 metri 50.

    Amore a prima vista degli Spurs che ne fecero la loro bassissima seconda scelta, 55-56 circa, amore mai sbocciato.

    L’uzbeko te lo ricordi? Scelto 5-6 anni fa, Karaulov o qualcosa di simile, ahahah mai visto.

    Questi danno spettacolo a quasi ogni draft, il bello è che quando ci azzeccano fanno male…

  106. bodiroga scrive:

    Le parole di Buffa.

    Vorrei ricordarvi che nel primo anno di Ginobili, avendo dovuto lanciare per aria la moneta gli Spurs dovendo scegliere tra Ginobili e Giricek, mi diceva RC Buford, si presentava in ufficio tutte le mattine (Popovich .ndr):
    “Hai visto! Hai vito Giricek! 11… e noi abbiamo ‘sto nasone… t’avevo detto di portarmi uno che finiva in ivic, ovic o ek…
    m’hai portato uno che finisce in bili. Con bili non si vince, fidati di me, ho già allenato!”
    La storia ci insegna, come diceva Bettino Craxi, che bisogna aspettare…

    • Giulio scrive:

      Eh come ti dicevo sono i giornalisti che parlano a vanvera come sempre…Ricordo che l’anno scorso c’era chi insisteva nel dire LeBron ai Clippers e altri, messi ancora peggio, sostenevano sarebbe andato ai Lakers!!! Non tutto quello che scrivono i giornalisti è vero!

      Poi, per carità, può essere benissimo vero eh…Ma Howard finora non ha aperto bocca!

  107. alert70 scrive:

    Adelman

    Come già detto da Bodiroga Adelman non deve dimostrare nulla. Se misurassimo il valore di un coach in base ai titoli commetteremmo un errore. Adelman ha raggiunto due finali NBA con Portland fermato dai ragazzi cattivi di Detroit e da MJ è inoltre arrivato ad un niente nel 2002 ed ora ci riprova con i Rockets senza Yao (probabilmente impossibile).

    Spurs
    Unica grande caxxata è stato Scola. Oggi sarebbero molto tosti. D’altronde non sapremo mai il perchè non si consumò il matrimonio. Spero solo che non sia stato una questione di soldi.
    Sulle scelte sono bravi, prendono tutto e lo valorizzano se c’è del talento.

    Altre franchigie con scelte molto alte hanno combinato casini.

  108. bodiroga scrive:

    alert 70

    Il matrimonio Luis Scola non si consumò perchè in Spagna ci sono le clausole di rescissione, e quella di Scola era la più alta, quindi Buford preferì virare sul meno costoso e meno talentuoso Fabricio Oberto.

  109. the magician scrive:

    Mamba

    Dream on.

    Rumors tra 2 anni. Non propriamente affidabile!!!:-)

    E poi il titolo lo vinciamo entro 2 anni!

    GO MAGIC GOOOOO!!!

  110. ziolippo79 scrive:

    già togliendo le eccezioni a cap ci sarebbe un drastico cambiamento, tanto per restare in tema LA, grazie all’eccezione da 5 mln sono stati firmati Artest Blake e Barnes negli ultimi anni….soldi che non avevano e giocatori che non avrebbero potuto firmare, ma anche altri giocatori, tipo Marion ai Mavs, Ariza a Houston, J-O a Boston, tutte eccezioni….se le tolgono quasti giocatori non vanno a rinforzare le corazzate ma “magari”si accasano in team medio-bassi che così hanno modo di crescere. dopo tutto i dollaroni si preferiscono sempre….

  111. bodiroga scrive:

    Questi rumors pluriennali lasciano il tempo che trovano. LeBron era un Knicks da almeno 4 anni.

  112. showstopper scrive:

    “Michael Jordan is considering a trade proposal that would send DJ Augustin, DeSagana Diop and Matt Carroll to the Clippers for Baron Davis, according to Yahoo! Sports”

  113. alert70 scrive:

    Bodiroga

    Grazie, non la ricordavo. Ti ricordi a quanto ammontasse. Se non prendo un granchio i Rockets l’hanno pagata per ottenere i suoi servigi.

  114. bodiroga scrive:

    Per vincere il titolo con un salary cup basso devi avere giocatori importanti col contratto da rookie e giocatori forti che però non accumulano statistiche importanti e pertanto non possono chiedere contrattoni.

    Esempio Pistons 2004.

    Prince aveva il contratto da rookie ed era uno starter importante.
    Sheed non ha mai messo a referto grandi numeri, per tanto non ha mai preso tanti soldoni, contratto al max da 10 milioni annui, ben lontano dalle superstar.
    Billups e Hamilton idem, il primo era ancora sottovalutato, il secondo era il classico giocatore a cui non puoi dare tantissimi soldi perchè ha bisogno di un sistema attorno funzionale.

  115. bodiroga scrive:

    alert 70

    La clausola era di 18 milioni di dollari. Le due squadre si accordano inizialmente su 15 milioni, però all’ultimo momento il Tau chiese anche gli altri 3 milioni e l’affare saltò.

    • big "O" scrive:

      Bodiroga
      sei sicuro delle cifre? francamente mi sembrano un po’ eccessive.. 18 milioni sono troppi troppi, anche 15 dubito che San Antonio li avrebbe mai pagati. E di sicuro non li ha pagati Houston!

  116. inyourweis scrive:

    Gatzu

    Poi la finiamo qui…

    “La tua è un’analisi faziosa e superficiale”…”Oltre a tutto questo aggiungi i suoi numeri e capirai che certi paragoni sono solo di parte e polemici!!!!”…”però parli e in generale parlate sempre dei lakers perchè vi stanno sulle palle e vi fa comodo per attaccarli far notare solo quello che vi piace!!”

    Guarda che anche se nn usi parolacce, o un linguaggio “colorito” come il mio, nn ti credere di essere un lord anglossassone. Le parole sono diverse, il senso è lo stesso: ovvero, sei un incompetente, falso, bugiardo…allora preferisco essere chiamato cazzone

    Detto questo: tutti, tu, Mailman, Abitato e compagnia, mi dovete ancora spiegare dove avete letto frasi tipo “solo i Lakers lo fanno”, “è contro le regole”, “gli Spurs sono esempi di sportività”…no perchè molti discorsi sono ruotati attorno a delle cose mai dette o pensate.
    Io ho detto due cose: nn capisco il marasma o lo scandalo nel dire che Adelman o McMillan sono al momento allenatori migliori di PJax, l’altra era che avere delle squadre che spendono 30 o 40 milioni di dollari in più, su base annua, rende il campionato falsato. E’ giusto o no? Tutto il resto sono cazzate

  117. jjhickson scrive:

    ad Abitato

    i jazz sono forti ma nel reparto guardia ala piccola non hanno gente che possano impensierire bryant o artest sul lato difensivo….gli spurs hanno ginobili, il che dovrebbe impensierire bryant o artest (e possibile che se lo prenda anche lui per far riposare bryant in difesa) in difesa….nel reparto lunghi gli spurs hanno duncan (non e quello di 20 e 10 tutte le sere), che nei playoffs alza il livello del suo gioco, mentre i jazz hanno milsap e jefferson che sono buoni ma non credo possano impensierire di tanto gasol e bynum….

  118. abitatodaltragente scrive:

    no è sbagliato, perchè bisogna anche vedere cosa c’è dietro al numero (sono analista finanziario, è il mio pane)
    Bynum+KB+Gasol=56.5MLN
    Gino+Parker+TD=44
    quindi, dei 23 MLN di differenza sul Cap, quasi 13 sono spiegati dai contratti dei primi 3 giocatori, gli altri 10 son le due eccezioni già citate che permettono artest e Blake. eccezioni disponibili anche a SA, bada bene.
    quindi il risultato +è che la differenza non è 30 o 40 ma 10. vedi che prima di sparare i numeri è meglio ragionarci un attimo?nota anche che in un sistema conta come sai “giocare” con le regole oltre che col pallone.

    il tuo attacco originario era chiaramente a LA quindi è vero non hai scritto “solo i lakers” ma guarda caso hai citato loro e il loro allenatore, quindi non nasconderti dietro un dito per favore, non rendi giustizia alla tua intelligenza.
    Infine, dire che “tutto il resto sono cazzate” è fazioso, oltre che antipatico. Le opinioni degli altri van rispettate e magari ascoltate (a volte insegnano), non etichettate come “cazzate”.

  119. abitatodaltragente scrive:

    JJ

    non consideri però il mismatch a favorissimo di DW8 e AK47

  120. jjhickson scrive:

    Ad abitato

    Lascia stare non vale la pena incazzarsi per gente che non rispetta le opinioni degli altri….bisognerebbe fare sport, cosi negli scambi di opinioni si e piu rilassati…..le cazzate le sparano le persone che pensano di sapere tutto ma in realta non sanno un cazzo

  121. The Mailman "Ziggy" scrive:

    In your weis

    Hai citato pure il loro proprietario… E comunque, scusa tanto, se la regola è il “cap flessibile”, per me, una squadra può arrivare a pagare anche 250 milioni. Non ne posso alzare una questione, è fuori dal mondo.
    Come rompere i coglioni ai Miami Heat perchè pagano troppo poco i loro 3 fenomeni; sono le regole, se le rispettano, va bene così.
    C’è chi sfrutta ogni capacità o ogni botta di culo e chi non lo fa. Prenditela con i gm se non hanno pescato bene al draft, se non hanno rifirmato i giocatori o se non hanno speso tutte le volte la MLE per non andare a pagare la luxury…

  122. big "O" scrive:

    jj
    per pura curiosità e senza offesa: quanti anni hai?

  123. Rosenkrantz scrive:

    A mio parere il punto non é la differenza tra quanto spende LA o SA e neanche il fatto che sia giustificata da i maggiori introiti della franchigia o dal bacino d’utenza píú grande.
    Il punto del discorso vogliamo una lega in cui ognuno parte alla pari oppure no?
    Se mi dite no, é giusto che chi ha maggiori introiti possa ingaggiare i giocatori migliori, beh allora eliminiamo il salary cap e ognuno fa con quello che ha nelle proprie possibilitá.
    Inoltre le franchigie come Boston, LA, NY, Chicago avranno comunque un vantaggio sulle altre non economico ma di prestigio e di storia quindi sinceramente a mio parere il cap rigido potrebbe essere una soluzione per rendere ancora piú equilibrata la lega.

  124. abitatodaltragente scrive:

    JJ

    Guarda mi diverto a controbattere tesi che ritengo sbagliate, e cmq continuerò a stimare IYW, le giornate storte con relativi insulti a chiunque son capitate anche a me e raramente ho abbozzato…

    tornando a Utah, LA ha dimostrato già in passato di soffrire tantissimo sia il russo che Okur..se ci fosse conf finals tra le due punterei 2 euro su Utah. mentre LA-SA vedo favoriti i gialloviola

  125. inyourweis scrive:

    No abitato, nn ho detto che le opinioni altrui sono cazzate, bensì che il 90% delle discussioni si è sviluppato attorno a dei concetti che nè io nè altri abbiamo tirato fuori. Quindi si, sono delle cazzate, perchè si parla del nulla, visto che nessuno le ha dette, quelle cose

    Poi scusami, tu sarai analista e puoi anche lavorare a Wall Street, ma stai comunque tirando fuori argomenti di cui io nn ho parlato. A me nn interessa se l’owner degli Spurs è tirchio, o Buss è magnanimo. Ti sto dicendo che il salary cap flessibile degli ultimi anni permette a chi ha più soldi, o ne vuole spendere di più, di partire da un vantaggio enorme, e questo è un fatto. Poi se ti va di dirmi il contrario è un tuo diritto

    Ho citato i Lakers, si, un po’ perchè sono i primi che mi vengono in mente, poi perchè sono i più popolari sul blog (di risultare impopolare me ne frega poco, anzi a dire il vero, nn mi dispiace che si crei un minimo di casino, altrimenti sai che palle). E’ un dato di fatto che se le stesse identiche parole le avessi usate per Popovic e per i Magic (per citare un coach vincente ed un team da 95 milioni di cap), col cazzo che vi sareste sprecati a puntalizzare o controbattere. Ma questa è un problema vostro, nn mio

    Mi fa ridere come certa gente veda solo quello che vuole vedere. Io ho scritto un post con due concetti, stop. Nn ho mai detto che i Lakers vincono SOLO per il cap, che sono SOLO fortunati, che PJax nn sappia allenare…voi invece vi incartate a cercare spiegazioni empiriche, a negare l’evidenza (come se avere 90 milioni da spendere o 60 sia la stessa cosa), a dire che col cap rigido le cose nn cambierebbero (si, buonanotte…)… boh…

  126. jjhickson scrive:

    ad abitato

    si il mismatch dwill e a favore dei jazz, pero anche gli spurs hanno tony parker (un derek fisher non puo marcare il francese), inoltre ak47 e molto soggettto a infortuni, quindi rimane un punto di domanda….
    ad est boston invece fa veramente paura…in piu sono cattivi e nei playoffs per batterli bisognera sputare tanto sangue….

  127. abitatodaltragente scrive:

    IYW

    se fossi melo e potessi guadagnare 10 sia a NY che a CLE dove andresti tu? dove puoi fare milioni con gli sponsor o nella città più brutta degli USA? Shaq andò a LA sopratutto per fare film e musica. per questo dico che non cambierebbe molto, poi la controprova non l’avremo mai

    JJ

    si però TD da solo contro Pau e Bynum (oppure odom) non lo vedo benissimo e con brown soffriamo meno parker che DW (dovrebbe marcarlo KB)
    a Est aspetterei a fare qualsiasi valutazione di vedere che succede a ORL, se riescono veramente a scambiare Arenas o Nelson per un lungo per me son favoriti

    • inyourweis scrive:

      Abitato

      Però tu sai meglio di me che se hai un cap rigido, i soldi sono quelli…quindi se NY ha già Stat e CP3 (facciamo un esempio), può solo prendere supporting cast…a quel punto Melo nn deve scegliere tra 10 milioni qui o lì, ma tra 2 milioni a NY, o 10 ai Cavs…e nn mi venire a dire che sacrificherebbe tutti quei soldi (basta vedere questa estate Joe Johnson, neanche il più stronzo dei giocatori…) solo per giocare a NY…

      Poi si, magari avrà qualche soldo in più dagli sponsor…ma per l’80 % dei giocatori, giocare qui o lì sposta ben poco…nn è che Blake nn se lo caga nessuno ai Blazers, e ad L.A. la Nike, McDonald o altri fanno a gara per ricoprirlo di soldi…

      Shaq se ne andò da Orlando per molti motivi…screzi con Penny, per stare più vicino al suo business (il rap), perchè si era rotto di essere l’unico pesce grosso nello stagno (troppa pressione, basta ricordare le polemiche del 1996 sul fatto che invece di essere sposato con la sua compagna convivesse soltanto…courtesy of i vecchi della Florida, popolo di bacchettoni)…poi, nn ultimi, il fascino di L.A. e dei Lakers, ci mancherebbe

      Altra cosa: se fai 25 punti a partita a Cleveland, hai molta più pubblicità che se ne fai 15 ad L.A. (ovvero, se decidi di andare in un club che ha già giocatori forti…). Quindi anche questa è una ipotesi irreale

      No, la verità è che col cap rigido cambierebbero tantissime cose. E se se ne parla tanto oggi, è perchè fino a 15 anni fa, nn vi era traccia dell’elasticità attuale, che ha comunque portato a due campionati distinti, uno per chi può spendere di più, uno per i “pulciari”

  128. The Mailman "Ziggy" scrive:

    1) Mai negato che col cap rigido sia la stessa cosa
    2) Invece però, dato che si parla di soldi, andrebbe considerato se un proprietario abbia intenzione o meno di spenderli. Se non ha voglia di strapagare giocatori pur di tenerli o se non ha voglia di pagare la Luxury.
    Sta a loro scegliere e se hanno deciso di tenerseli in tasca, affari loro, “pagano” le eventuali conseguenze

  129. Rosenkrantz scrive:

    @mailman

    benissimo allora elimina il salary cup e chi vuole spendere spende e chi non vuole non spendere non spende! Pero dopo non merivigliamoci se hai una lega a due velocitá!

  130. fabio r scrive:

    Vista spurs-nuggets.
    Splitter ha fatto vedere buone cose e anche Neal. RJ è più convinto (sembra un altro giocatore rispetto allo scorso anno) e Ginobili-Parker guidano il gruppo con carisma.

    Caxxo, mi duole ammetterlo, ma questi continuano a vincere e duncan usa solo la seconda, e la terza in rari casi. Stiamo scherzando????
    Altro che finiti, ciclo terminato, td si ritiri, pop vai a bere vino etc…
    e nemmeno è un fuoco di paglia! Non so se questo valga anche per dallas, ma se fossi nei lakers inizierei a prendere un po’ più sul serio queste partitelle di “pre-playoff” che jackson odia allenare e a cui è irritante dover partecipare.

    Solo Kobe ha il solito carisma da vincente, che giochi bene o male. Su gli altri la mano sul fuoco non ce la metterei.
    Ancora è lunga, ma la fame di vendetta (spurs) e di vittorie (dallas) potrebbero non volatilizzarsi nel nulla da un momento all’altro. Chi lo dice? Perchè mai??

    Ci sarà un calo? può darsi, ma ritengo anche più che possibile che entrabe queste 2 squadre texane possano toccare le 60W. Lo hanno già fatto in passato…e se i lakers non avranno il vantaggio campo poi voglio vedere il catalano fare l’MVP…………..si si.

  131. Lakermania scrive:

    Secondo me Mailman dice altro.
    Ovvero: CERTO che col salary cap rigido sarebbe diverso, ma FINCHE’ non è così, e quindi tutto si riduce a un “voglio/non voglio”, chi non spende non può poi lamentarsi con chi invece, potendo farlo, lo fa… ciò detto, io sono assolutamente per un salary cap rigido, anche se questo non toglierebbe certo l’aspetto fascino/soldi/attività collaterali che alcune città possono offrire a differenza di altre (esempio Shaq ma se ne possono fare altri).

  132. abitatodaltragente scrive:

    Rosenkrantz

    si così diventa come il calcio con le “grandi” e le “piccole” e 2 campionati distinti..a sto punto togliamo pure il draft no? per quanto il sistema NBA sia migliorabile, rimane anni luce rispetto ad altri e cmq tira fuori nuove contender ogni tanto: ORL è nella lega da 20 anni ma già 2 finali, i clips da molto + tempo eppure 0 finals, Bucks contender negli anni ’70 poi basta, BOS in oblio fino ai big three, SA che prima di TD non ha vinto niente, CLE che con LBJ c’ha provato..hai mai visto il catania da un anno con l’altro diventare potenziale vincitrice dello scudetto?

  133. Rosenkrantz scrive:

    Abitato

    Appunto dico siccome questo sistema ha attuato pesi e contrappesi per poter avere una lega competitiva che permetta sia a LAL che al OKC di avere una squadra competitiva per l’anello perché allora non adottare un ulteriore contrappeso come il salary cup rigido in maniera da uniformare ancora di piú la lega!

  134. jjhickson scrive:

    a big o

    ma perche vuoi sapere i miei anni?se vuoi fare un commento ironico puoi farlo liberamente…non e un problema….

  135. abitatodaltragente scrive:

    Rosenkrantz

    son stra d’accordo, solo ci tengo a sottolineare che non è uno schifo ma qualcosa di buono anche se migliorabile

    BUONE FESTE A TUTTI!

  136. rookie scrive:

    oddio mio, interista e tifoso lakers…..

    la simpatia può albergare in questa combinazione

    se la batte solo con juventino e pro spurs

    ahahahaha

  137. alert70 scrive:

    Bodiroga

    i 18 milioni sono moltissimi come eventualmente 15. Purtroppo non averlo “potrebbe” costare un titolo. Insoma una frontline con TD e Scola proprio schifo non faceva.

    Salary

    Tutte le squadre hanno l’opportunità di andare oltre il salary. I Kings spendono meno di tutti ma i propretari (i fratelli Maloof) non sono morti di fame. Certo il bacino d’utenza non è paragonabile a NY o L.A. ma è secondario.

    Prendiamo gli OKC. Bacino piccolissimo, città sconosciuta ai più ma hanno il duo delle meraviglie. Pur in un regime di salary particolare un FA se volesse accasarsi in Oklahoma lo farebbe non perchè è la mecca ma perchè c’è un progetto valido + il signor Durant che delle garanzie di successo te le da.

    Quindi se a L.A., che già di suo attrae, c’è il miglior giocatore della lega con due titoli vinti consecutivamente è chiaro che un Barnes ci va di filato pur guadagnando di meno. Idem per Orlando. Ora sono una squadra competitiva e fino a quando lo saranno ci sarà il giocatore che preferisce topolino a NY se vuole vincere.

    Sponsor

    Al giorno d’oggi vivere a NY o a Cleveland è differente ma non per gli sponsor. LBJ è diventato ricco in provincia perchè il suo talento va oltre il singolo stato.

    Quindi le scelte per cui tizio va a NY o a San Antonio sono disparate. Andatelo a chiedere a Jefferson che viveva nella grande mela perchè ha scelto la bella vita di San Antonio. L’ha fatto perchè vuole vincere.

    Fare il salary rigido per me sarebbe ideale senza eccezioni. 65/70 mln andrebbero bene. Poi i GM dovrebbero esplorare altre strade e si vedrebbe un pò più di talento sparso nella lega il che non guasterebbe.

    E’ evidente che senza eccezioni non sarebbe possibile per i Magic avere Arenas/Howard/J-Rich/Hedo con quei stipendi. E se loro lo avessero preteso sarebbero da un’altra parte.

  138. brazzz56 scrive:

    sono favorevole al salary rigido propriom per evitare la concentrazione di ottimi giocatori in poche squadre..già quelli che spostan son pochi, le squadre sono troppe,per cui la vedo come unica possibilità per riequilibrare il tutto..

  139. bodiroga scrive:

    alert70

    Come disse un giorno Flavio Tranquillo: “Quei due (Duncan e Scola) non possono giocare insieme”. Chiudi la lega, perchè metti Scola di 5 anni fa che era forte come adesso e Duncan di 5 anni fa che era un altro giocatore rispetto ad oggi e crei qualcosa di illegale.
    Non oso pensare ad una front line del genere.

  140. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Rosenkranz

    Ma che commento è? Ma chi ha detto questo? I salary si alzano con i rinnovi dei propri giocatori e con le eccezioni. Se togli il cap, sarà una bolgia totale, cosa che non è per ora ( i 90 milioni saranno pure pochi per le squadre con molti soldi…)

  141. bodiroga scrive:

    Se metti il cup rigido, devi per forza mettere i contratti rigidi, ovvero ti do 50 milioni in 5 anni e prendi 10 per ogni anno anzichè 8-9-10-11-12 nei 5 anni, i contratti a salire spariranno.

  142. Bowen L' Onesto scrive:

    ah si? non la sapevo questa “in NBA ci son buoni allenatori”…..e io stupido ignorante che non son altro che ero convinto i migliori allenatori USA per scelta allenassero solo NCAA….ah come sono ignorante :D :D

    sveglia gli allenatori NBA son babysitter psicologhi mica allenatori veri….me lo vedo P jax al CSKA a provar trucchetti filosofici per montare una rivalità alla Shaq/kobe tra Khryapa e Šiškauskas aahhahahaha utile utile …….

    P.S.
    l’ultima nazionale USA (per intenderci NON quella che ha preso sportellate da chiunque italia compresa…) da quale esimio allenatore NBA era allenata? di quale squadra? ah già Duke…eh si NCAA…..

    allenatori…ma cosa mi tocca sentire…allenatori……

  143. bodiroga scrive:

    bowen

    Hai un pò di ragione, ci sono tanti coach NCAA molto più preparati dei coach NBA, se poi estendiamo il discorso ai coach europei, allora PJax e colleghi ne escono parecchio ridimensionati.

  144. Bowen L' Onesto scrive:

    ovviamente nulla da ridire son lì per quello…cioè , finchè l’ NBA sarà più uno Showbiz che altro, son queste le figure di coach che servon…purtroppo…però il paragonarli ad allenatori VERI che allenano e basta…che se un giocatore sgarra lo licenziano…etc etc…

    insomma mi fa un po saltar la mosca al naso l’accostare un P Jax ad un Messina…..non so se mi spiego :D :D :D

  145. inyourweis scrive:

    Si, però ora nn facciamo passare la NBA per un club di Freud che di basket nn ne sa un acca…mi risulta che gente come Brown, Riley, Adelman o Karl sappiano anche insegnarlo, il basket, nn solo psicoanalizzarlo…

  146. Bowen L' Onesto scrive:

    si certo…però non ai livelli di Messina ^^’ mi risulta che la nazionale di Brown abbia succhiato e non poco :D :D (ancora non capisco come si faccia a non vincer sempre con quel bacino di giocatori immenso….bha…)

  147. inyourweis scrive:

    Bowen

    Scusa ma mi sembra che Coach Brown abbia vinto a tutti i livelli, NCAA compresa, un 3° posto con una nazionale che nn aveva assemblato lui (vedi presenze di Marbury ed Iverson) nn lo citerei come indicazione di fallimento…

    Messina sarà bravo quanto ti pare, ma è tutto da dimostrare che sia migliore di molti coaches NBA. Mi sembra come quei luoghi comuni per cui un bianco deve per forza avere fondamentali migliori di un giocatore di colore…allenare in Europa, anche ad altissimo livello, nn significa automaticamente essere migliori, o che nella NBA il basket sia solo fisico, mentre la parte tecnica è solo merito del college…

    Di ottimi allenatori la NBA è piena, e nn sono solo psicologi

  148. tifosoknicks scrive:

    si vabbè sta storia che in nba non ci sono allenatori a me fa ridere…
    come ridere di un allenatore che ha vinto 11 titoli,buon per voi…
    phil jackson,larry brown e co. ridimensionati in cosa?
    per favore sono classici commenti sparati a cazzo di cane,tanto per dire…
    ma d’altra parte in nba conta l’atletismo basta,i giocatori nba non hanno tecnica,è solo business,il giuoco vero si gioca in europa,il basket in realtà lo hanno inventato qui…

    vittoria di knicks contro i thunder,chandler sta facendo un’ottima stagione,contento per la w,dopo la sconfitta contro i cavs temevo in una brutta striscia di snconfitte

  149. tifosoknicks scrive:

    iyw

    mi hai anticipato,ti quoto al 100%

  150. Bowen L' Onesto scrive:

    si si la conosco la storia del player commitee etc etc delle proteste che fece etc etc… i know i know…però 95-78 è imbarazzante ;-) e molto ….ehehehehe

    comunque non si tratta di vincere o perdere….son stati per anni indietro come pochi negli usa (vedi difesa a zona….) a livello di tecnica fondamentali e schemi….ed anche oggi se guardo l’ nba di certo non è per l ‘estetica della tattica…. possiam prenderci in giro quanto vogliamo ma la realtà è che a livello tecnico a parti pochi casi non è che sia tutto sto granchè……..

  151. tifosoknicks scrive:

    infatti la nba è uno schifo di lega…
    non capisco perchè la sto ancora seguendo dopo tanti anni…
    il basket europeo dall’alto delle loro zonacce bulgare fa capire che la nba è proprio poca cosa…

    la nazionale olimpica usa del 2004 è stata messa insieme 1 settimana prima che partissero per il ritiro,con giocatori che manca poco non si conoscevano nemmeno per nome.
    l’anno prima al preolimico con una squadra diversa presero a bastonate l’argentina

  152. The Mailman "Ziggy" scrive:

    Tifoso

    “il giuoco vero si gioca in europa”

    Ma perchè, non lo sapevi? Ahahahahahahaha
    ps: è la tipica frase di chi non capisce un cazzo di basket…

  153. Alessio scrive:

    Cominciamo dalle sciocchezze. Howard ai lakers nel 2012… …i lakers hanno già superato il salary fino al 2014… …come farebbero a prenderlo nel 2012??? nel 2012 l’accoppiata gasol-bryant chiamerà, da sola 47 milioncini… …certo: potrebbero rinunciare a Odom e Bynum (25 milioni in due) ma poi avrebbero ancora sul gozzo Fisher, Artest, Walton e Blake che, complessivamente, richiedono altri 20 milioncini… …quando hai, per soli 8 giocatori, già impegnati 92 milioni di dollari è difficile prendere qualcuno, anche per i lakers…

  154. Alessio scrive:

    Capitolo Blake: a me sembra (sarà che ce l’ho al fantasy) che sia stato un investimento che per adesso non ripaghi per niente la scelta fatta… …cifre abbastanza simili a quelle di Farmar, impatto abbastanza limitato, non ricordo nemmeno particolari giocate difensive…

  155. Alessio scrive:

    Partite di oggi.

    visti celtics e spurs e direi che una cosa accomuna le due squadre, oltre al record: la sicurezza con cui giocano (anche se sono un paio di gare che i celtics, pur vincenti, sono sotto tono)…
    impressionatissimo dagli spurs di stanotte: anche quando, a pochi minuti dalla fine, erano sotto, davano sempre l’impressione di giocare come il gatto con il topo e appena hanno alzato il livello per i poveri nuggets non c’è stato più niente da fare…

    …se questi continuano così diventano la più seria pretendente ad ovest, soprattutto se i lakers non trovano il bandolo di una matassa di una stagione che, partita tra squilli di tromba, si sta un po’ avvitando su se stessa (come ho detto ieri: non mi stupirei se ci fosse un po’ di maretta nello spogliatoio)… …comunque i lakers hanno tutto il tempo per rimettersi in corsia…

  156. Keiser Soze scrive:

    Rumors…….
    G.Wallace,Augustin e Diop a Portland per Camby e Miller.

    Pronostici:
    Orlando-S.Antonio Orlando +4
    Sacramento-Bucks Sacramento +2
    Phoenix-Miami Miami +9

  157. big "O" scrive:

    Cazzo, Back to back impossibile per gli Spurs. A volte mica so come compilano sto cazzo di calendario: prima li fai giocare contro Denver e la notte dopo li fai volare per la Florida (e il Texas non è proprio lì vicino!) e giocare contro Orlando. Cioè, avessi detto Kings e Warriors.. mah, inspiegabile

  158. big "O" scrive:

    Pronostici:
    Orl-SA = Orl+13
    Kings-Bucks= Bucks +8
    Phoenix-Miami = Mia +12

  159. tifosoknicks scrive:

    mailman

    non ti azzardare poi a paragonare phil jackson a messina?
    phil jackson è l’oronzo canà della nba,non merita di essere accostato a messina

  160. sky hook scrive:

    Cap rigido siii

    Preferisco coach Brown a Phil Jack

    inyourweis ho il tuo poster in camera!!!

    Go Bucks(simpatizzo non tifo).

  161. […] NBA – Neal trascina gli Spurs. Ok Jazz e Celtics (14W in fila) Boston (14) e San Antonio (10) estendono le proprie strisce vincenti e si confermano padroni delle rispettive […] […]

  162. sasipunk scrive:

    pronostici

    spurs

    kings

    heat

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...